In Europa la situazione sta migliorando, ma non alla velocità sperata. Secondo gli ultimi dati diffusi dall’Oms e dall’Istituto superiore di sanità in occasione della Giornata Mondiale contro l’Aids, nonostante i progressi terapeutici siamo lontani dall’obiettivo lanciato dall’Oms, quello di sconfiggere l’Hiv entro il 2030.

In Italia si stimano circa 4mila nuovi casi l’anno, senza contare che il 30% di chi è affetto dal virus ignora di esserlo. Il test si fa ancora troppo poco e, purtroppo, troppo tardi. Molte persone se ne sottopongono a distanza di anni dal contagio iniziale, spesso dopo aver riscontrato i primi sintomi della malattia.

Non sono solo le categorie ritenute più esposte a sottovalutare questi dati, ma anche la maggior parte della popolazione risulta spesso inconsapevole di aver avuto comportamenti a rischio. Nel post di oggi abbiamo pensato di parlarvi dell’importanza della prevenzione dell’infezione da Hiv, spiegandovi nei dettagli che cosa si intende per Hiv e Aids, come si trasmette l’infezione e come sottoporsi a esami e a controlli. Ci teniamo a sottolineare che tutte le informazioni sono prese direttamente sul sito del Ministero della Salute, nel quale potrete approfondire tutti gli argomenti. Iniziamo subito con il post!

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-20-finale

QUAL È LA CAUSA DELL’INFEZIONE DA HIV?

La causa dell’infezione da Hiv è un virus che è stato denominato, a partire dal 1986, Virus dell’Immunodeficienza Umana.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-1-diffusione-hiv-2017

Credits: @who.int

Studi scientifici hanno identificato due tipi principali di Hiv, chiamati HIV-1 e HIV-2, che sembrano possedere caratteristiche patologiche e cliniche simili. Al momento ci sono diverse ipotesi in merito all’origine del virus, ma nessuna è stata ancora avvalorata in modo scientifico.

LA FASE SINTOMATICA DELLA MALATTIA È CONOSCIUTA CON IL NOME DI AIDS

Con il tempo e il progredire dell’infezione il virus porta alla riduzione delle difese immunitarie. Dopo una fase senza sintomi, che può anche durare per diversi anni, si possono avere le prime manifestazioni cliniche della malattia. La fase sintomatica è chiamata AIDS, Sindrome da Immunodeficienza Acquisita.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-2-le-fate-ignoranti

Nel film “Le Fate Ignoranti” di Ferzan Özpetek, Gabriel Garko interpreta Ernesto, un malato terminale di AIDS. Credits: @tvzap.kataweb.it

La terapia antiretrovirale contro l’HIV protegge dallo sviluppo dell’AIDS. La diagnosi deve però essere precoce tanto quanto la somministrazione del trattamento.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-3-the-hours

In “The Hours” Ed Harris interpreta Richard Brown, malato di AIDS

COME VIENE TRASMESSA L’INFEZIONE DA HIV?

È importante sapere che una persona con l’Hiv può trasmettere il virus ad altri sia in presenza che in assenza dei sintomi e sia nella condizione di sieropositività che in quella di Aids conclamata.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-4-uso-preservativo

Credits: @health.howstuffworks.com

L’infezione da Hiv si trasmette attraverso il contatto sessuale, quindi con rapporti, non protetti dal preservativo, di tipo vaginale, anale, oro-genitale e anche con il contatto diretto tra genitali in presenza di secrezioni. La trasmissione avviene attraverso l’unione tra liquidi biologici infetti, come le secrezioni vaginali, lo sperma, il sangue, e le mucose anche integre. Lesioni e tagli possono far aumentare il rischio del contagio.

LA PILLOLA E IL COITO INTERROTTO NON PROTEGGONO DALL’HIV

Anche il contatto diretto con il sangue infetto è molto pericoloso, per esempio attraverso scambi di siringhe, trasfusioni e l’utilizzo di prodotti infetti. Esiste anche la cosiddetta “trasmissione verticale”, cioè quella da una madre sieropositiva al figlio durante la gravidanza, il parto o l’allattamento al seno.

CON IL PETTING SI PUÒ TRASMETTERE L’INFEZIONE?

Secondo il Ministero della Salute il petting, considerato come l’insieme di pratiche ed effusioni di natura sessuale come carezze, baci, masturbazione reciproca che non comportano un rapporto penetrativo o oro-genitale, non viene considerato a rischio per l’HIV.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-6-tutto-su-mia-madre

Anche il film “Tutto su mia madre” di Pedro Almodóvar affronta la tematica dell’Aids

Nel caso in cui lo sfregamento continuativo tra i genitali comporti il contatto diretto tra le muscose il rischio, sia pure basso, si può considerare possibile, non solo per l’HIV ma anche per le altre infezioni sessualmente trasmissibili.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-7-charlie-sheen

Charlie Sheen ha confessato di essere sieropositivo

Il rapporto oro-genitale è a rischio solo per la persona che mette la propria bocca a contatto con i genitali di un partner sieropositivo. Tuttavia, potrebbe risultare a rischio anche chi subisce il rapporto se il partner ha ferite aperte e sanguinanti in bocca.

PREVENZIONE DELL’INFEZIONE DA HIV: È INDISPENSABILE L’USO DEL PRESERVATIVO

I preservativi sono il modo più efficace per prevenire l’infezione da HIV e le altre malattie a trasmissione sessuale. Attenzione perchè i preservativi vanno indossati prima del rapporto sessuale vero e proprio, in quanto il virus, come dicevamo prima, può essere trasmesso anche attraverso le secrezioni anali e vaginali e il liquido pre-spermatico.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-8-condom

Credits: @mandatory.com

Usare correttamente il preservativo significa indossarlo per tutta la durata del rapporto, senza che si rompa o che si sfili. È anche molto importante non condividere mai dispositivi di iniezione come siringhe, lame, tamponi e anche aghi.cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-9-tatuaggio

Via Pinterest

LA CONDIVISIONE DELLO STESSO AMBIENTE DI UNA PERSONA SIEROPOSITIVA O DI UN MALATO DI AIDS NON COMPORTA PERICOLO DI CONTAGIO

Soprattutto negli anni passati, molte persone pensavano che la trasmissione dell’Hiv avvenisse anche attraverso baci, carezze o semplici strette di mano. Questo pensiero è però sbagliato. La condivisione di ambienti di vita, il contatto sociale, lo scambio di vestiti, ma anche baci, abbracci e carezze non comportano alcun rischio di contagio.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-10-the-normal-heart

L’infezione attraverso il bacio può avvenire solo nel caso in cui la persona sieropositiva abbia lesioni e sanguinamenti evidenti delle mucose orali. In tal caso il contatto durante il bacio non è più solo con la saliva, ma anche con il sangue.

cliomakeup-prevezione-infezione-hiv-11-maigic-jhonson

Nel 1991 Magic Johnson annunciò di essere sieropositivo

È importante sapere che le lacrime, il sudore, la saliva, ma anche l’urina, le feci, il vomito e le secrezioni nasali non trasmettono l’infezione da HIV.

Ragazze, non è finita qui! A pagina 2 vi parleremo dell’immunologo Fernando Aiuti e della sua lotta contro le falsità sull’Hiv, oltre che dell’ultima campagna Anlaids per sensibilizzare le persone sulle prevenzione e infine scopriremo l’importanza del test, oggi anche acquistabile in farmacia. Continuate a leggere!