Il binomio animali domestici e bambini per i genitori è sempre un nervo scoperto; imparare a bilanciare la gestione dei piccoli con cani e gatti non è cosa semplice, soprattutto se ci sono neonati.

Gestire il rapporto tra bambini e animale domestico necessita di alcune regole di buona convivenza che sono imprescindibili per un ambiente famigliare sereno e rilassato. Il rapporto animali bambini è stupendo se ben impostato e se sappiamo vigilare su entrambi, in modo che si sviluppi il dovuto rispetto tra i due “terremotini” di casa! Gatti, cani e bambini piccoli, anche neonati, sono in grado di legare in maniera davvero profonda e sincera se ben instradati: la considerazione per tutti gli animali si costruisce sin da bambini, ecco quindi che se vogliamo avviare una felice convivenza dobbiamo impostare fin da subito alcune regole d’oro.

Ragazze, se l’argomento vi tocca seguiteci qui sotto nel post perché scopriremo insieme come gestire il rapporto tra animali domestici e bambini e quelle che secondo noi del TeamClio sono le regole auree che ci permettono di vivere serenamente la casa.

cliomakeup-animali-domestici-bambini

Credits: Foto di Pexels | Helena Lopes

#1 ORGANIZZARE GLI SPAZI PER ANIMALI DOMESTICI E BAMBINI

Iniziamo da quella che sicuramente è la base di partenza se vogliamo avviare una serena convivenza tra cani, gatti e bambini: imparare a organizzare gli spazi di casa in modo che siano fruibili da tutti!

cliomakeup-animali-domestici-bambini-spazi

Credits: Foto di Pexels | Kristina Paukshtite


Questo è vero soprattutto se succede di avere un bebè dopo l’adozione di un animale domestico: il cane o il gatto, abituato ad avere i propri spazi può sentirsi spaesato e frustrato a “vederseli portare via”.

cliomakeup-animali-domestici-bambini-convivenza

Credits: Foto di Pexels | Sarah Chai

Allo stesso modo, anche se l’animale domestico entra in casa successivamente e il bambino è già più grandicello, predisporre alcuni ambienti o angoli di casa a uso esclusivo del cane o del gatto è una buona idea. Questo infatti permette di regalare autonomia all’animale domestico, che potrà sentirsi a suo agio con i propri oggetti.

cliomakeup-animali-domestici-bambini-gatto

Credits: Foto di Pexels | Arina Krasnikova

SÌ ALLA DIVISIONE DEGLI SPAZI TRA ANIMALE E BEBÈ, MA RAGIONATA

In generale, poi, questa sarebbe buona norma per neonati e cani in casa per una questione di igiene: se non avete grandi spazi, anche usare cancellini e grate può essere un’idea. Attenzione però che non creino troppa divisione, “ghettizzando” l’animale.

cliomakeup-animali-domestici-bambini-igiene

Credits: Foto di Pexels | Ketut Subiyanto

Se è sempre stato abituato ad avere accesso a tutta la casa, costringerlo in uno spazio più angusto è controproducente. Insomma, regalategli un pezzettino dell’abitazione solo se credete che può fargli del bene, ma lasciategli la possibilità di accedere al resto delle stanze. Piuttosto aumentate la vostra sorveglianza!

cliomakeup-animali-domestici-bambini-liberta

Credits: Foto di Pexels | Helena Lopes

#2 SECONDA REGOLA D’ORO DI CONVIVENZA ANIMALI DOMESTICI E BAMBINI: NON LASCIATELI MAI DA SOLI

E qui, ragazze, arriviamo alla seconda regola aurea da rispettare per evitare stress e ansia in casa: meglio non lasciare da soli i bambini e gli animali domestici.

cliomakeup-animali-domestici-bambini-coniglio

Credits: Foto di Pexels | Anastasiya Gepp

Sebbene il vostro cane o gatto sia educatissimo e pacato, i bimbi sono piccoli terremoti e potrebbero sempre agire in maniera impulsiva e inaspettata nei confronti dell’animale domestico, provocandone una reazione che sebbene “controllata” potrebbe far loro del male.

cliomakeup-animali-domestici-bambini-soli

Credits: Foto di Pexels | Ricardo Esquivel

È quindi fondamentale che voi siate presenti nel caso in cui venisse richiesto un vostro intervento. Non significa che dovrete sempre stare “nel mezzo dell’azione” tra animali domestici e bambini, ma essere nella stessa stanza sì.

cliomakeup-animali-domestici-bambini-presenza

Credits: Foto di Pexels | Jonathan Borba

In questi momenti, poi, è utile che ci siate anche per spiegare al piccolo di casa (il bambino, eheh) come ci si deve approcciare e comportare nei confronti del cane o del gatto, iniziando a trasmettere comportamenti e atteggiamenti di rispetto verso l’animale. Ricordate poi: l’esempio è il miglior maestro!

cliomakeup-animali-domestici-bambini-rispetto

Credits: Foto di Pexels | Meruyert Gonullu

Ragazze, siamo solo a metà del nostro viaggio tra le regole d’oro per gestire animali domestici e bambini in casa: seguiteci a pagina 2 per scoprire cos’altro fare per una serena convivenza domestica.