Ciao ragazze!

Continua la serie dedicata ai diversi tipi di fondotinta (per ora ho parlato di creme colorate, BB-cream e fondi compatti) e oggi parleremo dei prodotti in mousse; non sono molto diffusi e hanno delle caratteristiche ben precise che li rendono adatti a esigenze specifiche. Vediamoli più nel dettaglio!

Makeup-Tricks-0

I fondotinta in mousse hanno una consistenza molto leggera e cremosa, dovuta alle “bollicine” d’aria contenute all’interno; stranamente, però, l’effetto sulla pelle è molto coprente e opaco, spessissimo quasi cipriato.

Questa sua particolarità ha vantaggi e svantaggi: da una parte possiamo dire che le imperfezioni sono notevolmente minimizzate e la lucidità viene tenuta sotto controllo per molte ore, assicurando un incarnato di porcellana anche senza l’utilizzo di una cipria. D’altra parte, però, si rischia l’effetto mascherone e viene evidenziata la secchezza della pelle, nonché (orrore!) la peluria che molte di noi hanno sul viso, compresi i “baffetti“.

Dita Von Teese ha sempre un incarnato opaco e perfetto
Dita Von Teese ha sempre un incarnato opaco e perfetto

Diciamo che i fondi in mousse potrebbero rivelarsi ottimi alleati delle adolescenti, che spesso lottano con la pelle grassa e la lucidità, e cercano prodotti molto coprenti e opachi; come sapete io sono un po’ contraria a questo metodo, prima di tutto perché non lascia respirare la pelle, anzi, si rischia la comparsa di brufoli e punti neri, e secondariamente perché non mi piace vedere una tredicenne con tre centimetri di fondotinta in faccia (se non l’avete ancora letto ecco qua un mio post dedicato al make-up per le più giovani)! Comunque ci siamo passate tutte, è facile parlare alla mia età e con anni di esperienza alle spalle 🙂 Ecco, personalmente non mi piacciono le mousse proprio perché crescendo ho imparato ad apprezzare prodotti che mi diano un effetto più naturale e fresco, forse perché avendo la cute molto secca cerco in tutti i modi di portarle idratazione e luminosità!

Raramente si trovano fondi in mousse dei marchi più prestigiosi e costosi, mentre i brand da supermercato hanno lanciato da un po’ di anni i loro prodotti che continuano ad essere in commercio:

Revlon Photoready Airbrush Mousse Foundation (prezzo: ben 17.90…):

revlon-photoready-airbrush-220375-1

 –L’Oreal Mat Magique o Matte Morphose (prezzo: dai 12 ai 17 euro)

Matte-Morphose

Maybelline Dream Mat Mousse (prezzo:12-14 euro)

dream-matte-mousse-foundation_classic-ivory_pack-shot-crop

Essence Soft Touch Mousse Makeup (prezzo: circa 4 euro). Sono sicura che molte di voi avranno provato questo fondotinta supereconomico; solitamente all’inizio è amore, perché rende davvero perfetta e opaca la pelle, ma gli ingredienti pessimi al suo interno possono far comparire brufoli e irritazioni dopo un uso prolungato. Esiste anche la versione “pure skin” per le pelli più problematiche, ma sinceramente non so se è effettivamente migliore di quella classica.

essence-soft-touch-mousse-matt-ivory-04

In generale penso che le affezionatissime dei fondotinta in mousse li adorino e non li cambierebbero per nulla al mondo, mentre chi solitamente apprezza altri generi probabilmente non si troverebbe molto bene con queste texture particolari. Confermate? Voi avete mai provato i fondi in mousse? È stato amore o odio? E che mi dite di quello della Essence?