PRURITO INTIMO POST PARTO: COS’È E COME CURARLO?

  1. Il prurito intimo post parto è una conseguenza piuttosto comune.
  2. L’igiene intima va curata nel modo giusto, anche se si ha poco tempo, perché occupato principalmente dal neonato.
  3. Anche lo stress fisico può essere una delle cause del prurito intimo dopo il parto, cosa che può succedere anche nel periodo della gravidanza.
  4. Così come cambia il corpo dopo il parto, anche la zona intima può subire variazioni e può richiedere attenzioni e prodotti diversi.
  5. L’episiotomia può originare il prurito nelle parti intime.
  6. Il prurito può essere sintomo di un’infezione vaginale in corso, come la candida.
  7. Se il fastidio è forte e persistente, è sempre buona norma consultare il proprio ginecologo.

cliomakeup-prurito-intimo-post-parto-1-copertina

Credits: Foto di Unsplash| Timothy Meinberg

Ci sono varie cause per cui una donna possa avvertire del prurito intimo post parto. Può essere colpa dei punti o di una scorretta igiene intima, ma anche la biancheria può essere poco adeguata, soprattutto perché la zona è molto più delicata del solito.

In ogni caso bisogna riconoscere il problema e la causa affinché si possa scegliere il migliore tra i rimedi del prurito intimo post parto. Ne volete sapere di più? Continuate a leggere il post!

PRURITO INTIMO POST PARTO: LE POSSIBILI CAUSE

Se nel corso della gravidanza i cambiamenti sono apparsi a dir poco evidenti, il corpo muta ancora anche dopo il parto. Oltre all’addome, che tenderà man mano a sgonfiarsi, perché svuotata, dando vita anche a un altro fenomeno definito pancia molle dopo il parto, ogni donna subirà una serie di mutazioni ormonali, che possono generare anche qualche fastidio.

cliomakeup-prurito-intimo-post-parto-3-ananas

Credits: @instinct.secret Via Instagram


Tra queste variazioni è possibile che si verifichi la secchezza vaginale, quindi l’assenza o la scarsa lubrificazione. Questa secchezza darà origine a un antipatico prurito.

IL PRURITO INTIMO POST PARTO DERIVA SPESSO DA UNA SCARSA O INADEGUATA IGIENE DELLA ZONA GENITALE

Ma questa non è l’unica causa del prurito post parto nella zona genitale. Se la nascita è avvenuta con parto naturale è possibile che sia stata effettuata l’episiotomia, che avrà quindi richiesto dei punti. Molte donne che hanno partorito naturalmente mostrano difficoltà a urinare e lavare le parti intime. All’inizio provano effettivamente dolore, ma è soprattutto la paura di farsi male lo scoglio da superare. In questo modo sarà possibile curare adeguatamente la propria igiene intima, soprattutto in questo periodo così delicato. Ovviamente, anche le donne che hanno dato alla luce il proprio bimbo con parto cesareo sono a loro volta insicure sul da farsi, perché comunque infastidite dalla cicatrice.

cliomakeup-prurito-intimo-post-parto-13-pancia

Credits: @laboratorioperugini Via Instagram

In effetti, punti a parte, è proprio l’igiene intima la principale causa del prurito post parto e di tutto ciò che ne consegue, come il bruciore.

cliomakeup-prurito-intimo-post-parto-10-piangere

Credits: Foto di Unsplash| Anthony Tran

Un altro fattore, che in molte sottovalutano, è la biancheria. Meglio preferire degli slip in cotone traspirante e anallergico e mutandine di pizzo o sintetiche, perché permetteranno alla pelle di respirare e sono migliori contro le possibili irritazioni.

cliomakeup-prurito-intimo-post-parto-12-letto

Credits: Foto di Unsplash| Yuris Alhumaydy

È possibile avere il prurito intimo per colpa degli assorbenti post parto? Sì, è possibile, per questo è sempre consigliabile acquistare quelli appositamente pensati per questo periodo, perché realizzati con materiali ancor più delicati.

Ragazze, non abbiamo ancora finito. A pagina 2 scopriremo insieme la candida vaginale post parto, che si verifica più spesso di quanto si creda, e soprattutto i rimedi naturali e non per lenire il prurito intimo. Continuate a leggere il post!