Durante la nostra esperienza all’Imats di Londra, abbiamo avuto il piacere di partecipare ad una masterclass tenuta da Sarah Jagger, molto nota in Inghilterra non solo per i suoi lavori, ma anche per via della sua costante presenza in televisione e per i suoi libri a tematica beauty. Sarah, che ha, inoltre, lavorato moltissimo negli ultimi venti anni a trucchi che sono stati protagonisti delle copertine di riviste più che celebri come Vogue, Elle e Harper’s Bazaar, ha come principale punto di forza dei suoi lavori la pelle, che valorizza con un trucco naturale e semplice dal risultato radioso e freschissimo.

Nel post di oggi vogliamo condividere con voi i suoi segreti, in vista anche della bella stagione, in cui questa tipologia di make-up è estremamente quotata ed apprezzata. Durante la masterclass, abbiamo potuto assistere effettivamente a come Sarah, che ha anche collaborato direttamente con Vivienne Westwood, riesce a dare un aspetto estremamente naturale ad ogni tipologia di incarnato, pur coprendone ogni imperfezione. Ecco dunque non solo i segreti di bellezza che ci ha svelato, ma anche i prodotti da cui non si separa mai! Siete curiose di scoprire quali sono? Allora non vi resta che continuare a leggere per sapere tutto!

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (12)

Un trucco realizzato da Sarah. Via Pinterest

I SEGRETI DEL MAKE-UP NO MAKE-UP RITRATTO NEI MAGAZINE DI MODA

Quante volte ci è capitato di invidiare bonariamente la pelle perfetta delle modelle ritratte nei magazine, per la precisione nei servizi che parlano di skincare? Ebbene, Sarah Jagger ci ha rivelato che l’incarnato perfetto che si vede in queste fotografie non è mai struccato, e anzi, mostrandocene una che ritraeva una modella all’apparenza struccata ma con un incarnato favoloso, ci ha rivelato che era frutto dell’utilizzo di ben…26 prodotti!

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (6)

Sarah Jagger


Sarah ci ha innanzitutto raccontato che la preparazione dei look pubblicitari deve rispettare degli orari e delle deadline ben precise: il maggior numero di beauty look che si possono creare su una modella sono otto, ossia quelli che si possono preparare al meglio durante una giornata di lavoro.

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (4)

Viene studiato in anticipo il beauty look di ogni modella

Sarah ha detto che, per organizzarsi e fare in modo che la pelle delle modelle non venga rovinata, lavora per sovrapposizione, partendo dai make-up più semplici per poi aggiungere prodotti di volta in volta, soddisfacendo così gradualmente tutte le necessità dello shooting. Sarah calcola e prepara in anticipo ogni look da proporre, in modo da non perdere tempo ed evitare di creare un trucco da zero, togliendo e rimettendo il make-up di continuo. Fare altrimenti, infatti, non solo farebbe perdere tempo prezioso, ma irriterebbe la pelle della modella interessata, risultando una pratica controproducente.

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (11)

Un lavoro di Sarah. Via Pinterest

L’IMPORTANZA DI NON SEGUIRE LE TENDENZE

Il look a cui dedica maggior tempo è comunque il primo, soprattutto se la modella su cui deve lavorare in partenza non ha una bella pelle: esso è infatti fondamentale per creare la base su cui verranno realizzati quelli successivi, per questo è quello a cui Sarah dà la priorità.

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (8)

Un lavoro di Sarah. Via Pinterest

Per quanto riguarda lo stile del trucco scelto Sarah, lavorando nel settore pubblicitario, suggerisce di evitare di riprodurre i look che vanno di moda in un determinato periodo ed evitando di seguire le tendenze optando, piuttosto, per look evergreen, semplici e minimali, che potranno dunque essere riproposti anche negli anni successivi.

IL PUNTO DI FORZA DI SARAH JAGGER COME MUA: LA “NOW SKIN”

Sarah è specializzata nella “now skin”

Per realizzare quella che viene definita “Now skin” (letteralmente, “la pelle di adesso”) ci vuole veramente molto lavoro. Si differenzia dagli incarnati a cui recentemente le fotografie di moda ci stanno abituando, ossia modificati digitalmente e completamente privi anche di caratteristiche fisiche completamente normali come pori o “peach fuzz” (ossia la naturale peluria che si ritrova sulla pelle), in quanto le lascia visibili. Macchie, lentiggini e tutto ciò che è tipico di una pelle “reale”, sono anzi il punto di forza di questo make-up.

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (1)

Uno dei lavori di Sarah. Via Pinterest

Sarah ci ha spiegato che ormai i clienti del fashion system si stanno allontanando da una tipologia di pelle ricoperta da eccessivo illuminante, contouring e definizione e, per ottenere un look naturale ma radioso, la MUA utilizza l’illuminante ed il blush liquidi mescolati tra di loro o, addirittura, si serve di un gloss lucido per illuminare il centro delle guance. Uno dei prodotti che figura tra i principali cavalli di battaglia di Sarah nella realizzazione della Now Skin è, infatti, della semplicissima vaselina rosa, che utilizza sia per il viso, che per le labbra delle modelle con cui lavora!

LA SKINCARE È UNO STEP ESSENZIALE ANCHE NEL TRUCCO

La Now Skin è comunque indissolubilmente legata ad un concetto fondamentale per la sua creazione, ossa il layering di prodotti, che vanno stratificati con tempo e pazienza in modo da preparare al meglio la pelle. L’obiettivo è il raggiungimento di una texture perfetta che, tuttavia, con il suo aspetto non richiama assolutamente un look associabile ad un trucco molto carico.

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (2)

Si comincia lavando con cura la pelle della modella su cui lavorare, condizione necessaria per fare in modo che i prodotti per la skincare vengano assorbiti meglio. Sarah usa anche un esfoliante delicato e adatto alle pelli sensibili e, tra i suoi preferiti, figura l’Image Skincare Iluma exfoliating powder, a base di riso e cocco.

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (17)

Image Skincare Iluma exfoliating powder. Prezzo: 42€

La MUA si serve anche dell’acido ialuronico, mettendo sull’incarnato la Hada Labo Super Hyaluronic Moisturising Lotion, lasciandola in posa per qualche minuto e, se necessario, ripetendo questo step per una o due volte. Per quanto riguarda l’idratazione, Sarah predilige i gel alle creme, come il Murad Age Reform Nutrient Charged Water Gel e, come ciliegina sulla torta, è immancabile il siero, come il Neostrata Redness Neutralising Serum.

cliomakeup-trucco-naturale-e-semplice (16)

Neostrata Redness Neutralising Serum. Prezzo: 72$

Ama molto questo prodotto in quanto a metà strada con una crema idratante, e risulta molto efficace nel lenire la pelle e spegnere ogni tipologia di rossori. Per esfoliare le labbra, inoltre, Sarah si serve di un semplicissimo mix di zucchero grezzo mescolato al burro cacao, dai risultati molto efficaci!

Ragazze, il bello deve ancora arrivare! Con quali prodotti Sarah Jagger realizza il trucco semplice e naturale per cui è celebre, e cosa non può mai mancare nel suo kit? Scopritelo seguendoci a pagina 2!

51 COMMENTI

  1. Sarà pure immortale ma a me le ciglia senza mascara non è che facciano proprio impazzire. Per il resto concordo su tutto, mi risultano un po’ noiosi i look tutti uguali carichi di correttore, illuminante e ciglia finte.

  2. Le modelle in foto mi piacciono molto con le ciglia al naturale, ma se ci provo io non riesco a resistere… una passata di mascara scappa sempre!

  3. No senza mascara nessuno, a meno che una non sia dotata di ciglia scure naturali… Ho un amica che non mette il mascara perché è come se già lo avesse. Fortunella!
    Comunque secondo me negli shooting c’è sempre un po’ di Photoshop, impossibile che solo con il trucco ci sia un effetto simile, poi non l’aiuto di eccellenti fotografi e luci particolari, il gioco è fatto! Molto interessante comunque anche se i prodotti non sono proprio alla mano per via dei prezzi

  4. Ciao Giulia, è vero, tuttavia sono tecniche che si possono anche provare a replicare con prodotti più economici. Baci!

  5. Io andrò contro corrente ma per me il make up deve vedersi. Se devo fare un make up no make up allora non indosso make up!!

  6. Certo che 26 prodotti solo per una base perfetta… Top much work for me. Il lavoro ê indubbiamente bellissimo però!

  7. A me sembra che tutte le foto a parte quella con il gloss sulle guance siano digitalmente ritoccate, non vedo pori o peach fuzz in nessuna. Conosco Sarah Jagger da QVC perchè è un ambasciatrice della brand Laura Geller quindi mi aspettavo che usasse più prodotti di questa marca, soprattutto il famoso fondotinta che in TV dice di usare in tutti i photoshoot.

    Concordo con Debby che se devo usare 26 prodotti per poi sembrare di non avere un filo di makeup e si devono vedere pori e imperfezioni per la now skin, faccio prima ad uscire struccata … come stamattina, non avevo tempo perchè ho dormito troppo, chi avrebbe mai detto che uscivo perfettamente in trend?

  8. C’è una bella differenza tra essere senza trucco e portare un trucco che fa apparire la pelle luminosa, senza rossori e senza occhiaie, cioè quella che vorremmo. Del trucco devi vedere il risultato, non il prodotto, lo strato, la polverosità.

  9. Mi piace molto il risultato finale. Certo, sul mascara non dico di metterne un quintale, ma l’effetto a ventaglio, discreto, ciglia lucide… non penso che possano passare di moda. Sarebbero le “my cils but better, no?” E quindi in linea con il fil rouge di questo tipo di makeup. Dove invece di vedere il makeup, vedi il risultato. C’è differenza tra pori e rossori, peluria leggera e occhiaie. Colorito sano e Colorito cadavere.
    Sto usando il water blend di Mufe e lo sto adorando. Non c’è strato. È tutto omogeneo e luminoso, ma non coperto. Con il concealer e il blush, vedo la pelle che vorrei sempre, ed è differente dall’uscire struccata. Quando leggo che il makeup deve vedersi, non comprendo. Il makeup per me è come un reggiseno che valorizza il seno ma è sotto il vestito. Non bisogna vedere i prodotti. Con questo non dico di non mettere rossetti scuri.. (certo sempre tamponati, odio lo strato) e di non usare colori scuri o smokey sugli occhi… ma la naturalezza è sempre la carta vincente.

  10. Oddio la Balti non mi fa impazzire. Ha una forma del viso un pò strana. Certo gioca a favore della sua etereità… però, c’è qualche proporzione nel volto che non mi convince.

  11. Io sto usando il light wonder di Charlotte Tilbury, ma nel weekend da benefit ho provato il loro Hello Flawless che ho trovato veramente fantastico, sarà sicuramente il prossimo acquisto. Poi ho scoperto l’acqua calda … ho sempre messo il fondo con un pennello kabuki denso e abbastanza piccolo, invece la MUA di benefit mi ha detto di usarne uno con le setole meno dense e più morbido e mi ha consigliato quello di real techniques instapop, ci metto la metà del tempo e del prodotto e il risultato è perfetto.

  12. Anch’io preferisco un trucco naturale, ma il concetto della now skin mi sembra ridicolo, 26 prodotti e si devono vedere i pori e la peach fuzz e la mia pelle sotto? No, dai mi aspetto la pelle fotoshoppata. La base sono d’accordo deve essere invisibile ma il resto preferisco che si veda … un filo di mascara, un ombretto leggero e un rossetto “allegro” se devo sembrare appena alzata dal letto non passo un’ ora e 26 prodotti davanti allo specchio.

  13. Direi che anche con prodotti economici, metti intorno ai 10 euro e moltiplica per i 26 che lei dice di usare … va bene che il massimo che faccio io è un selfie dove esco sempre con espressioni da ebete e gli occhi chiusi e non il photoshoot però …

  14. La Balti la trovo molto bella quando ha i capelli vaporosi e truccata in modo semplice ma tale da definirle un po’ gli occhi chiarissimi invece quando le fanno make-up troppo marcati soprattutto il contouring o occhi scuri la induriscono perché ha già i lineamenti parecchio marcati essendo molto magra. Per esempio questo look su di lei per me è quello che la valorizza di più: https://uploads.disquscdn.com/images/1cf338f3976ddcdb32c90323f75b1847cf97a58757e145978eeb515dcd8eda75.jpg

  15. Infatti un conto è se si complimentano del make-up realizzato sugli occhi un conto è sentirsi dire: “che fondotinta usi?” xD

  16. Un trucco ben realizzato richiede tempo. Di certo 26 prodotti sono troppi. Poi bisogna vedere da quando li conti ( se s’inizia dalla beauty routine si lievita sicuro). Comunque pure con 26 prodotti non vorrei mai un risultato artefatto. Per curiosità ho contato i prodotti beauty e makeup: crema detergente, idrolato, siero, contorno occhi, crema, primer occhi, 2 ombretti, matita, mascara, fondotinta, correttore, correttore macchie, blush, burrocacao, matita labbra, rossetto, gel sopracciglia, acqua termale. Sono 19. Pure se il risultato è naturale, non dipende dal numero, ma dalle texture, i colori scelti e le modalità di applicazione.

  17. Io ne uso al massimo 13 contando anche la skincare alla mattina non ho tempo e stamattina ho proprio saltato (il makeup non la skincare) perchè non avevo voglia di alzarmi, ma mi sto pentendo un filino perchè ho il ciclo e sembro un extra di Thriller, mi sono vista in videoconferenza ahimè… Se uso più prodotti è perchè voglio un trucco più marcato, ma intendo occhi e bocca la base ovviamente deve essere sempre e comunque impercettibile.

  18. Mai andata pazza per il mascara, perché secondo me non aggiunge chissà che e non valorizza molto … fa molto di più l’ eye-liner o la mattina sugli occhi …

  19. Aspetta… mica lo faccio tutti i giorni…. a parte la skin care, mi sento a posto pure con correttore blush piegaciglia. Al massimo un pò di matita per definire lo sguardo. Volevo solo riflettere sul fatto che pure se i prodotti sembrano tanti sono quelli necessari pure per un trucco leggero.

  20. Ma infatti io ogni tanto vorrei vedere dei makeup su donne normali, con occhiaie e imperfezioni, poi ne riparliamo 😀

  21. Secondo me una cosa non esclude l’altra, chiaramente in occasioni diverse. Anche coprire le occhiaie e ravvivare il colorito è un tipo di makeup, seppure meno evidente di altri.

  22. Uhmmm, prodottini costosucci…
    Io per esfoliare le labbra, le strofino dopo 5 minuti che sto sotto la doccia. Le pellicine vengono via da sole e le mie labbra sono come nuove.
    Perche’ lo zucchero deve essere grezzo per l’esfoliazione???
    Che make up stupendi comunque.

  23. Nell’ imperfezione sta la perfezione si suol dire….ci sta che come tipo di bellezza puo’ non coincidere con una tua preferenza pero’ confesso che non mi piace quando leggo parole come “strana” ecc…

  24. Io ultimamente non metto molto mascara…trovo che mi invecchia appesantisce il look.
    Ovviamente nelle foto di moda sta molto bene non averlo.
    Quello che facevo qualche anno fa era tingere le ciglia piu’ scure e usare il piegaciglia e voila’ …

  25. Gusto personale ovviamente, per esempio a me Bianca piace molto di piu’ come bellezza, nonostante le sue presunte imperfezioni.

  26. Strano non ha per me un’accezione negativa. Strano è inusuale, inaspettato, imprevisto, diverso. Ha una forma strana del viso, perché non riesco a capire quale proporzione nel volto non mi torna. Sono sempre attenta nell’esprimermi, ma credo sia necessaria sempre una certa elasticità nel contemplare più significati nell’espressioni usate, senza per forza dover recepire accezioni negative. E poi, al di là di questa circistanza, deve esserci sempre spazio secondo me anche per esprimere il non apprezzamento. Non mi aspetto di piacere a tutti, nè nelle mie caratteristiche fisiche, ne caratteriali. Non vedo perché gli altri (chiunque essi siano) non debbano aspettarsi lo stesso. L’importante è il garbo e l’educazione.

  27. Buona serata a tutte. A me piace molto il trucco “naturale” soprattutto quando comincia a fare caldo; quello che viene definito no make up make up per me significa, un po’ come per il rossetto….”my face but better”!! Cosa vuol dire? 1- partire dalla skin care, come detto nell’articolo anche con prodotti dal prezzo abbordabile; 2- dormire il giusto; 3- struccarsi sempre; 4- mangiare sano e fare una passeggiata 2/3 volte a settimana; 5- nutrire la pelle con i giusti prodotti adatti al proprio tipo di pelle; 6- amarsi!!! Gli altri 20 prodotti? Non saprei cosa aggiungere se non una buona base, un ombretto, mascara, blush e, se serve, matita o ombretto per sopracciglia e infine un buon balsamo labbra…et volià il no make up make up è fatto. Almeno per me. Se poi capitassi al Londra con i giusti “capitali” e riuscissi a farmi fare un trucco personalizzato da Sarah Jagger, perchè no? Grazie team e ciao a tutte!! ;))

  28. Grazie ma qualcuno x gli shooting tipo in crema o effetto bagnato?quelli del post mi sembrano tutti in polvere o sbaglio?

  29. Che bello il trucco della penultima foto! Ottima ispirazione per fare buon uso dei miei ombretti borgogna, spero solo di non sembrare malata.
    Ultimamente anche io sono in fissa con gli illuminanti, ne ho presi 4 di Catrice, li uso solo sulle guance con un makeup leggerissimo e veloce, e abbinati al Brightening Concealer di Benefit rendono il viso radioso. Però, ripeto, secondo me per realizzare un trucco del genere, semplice ma d’effetto, ci vuole alla base una pelle senza imperfezioni troppo evidenti.

  30. per l’effetto bagnato, prova a picchiettare sopra al blush un po’ di gloss per labbra. se il blush sotto non è matte ma un po’ shimmerino è meglio

  31. mi viene da dire che vorrei vedere dal vivo il trucco fatto con 26 prodotti. non dubito che possa risultare naturale in fotografia, ma dal vivo ho i miei dubbi. qui si parla di trucco per foto ed editoriali, non certo di make up con cui uscire per strada

  32. Si sono d’accordo, pero’a me non verrebbe da dire a qualcuno che ha un viso strano, quindi automaticamente non lo scriverei su un forum.

  33. Queste foto sono bellissime, la pelle sembra perfetta. Quanto vorrei una masterclass, proprio ultimamente sto impazzendo nel trovare un fondotinta che si fonda con la mia pelle orrenda, che non si sciolga o entri nei pori.. l’invidia che ho per le ragazze con una bella pelle comunque è indescrivibile.

  34. Imperfezioni per modo di dire eeeh xD E’ bellissima Bianca, nessuno sta dicendo che è brutta! Solo che essendo particolare può anche non piacere. Per esempio a me piace molto Candice Swanepoel mentre ad altre non dice niente, è proprio questione di gusti! Oppure tantissimi impazziscono per Bella Hadid, a me non dice niente, sembra un cavallo per me. Son gusti…

  35. Si, assolutamente:)
    Pero’ ecco scrivere su di un forum pubblico che una assomiglia ad un cavallo, ecco forse no.

  36. Non è quello che ho detto. Con il “deve vedersi” non intendevo il mascherone ovviamente. Forse il termine giusto potrebbe essere “deve notarsi”?

  37. Purtroppo io se mi impegno per avere una base perfetta a quel punto già che ci sono trucco anche gli occhi.Fatto 30 faccio 31! =)

  38. E perché un trucco che ti fa sembrare più fresca, luminosa e riposata, più giovane non si nota? Se sono struccata in genere minino mi chiedono se sono stanca. Si deve notare il risultato, non il fatto che indosso dei prodotti. Poi come ho già scritto niente contro rossetti scuri, righe di eyeliner e smokey eyes. Li indosso spesso e mi divertono, ma mi cambiano. Il makeup naturale mi migliora. E c’e tanta differenza.

  39. No non si nota a meno che io non sia una tua amica che ti ha vista struccata. Ovviamente deve essere fatto bene, se è naturale è naturale!!

  40. Si nota nel momento in cui ti dicono come stai bene e non: “mi sembri affaticata, assonnata, stanca e via dicendo”. Sembra che tu non esca mai struccata. Io l’ho fatto… sia a mare che in città. Non mi sembra un concetto difficile. Il trucco si vede sempre. Sia in senso positivo che negativo.. è solo l’effetto ad essere differente.

  41. Ma i gusti son gusti. Se non t’ispira il no makeup e se pensi, visto che ti trovi o per abitudine, che è preferibile fare un trucco più evidente ci sta. Dico solo che c’è tanta differenza tra l’essere struccata e avere un no makeup indosso. Mentre dai tuoi commenti, mi sembra che per te che sia lo stesso. Tutto qui. Comunque a me piace che soprattutto la pelle sembri naturalmente bella. Come se fosse la mia. Un bel rossetto acceso o scuro, pure se tamponato, trovo che illumini tanto. Però si vede che le mie labbra non sono di quel colore.

  42. Io avevo scritto che o mi trucco in modo evidente oppure che non lo faccio. La via di mezzo, a me non piace. Ma è la mia opinione. Poi per carità sarò anche fortunata ad avere una bella pelle e quindi posso scegliere tra le due opzioni opposte! =D

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here