Troppo spesso le persone danno sfogo sui social ai loro istinti meno edificanti, e protetti dall’anonimato feriscono gli altri in maniera profonda e indelebile: il body shaming è vero bullismo e anche le celebrity ne sono vittime.

In particolare, spesso capita di vedere alcuni acidi commenti alle foto di star bellissime e ricche di talento… che vengono aspramente per i loro piedi! C’è chi sostiene addirittura che alcune di loro non dovrebbero mostrarli in pubblico.

Ma perché i piedi sono i nemici numero 1 di tutti su internet? In questo post vi raccontiamo alcuni casi di star che sono state pesantemente bullizzate per i loro piedi, mostrandovi le foto che hanno dato “scandalo”. Iniziamo!

cliomakeup-piedi-katy-perry

QUANDO CI FOCALIZZIAMO SU UN DETTAGLIO IRRILEVANTE

Siamo abituati a vedere le star belle e perfette, sui red carpet e sulle passerelle. Indossano abiti e gioielli meravigliosi, sono seguite dai migliori make up artist e hair stylist del mondo per risplendere in ogni momento. Spesso però ci rendiamo conto che non sono alieni che vengono da un altro pianeta, ma persone come noi, e la loro “umanità” la scorgiamo quando riusciamo a trovare loro un difetto.

cliomakeup-piedi-brutti-vip-2-difetti

Ci focalizziamo sui difetti, ma la diversità è una cosa bellissima!


Molte persone sembrano alla ricerca del “pelo nell’uovo”, un dettaglio su cui possono focalizzare la loro attenzione e frustrazione, andando a criticare ferocemente colei che ha il “difetto”. Scandagliare il corpo di una star nei minimi dettagli, allo scopo di trovare, anche il minimo difetto per poi metterlo alla gogna sui social, non è forse cyberbullismo?

cliomakeup-piedi-brutti-vip-1-alicia-keys

Alicia Keys è stata una delle prime a mostrarsi senza make up

Negli ultimi anni, sempre più celebrity tendono a mostrarsi al naturale, postando sui loro profili social foto acqua e sapone usando l’hastag #nomakeup. La bellezza naturale sta tornando di moda, proponendo sempre più spesso look leggeri e impalpabili. Ne abbiamo parlato anche qui sul blog: ovviamente non non siamo affatto contro al makeup (anzi!) tuttavia pensiamo che una persona debba essere libera di mostrarsi come si sente meglio e più a suo agio, con o senza trucco.

DIFETTI: PUNTI DI FORZA O DETTAGLI DA NASCONDERE?

Alcune celebrity hanno saputo fare dei loro difetti il loro punto di forza, fregandosene delle critiche che venivano loro fatte! Meryl Streep e Barbra Streisand, ad esempio non hanno mai nascosto (o ritoccato) i loro nasi importanti, tutt’altro, li hanno resi punti di fascino.

cliomakeup-piedi-brutti-vip-3-naso

Altre celebrity invece hanno preferito “disfarsi” del loro difetto, e ricorrere alla chirurgia estetica per porvi rimedio. L’angelo di Victoria’s Secret  Alessandra Ambrosio, alla tenera età di soli 11 anni subì un’operazione per correggere le orecchie a sventola.

cliomakeup-piedi-brutti-vip-18-alessandra-orecchie

BODY SHAMING, OVVERO BERSAGLIARE UNA PERSONA PER LA FORMA DEL SUO CORPO

Tuttavia, anche l’assenza di alcun difetto non mette certo al riparo dal body shaming. Una bruttissima tendenza che prende di mira la forma del corpo delle persone, specialmente quello delle donne, attraverso i social network. Una donna su 2 (il 48%), ad esempio, dichiara di essere giudicata per i chili di troppo,  soprattutto durante l’estate.

cliomakeup-piedi-brutti-vip-3-body-positive

Troppo magra, troppo grassa…
Quante volte gli altri ci hanno fatto sentire a disagio nel nostro stesso corpo? 

La parte del corpo che viene presa di mira maggiormente sono le gambe –  48% –  seguite dalla pancia, dal fondoschiena  e dai fianchi.

il body shaMing è bullismo, verso il corpo e la persona

Gli effetti del body shaming sulle persone possono essere molto gravi: dal condizionamento dell’autostima all’aumento degli stati d’ansia, portando anche alla depressione.

cliomakeup-piedi-brutti-vip-6-body-love

Ogni corpo è bellissimo e perfetto! Non dimenticatelo mai!

Quello che prima poteva avvenire “solo” nella vita reale, ora trova terreno fertile nei social, dove in molti si sentono autorizzati a commentare, criticare e insultare la vita e anche i corpi delle altre persone. Per questo è importante contrastare queste pratiche diffamatorie con la positività, la solidarietà e anche, all’occorrenza, con azioni legali. Sono molte le attiviste che stanno portando avanti questa filosofia, come nel caso della modella Khrystyana fondatrice del movimento #bodypositive.

Ragazze, nella prossima pagina arriviamo al punto: ultimamente infatti balza all’occhio l’ossessione delle persone verso i “piedi brutti” di donne bellissime. Vi parleremo di come ha reagito Chiara Ferragni alle “accuse” verso i suoi piedi e vi mostreremo altri casi simili e veramente incredibili. Continuate a leggere!

48 COMMENTI

  1. Non sapevo delle 6 dita di Halle Berry…
    Ho dei piedi che nn mi piacciono. Me ne prendo cura tutti i giorni e metto lo smalto anche in inverno… Fortuna che nn sono una VIP e i miei piedi nn interessano a nessuno.

  2. In questo caso credo proprio che sia solo gelosia e credo anche che la Ferragni, E HA FATTO BENISSIMO, abbia fatto fare un saluto anche dai suoi piedini che significava tantissime cose…”CIAOOO A TUTTI QUELLI CHE ODIANO I MIEI PIEDINI MA VORREI RICORDARE CHE IO INTANTO SONO QUI E VOI SIETE DIETRO A UNO SCHERMO INCATTIVITI E GELOSI…” e penso che abbia fatto davvero bene. E’ vero, esistono piedi che non sono proprio granchè ma purtroppo non ci si può far nulla…non vorremmo mica farci la plastica pure ai piedi! Anche se qualcuno lo ha già fatto…
    Comunque, io sono molto fortunata perchè i miei piedi sono graziosi e poi li curo molto e credo che sia la cosa più importante. I piedi di Kate Perry non li trovo brutti, con la scarpa alta si allargano un pochino le dita dei piedi e una fascetta così sottile non aiuta, però sono curati, le dita non sono una sopra l’altra e non ci vedo nulla di brutto. Un piede molto curato va benissimo e non si può e non si dovrebbe fare una colpa a nessuno di non averlo bello… ma come del resto non dovrebbe esistere la cattiveria verso gli altri. Lo so dico cose assurde e purtroppo lo leggiamo tutti i giorni sui social.
    Non sapevo delle 6 dita di Halle Berry e non mi importa…a vedere il piede non si nota nemmeno ma si nota che è bellissima!

  3. Posso essere un pochino meno gentile ed educata in stile Fedez?? QUESTA GENTE È PATETICA.
    È vero Chiara ha dei brutti piedi, e quindi?lei intanto ha fama e successo che ha ottenuto riuscendo a capire prima degli altri che una cosa sarebbe poi diventata moda, e ora continua a far crescere la sua fortuna con giusti investimenti.
    Halle Berry e Katy Perry sono belle e di successo, tutto il resto è fuffa. L’unica critica che avrei potuto capire (ma comunque fatevi i vostri) sarebbe stata quella alla modella alla quale escono le dita dal sandalo, ma non per body shaming, ma per flop di stile; perché chiaramente aveva sbagliato misura dei sandali.
    Tutto il resto è invidia!se passassero meno tempo a criticare per invidia e più ad essere operativi, forse il successo lo avrebbero pure questi haters

  4. Però l’alluce valgo andrebbe curato. Poi ci sta che non bisogna essere presi in giro per l’alluce valgo.

  5. Ah beh certo che se potessi avere il fisico mozzafiato di quella modella di Victoria’s Secrets, mi sa che me ne fregherei altamente di avere dei piedi orrendi. XDXD

  6. Che poi vorrei vederli quelli che fanno ‘sti commenti! Ma dai, che società orrenda! Che gente frustrata, perché altro non sono! Trovare il pelo sull’uovo, su tutto e su tutti. Cioè se andiamo avanti così dove andiamo a finire? La cattiveria di certa gente non si ferma più, neanche davanti a dei bambini vedasi le offese verso la piccola Grace di Clio. Anche le figlie di Bianca Balti sono state insultate! Mi sto rendendo conto che c’è di quella cattiveria gratuita in giro da far paura!
    A me Chiara Ferragni non piace, più che altro per il personaggio che è ma infatti non la seguo e non andrei neanche a pensare di prenderla in giro

  7. L’invidia marcia è proprio una brutta bestia. Ma poi vorrei vederli ‘sti adoni che passano la vita a sfottere l’aspetto fisico altrui: ci scommettiamo che siano dei cessi a pedali?

  8. Io trovo patetico sia chi sente la necessità di essere cattivo ad ogni costo, cercando il pelo nell’uovo, sia questo ‘politically correct’ portato all’estremo che va tanto di moda. Non si può più dire NIENTE di NESSUNO!!!! Ripeto, non capisco le cattiverie, quelle no, però dai… io ho dei piedi francamente orribili e non ho mai pensato che i miei amici che mi hanno sempre preso in giro (dando perfino dei nomi ai miei mignolini, tanto sono brutti) stessero facendo body shaming. Adesso è tutto così, se ti azzardi a dire ad una persona francamente obesa, che dovrebbe dimagrire rischi la ghigliottina. Io ho sempre ironizzato sui miei difetti, ho sempre riso alle prese in giro… e siccome non sono una santa mi è capitato anche di prendere in giro i miei amici. Tutto sta nel modo in cui lo si fa, questo è sottinteso, ma se è fatto senza l’intenzione di fare male saper ridere dei propri difetti è tra le più belle delle virtù. Ed i piedi della Ferragni sono orrendi, c’è poco da fare… ma sono anche convinta che lei sia la prima a farsi delle grasse risate al riguardo.

  9. ma si può fare l’articolo principale sui piedi della ferragni? e cosa c’entrano tali piedi col body shaming?

  10. vero, anche perché più avanti comporta un sacco di problemi. ma magari loro per qualche motivo non possono ancora operarsi

  11. è stata criticata proprio ieri anche kendall jenner per i suoi piedi. ma una ragazza alta 1.80 o più come dovrebbe averli i piedi se non lunghi?? io non capisco

  12. Occhio che offendere a destra e a manca non è “non si può dire più niente”. Si tratta a volte di vere e proprie ingiurie. Il politically correct è un’altra cosa, è la strumentalizzazione politica di razzismo/maschilismo/omofobia ove non ci sono gli estremi per una denuncia.
    Ed un conto è l’amico che ti sfotte bonariamente, un conto è il continuo martellamento di emeriti sconosciuti che passano la vita sui social a sfottere i difetti fisici altrui.

  13. Eh sì ci voleva chiarezza
    La gente è cattiva. Mi piacciono le vip che non hanno ritoccato i piedi, il naso importante perché danno un giusto messaggio.
    Mi piacciono Cameron Diaz e Mel C che non si sono fatte le bocce di silicone dicendo sono magra e atletica embè?? Mi piace la Gigi che ha detto “per fare la modella ho le cosce grosse.. quindi?”

  14. Non credo che una persona famosa, ricca e piena di soddisfazioni possa benché minimamente soffrire perché gli dicono dei piedi non perfetti…più che altro è il rancore feroce che c’è dietro che inquieta…..che mondo! Io ho un dito più corto nel piedino destro…..adesso mi sento una vip!

  15. La Ferragni e Fedez ci ridono molto su questa storia dei piedi.. parliamo comunque del niente perché una cosa è bullizzare qualcuno perché è grasso, un’altra è trovare dei difetti (?) che ci fanno vedere queste bellissime come essere umani un po’ più vicine a noi. Dopotutto quando sono uscite le foto della Kim Kardashian con il fondoschiena pieno di cellulite, nessuna ha parlato di body shaming anche se tutt’e abbiamo sghignazzato con un “certo, mica credevamo che fosse tutto sport”, ed abbiamo tirato un sospiro di sollievo guardandoci le cosce

  16. Ma perché dovresti dire ad una “persona francamente obesa” che deve dimagrire? Secondo te la persona obesa non sa di esserlo? Sono affari tuoi?
    Non capisco…

  17. oddio certo che chi si perde pure ad inventare le interviste ai piedi della Ferragni è conciato malino, fatemelo dire.
    è vero, ha dei piedi bruttini ma fondamentalmente chissenefrega insomma.

  18. Questo è stato solo un esempio buttato lì. Ho, o dovrei scrivere avevo, un’amica obesa. All’interno della comitiva nessuno affrontava mai l’argomento, salvo puntualmente escluderla se si organizzava una scampagnata comunque un’attività che lei avrebbe avuto difficoltà a fare. Alla terza volta in cui questo si è verificato anziché partecipare di nascosto come tutti gli altri ho affrontato l’argomento con lei, le ho detto che mi avrebbe fatto piacere se fosse venuta (si trattava di una camminata lunga, circa 12km) chr mi sarei fermata con lei e che avremmo anche potuto spezzettare… ma che speravo che questo per lei fosse una spinta per cercare un medico e tentare di risolvere il problema. Cercai, nel limite delle mie possibilità di adolescente, di aiutare una persona a cui volevo sinceramente bene. L’unica cosa che ottenni fu che da allora non mi ha più parlato, gli altri hanno continuato ad organizzare cose senza dirle niente e lei adesso non cammina quasi più. A trent’anni. Però hai ragione, non erano affari miei. Comunque mi sembra di notare che la comprensione del testo è una roba oscura, io nel mio primo commento ho detto che sono patetiche tanto quelle persone che si fanno grandi criticando gli altri quanto quelle che fanno le buoniste a tutti i costi.

  19. Errare è umano perseverare è diabolico. Diciamocelo, quando una cosa è brutta, è brutta e basta inutile dire che non lo è. I piedi della ferragni sono bruttini, quelli di sarah j parker, anche peggio visto come stanno messi, e i miei sono bruttini, sono accavallati poiché ho spesso indossato scarpe sbagliate, e quindi? Mi dovrei offendere? Loro dovrebbero offendersi? Nah. Lo sbaglio sta nel perseverare e far diventare la cosa un caso di stato. Chi se ne importa, le persone sono davvero ridicole ed insignificanti, e magari i piedi brutti li hanno anche loro, ma al contrario, non hanno neanche il coraggio di mostrarli in giro.

  20. Concordo in parte, si dovrebbe essere in grado di ridere dei propri difetti e non prendersi troppo sul serio. Ma talvolta c’è chi esagera: ci sono modi di deridere che diventano pesanti e non sono più né scherzi né critiche costruttive né battute divertenti.
    Ti faccio l’esempio di una delle mie più care amiche. Ha tre anni in meno di me e, pur dimostrandone molti di più, non fa che ripetermi (lei ed il marito) quanto sono vecchia, che tanto son vecchia, che sono una vecchiaccia, in modo così incessante e martellante che ora mi dà fastidio. Quel che è peggio è che lei non è una donna curata e bene vestita e (non è una colpa certo) bruttina, sciatta eppure mai le ho mosso una critica o altro, inoltre, non solo non dimostro la mia età, ma spesso altri le hanno detto che sembra più vecchi lei di molti anni e in alcuni casi si è sentita dire che non ci somigliavamo affatto, supponendo che lei fosse mia madre.
    Non le ho mai risposto male, non mi sono mai arrabbiata ma ora mi ha stancato e sì mi offende.
    Non ci trovo più nulla da ridere.
    Da me si dice “il gioco è bello quando dura poco”. Ecco è durato troppo.

  21. Il buonismo è terribile.
    Attenzione però che spesso con la franchezza o le “buone intenzioni” si fa del male.
    Le persone obese (ho un’amica obesa, quella che mi dà della vecchia) sanno di esserlo ma non voglio essere pesati e giudicati e, non per buonismo, ma per una questione di rispetto della sfera personale se non tocca l’argomento lei, non lo tocco mai per prima (e comunque facendo molta attenzione a cosa dico e a come lo dico)

  22. Non vedo perché dovresti rinunciare al sandalo aperto in estate col caldo solo perché i piedi non sono perfetti.
    Non si tratta di andare in giro in centro città in bikini, sono solo piedi. In fin dei conti, anche le mani le esponiamo belle o brutte che siano

  23. Che poi, veramente, notate i piedi in quella foto?
    Io ci vedo un bacio appassionato
    Una coppia bellissima
    Una donna bellissima
    Un fisico perfetto
    I piedi? Veramente? Ma chi li vede! E non sono un uomo…

  24. Io credo che, per educazione e non per altro, sarebbe giusto tenere certi commenti per se stessi, a meno che la persona non chieda un onesto parere, diversamente è solo un modo per creare disagio in qualcuno, poichè chi ha un “difetto” sa già di averlo, è assolutamente inutile ribadirglielo.

  25. Assolutamente d’accordo, mi riferivo a battute innocue, fatte con affetto. È ovvio che il troppo stroppia e, in casi come questo della tua amica, viene da pensare che siano battute fatte proprio con l’intento di ferire.

  26. Ho affrontato l’argomento, all’epoca, perché per me era terribile organizzare delle cose escludendola a priori. Adesso, a trent’anni, non so se lo farei. Ma sono sicura che all’apoca se fossimo stati davvero un gruppo di amici veri avremmo potuto aiutarla, invece è stato più facile per tutti semplicemente non invitarla alle cose che non poteva fare.

  27. Non so, forse hai ragione. Ma non ne capisco la volontà. Perché ferire visto l’affetto che ci lega ed il bene che le voglio.
    Comunque sì il troppo stroppia

  28. Eh il perché… chi lo sa. Verrebbe voglia di chiederglielo… ma una bocca chiusa be zitta cento, e ti auguro che sia questo il caso

  29. L’età aiuta a stare più zitti. A vent’anni anch’io pensavo che la verità fosse la via migliore.
    Ora penso che il silenzio sia la scelta più corretta.
    Gli altri invece hanno agito in modo subdolo e menefreghista.
    Purtroppo la sincerità viene mal pagata

  30. Meglio non chiedere. Penso non otterrei nulla.
    Mio figlio (maschio adolescente) ha una sua teoria che a me mette tristezza: gelosia (tipica fra donne)
    Peccato.

  31. L’avevo già scritto in un post simile, tutti hanno dei difetti, non vedo perché negarli, ma non c’è neanche da crocifiggersi. E continuo a non capire quei decerebrati che insultano le persone per un qualche difetto. Pensalo ma tienitelo per te.

  32. Non sono difetti ragazze, i loro piedi funzionano benissimo. Semplicemente siamo tutti diversi, non siamo degli oggetti. Il problema sono gli idioti che non c’arrivano!

  33. Certo che in quella foto di Izabelle Goulard ce ne vuole un po’ per notare che un ditoddei piedi esce dal sandalo, tra tutto il resto di lei ed il fusto con cui si stava sbaciucchiando! Ma certa gente lo cerca apposta il pelo nell’uovo con la lente di ingrandimento?

  34. Non l’avrei visto quel ditino neanche a fissarla due ore la foto!! Senz’altro sarei rapidamente passata a googlare il figo che L’accompagna molto prima 😛

  35. Magari lei si rende conto di essere bruttina e poco curata e si scaglia contro chi (in questo caso tu) è meglio di lei. E’ un meccanismo abbastanza frequente criticare i difetti degli altri per poter sorvolare sui propri. 🙂

  36. Secondo me tu hai fatto bene. Sei stata sincera e ti sei comportata da amica. Cosa che lei non ha capito, visto che ti ha tolto il saluto.

  37. può essere.
    Peccato perché non sottolineo mai gli eventuali suoi difetti semplicemente perché volendole bene a me non danno fastidio.

  38. Oramai non mi stupisco più di niente, con tutti i problemi che ci sono al mondo quello che fa girare il web sono sempre e solo le piccolezze e le meschinità, a me sinceramente fa più senso il sederone delle K&K Kardashian che è osannato sul web di tutti i piedi qui presentati, detto ciò non è un problema che rientra nei miei top 1000 e non mi consumo sicuramente lo smalto ad esternare sul web … Inoltre vorrei proprio vedere quanto belli sono i piedi (e il resto) di quelli che scrivono queste cretinaggini, non so perchè ma me li immagino sempre come obesoni stravaccati sul divano che mentre si mangiano un bel mcdonalds vivono attraverso quello che gli altri pubblicano sul web perchè non hanno niente di meglio da fare …

  39. Si beh, ciò che descrivi nella tua risposta è una situazione precisa e particolare, con un’amica per cui eri preoccupata. Nel tuo primo commento parli in generale di dire alle persone obese che sono tali.

    Non si tratta affatto di buonismo, quanto di buona educazione. Io ho problemi alla tiroide e di persone che hanno pensato bene di farmi notare (come se non fossi stata a conoscenza del problema) che in determinati periodi ero grassa ne ho trovate a pacchi. Mi sono sentita dire cose tipo “non ti vuoi bene?”, “che peccato, saresti così una bella ragazza”… una gioia essere malate, avere sbalzi di peso allucinanti e sentirsi dire queste cose. Veramente utile. Tra l’altro la reazione della gente quando dicevo che avevo una malattia era spesso: “sì beh, però se mangiassi di meno…”.

    Non gliene fregava un tubo a nessuno della mia salute.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here