Si è appena conclusa la 71° Edizione del Festival di Cannes, che dall’8 al 19 Maggio, ha visto i riflettori di tutto il mondo puntati sul red carpet della Croisette. Durante queste giornate le star ci hanno fatto ammirare i loro bellissimi look, indossati in onore del Festival e delle presentazioni dei film in anteprima.

Il red carpet è stato cadenzato da abiti di una fattezza incredibile, indossati da donne bellissime, che hanno saputo catturare su di loro tutti i flash dei fotografi. Le Maison che hanno vestito le attrici e modelle hanno creato dei veri capolavori, caratterizzati tutti da alcuni denominatori comuni: opulenza mixata a bonton, spacchi vertiginosi e total black look.

Abbiamo selezionato quelli che secondo noi, sono stati i look più belli del Festival di Cannes: non solo i outfit più chiacchierati, ma anche quelli più ricercati e unici. Se volete saperne di più, diamo il via al post!

cliomakeup-festival-cannes-look

CATE BLANCHETT, ATTRICE E PRESIDENTE DEL FESTIVAL DI CANNES

Sono state solamente tre, nella storia del Festival di Cannes, le donne che hanno ricoperto il ruolo di Cate Blanchett (oltre a lei come presidente, la giuria era composta dalla regista Ava Duvernay, dall’attrice africana Khadja Nin, e da Kristen Stewart e Léa Seydoux).

cliomakeup-festival-cannes-look-6-cate-blanchett-givenchy

Cate Blanchett in Armani Privé


A 49 anni, ha sconvolto tutti con l’ eleganza e la raffinatezza che la contraddistinguono, mettendo in luce il bon ton ricercato in questo Festival del Cinema, in cui ad esempio i selfie sono stati vietati, perché considerati grotteschi.

cliomakeup-festival-cannes-look-11-cate-blanchett

Cate Blanchett in Givenchy Couture

Divina forse è l’aggettivo che le si addice di più, e in ogni serata ha stupito tutti con abiti mozzafiato, realizzati per lei dalle più importanti case di moda del mondo. Non sono mancate le malelingue che hanno notato immediatamente che l’abito, un Armani Privé di pizzo nero, fosse già stato indossato da lei durante i Golden Globe del 2014.

cliomakeup-festival-cannes-look-2-cate-blanchett-armani-prive

Durante la cerimonia ha indossato molti abiti firmati Givenchy Couture, e tra i nostri preferiti in assoluto, c’è quello con la gonna multicolor!

cliomakeup-festival-cannes-look-8-cate-blanchett-multicolor

Sulla schiena aveva un profondo scollo, noi lo troviamo favoloso! 😍

KRISTEN STEWART ELEGANTISSIMA MA A PIEDI NUDI!

Inutile dire che alcune attrici hanno stupito per look decisamente unici, come ad esempio Kristen Stewart, in un abito tomboy, pantalone e camicia di Chanel, Maison che l’ha vestita per tutta la durata del Festival.

cliomakeup-festival-cannes-look-15-chanel-tomboy

Kristen Stewart ha indossato solamente creazioni di Chanel 

L’attrice ha partecipato come giurata e, durante la cerimonia di apertura, si è tolta i tacchi sul tappeto rosso e ha sfilato scalza, alla faccia delle regole che prevedono l’obbligo dei tacchi alti in queste occasioni.

cliomakeup-festival-cannes-look-19-no-scarpe-red-carpet

Provocazione di libertà o solamente scarpe scomode? L’abito indosso era un mini dress di paillettes argentate sempre di Chanel. Durante tutte le serate la Stewart ha giocato con look androgini, mettendo in risalto la sua personalità e non deludendo il mondo del fashion.

cliomakeup-festival-cannes-look-10-chanel-kristen-stewart

IL ROSSO È PROTAGONISTA: TUTTI GLI ABITI DI QUESTO COLORE AL FESTIVAL

Come ormai ben sappiamo il colore rosso è stato il trend della stagione, e sia nella moda low cost che nell’haute-couture continua ad essere protagonista.

IL rosso È stato il colore protagonista del festival

Sono molte le attrici e modelle che hanno infatti scelto di indossarlo sul red carpet, ma certamente uno dei look che più ci ha colpite è stato quello di Julianne Moore. Merito del abito in seta di Givenchy Haute Couture, con la cappa interamente doppiata di piume e abbassata sulle spalle.

cliomakeup-festival-cannes-look-5-julianne-moore

Julianne Moore in Givenchy

Oltre a lei anche la super modella Elsa Hosk ha scelto un abito rosso indossando una creazione di Ermanno Scervino con tanto di spacco vertiginoso.

cliomakeup-festival-cannes-look-4-elsa-hosk

Elsa Hosk in Ermanno Scervino

Rosso anche il look Irina Shayk che sceglie Versace, indossando un abito decisamente audace e sensualissimo, durante la prima del film “Sorry Angel”: fatto di grandi trasparenze, che lasciano poco all’immaginazione.

cliomakeup-festival-cannes-look-13-irina-shayk-cannes

Ragazze, non abbiamo ancora finito! Nella prossima pagina ancora tantissimi look incredibili sfoggiati dalle donne più belle del mondo. Continuate a leggere per scoprire quali sono stati gli outfit che ci hanno colpito di più! Girate pagina! 

21 COMMENTI

  1. Emilia Clarke mi piace tanto. E Cate Blanchett semplicemente divina, il vestito con gomma multicolor era magnifico.

  2. Su Cate Blanchette non c’è molto da dire.. è sempre divina! Julianne Moore pure, ha fatto un patto col diavolo?
    Irina deve sempre mostrare così tanto? E’ bellissima ma assolutamente mai elegante. D’altronde, a ben pensarci, di queste giovani donne ben poche hanno il senso dell’eleganza e stile. Sembra che sappiano solo mostrare più pelle possibile (e magari le parti intime) per farsi vedere e non ammirare. Bah..

  3. A parte Irina e la prima a sinistra nella foto delle donne di colore (che non so chi sia), che trovo assolutamente inadeguate e volgari, mi sembrano tutte bellissime.
    La Stewart che si toglie i tacchi davanti a tutti è stata una pessima caduta di stile, se non reggi delle Loubutin da 12 cm non te le metti oppure fai le prove a casa come noi comuni mortali prima di ogni cerimonia.

  4. Irina Shayk tremenda veramente. E’ già bellissima non capisco perché deve indossare degli abiti che la rendono tutto fuorché sensuale ed elegante, veramente volgare. Che poi un abito del genere da l’effetto salame anche su una modella… Kate Blanchett e Julianne Moore divine! Emilia Clarke mi piace tanto come attrice ma spero veramente che torni al suo colore naturale, così sta malissimo…

  5. la Stewart non mi piace proprio, la trovo veramente bruttina.
    Ps. Clio, ma un articoletto sui vari look proposti durante il Royal Wedding?? *_*

  6. Mi piacciono tantissimo tutte quante! Donne stupende ognuna con qualcosa di particolare!
    Magari a sto giro, perchè di solito è eccezionale, non metterei tra le prime Irina Shayk in Versace…l’avrei preferita più coperta , questo vestito rosso la involgarisce un pochino.
    Spettacolare Cate Blanchett in Armani, Julienne e la sempre bellissima Fonda!
    In bu la meravigliosa Helen Mirren e poi Lupita… Beeeeeehhh con quello rosa è spaziale!
    https://uploads.disquscdn.com/images/49d23e186e731876c0d643cfb755e87335eef26b2ab4fae3e7ac9dfb763c6881.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/29935dd85e8643a1f0687d441c9180664d08d79795208c9cbeaefc2c6fb442a1.jpg https://uploads.disquscdn.com/images/742c07a0f148006fd68d025da1d3cc06e0572da0bb6020d97b0c17a7290cf278.jpg
    https://uploads.disquscdn.com/images/3a607fd00e52a1d799a7298264991d166e6cce7e19aef4fbb8c0bc29ad64785b.jpg

  7. Tutte molto belle si, il rosso non passa mai di moda!!
    Comunque sarebbe giusto e più apprezzabile vedere uomini uniti per la difesa dei diritti della donna o entrambi. Prima di tutto perché anche loro hanno il diritto di difendere il loro sesso, poiché non si puo’ etichettare il tutto come il male.. Dovrebbero proprio indignarsi del fatto che molti uomini con l’ormone impazzito e comportamenti paleolitici rovinino la loro faccia. Ecco solo un piccolo appunto, tanto si sa che le donne stanno facendo tanto per questo argomento..

  8. Concordo!!trovo che si sfrutti troppo l’onda femminista del “ogni donna è libera di esprimersi come vuole” per scadere nel becero esibizionismo. Che io sono d’accordo che ogni persona debba vestirsi come meglio crede, però anche io mi sento libera di ritenere un outfit più o meno appropriato e volgare!

  9. È lo stesso discorso di “ho libertà di parola, offendo a destra e sinistra perché sono idee mie”. No cara, sei solo chiusa di mente. Ecco, la stessa cosa. Vestiti come vuoi, ma in maniera decorosa. Per dire che sei una bella donna, non serve mostrare la vagina a mezzo mondo.

  10. Esatto!ma poi io sono dell’idea che per essere attraenti non sia strettamente necessario essere mezze nude, anzi!io trovo da togliere il fiato le persone che sanno valorizzarsi mantenendo il buon gusto e un dress code adatto alle varie situazioni in cui si trovano (vedi Beckham al Royalty Wedding).

  11. Divieto di Selfie… standing ovation. Davvero!
    La Blanchet, si, davvero divina.
    Jane Fonda è la visione. La speranza di restare belle in barba al tempo che passa.
    Circa i vari movimenti. Ovvio sono a favore della parità di trattamento, ma non può e non deve mai tradursi in “quote rosa”. Ci si chiede quante registe donna sono state premiate, ma prima bisogna chiedersi quante ce ne sono. È possibile che la professione di regista incontri più i gusti maschili che femminili? È possibile. E questo non deve scandalizzare. Sennò bisogna chiedere quote celesti in altre professioni, come ad esempio nell’insegnamento: sono quasi tutte donne…. l’esagerazione è sempre sbagliata. Bisogna porsi le domande giuste.
    Detto questo sono curiosa di vedere i film che hanno concorso. Perché il cinema ha sempre, e deve continuare ad averlo, il ruolo di protagonista.

  12. Riguardo alle quote rosa, mi trovi d’accordissimo! Sono la prima a sostenere che siano un errore… Riguardo al discorso che alcuni lavori siano più adatti agli uomini… Vorse qualcosa di vero c’è, ma ci sono anche moltissimi steorotipi in giro. Io faccio un lavoro considerato maschile per antonomasia (ingegnere); ma le statistiche degli ultimi anni dicono che, seppur ancora in minoranza, le ingegnere donne sono più brave degli uomini, a partire dell’università, sono dal mondo del lavoro! E così si scopre che invece in quello che è il lavoro maschile per antonomasia, le donne hanno doti (cura, attenzione per i particolari, capacità di analisi, multitasking…) Che le rendono più brillanti degli ometti. Ti chiederai perché fino ad ora allora ci sono state poche donne? Perché la famiglie, credimi, facevano un sacco di ostruzionismo alle giovani donne (dieci anni fa, quindi non una vita fa, mio padre ha fatto tutto per dissuadermi a non iscrivermi ad ingegneria, non adatto ad una ragazza x lui). E secondo me il mondo è ancora pieno di professioni dove ci sono tabú simili… Ma le quote rosa non sono la soluzione.
    PS: io ho avuto pochi insegnanti uomini, ma sono stati nettamente i migliori!

  13. Io però non parlo di adatto o non adatto. Parlo di gusti. Ci sono professioni che incontrano i gusti femminili e altri quelli maschili. Guarda… io ultimamente sono un pò delusa dal genere femminile nel mondo del lavoro e senza entrare nei dettagli e riferendomi a diverse categorie professionali e anche come clienti, sono spesso più presuntuose, più tirchie e poche precise. Lo so non è un bel quadro, ma questo è ciò che ho visto. E parlo di ambienti e ruoli diversi.

  14. Sí capisco cosa dici… Ti dico la verità mi sono accorta anche io che ci sono una serie di atteggiamenti femminile nel mondo del lavoro che non mi vanno troppo giú. Tipo il discorso del lavoro e della maternità. Ho scoperto purtroppo che non tutte le donne sono così vittime come pensavo, ma spesso abusano in maniera anche vergognosa di questo discorso (spero di non offendere nessuno dicendo questo, ovviamente non sono tutti così i casi, ma sono più di quanto mi piaccia ammettere). Inoltre noi donne abbiamo la brutta tendenza di beccarci le une con le altre (veramente, se smettessi di farlo domineremo il mondo), invece di fare squadra. Io lavoro in ambienti prevalentemente maschi e sono la prima a dire che mi va bene così. Però mi da fastidio quando sento dire ancora che ci sono mestieri che per una donna non sono adatti, perché spesso sono discorsi frutto di ottusità mentale. Poi, come dici tu, il discorso di incontrare i gusti di un altro probabilmente prescinde da ciò… Sinceramente non sono molto esperta di registi quindi non so neanche dirti

  15. Cate Blanchett è la solita divinità ineguagliabile, stupenda anche Emilia Clarke con quel viola favoloso! Anche Julianne Moore, Jane Fonda e ovviamente Penelope sono bellissime, mentre non mi piace per niente la Stewart.
    Il divieto dei selfie merita un premio.

  16. Beckham al matrimonio.. che UOMO! Bellissimo vestito lei, bello lui, bellissima cerimonia, bellissima predica, stupendo TUTTO!

  17. Purtroppo i dipendenti che abusano della loro posizione sono sia maschi che femmine (certo le femmine hanno una chance di più per farlo) mentre il datore di lavoro è considerato sempre il male assoluto.
    Comunque al di là del poco cameratismo femminile, le donne non vogliono ammettere i propri errori. E ne fanno… si che ne fanno, mentre sono puntigliose su cose inutili, se non dannose per il tempo che fanno perdere agli altri. Lo ripeto è un quadro poco edificante, ma parlo per esperienza diretta su più fronti: professionisti come avvocati, consulenti; ancora dirigenti della Pubblica Amministrazione e semplici clienti. Mi trovo quasi sempre molto male. E ogni volta ho sempre nuove conferme di questo pensiero purtroppo.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here