Giocare con lo styling e il colore dei propri capelli è bello e divertente tanto quanto lo è farlo con il make-up! Tuttavia, a conti fatti, a causa della tipologia di prodotti usati, non lo si può fare altrettanto spesso! Specialmente per quanto riguarda le tinte, infatti, ci sono in ballo sostanze chimiche che possono andare a rovinare anche notevolmente la chioma, in particolar modo se fatte troppo spesso o in modo sbagliato, non importa se dal parrucchiere o con il classico fai da te.

Nel post di oggi, dunque, vi vogliamo parlare di come capire ogni quanto fare la tinta per non rovinare i capelli, sia che abbiate una chioma con un livello di manutenzione alto, medio o basso! E non è tutto, perché vi daremo anche qualche dritta su come comportarvi quando avete intenzione di cambiare completamente la propria colorazione. Come non fare danni adottando le giuste tempistiche? Per scoprirlo, non vi resta che continuare a leggere, ragazze!

cliomakeup-come-capire-ogni-quanto-rifare-la-tinta-14

CAPIRE QUANDO BISOGNA RIFARE LA TINTA TUTELA LA SALUTE DEI CAPELLI

Soprattutto se il colore di capelli che avete scelto per la vostra chioma è diverso da quello che avete naturalmente, capire bene quando è il momento di fare la tinta è fondamentale, sia per il mantenimento ottimale del vostro look che, soprattutto, della salute dei vostri capelli!

cliomakeup-come-capire-ogni-quanto-rifare-la-tinta

Se si hanno i capelli robusti, ci si può permettere un po’ di audacia in più

Un ruolo fondamentale, per determinare la frequenza delle tinture per capelli, lo ha anche senza ombra di dubbio la resistenza della propria chioma. Ci sono persone che, per genetica, hanno i capelli più spessi e robusti di altre e, di conseguenza, si possono permettere un po’ di audacia in più in fatto di tinte rispetto a quelle che li hanno sottili e molto fini.


cliomakeup-come-capire-ogni-quanto-rifare-la-tinta-13

Si parla comunque di massimo un paio di settimane di anticipo sulla tabella di marcia che, però, nel caso di una chioma indebolita e con l’andare avanti del tempo, possono fare una grande differenza.

cliomakeup-come-capire-ogni-quanto-rifare-la-tinta-12

CHE SUCCEDE SE CI SI TINGE TROPPO SPESSO?

Ci sono effettivamente dei casi in cui, anche solo dopo poche settimane dalla tinta, il colore può sembrare più sbiadito od opaco del solito, ma cedere alla tentazione di tingere la chioma dopo neanche un mese, può far correre il rischio di esporla a sostanze chimiche che proprio non dovrebbero essere utilizzate frequentemente!

cliomakeup-come-capire-ogni-quanto-rifare-la-tinta-3

La tinta danneggia sempre un po’ il fusto dei capelli

Tra le principali conseguenze delle tinte fatte troppo spesso ci sono, infatti, le doppie punte, ma anche la rottura dei capelli, poiché ogni volta che si tinge la chioma, in un certo senso si aggredisce il suo strato esterno, danneggiandone sempre un po’ il fusto (e, le entità dei danni, spesso dipendono molto dai volumi di ossigeno usati).

cliomakeup-come-capire-ogni-quanto-rifare-la-tinta-7

Questo può portare ad un circolo vizioso: più si tingono, più i capelli rischiano di sembrare spenti e opachi, e più ciò può portare alla desiderio di tingerli per riparare ai danni!

cliomakeup-come-capire-ogni-quanto-rifare-la-tinta-6

Ragazze, il bello deve ancora arrivare! Nella pagina successiva vi parleremo delle tempistiche più indicate per rifare la tinta, e di come comportarsi con ricrescite e lunghezze! Andate a pagina 2 per scoprire di che cosa si tratta!

13 COMMENTI

  1. Da castana con riflessi rame a decisamente ramata ormai da anni…
    Lo stacco però per fortuna mi si vede poco…non ho ancora capelli veramente bianchi ma un colore naturale che nel tempo é diventato più “sbiadito”…e quindi la tinta, rigorosamente senza ammoniaca, la faccio ogni due mesi circa dal parrucchiere. Aggiungo anche, in media ogni due cicli di tinta, un trattamento alla cheratina, sempre fatto dal parrucchiere. Per ora non mi lamento, la tinta mi evolve bene nel tempo e i capelli mi sembrano in salute.

  2. Io li tingo del mio colore per cui, tra una tinta e l’altra ( odio il parrucchiere) lascio passare 3/4 mesi!

  3. Purtroppo ci sono anche i capelli bianchi e bisogna colorare molto prima… Aspetto il tutto bianco o grigio x stoppare le tinte

  4. Costretta a tingermi per coprire i capelli bianchi, ho scoperto da poco un rimedio per far durare il colore, grazie proprio a questo blog: usare il low shampoo di Yves Rocher. Funzionando benissimo con un solo sciacquo (mentre con gli altri shampoo ne devo far due) e non avendo bisogno del balsamo, oltre a risparmiare tempo e acqua mi salva la tinta perché fare un solo sciacquo invece che tre la fa durare di più!

  5. Si potrebbero usare anche i colori semipermanenti tipo i Professional di Wella Colour Touch che sono meno aggressivi e coprono molto bene……causa colore naturale molto diverso da quello da me scelto, coloro le radici ogni 2 settimane altrementi i miei capelli sono proprio inguardabili. Non ho notato danni.

  6. io dalla parrucchiera faccio la tinta ogni mese/mese e mezzo, fortunatamente i capelli sono sono rovinati (la faccio già da un po’) e comunque potrei pure tirare un po’ di più, visto che fondamentalmente la ricrescita è di un tono più caldo del mio naturale, quindi non si vede granché!

  7. Ahimè io non riesco a far passare così tanto tempo tra una colorazione e l’altra!
    Ho una ricrescita molto veloce e parecchi capelli bianchi, quindi ogni 3 settimane (max 4 a volte se non riesco prima) devo assolutamente fare la tinta!
    La faccio da sola, ma solo sulla ricrescita. Su tutta la lunghezza invece, la faccio ogni due mesi circa, quando vedo le punte troppo chiare rispetto alla base, in questo modo i capelli non si rovinano.
    Anche la mia parrucchiera mi ha consigliato di fare così.

  8. Io ho i capelli molto scuri e da quando sono diventata mamma ho una manciata di capelli bianchi, ovviamente nei punti più visibili ma riesco a mascherarli con la riga di lato. La tinta alle radici la faccio ogni 2/3 mesi e faccio quella senza ammoniaca sperando di non danneggiare troppo. Sulle lunghezze ho un balayage fatto a ottobre che ha scaricato il totalizzante nocciola ed è uscito tutto l’arancione che ci stava sotto causa tinte ed henné vecchi di anni. La parrucchiera siccome ho i capelli molto lunghi e molto fini mi ha sconsigliato di portare la tinta sulle lunghezze più di 1/2 volte l’anno e se mi affido al fai da te di stare almeno 1/2 Toni sotto il mio proprio per evitare la stratificazione eccessiva del colore (infatti a me il color cioccolato esce praticamente nero sulle lunghezze). Ora ci do dentro con i trattamenti casalinghi alternando olio di cocco, pantenolo e cheratina e verso pascqua torno a farmi una sistemata.
    Nel frattempo per uniformare il colore e arginare l’arancione uso o balsami colorati che non fanno miracoli ma aiutano e ve lo consiglio di cuore

  9. io solitamente dopo l’estate per uniformare il colore che tende cambiare con l’esposizione al sole… ho 10/15 capelli bianchi e al momento li strappo. Non oso pensare l’angoscia appena sarò costretta a fare la tinta ogni 15/20 gg

  10. Aspettare tanto tempo è difficile, ma capisco che sia importante per non distruggere i capelli. È per questo che ho rinunciato al proposito di diventare bionda: ho una ricrescita velocissima e in 15 giorni sarebbe spuntato il mio castano naturale in maniera molto visibile. Ora la faccio ogni mese, ma uso il colore senza ammoniaca, che almeno non è troppo aggressivo.

  11. A me crescono tantissimo, impossibile aspettare un mese senza sembrare una befana, dopo 3 settimane ho già super bisogno!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here