Negli ultimi tempi, sono stati resi pubblici alcuni dati preoccupanti che mostrano come l’AIDS sia in continuo aumento tra i giovani, a causa di rapporti sessuali non protetti. Vuoi per i passi da gigante compiuti dalla medicina (“di AIDS non si muore più”), vuoi perchè, in qualche modo, di AIDS non si parla più, abbiamo letto su alcuni quotidiani che nel 2017 i contagi dell’HIV sarebbero aumentati del 40% rispetto all’anno precedente. Il sesso sicuro è quindi passato di moda?

Anche i dati delle ricerche su Google confermano che la maggior parte delle persone cerca informazioni sul sesso non protetto soprattutto in relazione ai rischi legati ad una gravidanza. Come se restare incinte fosse il pericolo più grande di un rapporto sessuale senza profilattico, quando, purtroppo, lo è la morte.

Così oggi abbiamo pensato di riproporvi alcuni dei film più importanti e che più hanno contribuito alla sensibilizzazione nei confronti del “Virus”, come lo si chiamava in tempi tutt’altro che lontani, e quindi dell’importanza del sesso sicuro. Se l’argomento vi sta a cuore, andate avanti a leggere.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-1Una delle più celebri pubblicità progresso sull’AIDS. Credits: @today.it

COS’È L’AIDS E PERCHÈ NON SI “CURA”

AIDS sta per sindrome da immunodeficienza acquisita; è una malattia del sistema immunitario umano causata dal virus dell’immunodeficienza umana (HIV). La malattia limita quindi l’efficacia del sistema immunitario: si è più suscettibili sia alle infezioni, sia a patologie come cancro. Oggi, la maggior parte dei contagi avviene attraverso la penetrazione non protetta durante un rapporto sessuale.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-3-pubblicita

L’EPIDEMIA DI AIDS DEGLI ANNI NOVANTA È CONSIDERATA TRA LE PIÙ DRAMMATICHE DELLA STORIA MODERNA

In assenza di terapie, l’infezione da HIV porta a contrarre la malattia e ha una mortalità del 100% pur nella variabilità dei tempi di sviluppo della malattia; quella degli anni Novanta è considerata infatti una delle epidemie, se non la singola epidemia, più drammatica della storia moderna.

Agli inizi, lo sforzo della medicina volto ad individuare una cura è stato immane, tanto che oggi se ci si affida a professionisti esperti si può avere, anche da sieropositivi, una aspettativa e una qualità di vita pari a chi soffre di altre patologie croniche. I farmaci antiretrovirali che devono essere assunti hanno pesanti effetti collaterali. Tuttora non esistono né una cura né un vaccino contro l’HIV.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-2-pubblicita

(Fonte: Wikipedia)

ABBIAMO ABBASSATO LA GUARDIA CON L’AIDS?

GRAN PARTE DELLE PERSONE SIEROPOSITIVE NON SA DI ESSERLO. E IL CONTAGIO SI DIFFONDE

“Di AIDS non si muore più” è un’espressione comune su cui si può ampiamente discutere, ma è indubbio che di AIDS non si parli più. Sparite le campagne pubblicitarie scioccanti, ma efficaci, degli anni Ottanta, pare che proteggersi anche in caso di rapporti occasionali sia passato di moda, così come fare il test dell’HIV dopo aver fatto sesso senza preservativo.

Un’enorme percentuale di persone non sa di essere sieropositiva e fa il test solo dopo la comparsa dei primi sintomi, il che può avvenire dopo anni, e nel frattempo potrebbe aver contagiato altri partner. (Fonte: Corriere.it)

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-4-jovanotti

“Magic Johnson lui è un mito uno sceso dalla luna / Ma di fronte a questo mal non ti serve la fortuna / Freddie Mercury che voce anche lui finito male / Per capire come viaggia fatti un giro in ospedale / Questo virus è un bastardo ma non deve aver la meglio / Guarda bene dove vai apri gli occhi resta sveglio” Cantava Jovanotti in Sai qual è il problema, nel 1994

In Italia, la Lombardia è la regione più colpita (Milano in testa), e la fascia d’età su cui si concentra l’incremento dei contagi è tra i 25 e i 29 anni. (Fonte: Corriere.it)

E non a caso: è una generazioni che non ha vissuto sulla propria pelle i tempi in cui un test positivo era una condanna a morte, e ogni giorno l’AIDS mieteva qualche vittima, che si trattasse di una star internazionale o di un proprio parente o compagno di classe.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-20-freddie-mercury

Una delle ultime foto di Freddie Mercury

Naturalmente, l’AIDS non è l’unica malattia che si può contrarre con un rapporto sessuale non protetto, ma dopo aver letto diversi articoli allarmanti, e che riportano le cifre succitate, abbiamo deciso di dire la nostra proponendovi alcuni dei film più toccanti su questo tema. Pellicole che sono come un pugno nello stomaco e che ci mostrano gli effetti di una malattia che, per come stanno andando le cose, è ancora lontanissima dall’essere debellata.

THE HOURS (2002)

È il film che tutti ricordiamo per Nicole Kidman che interpreta Virginia Wolf ma è anche un film che parla di amore e di una malattia che, ancora nel 200e, non perdonava. Il cast del film è stellare: oltre alla Kidman, che per questo ruolo ha vinto l’Oscar, abbiamo Meryl Streep e Julianne Moore, mentre Ed Harris interpreta Richard Brown, ex amante di Clarissa/Meryl Streep e malato di AIDS.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-5-the-hoursLa donna nel film gli organizza una festa celebrativa dopo che l’uomo, poeta, ha ricevuto un riconoscimento alla sua carriera. Prima di morire, Richard confessa alla donna l’amore che ha sempre provato per lei, citando le parole lasciate da Virginia Wolf prima del suo suicidio. Indimenticabile l’interpretazione di una Meryl Streep al massimo, nel ruolo di una donna. “Molestata, distratta, tormentata da una passione mascherata da compassione,  incredibilmente consapevole che la sua stessa vita le sta sgocciolando tra le dita.” scrive The Guardian.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-6-the-hourscliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-6-the-hours

LE FATE IGNORANTI (2001)

Continuiamo con un film italiano che tocca moltissimi temi importanti, tra cui l’AIDS. Diretto da Ferzan Özpetek, e con Margherita Buy protagonista accanto a Stefano Accorsi, parla della vita della donna (medico specializzato nella cura dell’AIDS) dopo la morte improvvisa del marito in un incidente che scoperchia tutti i suoi segreti come un vaso di Pandora. Antonia/Margherita scopre così la doppia vita del marito, che condivideva di fatto un’esistenza parallela accanto a Michele (Stefano Accorsi) e alla sua comunità.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-7-le-fate-ignorantiUna famiglia allargata dove spicca la figura di Ernesto (Gabriel Garko), malato terminale di AIDS.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-8-le-fate-ignoranti“Quando ti si rompe un bicchiere la persona che ami se n’è andata via” Credits: @dagospia

PHILADELPHIA (1993)

Non esistono parole per descrivere la forza devastante, la dolcezza e la passione con cui, in Philadelphia, vengono raccontate la vita e la morte del giovane omosessuale Andrew Beckett, malato di AIDS. La magistrale interpretazione di Tom Hanks si colloca nel 1993, nel periodo in cui le vittime della malattia hanno raggiunto il culmine.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-10-philadelphiaIn quegli anni, quasi chiunque aveva un conoscente, un amico o un parente morto di AIDS; chiunque poteva raccontare o ascoltare storie di famiglie spezzate, esistenze distrutte da una diagnosi che non lasciava speranze. Forse per questo era davvero difficile guardare Philadelphia fino in fondo, e impossibile guardarlo senza piangere. Tom Hanks per il film perse 12 chili, per rendere al meglio l’inesorabile decadimento fisico provocato dalla malattia, e la sua capacità di trasformare un essere umano in un fantasma.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-9La trama è incentrata su vicende realmente accadute: la storia di un avvocato affetto da AIDS che fa causa all’azienda che lo aveva licenziato per la sua malattia, e affronta a testa alta il lungo e penoso processo nonostante fosse ormai in fin di vita.

cliomakeup-sesso-sicuro-film-aids-11-philadelphia

Nella prossima pagina vi parliamo di altri tre film che in un certo senso ci insegnano l’importanza del sesso sicuro per proteggersi dall’AIDS. Girate pagina per scoprirli!