Ciao ragazze!

Oggi vi propongo un post “colto“, su un argomento che ho trovato davvero molto interessante: nel corso di una lezione tenuta a Roma, lo scrittore Alessandro Baricco ha provato a spiegare in che modo avvengono le “rivoluzioni del gusto”, ovvero come accade che da un giorno all’altro iniziamo ad amare ciò che fino al giorno prima ritenevamo brutto, sbagliato, imperfetto. Un esempio? La bellezza alternativa di Kate Moss! Leggete oltre se vi interessa saperne di più! 🙂

Una giovanissima Kate Moss nel 1990, nel suo primo servizio fotografico
Una giovanissima Kate Moss nel 1990, nel suo primo servizio fotografico

Iniziamo con una premessa: a me Kate Moss non sta proprio simpaticissima e, se devo dirla tutta, mi infastidisce un po’ che, nonostante la cattiva reputazione e gli scandali, venga idolatrata dal mondo. Ovviamente non è il momento di iniziare un intricato discorso sugli esempi negativi che lo star system ci impone, ma ci tenevo a precisare la mia posizione. Detto questo, non si può negare che Kate sia uno dei personaggi più influenti ed iconici degli ultimi vent’anni. Il suo successo inizia nel 1990, quando appena sedicenne viene scelta per un servizio fotografico per la rivista The Face.

(C) Corrine Day, Kate, 1990 Corinne-Day-The-Face-1990 kate-moss-corinne-day-the-face

È qui che si attacca la riflessione di Baricco:

Lo scrittore torinese parla dell’improvvisa fama di Kate Moss come di uno “strappo“. Prima c’erano le supermodelle come Claudia Schiffer, Elle McPherson, Cindy Crawford e Naomi Campbell: statuarie, alte, formose, perfette e irraggiungibili. Poi, di colpo, si afferma una ragazzina apparentemente anonima, magrissima, alta appena 1.70, con gli occhi un po’ distanti tra loro e le lentiggini, che si diverte a fare le smorfie davanti alla macchina fotografica. Dice Baricco: “Succede che a un certo punto qualcuno, contro ogni logica, fa sparire il mondo che lo aveva preceduto e cambia la Storia. Tutti noi facciamo invecchiare quelli che vengono prima, ma farli diventare preistoria accade a pochi”. Bè, senza neanche farlo apposta Kate riesce a trasformare in mummie le sue colleghe-Barbie, inaugurando una nuova era, fatta di bellezze imperfette, sfatte e trasandate.

SCHIFFER MACPHERSON CAMPBELL TURLINGTON

article-1251796-000003CE00000258-71_634x388

9.kate-moss-by-peter-lindbergh_-1994 kate_moss

Kate Moss da bambina: c'è speranze per tutti hehe
Kate Moss da bambina: c’è speranze per tutti hehe

Il resto è leggenda: dalle campagne pubblicitarie “scandalose” per Calvin Klein alle copertine delle riviste più prestigiose, dai fidanzamenti discussi (forse non lo sapete, ma a 21 anni si era accaparrata niente meno che Johnny Depp!) agli scandali sulla cocaina, non c’è stato attimo in cui Kate non sia stata sotto i riflettori. Sta di fatto che con lei è cambiato il gusto estetico di una generazione intera, abituata ai sorrisi smaglianti delle top model che “non si alzavano dal letto per meno di 10mila dollari al giorno”; non per niente nel corso degli anni ’90 la popolarità di queste supermodelle è svanita a poco a poco.

2010-02-10-markymarkwahlbergandkatemosscalvinklein moss6 90s-throwback-johnny-depp-kate-moss-05 johnny-depp-kate-moss-90s-style

Con Pete Doherty... che coppietta!
Con Pete Doherty… che coppietta!

Kate_Moss_Rimmel_Lipstick_Campaign_02 Dior_Beauty_SS_2011_Kate_Moss

Negli ultimi anni, in realtà, trovo che ci sia stato un “ritorno alle origini” con gli angeli di Victoria’s Secret: in un’epoca in cui sulle passerelle si vedono sfilare grissini senza forme, è rinfrescante (e allo stesso tempo deprimente hehe) guardare queste donne perfette, dalle gambe chilometriche e dalle curve giuste che ammiccano verso la telecamera, sorridono e si divertono! Qui in America vengono veramente idolatrate e gli show di questa marca di intimo sono tra gli eventi più attesi dell’anno, veri e propri spettacoli.

2013021813611769803938607631 Victoria+Secret+Angels+Shopping+Event+2TFCOGbYZvOl

Tornando a noi e ripensando alle parole di Baricco, mi domando se si potrebbe fare lo stesso discorso con Cara Delevingne: se le sopracciglia folte e i berretti sono tornati di moda lo dobbiamo principalmente a lei, che tra l’altro è considerata proprio l’erede di Kate (e come lei da giovane è celebre per le sue smorfie). Il discorso sopracciglia è molto interessante: da un paio di anni a questa parte, da quando Cara è diventata famosissima in tutti il mondo, è avvenuta una vera e propria rivoluzione e, dopo aver passato anni a girare con le pinzette in borsa per sradicare peletti al volo, ci siamo ritrovate ad acquistare ombretti, matite e cere per cercare di copiare il suo look! Di questo argomento ho parlato proprio ieri sul blog, se vi interessa trovate qui il post!

CARA-DELEVINGNE-faces-1742483

Ragazze, cosa ne pensate della “rivoluzione del gusto” che ha scatenato Kate Moss? Lei vi piace o preferivate le top model “classiche”? Vi infastidisce il fatto che sia un cattivo esempio, o la cosa non vi disturba più di tanto?

Vi lascio con un ultimo esempio citato da Baricco nel corso della lezione: alla pari di Kate c’è Dick Fosbury, il campione di salto in alto che nel 1968 alle Olimpiadi di Città del Messico introdusse per la prima volta il “salto dorsale” (mentre prima ci si lanciava a pancia in giù). Un gesto semplice, ma a cui nessuno aveva mai pensato, e che gli fece ottenere la medaglia d’oro. Dopo questo strappo lo “stile Fosbury” è stato adottato dagli atleti di tutto il mondo. Proprio vero che a volte basta un attimo per cambiare la storia! 🙂

Prima...
Prima…
...Dopo (Dick Fosbury)
…Dopo (Dick Fosbury)
Oggi!
Oggi!

188 COMMENTI

  1. Che bel post Clio… Mi fa piacere leggere qualcosa di così interessante a quest’ora, visto che non riesco a dormire colpa di un raffreddore mostro.
    È una domanda che mi sono posta molte volte, quella sul potere che ogni tanto qualcuno ha, di far cambiare i gusti e la percezione di ciò che è bello.

    Kate Moss, non piace nemmeno a me. Ciò che trovo di positivo è che è più normale e “difettosa” rispetto alle top model che l’hanno preceduta. E questo può restituire un po’ di autostima alle donne ( sebbene sia TROPPO magra, e questo non va per niente bene).

    Io però, vorrei andare ancora più in fondo: chi le ha trovate Kate Moss, e Cara? Chi è stato così lungimirante da capire le potenzialità di sconvolgimento dei gusti che avrebbero apportato?
    Loro sono in copertina, ma qualcuno le ha messe lì. Conoscere i burattinai sarebbe interessante.

  2. Non mi piace, sara’ che non sopporto le bionde ahahah ma non mi piace proprio! La trovo volgare e fastidiosa…qualsiasi cosa fa e’ sempre all’ apice del successo, ( droga compresa) e come lei tante altre, modelle, attrici, cantanti….poi ci lamentiamo di come sono gli adolescenti oggi!! Perforza, guardate che esempi….ma dove sono le bellezze fini ed eleganti?? Audry hepburn, giusto per dirne una….

  3. Post interessante! Kate Moss non piace neanche a me: prima di tutto perché con la sua magrezza estrema non può essere considerata un tipo di bellezza più raggiungibile, erano allora molto più in salute le super modelle! Non trovo neanche interessante il suo viso, con quello sguardo da carlino. Discorso a parte meritano poi tutti i casini che ha combinato, ricordiamoci anche che con Johnny Depp all’ epoca si rese protagonista di episodi a dir poco imbarazzanti…e la gente continua ad adorarla, bah! Un esempio ed un cambiamento sicuramente, ma negativi.

  4. Questo post offre uno spunto di riflessione! È davvero inutile cercare costi quel che costi voler essere come i modelli estetici che propone la moda i chi x essa* da un momento all’altro tutto cambia solo perché una persona propone qlc di nuovo! Forse sarebbe meglio usare questi modelli reinterpretandoli in base alla ns fisicità e sopratutto al nostro gusto.ciaaai

  5. Sai come la vedo Kate? La perfezione in un concentrato di difetti.
    Cosa fa la differenza? Lei ha qualcosa che non tutte hanno e non c’entra la bellezza, lei ha quel fascino, quello stile che le permette d’indossare qualsiasi capo e valorizzarlo nonostante non abbia un corpo perfetto.
    E lo stesso vale per il taglio o il colore di capelli e il trucco.
    Io penso che tutto questo, unito ovviamente al gran lavoro che c’è stato dietro anche da parte di chi ha scommesso su di lei, l’abbia resa un’icona di stile, una che attraversa le mode perchè la moda la detta lei (avete visto il suo abito da sposa? Magnifico, difficilissimo: le stava d’incanto).
    Grassie per il bel post Clio, non ci crederai ma aspettavo da un po’ qualcosa sulle top.
    Ciao ragazze:-)

  6. Comunque scusate, non è per essere campanilista a tutti i costi ma la nostra Bianca Balti a Cara Delevingne se la mangia a colazione con tutte le smorfie. Tsè!:-D

  7. Ciao mondo,ciao Clio! È verissimo ke è tutto relativo..e ke anke qualcosa di imperfetto può essere bello…ma personalmente preferisco le modelle di victoria’s secret,con un pò di curve nei punti gusti.e sono,almeno apparentemente,il ritratto della salute! Sono quella bellezza ke toglie il fiato..le guarda e non posso ke constatare ke sono l espressione di una bellezza ke è evidente. Kate è come un quadro ke non capisco.
    Ma capisco perfettamente quanto è figo johnny deep! Lo adoro da sempre! Fantastico! Ecco..Anke lui non è perfetto e infatti non fa il modello…;-)

  8. Ho AMATO questo post. La riflessione sulla bellezza e sui suoi canoni ingenerale mi ha sempre affascinato, ed è effettivamente straordinario come tutto sia assolutamente relativo anche in questo campo. Inoltre devo ringraziarti perché non ho mai “capito” Kate Mosse, mai capito perché avesse tanto successo; ma, posizionando le vicende nel giusto periodo storico e mostrare come lei (che ora ci sembra la regola) rappresentasse uno strappo alla regola, me la ha fatta vedere con altri occhi. Non che ora mi piaccia di più, ma perlomeno riesco a darle un senso XD Personalmente vorrei più Jennifer Lawrence in copertina che Kate Mosse; non per un fatto estetico in sé (de gustibus) ma perché il suo volto, oltre a una sua bellezza di base – che può essere minore o maggiore di quella di top model e co. – è illuminato dalla bellezza interiore del suo personaggio. Quando la vedo non riesco a ricordare cosa pensavo di lei prima di vedere i suoi film e le sue interviste, perché ora la trovo stupenda per la sua simpatia, la sua bravura, la sua irrimediabile incapacità di contenersi. Tutto ciò per dire che umano è bello, che vorrei potermi dimenticare se la persona che vedo sullo schermo mi piace fuori anche perché mi piace dentro.
    Vedi Clio che mi fai diventare logorroica con questi post intellettuali?
    Stay strong, we love you :*

  9. A me lei piace.
    In genere mi piacciono le bellezze non convenzionali, come Uma Thurman, Cate Blanchett e lei…
    Le bellezze “belle” non mi dicono niente, non mi rimangono impresse… insomma non me le ricordo.

  10. A me succede con i vestiti…quando sono spopolate le balerine non mi piacevano per niente poi però vedendole addosso a tutte le ragazze ho cominciato a cambiare visione e adesso mi ritrovo a voler comprare ogni tipo di ballerina che vedo in vetrina…hihi

  11. Interessante Clio…ti diro’..a me lascia indifferente! Vorrei solo avere le loro gambe chilometriche ahahaha. Baci

  12. Bellissimo post!!!!!!! Kate stá sugli zibidei anche a me ed è uno schifo che con tutto quello che ha fatto, venga idolatrata…… Non voglio dire che andava messa alla gogna, ma neanche l’opposto……….
    La teoria di fondo di Baricco è interessante e credo vera….. Un po’ come nell’arte… Gli impressionisti tanto per fare un esempio, che vennero presi per matti…… Ma ce ne sono decine di esempi.
    Davvero bello questo post, brava Cliuzza!!!!!!! :*

  13. Kate passasse per strada non la noterei mai…mentre Cara è favolosa!!!! io la adoro…perché poi ha sempre quel look da ragazzina non lo so…anche quando è super perfetta io la trovo tenera!

  14. Kate moss: non é possibile staccarle gli occhi di dosso! Non mi piace molto chiamarla icona! Non mi piace il suo stile e il messaggio che ne scaturisce, ma d’altronde sono gli anni ’90/’00..resterà davvero questo degli anni della nostra infanzia/adolescenza?! Deprimente… Fatto sta che quando vedo i suoi servizi fotografici resto incantata, quegli occhi così distanti che pare non ti piacciano ma non smetti di osservare! Mi succede questo con le bellezze imperfette..gli angeli di Victoria secret, “beate loro” ma ormai stanno diventando davvero scontate, forse Miranda Kerr si discosta un po’ per quei suoi lineamenti particolari..bha..cmq succede in molte epoche che spunti qualcuno di completamente diverso: Audrey Hepburn, Kate Moss, Cara Delevigne, diventano icone perché si distinguono, chi per la raffinatezza, chi per lo stile di vita, chi per le sopracciglia 😉 sicuramente ci vuole FORTUNA e FASCINO in tutti questi casi!

  15. Ciao Clio! Bel post! 🙂 allora, a me kate moss piace…ciò che non mi é piaciuto invece è stato il fatto che dopo quello scandalo sia diventata più idolatrata che mai! Quindi l’atteggiamento della gente, più che lei in sè per sè! Anche perché, parliamoci chiaro, quante ce ne saranno di modelle che hanno una vita trasgressiva?! Credo tantissime… La stessa naomi non la si può definire un modello di etica: è pazza come un cavallo! O.o una modella da prendere ad esempio credo che sia Gisele…e anche tyra banks! Quanto alle ragazze di victoria’s secret, adoro karlie kloss! Da quando hai messo la sua foto l’ho cominciata a seguire per via dei capelli (hihihihi) e la trovo molto simpatica! Cmq ragazze che fisici! …e che nervi per noi povere comuni mortali!:(

  16. Kate Moss e Cara De Lavigne sono senza ombra di dubbio diverse dallo stereotipo di top model a cui siamo abituate, ma sono pur sempre delle modelle e questo comporta diete drastiche e stile di vita squilibrato ( qui arriviamo all’uso di droghe e alcol ———–>Kate Moss(Che si ve che non mi piace!?!)). Il fatto è che oltre ad essere modelle per capi di abbigliamento, credo che debbano essere anche modello comportamentale, visto che attirano soprattutto il mondo delle adolescenti, aspiranti modelle! Detto questo, credo che la definizione di “top model” ci porti automaticamente a pensare a ragazze bellissime e “perfette” e resto un pò delusa nel vedere sulle copertine, bellezze alternative che nella vita di tutti i giorni criticheremmo per quello o quell’altro difetto. Perciò dico: lasciamo fare la modelle alle modelle…e là facciamole restare!!!

  17. Clio k dire…di sicuro dopo qst post ho veramente capito k noi nn possiamo proprio paragonarci a loro..sempre se nn avete un makeup artist k vi corre dietro x trasformarvi ad ogni ora del giorno…cavoli dalle foto con trucco a senza c è troppa differenza..io di sicuro preferisco le modelle classiche quelle k hanno le curve al suo posto..adoro la moda mi piace guardare le sfilate e nn smetterò mai di chiedermi xk’ agli stilisti k fanno vestiti così adorabili devono farli indossare a dei veri e propri manichini umani..mah..cmq Cara mi piace di più di kate..e ultima cosa qnd mai l esempio negativo in tv o nella moda viene esiliato????Mai!!!più fai cavolate più vieni richiesto…è tutta colpa della società..

  18. L’imperfezione ci accomuna TUTTE, modelle e fetecchie. Prima lo capiamo e prima facciamo pace col nostro corpo.
    Ciò che ci dovrebbe distinguere dovrebbe fare appello alla nostra intelligenza nell'”idolatrare” persone di un certo spessore morale, non di certo gente che non rispetta principalmente se stessa (=Kate Moss e simili) e viene idolatrata in base a quanto è alto il suo accumulo di scandali/colpi di testa/esempi negativissimi per i giovani.
    Purtroppo per molti estremismo significa furberia e capacità di scalare tutte le scale possibili pur di arrivare. Si ammira l’essere arrivati, non importa come e al prezzo di cosa. Questo è triste, soprattutto perché è un modello bruttissimo per i giovani.
    Baci a tutte, Ester

  19. La penso cm te…trovo k Cara sia meglio di Kate ….e ok sopracciglia ma nn ha mica un monociglio..a lei donano così…:-) ha un aria fresca…ci piace!!!!!!

  20. Veramente interessante questo post, c’è molto da spaziare e da dire… Kate Moss non mi piace nè esteticamente nè come persona… Troppi sono gli scandali su di lei e a nessuno sembra fregare niente!!! Però bisogna dire che c’ha visto bene con Johnny Depp, anche io lo voglioooooo eheheh!! Preferivo le Top Model Classiche, ad esempio torniamo indietro nel tempo e guardiamo la mitica Twiggy, lei si che ci sapeva fare!!!!!!

  21. devo dire che amavo le TOP MODEL dei vecchi tempi… per intenderci quelle del video di George Michale FREADOM! TOOOOOOOOOP! anche se la mia preferita è sempre stata Helena Christensen! mamma mia, nel video di Chris Isaak era incredibile! Quelle sono le vere top per me! formose, belle, sorridenti, tutte colorate! quelle che sembrano degli uomini non mi piacciono granchè. La Moss insomma, in alcune foto sì in altre no ma è un pò, come la definisco io, la bellezza dell’asino…graziosa da ragazzina ma da adulta insomma… Mentre una Christensen, una Klum, una Crawford, una Mulder, una Evangelista, una Patitz ecc sono uno spettacolo anche ora! Quelle di Victoria Secret’s mi piacciono molto, sono spontanee e sempre sorridenti e anche alcune degli ultimi anni. La vita privata della Moss non mi piace molto devo dire, non è certo di esempio ma la valuto per il suo lavoro di modella anche se non capisco perchè piaccia così tanto, credo che al mondo ce ne siano di molte più belle di lei…sarà il fascino della ragazza senza inibizioni bah…

  22. Ank io mi sono chiesta spesso xk’ nn mettano in copertina jennifer..è bellissima e bravissima..ho letto tante sue interviste ed è veramente umile..xò i canoni imposti sono altri,e la moda è la moda…

  23. Sono d’accordo, senza ‘burattinai’ nessuna avrebbe avuto tanto successo, sono loro che dettano stili e cambi di stile. È bello che con kate la bellezza fisica sia meno perfetta, ma non approvo che dopo gli scandali abbia avuto più successo di prima. Comunque la mia top resta sempre Linda Evangelista! Ciao a tutte, grazie Clio x questo bel post

  24. sììì vero, Linda Evangelista era anche la mia preferita quando ero adolescente!!! Mi piaceva perché cambiava continuamente, mi sorprendeva sempre!
    Ciao Laurin! Ester

  25. Linda era il top. Gran corpo, gran viso (e da quanto ho letto, gran brutto carattere ma vabbè).
    Un’altra che mi faceva morire – e adesso è fotografa – è Helena Christensen, altro che quella pennellona della Schiffer!
    Ciao:-)

  26. Posso forse non dire nulla sul fatto che tu la trovi volgare, rispettando la tua opinione, anche se mi verrebbe da dire che di volgare lei non ha proprio nulla ma tralascio…mi vorrei soffermare sulla frase successiva che hai scritto ovvero “qualsiasi cosa fa è sempre all’apice del successo, droga compresa..”. Prima cosa: devi prendertela con chi la fa apparire sui giornali e in televisione, non con Kate, perchè ti assicuro che lei rispetto ad altre star che invece fanno di tutto per finire sulle riviste non fa proprio nulla, se tu provi a cercare su internet una sua intervista o qualcosa di simile vedrai che è quasi impossibile trovare qualcosa. La ragione è che sì, è una top model, ma quello è il suo lavoro, non la sua vita privata, che in qualche modo ha sempre cercato di tenere lontana da occhi indiscreti. Poi per quanto riguarda la droga secondo me dobbiamo fare un piccolo sforzo e cercare tutti di guardare oltre la punta del nostro naso. Spesso la droga non è altro che la punta dell’iceberg, una manifestazione di altri problemi spesso latenti, e puntare il dito dicendo “a me Kate Moss non piace per i suoi scandali, trovo che sia un cattivo esempio”, perdonatemi ma trovo che sia un ragionamento da persone un pò limitate. Cerchiamo di comprendere i perchè di alcuni comportamenti, apparentementi sbagliati, anzichè essere sempre pronte a fare la morale.

  27. Ero così fissata che compravo ogni rivista che parlasse di queste donne favolose che mi facevano sognare.

    Ricordo che la Turlington era la “colta” mentre la Evangelista la “cattiva” della situazione, cosa che ovviamente non scalfiva minimamente la mia passione per lei.
    Le sfilate per Versace erano un evento…che ricordi.
    Ciao!:-)

  28. Noooooo… addirittura la cattiva! 🙁
    Bon, diciamo che lavorare in quel l’ambiente, sotto pressione, può rendere un po’ nervosette…
    Ciau!

  29. Secondo me negli anni ’90 si è arrivati all’esagerazione per quanto riguarda i prototipi di bellezza femminile, come nella rappresentazione del corpo dell’uomo alla fine dell’età classica anni grecia (come i bronzi di riace, che sono così perfetti da essere irreali, alcune parti del copro mancano o sono irreali). Andavano di moda le donne con grandi seni ecc….soprattutto nel mondo della televisione, piacevano le caratteristiche esagerate . la donna scheletro è un’altra esagerazione. dopo aver passato questa fase, che non può durare per sempre, si vede che stiamo ricadendo su modelli più imperfetti, in generale il gusto sta cambiando, non più le simmetrie e forme perfette che c’erano anche nell’architettura degli anni ’80, inizio anni ’90. Secondo me il gusto si sta evolvendo in un modo più interessante, meno forme perfette, meno criteri estetici classici, più naturalità e realtà.

  30. Non ha caso le prime foto di Kate Moss in questo post sono di Corrine Day, che riusciva a catturare la spontaneità, una bellezza spontaneità in Kate Moss. Non la bellezza patinata delle altre modelle degli anni ’90

    Tra parentesi a me Kate Moss e Cara Delevigne, mi stanno molto antipatiche, soprattutto quest’ultima mi sembra che sia l’incarnazione dello snob e allo stesso tempo della bimbaminchiaggine contemporanea!!!!

  31. A me Kate Moss non piace per niente, né come fisico né come viso. E meno ancora come personaggio: una persona normale con dipendenza da sostanze stupefacenti è emarginata, mentre lei invece viene idolatrata. Della serie “viva i ribelli che si fingono alternativi quando in realtà sono come tutti gli altri”.
    Rimane una delle modelle più famose, ma ciò non implica che debba piacermi per forza 🙂 una BELLA donna nel MIO immaginario (non parlo certo a nome di tutti :D) è ben altro!!!

  32. E a proposito di bellezze particolari e poco convenzionali (eufemismo) cosa ne pensate di Lily McMenamy?
    Alla fine, gira che ti rigira, non c’è niente da fare: se decidono che devi avere successo nella moda, avrai successo nella moda e se vogliono vedere in te qualcosa di speciale…lo avrai:-O

  33. Mi piace l’idea di modelle famose, ma “non perfette”, come quelle degli anni Ottanta! Questo post mi ha fatto riflettere su come ci vengono impostati dallo star sistem delle mode, delle icone bene precise e sempre diverse. Queste icone, almeno in teoria, dovrebbero avere un codice di condotta degno di un personaggio pubblico.. Ma in questo modo, purtroppo, non farebbero notizia. Io comunque se penso al passato adoro Valeria Mazza! Esempio di eleganza e stile nell’ambito professionale e privato.

  34. Mi viene da dire, anche se c’entra poco col tema del post, che se è vero che le modelle eccessivamente magre danno un cattivo esempio, quelle di Victoria’s Secret forse ne danno uno ancora peggiore. Sono anche loro eccessivamente magre, tanto che hanno affermato di fare diete liquide prima di ogni sfilata, e di non mangiare praticamente niente…ma allo stesso tempo sono rifatte, e chi lo nega vive in un mondo di sogni, dando l’impressione che la perfezione sia quella, una donna di 40 chili con un chilo di seno (per non parlare del resto..). Di donne del genere ne esistono poche, e dal mio punto di vista preferisco una ragazza molto magra ma al naturale, rispetto a una ugualmente magra ma tutta siliconata.
    ps. non sto parlando di magrezza eccessiva ovviamente, perché l’anoressia è una malattia seria che non ha niente a che vedere con la semplice magrezza.

  35. Anche a me kate moss nn piace come modello di vita.. Droghe,scandali, anoressia.. Non un bel modello. Pero’ non posso certo dire che sia brutta.. Fossi io imperfetta come lei…

  36. non la sopporto ed è di pessimo esempio per le ragazze che la seguono e
    la vogliono imitare. La cosa peggiore è che più da scandalo con droga o
    servzi fotografici volgari e piùviene osannata e idolatrata. Questa è la
    cosa spaventosa !

  37. Beh, sniffare cocaina non mi pare APPARENTEMENTE sbagliato…Sarò insensibile, ma queste star che hanno soldi, successo e fama e poi sono tormentate e piene di problemi a me stanno poco simpatiche. Se fare la star è così difficile, perché non tornare alla vita semplice e fare gli impiegati? Sarà un discorso banale e limitante, ma anche giustificare tutto non mi sembra positivo.

  38. In effetti, anche a me piacerebbe conoscere chi c’è stato dietro al successo della Moss. Penso sia stato un progetto studiato nei minimi particolari, perché nel massimo splendore delle top model, si è proprio cambiato mood…
    Con una ragazza, che non aveva nessuna caratteristica, così eclatante per essere ammessa nell’Olimpo della moda. Non è alta, in alcune foto, ha chiaramente cellulite, nonostante per molti anni in passato sia stata considerata a rischio anoressia… Eppure è diventata un’icona del 2000, che fa discutere ed è ancora sulla cresta dell’onda….
    Personalmente non mi è mai piaciuta, per la sua estrema magrezza…
    Ora, visto che ha legato il suo nome a rossetti e smalti low cost, ma di buona qualità con la Rimmel, mi è molto meno antipatica….

  39. Ciao Clio, argomento davvero interessante e ti ringrazio per averlo condiviso con noi 🙂 a me Kate non piace per niente..anche se devo dire che nel periodo in cui stava con Johnny Depp era piuttosto bella. Però è vero che ha rivoluzionato la concezione della bellezza e per questo la ringrazio e ringrazio chi fa sfilare modelle “imperfette” perché in questo modo aiutano noi “comuni ragazze” ad accettare i nostri difetti e magari ad andarne fiere. Direi che è un bel passo avanti! Mentre con gli Angeli di Victoria’s Secret si torna indietro a desiderare una bellezza che non si può raggiungere ma che si può solo avere (una su mille c’e l’hai è il caso di dirlo). Le adoro ma le loro bellezze sotterrano le autostime di praticamente tutte le donne! “Mixare” questi due tipi di modelle no?

  40. Ho visto un’intervista a Keith Moss, dove lei diceva che i suoi problemi sono nati dal fatto che a soli 17 anni le chiedevano di posare nuda, questo ha avuto ripercussioni sul suo stile di vita e anche dagli amori incontrati. Personalmente devo dire che nel corso dei miei anni di vita il mio ideale di bellezza femminile è cambiato moltissimo. Quand’ero molto piccola non capivo come mai consideravano bellissima Marylin Monroe, e ora invece piace anche a me, quand’ero ragazzina, volevo solo essere magra, ma non mi piacevano affatto le modelle, piuttosto amavo lo stile super natural. Quando mi sono innamorata di un bello stronzo ho cominciato a rincorrere e ad imitare il canone di bellezza proposto dalla moda, malgrado keith moss, poi mi pare abbastanza naturale che la diversità a volte si tramuti in successo. Vedi grace jones, marylin menson… Se poi c’è lo scandalo… Chi fa mercato manipola il tutto per vendere, io non penso che sia la massa a scegliere, tutt’altro. ciao

  41. che dire il marketing ormai regna e decide i nostri gusti,le preferenze e ciò che ci piace!!e la moda dell’apparecchio e dei denti larghi ??riescono a rivoluzionare il nostro mondo di vedere le cose!

  42. il punto è che sparlare di problemi di altre persone che non conosciamo o che conosciamo attraverso l’occhio di giornaletti di gossip o altro, non ci compete.. semplicemente non ce lo possiamo permettere.. di certo sniffare cocaina fa male e non è un esempio da seguire e non credo nemmeno che kate moss o chiunque lo consiglierebbe mai a qualcuno ma quella della droga è una dipendenza patologica e come tale va presa.. i soldi possono fare molto ma non tutto e la questione degli impiegati non capisco cosa c’entri..le persone hanno sogni e aspirazioni in campo lavorativo molto diverse se uno poi riesce a realizzarle e ha successo allora deve essere perfetto anche sotto tutti gli altri aspetti?
    non conosco la vita di kate moss nè tutti i suoi scandali, ma questi ragionamenti sono davvero limitanti, certo la persona può starti poco simpatica ma semplificare così la vita e i problemi di una persona che non si conosce credo sia molto meno simpatico

  43. si vede che non ti piace kate moss da come ne parli.. e sinceramente mi piace solo il concetto che ha espresso baricco, per me questa volta non hai fatto un articolo bellissimo. Soprattutto la frase sotto la foto di kate moss da bambina “Kate Moss da bambina: c’è speranze per tutti hehe” l’ho trovato un po’ cattivo.. non sono riuscita a sorridere leggendolo, però ti ringrazio di avermi fatto scoprire queste riflessioni di baricco che sono un punto di vista interessante di come la moda sia una banderuola =)

  44. Per me Kate Moss è brutta come la morte e la fame, non c’è al mondo donna più brutta di lei. Secondo me l’ha solo data alle persone giuste. Odio e detesto tutto quello che fa. Se un prodotto è pubblicizzato da lei io neank lo guardo…onestamente il mondo delle top model deve anche esser un po irragiungibile tutte dobbiamo sognare io trovo splendida irina shaink e andriana lima sono la perfezione! Io non ho di certo il fisico o l’altezza della fotomodella ma cribbio da donna pure io mi rifaccio gli occhi 😀

  45. aspe’… ma se ora io mi metto a fare smorfie davanti alla macchina fotografica divento famosa?? XD (mi sa proprio di no)

  46. Ce da dire che a me Kate Moss non piace minimamente né come aspetto fisico né tanto meno come figura da imitare. Trovo veramente odioso come soprattutto nel mondo della moda si debbano offrire canoni troppo specifici e rigidi, ma chi lo ha detto che per essere perfette devi portare una 38, essere alta, bionda, occhia chiari eccc oppure al contrario essere formosa, mora ecc ma chi lo stabilisce? Io non amo la moda ma amo i vestiti che è ben diverso. Odio come queste modelle di oggi , che apparentemente incarnano la perfezione, debbano essere un modello da seguire per noi donne. Il modello da seguire siamo noi stesse con i nostri pregi e difetti. Adesso c’è questa moda delle ciglia super folte che non mi piacciono per niente, ti induriscono il viso e ti fanno sembrare una vera e propria scimmia ma l’importante è sapere che se veramente mi piacciono quelle sopracciglia il motivo deve essere perché mi piacciono come mi incorniciano il viso e non perché vabbè le porta l’erede di Kate Moss allora sono il tooopp. Forse sto esagerando, forse c’è tanta rabbia nelle mie parole ma purtroppo conosco tante persone che a causa di questi modelli sbagliati ha percorso strade pericolose e sono arrivate addirittura alla morte. Baricco afferma che una singola persona può cambiare il presente e il futuro e può cancellare in un attimo il passato, bhè se questo cambiamento porta al progresso, a migliorare una condiziona che prima non lo era, va benissimo ma se le cose vanno solo a peggiorare è questo che mi fa rabbia. Una sola persona può avere il potere perché è la società che glielo conferisce e gli permette di esercitarlo. *

  47. Bhe Clio mi piace pensare a Kate Moss come l’esempio del fatto che nulla è ne scontato ne statico…indubbiamente il suo modo di cavalcare l’onda del successo è molto discutibile ma il fatto che la sua bellezza alternativa abbia preso il sopravvento nel mondo della moda sicuramente è una cosa positiva, poichè restituisce mortalità alle super top model dell’olimpo della passerella!

  48. come si fa a definire quelle delle modelle di VS delle curve? Per me le curve sono altre. Senza nulla togliere alla bellezza di codeste modelle, eh.

  49. Ciao Clio! Che tempismo con questo post! Proprio ieri stavo pensando che ormai non se ne può più di questi canoni di bellezza impossibili come quelli di Victoria’s Secret. Per essere come loro una donna “normale” deve passare tutta la giornata tra palestra, estetista, etc. Ho letto un articolo di Adriana Lima dove diceva che passa anche 6 ore al giorno con il personal trainer! Come fa una donna che lavora a passare 6 ore in palestra? Sono esempi impossibili che non fanno altro a distruggere l’autostima delle donne!

  50. Ciao Clio! A me Kate Moss non è mai piaciuta, non solo perchè troppo magra e non troppo attraente ma anche per la faccenda della cocaina..etc…Adoro le modelle di victoria, le donne formose! così dovrebbe essere una modella, riflettere anche un po’ la socierà senza dare modelli negativi!

  51. No, scusate, ma io veramente non vedo dove sia tutta questa “differenza” fra Kate Moss e le altre modelle. Forse l’altezza, ma tutto lì. Le cosiddette “formose” sono ultramagre anche loro. Taglie 40, se non 38. Il lieve strabismo? Ce l’aveva già Marylin. Le lentiggini e la faccia da Pippi Calzelunghe? Già la Schiffer ce le aveva. La magrezza? Sono tutte magrissime, ma volendo citare alcune più magre di altre: Twiggy, Audrey Hepburn…. La faccia da zozzoncella? Suvvia, è una cosa su cui marciano e hanno marciato in tante.
    Purtroppo Baricco spara e ha sparato le sue belle banalità pure lui…
    Il giorno che vedremo una modella non perfetta (un seno un po’ cadente, una gamba non magrissima, una taglia 46, ma anche solo 44), allora forse potremo parlare di “rivoluzione”. Nel frattempo, omologazione, omologazione, omologazione.

  52. Bel post Clio! A mio parere non conta più di tanto la bellezza, la perfezione, l’altezza ecc… conta più che altro che emozioni riesci a trasmettere e suscitare da una foto, con gli occhi, con una particolarità, con una posa originale ma comunque naturale e spontanea, oppure come ti muovi sulle passerelle, se riesci a trovare un gesto solo tuo e a catturare l’attenzione. Poi la personalità è molto importante! Anche te Clio, ci sono tantissime truccatrici o blogger/youtuber che parlano di trucco e bellezza, ma te con la tua personalità, il tuo carisma, l’allegria, la spontaneità e la naturalezza, mi hai conquistata, quando però magari non sei la più brava di tutte! Anche guardando America’s next top model, Tyra ribadisce sempre questo concetto, che a mio parere è giustissimo. Quindi secondo me il successo improvviso di certe Top Model come Kate è dato più che altro dal loro talento nel fare foto artistiche e particolari, che trasmettano qualcosa! La bellezza c’entra poco, anche perché è soggettiva… poi la vita privata e gli scandali… quello è un altro discorso…

  53. Anche a me Kate Moss non piace granchè ma concordo con Colette che è più normale e “difettosa” 😀 mentre sti angeli di Victoria Secret tutti ne vanno pazzi, ma a mio papere alcune sono proprio brutte. Non ho mai capito chi e su che base decide cosa è bello e cosa non lo è. Comunque a mio parere noi siamo molto più belle di queste modelle, a loro serve photoshop e senza trucco alcune fanno veramente paura. Io senza trucco e senza photoshop sono decente di mio! 😀

  54. Beh è un po’ come il discorso della moda.. Quando ero adolescente andavo in giro con la panza all’aria a forza di tirar giù i pantaloni, avevo l’orlo dei jeans completamente distrutto perché strisciava a terra e non mi sarei mai sognata di mettermi un paio di pantaloni con la gamba stretta… Adesso è tutto il contrario, vita alta in ogni dove, risvolti fino al polpaccio e jeans super skinny.. Ok che la moda cambia ogni giorno, ma deve pur esserci stato qualcuno che dall’oggi al domani ha detto “OK, da domani pantaloni ascellari alla riscossa!” Beh, a parte il fatto che per me quel qualcuno è stato un genio (finalmente le ragazzine diranno addio al “fianco doppio” come lo chiamo io), poi cmq in quel preciso momento avrà stravolto la normalità.. Un po’ come quando è diventata famosa Kate (che tra l’altro non mi fa impazzire)

  55. Sono personaggi pubblici che hanno scelto spontaneamente di esporsi..di stare sulle copertine e di mettere in mostra anche la loro vita privata, quindi non si tratta di avere o meno la competenza x giudicare, si tratta piuttostoi di averne l assoluta libertà. Se nn voglio giudizi semplicemente non mi espongo! E poi diciamoci la verità…loro ci giocano col gossip xk sai come si dice: non importa che si parli bene o male, l importante è che se ne parli!

  56. amo la semplicità, i sorrisi, la gioia che trasmette una persona quando fa qualcosa…io sono del parere che nessuno è perfetto e che mai nessuno lo sarà ma c’è il perfetto negli occhi di chi guarda si può essere perfetti anche con le lentiggini, un neo vicino l’occhio. dopo tutto ci sono celebrità che vengono ricordate proprio per qualche difetto che poi è diventato il loro segno di fabbrica. grazie per questo post Clio..baci :*

  57. Anch’io trovo che Kate Moss non sia proprio un esempio da seguire visti i suoi eccessi e le sue stravaganze, sta di fatto però che la sua popolarità sia arrivata anche grazie alle notizie non positive su di lei, perché tutto fa notizia, tutto fa idolo! Forse quando si è puntato su di lei non ci si aspettava questo, forse si voleva rivoluzionare il mondo della moda proprio cercando una ragazza imperfetta, per sfatare il mito della dea, dell’icona di bellezza, però poi si è arrivati a quello che è ora kate, al suo successo che l’ha portata a seguire strade a volte sbagliate, ma che le hanno fatto ottenere il successo che tanto qualcuno voleva per lei e ora lei è questo, un esempio non troppo “esempio” da seguire per tante ragazzine!

  58. Beh semplice…è proprio quello il suo lavoro! Una donna comune passa 8 ore in ufficio, una donna che “lavora” sfruttando la sua bellezza le passa in palestra!

  59. Kate Moss è sicuramente una bella ragazza, come tutte le altre modelle. Non sto lì a guardare chi è più bella dell’altra perchè alla fin fine la più brutta fra tutte queste è sicuramente già meravigliosa di per sè. Però i miei modelli sono ben altro, sono le donne semplici e che si fanno strada catturando le persone con quello che dicono, o fanno… sono le donne come te che suscitano la mia ammirazione. E Clio ti assicuro che un giorno tutte andranno in giro cercando di imitare il tuo viso sulla loro faccia 🙂

  60. Questo tuo post è stato davvero “gustoso” cara Clio. Oltre al fatto che Baricco è uno dei miei autori preferiti, mi piace davvero tanto riflettere sullo stato di cose presenti e fare delle mie considerazioni. Come hai scritto tu, basta davvero un attimo per cambiare la storia, ma non tutti hanno questo dono. Personaggi come Kate o come Dick Fosbury (e potremmo citarne tanti altri) sono stati in grado di dare una svolta. Forse perché hanno quel “quid” in più che non è concesso a tutti. Il cambiamento non è sempre una cosa negativa, anzi. Bisogna saperlo analizzare, affrontare e anche assimilare.
    Un abbraccio. 🙂

  61. E’ bruttarella! Meglio per le tante ragazze, non proprio bamboline, che agognano di avere la sua fortuna!

  62. A me kate moss non piace ! Troppo magra , un cattivo esempio e non ci vedo nulla di bello! Seguendo la linea storica, sì kate ha fatto fare un salto che però secondo me è fisiologico. Mi spiego: guardate gli angeli di victoria , non vi sembrano tutte uguali? Bellissime , super belle ! Ma simili tra loro, tanto che quelle che spiccano sul serio sono quelle con qualche difetto che le rendono uniche . Avete presente Sara Sampaio testimonial calzedonia, oltre che angelo? Bellissima , ma non ha qualcosa di strano ai denti? Un sorriso PARTICOLARE. Secondo me è un ciclo : perfezione-difetto-perfezione-difetto

  63. Ho bene impresso nella memoria un articolo di una rivista di tantissimo tempo fa, quando Kate non era ancora “esplosa”: parlava di due ragazze definite non belle ed imperfette, che stavano facendo capolino nella moda. Una era Kate, l’altra una ragazza di cui non ricordo il nome (che comunque un certo successo l’ha poi anche avuto). Vi erano alcune foto in bianco e nero, in cui spiccavano tutti i loro difetti e difatti l’autore del testo si domandava se avrebbero avuto successo e se la moda avrebbe virato sul “brutto”. Ho subito preso in simpatia Kate, perché nessuna agenzia di moda la voleva, ma lei si ostinava ad andare avanti a cercare un ingaggio….ed è stata premiata: da brutto anatroccolo si è trasformata in icona! Chi la trovava orrenda, adesso la vede meravigliosa ed anche io, per quanto ami la perfezione, la trovo affascinante. Mi spiace solo per i suoi brutti trascorsi di droga e cattive compagnie…

  64. come ho già detto non si può mai sapere.. ci sono persone che si espongono in tutti i modi ed è vero, c’è chi si mette d’accordo per fare il servizio fotografico sulla spiaggia o altro e c’è anche chi subisce questo attacco dai paparazzi senza desiderarlo per davvero ma se non ci fossero persone che leggono e alimentano questo giro, non ci sarebbe bisogno di mettere in mezzo la vita privata.. senza contare che stavo parlando di una sua dipendenza da droghe e non del semplice “ieri kate moss è uscita con mister x ” xD
    non si può giudicare una persona con dipendenze simili dicendo “ha i soldi e il successo che desidera di più?”
    è un discorso che non mi trova per niente d’accordo, troppo superficiale e semplicistico

  65. mi hai proprio tolto le parole di bocca! 🙂 non deve distruggere l’ autostima di nessuno, secondo me… semplicemente bisogna capire che adriana lima lavora col suo corpo e passa sei ore del suo tempo col personal trainer anziché seduta in ufficio! per loro è LAVORO essere sempre al top 🙂 una volta capito questo si è a buon punto secondo me 🙂

  66. ho solo una cosa da dire…. Dio Johnny depp….ha proprio il gusto dell’orrido! winona rider forever!!! ahahahha 🙂

  67. bellissimo post… il successo di kate moss si deve proprio al fatto di essere in qualche modo diversa, non meglio né peggio, ma solo DIVERSA… all’ epoca del suo esordio era stata definita l’ IMPERFEZIONE PERFETTA… comunque se ci pensiamo anche Audrey con la sua magrezza, le sopracciglia folte e i capelli spesso sul corto, si è affermata in un periodo di donne formose, coi capelli cotonati a onde e sopracciglia fini e arcuate (Marylin, marlene Dietrich, rita hayworth etc etc)

  68. Chi sceglie di fare la modella non credo lo faccia per amore delle passeggiate in passerella, ma piuttosto per il successo. Niente di male, per carità, ma poi non stupirti se la tua vita privata è messa sulle copertine. Se desideri privacy, cambia lavoro. In certi campi, non puoi avere botte piena e moglie ubriaca.
    Riguardo alla dipendenza dalla droga, avrà i suoi motivi, senza dubbio, quello che a me dà fastidio è fare di lei l’icona della trasgressione, quasi fossero fighi certi comportamenti.

  69. Ciao Clio!!! Interessantissimo questo post! Grazie mille!! Comunque non sapevo fosse stata con Johnny Depp, ma a parte questo…a me non è che Kate Moss faccia proprio impazzire però gusti son gusti 🙂 buona giornata a tutte!! =)

  70. Proprio così! È inutile però che questi canoni di bellezza vengono imposti alle donne che non possono dedicare la giornata al proprio aspetto.

  71. a me piace molto kate moss e la sua trasgressione!! 🙂
    invece le “sopracciglione” proprio no…continuerò sempre a utilizzare le pinzette! cmq sono molto interessanti questi post 🙂

  72. Non credo che Kate abbia mai voluto essere un esempio da seguire per le ragazze. E’ libera di fare quello che vuole della sua vita (come è giusto che sia).. non dice a nessuna di seguire il suo stile di vita. Sta a noi decidere quali esempi seguire.. non è che se uno è famoso allora deve avere un comportamento impeccabile. anzi, in questo caso è proprio il suo essere una bad girl che le dà fascino.

  73. Sarò strana io,ma da sempre un capo inizia a piacermi quando trovo che stia bene a ragazze che vedo per strada, per me la tendenza la fa la vita, non le sfilate. Qualsiasi cosa vedo indosso alle modelle, non mi piace, le idee le prendo dalle amiche, dalle cognate, da qualche blogger (non quelle vendute che ormai sono diventate più modelle che fashion blogger), piuttosto che dalle riviste, ovviamente adattando il tutto alla mia persona, al mio fisico, alla mia personalità. Bisogna puntare allo stile, non alle tendenze, queste persone sono seguite e ammirate da chi uno stile proprio non ce l’ha.

  74. …anke a me nn piaceva x niente KATE….sopratutto agli esordi!!! Diciamo ke ero molto piu’ legata ed affascinata dalle modelle regine anni 90… Ultimamente ho un po’ cambiato idea ed e’ piu’ piacevole ammirarla sulle riviste ke siano sue pubblicita’ o servizia lei dedicati…certo…se si desse una calmata cn le sue pazzie eclatanti sarebbe meglio anke xke’ le ragazzine potrebbero essere affascinate proproio da qst suo stile pazzo di vita!!! Oggi devo ammettere ke e’un’icona di stile e qst xke’ pur nn essendo bellissima e’ forse piu- carismatica di altre…buca l’obiettivo cn la sua bellezza naturale…imperfetta certo…ma almeno vera!!!! E poi le smorfiette sdrammatizzano un po’….suvvia!!!!! Brava Clop x il post interessantissimooooo come sempre!!! Tu invece sei stata la rivoluzionedel make up….l’interesse ke susciti e le fans ke attiri a te cn la tua semplicita’ ed ironia non ha eguali nel corsodella storia!!!! Baci cara…baci a tutte!!!

  75. Eccessiva magrezza, piattezza, difettucci… non so perchè, ma io la trovo comunque affascinante. E’ vero, è un pessimo esempio, ma lei è immagine, pura apparenza, non sostanza, ed in questo è da 10, secondo me.

  76. Un commento velocissimo dato k la mia pausa caffè è quasi finita! Clio adoro questo genere di post!!!! Fanne altri! Riflettere insieme ai commenti delle ragazze è davvero utile! Buona giornata a tutte!!!

  77. Interessantissimo post;clio! Apprezzo Baricco come scrittore e tra l’altro ti segnalo un suo saggio che io ho letto qualche anni fa: L’anima di Hegel e le mucche del Wisconsin” in cui affronta un cambiamento sul gusto musicale nella società; non è un argomento propriamente simile a quello sull’estetica modaiola ma è comunque correlato. A me Kate Moss non piace; non la trovo nè bella nè interessante ma,chiaramente,si sa è una cosa soggettiva. Non mi piace vederla come una icona soprattutto per il suo essere bad girl e soprattutto perché nonostante la dipendenza da cocaina continuò a essere al top. Mi piacerebbe poter dire che la mia vita non è mai stata influenzata da lei,ma sicuramente nel fashion system avrò sicuramente fatto acquisti di oggetti o abiti che erano in dei negozi in seguito a mode lanciate da lei o correlate al suo stile,anche se io ne ero totalmente inconsapevole (un discorso simile al color ceruleo ne “Il diavolo veste prada”). La bellezza non sta solo in dei lineamenti perfettamente simmetrici o in delle gambe lunghe o un seno abbondante. Sicuramente la Moss ha un suo fascino,un suo magnetismo che va oltre il fatto puramente estetico,inclusa la sua personalità. Mio padre è pazzo di Uma Thurma eppure dice che “non so cosa abbia ma mi piace!”. Tra la scheletrica Moss e le irraggiungibile top degli anni ’90 ci vorrebbe una via di mezzo….ma forse non si diventa icone quando si è a metà del guado. Ad ogni modo io voto per Adriana Lima:meravigliosa e magnetica.

  78. Io ero adolescente proprio in quel periodo, quando le icone della bellezza erano la Schiffer e la Crawford e, onestamente, non ricordo di aver vissuto la comparsa di Kate Moss come una “rivoluzione del gusto”.
    Credo che sia un’analisi pertinente a chi lavora nel campo e presta attenzione al cercare di comprendere e anticipare le tendenze. Gli utenti, la gente comune, non guarda una modella e pensa “ecco come sta cambiando il gusto della società”, pensa semplicemente “mi piace” o “non mi piace”.
    Inoltre, a mio parere, il discorso su Kate Moss o su qualunque altro esempio simile è un po’ come voler andare a gonfiare un fenomeno che, in realtà, è assolutamente normale, ovvero quello che, molto semplicemente, riguarda la novità.
    Trovo piuttosto ovvio che, se per anni viene presentato un determinato cliché, la prima deviazione da esso venga notata e, se trovata piacevole, passi a diventare essa stessa il nuovo cliché. Le cose nuove affascinano sempre, proprio perché sono nuove. Non ci vedo chissà quali miracoli socio-culturali, è natura umana.
    La gente che lavora nel marketing e non è incompetente è ben conscia di questa natura.
    Quella attorno a Kate Moss è stata una strategia di marketing ben studiata e lanciata al momento giusto, quando il mercato della moda era ormai saturo di una determinata immagine.
    Poi, non diciamo fesserie, Kate Moss è una gran bella donna e basta vedere quando è in tiro e ben photoshoppata non ha davvero molto di diverso da quello che, all’epoca, avevano Linda Evangelista e Tatjana Patiz: volti particolari, non convenzionali ma pur sempre belli. Non c’erano solo la Schiffer e la Crawford, il gusto per il diverso esisteva già, è solo il modo in cui questo è stato proposto (e parlo proprio di stile fotografico e di immagine generale) che è cambiato. E’ stato un rischio commerciale ben calcolato fatto su una sedicenne che, truccata tanto quanto una Evangelista, avrebbe potuto fare tranquillamente il paio con lei nel caso non avesse funzionato.

  79. Sai, anche io mi faccio affascinare dalla bellezza, ovvio, come tutti.. Però a volte penso.. “che palle”!!! E’ bello essere belli ma certo non può diventare un esempio !! Noi donne davvero ci facciamo troppo condizionare da queste modelli che davvero chissà chi decide di far diventar famosi !! Per esempio a me Cara non piace per nulla, a volte mi ricorda la figlia di Fantozzi con quei sopracciglioni !! Eppure già si è creata la moda. No, no, secondo me ciascuna deve cercare di diventare bella a modo suo, piacersi prima che piacere ad altri. Non facciamoci troppo influenzare, cerchiamo di essere noi stesse. E tu cara Clio sei un ottimo esempio in questo !!

  80. A mio parere giudicare negativamente un personaggio ( e sottolineo personaggio e no persona) non significa entrare nel merito di certe dinamiche personali che ovviamente noi non conosciamo. Almeno non è questa la mia intenzione,dicendo che è stato un esempio non buono per le ragazze perchè il suo essere controcorrente e libera dai perbenismi,se vogliamo anche eccessivi, è stato strumentalizzato a scopo lucrativo;certamente non da lei,ma Kate Moss stessa ne ha beneficiato,perlomeno in termini monetari. Tiger Woods ha dovuto chiedere pubblicamente scusa perché tradiva la moglie: secondo me non si puo pretendere la perfezione dal nessuno…ma se i personaggi celebri riconoscessero pubblicamente che hanno sbagliato sarebbe un passetto in avanti.

  81. Ma la più cattiva non era Naomi?
    Comunque concordo, Linda era anche la mia preferita, cambiava in continuazione e restava bellissima sempre!

  82. Io penso che dal momento che diventi un personaggio pubblico modella attore o cantante che sia ti devi rendere conto della responsabilità che hai nei confronti del pubblico che ti segue! La fascia d’età che rimane più affascinata dal mondo della moda è quello delle adolescenti non ce lo nascondiamo, e purtroppo si tratta anche della fascia di età più facilmente influenzabile! Dal momento che metti la tua faccia di fronte a milioni di persone allora secondo me ti devi prendere la responsabilità di trasmettere dei messaggi positivi perché oggi come oggi siamo bombardati per la maggior parte da messaggi che vogliono farci credere che i soldi danno la felicità, che drogarsi ci rende più forti e invincibili e non stupiamoci allora di come stanno venendo su le nuove generazioni! Certamente ora la responsabilità non è sicuramente solo di Kate Moss o di quelle come lei ma soprattutto chi nonostante i loro errori e le porcherie che fanno in giro le esaltano ancora di più e le infilano in quante più campagne pubblicitarie possibili!! Sarò drastica ma a mio avviso chi sbaglia deve essere punito non mitizzato ancor di più soprattutto quando si rischia di catturare l’attenzione di ragazzine dai 12 anni in su!!

  83. Se da una parte è bello che vengano rivoluzionate nel modo, forse nel campo della bellezza preferisco qualcosa di più classico.
    Kate Moss non mi è mai piaciuta esteticamente e meno che mai mi è piaciuto il suo comportamento!
    Io credo che le donne debbano sentirsi belle per come sono, non perché ci sono top model un po’ più ‘sfigatelle’ che assomigliano a loro 😀
    A ognuna Dio ha dato un certo tipo di bellezza, che come sappiamo non è di certo solo esteriore… ma se chi fa pallavolo dev’essere alta, chi fa ginnastica artistica bassa e anche un po’ tracagnotta, è normale che chi fa la modella debba essere… BELLA! 😀
    Non è questo per me che è da condannare, quanto invece è da esaltare come le supermodelle o in generale le celebrità dimostrino di essere delle persone normali, come te Clio per prima e come anche Drew Barrymore che ho ‘scoperto’ proprio grazie al blog 🙂

  84. Ciao Clio, il mio Natale più bello è stato quando avevo più o meno 7 anni. Ovviamente ho fatto la letterina a Babbo Natale chiedendogli il Dolce Forno. La sera della vigilia mio nonno si è travestito da Babbo Natale, con tanto di campana, e mi ha portato ciò che desideravo. Inutile dirti che l’emozione è stata grandissima, il cuore mi batteva a mille… Lo ricordo come fosse ieri: del resto il Natale da bambini è fantastico!!!

  85. nn mi disturba che sia diventata un icona… nn la trovo bellissima, ma sicuramente il fascino nn le manca. 🙂 Mi fa piacere leggerti e commentare i tuoi post… sn interessanti e delle volte mi strappi anche sorrisi! 😛 😀 :*

  86. Io preferisco molto più modelle particolari, piuttosto che modelle bellissime ma insipide; delle prime ti ricordi più facilmente, ti rimangono in mente e ti “sanno di qualcosa”, le altre le vedo una volta, penso che siano belle ma il giorno dopo non me ne ricordo nemmeno.
    Kate Moss di viso mi piace molto, mi piace soprattutto il leggero strabismo di Venere, che secondo me è interessantissimo! Per il corpo invece, penso sia troppo magra.

    Citando il discorso di @colette credo che il lancio di modelle del genere possa portare tanta fortuna come tanta sventura! Dipende come noi prendiamo l’idea, ciò che ci viene proposto; importante è però ricordare che loro non ci impongono dei gusti, siamo sempre noi a decidere se accostarci o no. Loro ci mandano un immagine, ma noi siamo sempre in libertà di non accettarla… Questa “società sbagliata” non è qualcosa di tanto diverso dall’immagine che riflette il nostro specchio.

  87. Sarò all’antica ma a me una modella piace bella e possibilmente sorridente!
    Detto questo Kate Moss non mi piace e soprattutto trovo orrendo che sia presa ad esempio dopo tutte le cose negative che ha fatto

  88. Sinceramente preferisco le donne formose di una volta , Claudia Shiffer, Cindy Crawford & Co. icone di bellezza forse un po’ troppo “bambole” e irraggiungibili….ma comunque esempi di donna sana, reale e formosa!
    Poi sono arrivati gli anni ’90, con il grange e tutto il resto e c’è stata la “rivoluzione” dell’ Heroin Chic, “la moda dell’ eroina” chiamiamola così: occhiaia segnate, volti scavati e quasi assenti e apatici, corpi ossuti e chelettrici, stile trasandato…tipico degli eroinomani che impazzavano e andavano tanto di moda negli anni ’80 ’90. Questo “movimento” ha portato alla ribalta modelle come Jaime King che davvero erano assai coinvolte nel mondo dell’ eroine e la cui “bellezza” idolatrata in quegli anni era dovuta al suo abuso, la ormai stella cadente Gia Carangi, morta per AIDS nell’ ’81, che è stata a mio modesto parere un po’ la pioniera del movimento nascente che voleva opporsi al mito delle modelle bambole sopra citate. Tra queste sicuramente la più famosa è Kate Moss, portata alla ribalta proprio perchè incarnava quel prototipo di bellezza tanto in voga in quegli anni ma che a mio avviso non è mai davvero entrata a far parte di quel movimento, tanto che -nonostante il look un po’ trasandato e nonostante non sia certo unesempio di santità e candore!- come lei stessa ha più volte dichiarato, non ha mai fatto uso di eroina e non ha mai vissuto nello squallore e nell’ ambiguità che quel mondo aveva.
    Per altro, mentre le altre stelle dell’ Heron Chic a poco a poco sono andate a perdersi, si letteralmente perchè ormai consumate dall’abuso di eroina, che metaforicamente perchè iniziavano a passar di moda, Kate Moss è rimasta lì, ha sempre saputo reinventarsi a icona degli anni che passavano e sopratutto negli anni ’90 giravano vorticosamente alla ricerca di qualcosa di sempre nuovo.

    Personalmente, non la trovo certo bella, nè un grande esempio…ma se devo essere sincera la apprezzo tanto!!
    Intanto perchè comunque è particolare, forse troppo magra, ma è vero anche che nel suo caso, come in quello di Bianca Balti ad esempio, sia veramente costituzione e non digiuni forzati.
    Ha uno stile davvero forte e mai volgare al contrario di certe modelle di adesso che altro non posson fare se non tirar fuori il seno, rigorosamente finto.
    Ha carattere e personalità e questo l’ ha iautata, come a tutte le grandi Top Model, a restare a galla in un mondo in cui il ricambio è spietato, in cui alla prima ruga sei fuori ecc…e invece sono passati vent’ anni ed è ancora più popolare che mai…qualcosa vorrà dire, per me è sinonimo di grande intelligenza e professionalità.
    Ancora, è una delle poche presenti in scena oggi che può essere definita TOP MODEL, anzi credo sia l’ ultima rimasta e no, non credo abbia eredi….dopo le super model degli anni ’80 quali la Shiffer appunto si ha avuto un declino della modella-icona, anche perchè col passare degli anni si cercano più modelle-manichini, che icone di stile che sono invece sempre più rappresentate dalle attrici a mio avviso, Le modelle, anche quelle che oggi sono sulla cresta dell’ onda e anche le stesse modelle di Victoria S. se si fa eccezione a poche quali Giselle e Adriana, in pochi anni sono destiante ad essere rimpiazzate da una più giovane e anonima. Ma Kate Moss rimane una delle poche Top-Model di oggi e di ieri, difficili da rimpiazzare dopo un ventennio (abbondante direi!!!) e che non verrà certo rimpiazzata dalle bamboline tutte uguali di oggi!
    Certo, avrà avuto una condotta di vita sregolata e “ribelle”, ma onestamente…a me non importa. Sono assolutamente immune al fascino del mondo della moda, non credo che le modelle, per quanto Top possano essere prese ad esempi di vita, suvvia….gli esempi sono altre, Mi rendo conto che però non per tutte, specie le giovanissime sempre più ossessionate dalla moda sia così, però è responsabilità nostra, non loro, e credo che comunque Kate rimanga uno degli esempi “migliori” , a mio avviso sono molto più pericolosi i messaggi che lanciano da un po’ di anno a questa parte, stilisti e modelle: la magrezza eccessiva, il morir di fame e sopratutto che per esser belle bisogna essere magre da far schifo.
    Ho tante amiche purtroppo che sono magre da morire, letteralmente, proprio perchè ambiscono a quel mondo e guardano le modelle avere gambe che rischiano di spezzarsi ad ogni passo e vogliono averle anche loro….di ragazze con i “vizi” di Kate Moss solo perchè sono i vizi di Kate Moss, ancora non ne ho conosciute!!!

  89. Alessandro Baricco, lui è il mio “idolo”. Ho seguito tutte le sue 4 meravigliosi lezioni che ha fatto. Una persona così colta, intellettuale, affascinante che sa intrattenere il discorso su qualsiasi argomento, passa da letteratura antica e linguistica allo sport, musica, mondo di top model. Penso che dobbiamo far riferimento a chi ha una personalità, cultura e mondo interiore come lui per poter crescere ed imparare sempre di più. Il mondo delle modelle che digiunano per giorni o mangiano cottone per poter rientrare nelle taglie improbabili non porta da nessuna parte. Purtroppo, siamo sommersi dalle immagini di quest’ultima realtà dalla tv e dalle riviste e
    nessuno non parla mai di Alessandro Baricco, per esempio. Grazie, Clio per
    questo post!!! Spero che dopo averlo letto a qualcuno verrà la curiosità di
    prendere in mano un suo libro per leggerlo dopo il frenetico shopping
    natalizio.

  90. Io ti consiglio di considerare il prodotto in se. Ad esempio, se pure lei non mi piace, un pensiero su i rossetti Kate di Rimmel, lo faccio, visto l’ottima recensione di Clio e il prezzo abbordabile. Ma ti capisco, soffro anche io di antipatie, dunque meglio per le nostre tasche, se esistono fattori che inibiscono i nostri acquisti!

  91. bel post, l’ho proprio apprezzato (come tutti quelli “al di fuori del makeup”)…a me personalmente non piance Kate, come molte altre star…soprattutto quelle che “fanno scandalo” per niente. lo star sistem in generale per me è un’enorme circo, e sono ben poche quelle persone famose che tengono alla loro privacy e fanno di tutto per mantenerla…per chi ci vuole guadagnare invece vale il “tutto è lecito, tanto sono famoso”

  92. Ehi Clio sai che mi sembra tu stia parlando di una lezione che é stata poi registrata e trasmessa anche su uno dei canali Rai del digitale?ho seguito con interesse..non sono una bacchettona e non staró a fare del moralismo,diciamo che il mio pensiero é che le persone forti non dipendono da niente e nessuno.Detto questo,capisco che Kate é atipica e capisco cosa vede la persona che ne resta colpita,però nella sua particolarità,a me non piace; é vero che”non stanca,non é banale” tanto é vero che cambia molto il viso a seconda delle angolazioni(parlo di quando é poco truccata ovviamente,altrimenti col trucco,é ovvio,ne conosciamo tutte i miracoli,unito poi a Photoshop…) da cui viene ripreso,peró il suo lineamento,l’osseicitá(non so se esiste il termine),non sono gradevoli nel complesso. Sarò scontata,non so perché,ma per me Miranda Kerr non ha eguali….a proposito,un trucco ispirato Cliuccina? 🙂 bel post!mi sei piaciuta!

  93. A me Kate Moss non fa impazzire tantissimo! Come modella ERA carina, quando era più giovane. Personalmente io, che vorrei fare la modella, preferisco le modelle di Victoria’s Secret o comunque le modelle che venivano prima di Kate, dato che (non tutte) la maggior parte di loro sono si magre ma hanno anche un po’ di forme al posto giusto. Sarebbe bello se facessero sfilare modelle con un po’ di più seno e lato B!
    Per quanto riguarda Cara a me piace abbastanza e diciamo che con questa moda delle sopracciglia folte io sono trendy (ehehe 😀 ) dato che ce le ho sempre avute folte.

  94. Non mi piace per niente Kate Moss. Parlando di tipi di bellezza, non mi piace nemmeno la Schiffer, troppo “perfetta”, né la Crawford. Penso che la più bella di tutte, almeno una decina d’anni fa, fosse Naomi. In alcune foto toglie veramente il fiato.

  95. La verità è che lo strappo è sempre possibile, basta continuare a proporre ossessivamente un certo tipo di immagini, un concetto, o una modella…è uno dei principi base del marketing. Credo che Kate moss sia proprio brutta (oltretutto qualche tempo fa ha dichiarato che “adora” la sua magrezza eccessiva, no comment!), e che Cara Delevingne stia bene con quelle sopracciglia perchè ha gli occhi molto chiari….se una ragazza mediterranea avesse quelle sopracciglia sembrerebbe un cavernicolo 😉 ciao clioooo!!!

  96. Perdonami ma a me sembra che l’unica cosa che Kate et similia abbiano fatto sia soltanto rappresentare un canone estetico peggiore del precedente. La loro presunta imperfezione è lo zuccherino per la gente, il dettaglio dietro cui nascondono l’insieme. E’ facile o verosimile pensare di poter diventare una taglia 36? E a quale prezzo? A sto punto meglio un canone dichiaratamente irraggiungibile “madre natura a me ha fatto bona e a voi no, arrangiatevi” che almeno mi ci adeguo psicologicamente, che un canone finto imperfetto “guardate, ho gli occhi a ranocchia, che c’entra che per avere il fisico che ho mi mangio 2 gambi di sedano al dì, ma questo non significa nulla, anche voi potete farcela” che mi prende solo per i fondelli

  97. Concordo pienamente! Le sfilate di Victoria’s Secret sono una cosa che non riesco proprio a sopportare. A parte tutta la faccenda delle modelle perfette/imperfette, mi lascia senza parole il fatto che vengano spesi così tanti soldi per questi reggiseni superlussuosi che nessuno, a parte le modelle, indosserà mai. Insomma, a cosa serve un reggiseno pieno di pietre preziose? C’è la gente che muore di fame, che dorme al freddo e in mezzo al fango, che non ha un minimo di sicurezza igienica in ogni angolo del mondo e intanto i soldi continuano a essere buttati in cose inutili.

  98. Mi piace molto l’idea di top model imperfette, nonostante non mi piaccia l’immagine pubblica che Kate Moss ha proiettato negli anni. Sinceramente trovo un po’ frustranti gli show di Victoria’s Secret la maggior parte delle modelle sono troppo lontane dalla realtà! Ho apprezzato infatti la presenza di Cara nelle ultime edizioni, mi piace molto 🙂

  99. Ragazze ciao, scusate l’intromissione ma ho letto i commenti e ho iniziato a riflettere sul modo in cui queste persone vengono giudicate, vissute e mi rendo sempre più conto di quanto il loro essere personaggi pubblici ci influenzi tanto da portarci ad identificarli con l’immagine che ne danno i media (ma anche loro stessi eh, ci sta).

    Una domanda, che non vuole assolutamente essere una provocazione: perchè una Kate Moss o una Cara Delevingne dovrebbero essere un esempio, un modello di comportamento?
    Scusate l’invadenza:-)

  100. Sul fatto del fisico ti do ragione ma i difetti a cui mi riferisco (e CREDO anche Clio) sono difetti che riguardano il viso..occhi storti, sopracciglia folte, denti larghi che comunque hanno aiutato qualcuno ad accettare i propri difetti..sicuramente non riguardano la taglia..purtroppo manca la “paladina” che rivoluzionerà anche la concezione di “fisico”……sempre se arriverà…

  101. Mi piace moltissimo Kate Moss, la trovo perfetta nei suoi lineamenti delicati ed eterei. Certo era magra e non valchiria, ma molto più’ espressiva e femminile della Shiffer, Slenarikova o Mac Pherson, che davvero sembravano Barbies…quale uomo desidera una Barbie? E quale donna che abbia piu’ di 8 anni desidera assomigliare ad una Barbie? Diverso il discorso per Naomi, perfetta e sensuale, o le bellezze raffinate come la Turlington, la Jovovic, la Christensen: loro si’ così raffinate, originali, femminili, eleganti…inarrivabili!

  102. Intendi la Wintour? Non credo ci sia solo lei però…a me piacerebbe che Clio ci parlasse, da persona che lavora nella moda, di queste dinamiche.

  103. Era un modo per dire che secondo me le riviste giocano un ruolo fondamentale! Vogue in primis! Poi naturalmente ci saranno altri 1000 fattori…
    Ma leggendo il post non ho potuto fare a meno di pensare al Diavolo veste Prada… quando Miranda sceglie i servizi da pubblicare nella rivista!! 😀 Che scena!

  104. Credo che se da una parte approvo il fatto che si sia passate da una bellezza perfetta e agli occhi di tutte inraggiungibile, a qualcosa di imperfetto, e a primo impatto bruttarello, sono totalmente in disaccordo con l’aspetto che riguarda la sregolata vita di Kate che non è mai stata criticata e utilizzata nel modo giusto dai media, i quali non ci hanno pensato un attimo ad accaparrarsela in tutti i servizi publicitari possibili, approfittando della fama che generavano i suoi scandali… che non erano certo di buon empio per il pubblico che guardava, anzi…

    Mentre trovo Cara fighissima in tutto quello che fa….

  105. Ciao Clio! Kate non mi piace,non capisco come mai sia diventata così famosa. Ci sono modelle più interessanti. Boh!

  106. Ciao 🙂
    se devo essere sincera proprio non mi piace! Ma caspita, in queste foto,così giovane…mi colpisce, ho visto una bellezza che lei non mostra mai, quella naturale e spensierata! Molto carina 🙂 mi piacciono questi post 🙂 buona serata 😀

  107. Clio non lo dico per idolatrarti, ma sei davvero originale e sei la mia blogger preferita…. Scrivi sempre cose interessanti riguardanti moda e spettacolo, molte ragazze che si cimentano in queste cose dovrebbero imparare da te… Un bacio!

  108. Io preferisco molto di più le modelle come quelle degli show di Victoria’s Secret….un po’ più formose! Quelle che oggi sfilano sulle passerelle tipo Kate Moss non mi convincono…penso che anche gli stessi abiti perdano di carattere indossati da loro!

  109. Non mi è mai piaciuta Kate Moss! Sarò l’unica ma, oltre i suoi comportamenti discutibili, trovo che non sappia valorizzare quello che indossa, dai vestiti al make up. Al contrario Cara Delevingne trovo che abbia molta personalità e le sopracciglia folte stanno bene sul suo viso!
    Anche Audrey Hepburn le aveva spesse ed è diventata un’icona di stile intramontabile 🙂

  110. Non amo e non odio Kate Moss, francamente non mi dice gran che personalmente, ma non si può non riconoscere che dal suo avvento, o meglio, da quelle foto scattate a lei dove non c’è assoluta presenza del mondo glitterato e vip delle varie Schiffer e Campbell, le cose sono cambiate, si aperto uno squarcio che ciò sia un bene o un male dipende, secondo me, sempre dall’occhio e dalla testa di chi guarda e vive lo strappo. Se mi posso permettere anche tu sei stata uno strappo, in quest’era, grazie al tuo canale hai ribaltato completamente il mondo del make up mettendolo alla portata di tutti, con cervello, allegria e simpatia, e te lo dico non da fanatica, ma da chi non si truccava perché convinta che le maschere non si dovessero portare, invece, seguendoti ho capito che il tutto poteva anche essere interpretato come prendersi cura di sé in modo molto più profondo. Piccola noticina, nel tuo post avrei messo anche la foto di Baricco e magari un pezzettino della sua lezione postato non sarebbe stato male…scusa Clio ti adoro e sei una delle pochissime persone che si occupano di bellezza che ha una testa veramente pensante, ma lo scrittore Torinese è il mio preferito da sempre e lo vorrei vedere ovunque. (perdona il papiro che ho scritto)

  111. Secondo me gli attori, i cantanti e le modelle non hanno il compito di fare da “buono esempio” agli adolescenti. Quello è compito dei genitori che devono insegnare ai propri figli cosa è giusto e cosa è sbagliato. E smettiamola con questa credenza che chi ha tanti soldi è immune da qualsiasi tipo di problema fisico e psicologico. Sono esseri umani anche loro. Fanno sbagli come tutti noi e non c’è bisogno di giudicarli in quel modo solo perché sono famosi. Chi lo fa mostra solo di avere una mentalità chiusa e limitata.

  112. MI piace questo post… per quanto riguarda Kate a volte mi ha fatto rabbia… xche il mondo si accanisce e ci perseguita con la sua immagine… troppo spesso negativa! Bella si ma non una dea come la dipngono (eccezione per Freud)

  113. Ragazze scusate ma io sono sono riuscita a trattenere una risata nel vedere Depp nella prima foto con Kate! era così… buffo! siamo talmente abituate a vederlo così WOW che davvero sono rimasta a bocca aperta!! ahah! a parte ciò, post molto interessante Clio! (ammetto che il berretto come Cara me lo metto volentieri da questo inverno e mi piace molto, ma i peletti me li sradico eccome!!) BACIUZ!

  114. Sono d’accordo con te. Se Kate è ancora una supermodel a quasi 40 anni, è per la sua class. Una sua foto su una rivista ti fermi sempre a guardarla, mentre confondi i visi di modelle perfette e stereotipate e poi non è anoressica. Da 20 anni ha lo stesso peso, poco seno ma se ilparagone è con le finte terze o quarte…

  115. Il mio Natale preferito e’ quello dell’anno scorso, perché ho invitato i parenti a casa mia è cucinato per tutti…alla fine ero stanca ma felice!
    PS: complimenti a Babba Clio per l’ingegnosa e salomonica organizzazione di questi concorsi!

  116. A me kate Moss piace moltissimo ha la dote di essere sempre cool con qualunque cosa si metta. Per quanto riguarda le sue cattivi abitudini passate o presenti ciò che fa sono fatti suoi in fondo non è che si fosse mai mostrata come una dolce fatina ha sempre avuto il fascino della cattiva ragazza quindi io continuo a guardarla e pensare che è figa anche con un paio di jeans e i capelli spettinati.

  117. Post davvero interessante 🙂
    Probabilmente è fin troppo facile idolatrare un Angelo di Victoria: chi si sognerebbe mai di dire che Adriana Lima o Gisele Budchen (si scrive così?), sono bellezze “interpretabili”? Sono splendide, perfette e punto.
    Guardando Kate Moss e simili, ognuna di noi può sentirsi quantomeno speciale e interessante, con tutte le proprie particolarità e difetti e finalmente non vedere in passerella la solita dea.
    Sicuramente non sarà bellissima e ha tante ma tante imperfezioni (parlo solo dell’esteriorità, non voglio imbarcarmi in giudizi di valore morale) ma, cavolo, quanto è più affascinante tirar fuori un bello scatto da un viso così!
    Forse la mia è una riflessione banale, ma non credo ci sia molto di più a spiegare un tale marketing su di lei.
    Saluti a tutte 🙂

  118. Esatto! Il concetto di perfezione che ci propinano è assolutamente innaturale! Eddai, si sa che le donne accumulano peso nella parte inferiore del corpo..essere così magre (perchè anche se non sono anoressiche sono comunque MAGRE) col seno così prosperoso è una “fortuna” di poche. Vogliono proprio farci del male scegliendo queste modelle

  119. Devo ammettere di non amare kate ma di adorare gli angeli di victoria’s secret… Però mi piace il fatto che è riuscita ad avere popolarità nonostante le imperfezioni perchè ci dimostra che dobbiamo seguire un sogno anche se ci sembra impossibile… E poi doppiamente fortunata: è stata con Johnny Depp! Ciao clio :)…

  120. SNIFFARE É APPARENTEMENTE SBAGLIATO!!ma k discorsi fate!!!al limite della assurdo proprio…nn tt le persone famose sn così..avessi io tt quei soldi saprei cm divertirmi..nn butterei mai i miei soldi e la mia vita in un tunnel così sudicio..e si ci sn persone k lavorano nella moda e fanno le modelle ank xk amano la moda..nn tt la moda è anoressia e sniffate x fortuna..

  121. davvero un bel post Clio, è proprio vero si va da un estremo all’altro, dalle modelle perfette degli anni 90 o di victoria’s secret oggi a kate moss e cara delevigne imperfette, ma perfette allo stesso tempo, tanto da diventare icone di stile. Penso anche io, più che altro siano state “create da burattinai”, ed è ovvio che poi tutti le copiano. Lo stile grunge è ritornato molto di moda in effetti e tac la delevigne lo calza a pennello..:D molto costruita la cosa. Apparte tutto a me piacciono entrambe poi Kate è di una rara bellezza ha quel fascino che cattura. Ritornando alle modelle di Victoria’s secret, io mi smonto perchè dico che una perfezione così non può esistere fra noi comuni mortali, e non è giusto! sono magrissime, rifatte e perfette è logico che finchè in tv si vedono modelle così una donna normale si demoralizza un attimo, però io preferisco di gran lunga chi ha il diffetuccio, un pò di cellulite e anche le maniglie dell’amore piuttosto che vedere una talmente imbalsamata che lo si vede lontano un km che è ritoccata. Ovviamente ben vengano le ragazze che sono fortunate e di costituzione hanno tutto al loro posto. Ciaooo…

  122. Victoria’s secret for ever!!! io amo i suoi show e le modelle sono fantastiche! ps perchè non fai un makeup tutorial sui loro trucchi???

  123. Sinceramente non sono daccordo sul tipo di immagine cui ci fanno aspirare sin da piccole con giornali televisione e internet che ci propongono ogni giorno visi perfetti e corpi perfetti quando poi vai a scoprire che la maggior parte delle star senza trucco sono dei cessi esorbitanti è un tipo di immagine irreale e ci fa creare complessi basati sul falso è un idea frivola di vedere la donna che è bellissima proprio nelle sue imperfezioni, detto questo trovo che sia bello rivoluzionare il gusto con qualcosa di imperfetto come ha fatto kate ma il problema è che non si è fermata a questo ma ha creato un immagine ancora più scandalosa della donna mostrandoci che per essere belle bisogna essere degli stecchini direi che a questo punto era più giusto avere come idoli donne bellissime con almeno un po di forme visto che oggigiorno le bambine sin da piccole hanno un brutto rapporto col cibo pur di diventare come kate moss. Concludo dicendo che la donna è bella proprio nei suoi difetti e nelle sue forme secondo me che la rendono unica proprio perchè ineguagliabile!

  124. Post interessantissimo 😀 e di mio posso dire che amo le cigliozze pelose … ma non trasandate …. e anche se non somiglio neanche da lontano a Cara … ho cigliozze bellissime simili alle sue da sempre …hahah e ora che sono di moda sono contentissima 😀 ahahah veramente bello iol post sei bravissima Clio scrivi bene e interessi il lettore … 😀 avresti anche potuto fare la giornalista o la scrittrice 😀

  125. insomma … se non era per Kate Moss forse ora ci sarebbero modelle formose e rotondette e tutti snobberebbero le anoressiche come lei … grazie Kate -.-

  126. io sinceramente non riesco a capire cosa ci trovano in cara delevigne. é bruttina e quelle sopraciglia non si possono guardare, kate mi è indifferente, le vere modelle erano quelle di una volta.una topmodel non deve avere solo un bel corpo ma anche un bel viso,ora sono tutte uguali stessi occhi,stessi zigomi tirati, seno rifatto,bocca rifatta…quelle degli anni 90 erano belle di natura, non ne nasceranno piu come Naomi cambell, eva herzigova,claudia schiffer ecc

  127. ciao!
    A me Kate Moss piace moltissimo. La trovo bellissima e particolare..(avessi io difetti così ;-P) ed inoltre mi piace molto il suo stile. Nell’abito da sposa era semplicemente meravigliosa! Sinceramente non presto molto attenzione al gossip, e quindi non sono aggiornatissima su tutto quello che ha combinato in fatto di scandali e droga..comunque questo suo aspetto non mi piace. Vero anche che purtroppo non è l’unico personaggio famoso a combinarne di tutti i colori e credo anche che il fatto che se i media continuano a scrivere di lei qualsiasi cosa combini ovvio che poi aumenta la sua fama!
    Cara invece non mi piace proprio.. comprese le sopracciglione! 🙂

  128. “Se non voglio giudizi, semplicemente non mi espongo” appunto, lei si e’ esposta e io ho tutto il diritto di giudicarla come voglio!! Lo facciamo con i personaggi in tv, perche’ non ci credo che tu non hai mai giudicato nessuno, lo facciamo con le persone he conosciamo e lo facciamo con le modelle!! Io guardo la tv, leggo i giornali, se una persona non mi piace ho tutto il diritto di dirlo!!

  129. Sono d’accordo con te. La modella è un lavoro come un altro. Se fai la modella non devi essere necessariamente un modello di comportamento per gli altri, non fa parte di questo lavoro, non è scritto nel contratto, per così dire; presti semplicemente la tua immagine per valorizzare vestiti/gioielli/trucchi. Tutto ciò che va oltre questo, è vita privata. Trovo di cattivo gusto la mole di gossip che i media sbandierano ai quattro venti sparando sentenze e giudizi su chi non deve alcuna spiegazione o giustificazione dei propri comportamenti in ambito non lavorativo.

  130. Clio, mi dispiace ma le sopracciglia folte folte non mi piacciono e mi fanno pensare a Elio e le storie tese!

  131. Personalmente trovo che una delle top più belle sia Tyra Banks non ha un fisico perfetto è formosetta si ha gli addominali ma comunque ha un seno abbondante e un sedere non proprio invisibile ma è ugualmente stupenda. Un’altra che però non è una top model ma è una delle ragazze più belle e discusse (positivamente per fortuna) dei nostri giorni è Jennifer Lawrence. È se stessa, non è magrissima, mangia quanto vuole fregandosene dei canoni di bellezza, ed è bella così com’è.

  132. Per me ci vuole carattere in tutto! Anche nel modo della moda! La vera bellezza è dentro di noi e queste modelle statuarie non dicono nulla!

  133. La carriera della moss è iniziata per pura fortuna: è nata nel periodo giusto. Subito è stata associata al grunge, se fosse nata oggi non sarebbe diventata quello che è. Personalmente non amo Cara, la trovo forzata e non ha la grinta di Kate. Diciamo che Kate è stata una rivoluzione,Cara è qualcosa di particolare ma niente di innovativo come lo è stata Kate

  134. sono l’unica a non trovare le modelle divictoria’s secret “un ritorno alle origini”? dai, non c’è paragone! bellissime eh..ma secondo me non si può dire che hanno curve, le trovo troppo magre. opinione personale.

  135. Kate è semplicemente un’icona…non è perfetta ma ha carisma da vendere…ha sempre fatto tendenza in tutto, qualsiasi cosa indossasse , dalle ballerine ai leggins..dai tronchetti ai pantaloni in pelle sono diventati un must..gli stessi stilisti si ispirano alle sue scelte. ..era l’anti barbie. ..negli anni dove il grung la faceva da padrone, dove la colonna sonora delle giornate di noi ragazzini dell’epoca erano i Nirvana l’immagine della statuaria Schiffer era ormai obsoleta..fuori luogo…ed ecco Kate..bella (ma non troppo), sdrucita e dannata..!!
    Scandali o no sono più di vent’anni che cavalca l’onda. ..qualcosa vorrà pur dire..o gli addetti del settore sono un branco di incompetenti o lei è uno di quei personaggi che nascono per portare dei cambiamenti. ..e per restare nella storia..peace..!!

  136. Dico io…porca di quella miseria…l’avete visto sì Johnny Deep?!?!? O.O
    va bè, torniamo calme, Kate Moss è pazzesca, ha una forma del viso incredibile, lineamenti del volto che okay, io l’adoro! Silurava alla grande le sue colleghe ‘passate’…ad oggi però mi rendo conto che tutte invecchiano e gli anni passano davvero per tutte! Sempre bella però, eccessi di vita a parte

  137. Lo scrittore Alessandro Baricco è parente di un mio docente… A leggere in questo post (tra l’altro molto interessante) le parole “…nella sua lezione, Baricco…” e pensare all’università mi ha fatto sentire un attimino perseguitata ahahah! Ma mi è piaciuto lo stesso

  138. Indubbiamente c’è stato un cambiamento radicale nel tempo di un sorriso e una smorfia, quindi in pochissimo tempo. Kate è un’icona, da modella a testimonial, sino a dedicarle borse e prodotti makeup che portano il suo nome. Ha carisma da vendere, il suo stile mi piace molto, quel glam rock che ogni volta che la vedo penso “caspita! Basta poco ed è subito favolosa!”. Il fatto della bella e dannata invece mi piace meno. Dopo tutto lo scandalo degli eccessi ha firmato contratti da capogiro, come se comportarsi in quel modo sia giusto. È vero che ognuno è libero di fare ciò che preferisce, pur rispettando gli altri, ma una persona così di spicco, un’icona appunto, deve stare attenta a ciò che fa, perché viene presa d’esempio da tantissime giovani, così nel bene come potrebbe essere indossare un bel paio di stivaletti, come nel male, gli eccessi andrebbero evitati, o perlomeno non resi pubblici.

LASCIA UNA RISPOSTA