Ciao ragazze!

Ogni anno veniamo bombardate da lanci di nuovi prodotti, che vengono spacciati per le novità del secolo… Spesso, però, si tratta di semplici minestre riscaldate: altro che novità, certe cose esistevano almeno 50 anni fa! 

Schermata 2014-02-04 alle 19.59.15

In molti casi il successo di un prodotto è il risultato di una strategia promozionale vincente; se un brand è così bravo da farci credere di avere appena rivoluzionato il campo del make-up, noi ci fideremo ciecamente di ciò che ci viene detto. Un esempio perfetto sono i rossetti che cambiano colore una volta applicati, lanciati di recente da Dior, L’Oreal, Tarte… Bè, nel 1930 era già in vendita il Tangee Lipstick, che si adattava al colorito di chi lo indossava!

Oggi...
Oggi…
...Ieri!
…Ieri!

Altri esempi si possono trovare sui libri di make-up come “Classic Beauty- The History of Makeup”


classic-beauty-the-history-of-makeup

Il piegaciglia: quello che per molte è ancora considerato uno strano oggetto di tortura in realtà veniva usato con disinvoltura dalle nostre nonne e bisnonne! Incredibile ma vero, pare che sia stato inventato nel lontano 1931!

IMG_2386

eyelashcurler_sketches curler_ad_1930-1

Il mascara in tubetto: ogni mese le varie marche ci propongono nuove formule e packaging accattivanti, ma il mascara così come lo conosciamo oggi è stato progettato già nel 1937 e poi prodotto da Helena Rubinstein nel 1957. Prima si trattava di un blocco di colore solido, venduto insieme a uno spazzolino da bagnare e intingere nel prodotto.

Il mascara solido
Il mascara solido
Il primo mascara in tubetto (non è poi così diverso da quelli che troviamo oggi in profumeria!)
1957: Il primo mascara in tubetto (non è poi così diverso da quelli che troviamo oggi in profumeria!)
IMG_2388
Il progetto, in realtà, esisteva già nel 1937

Il proteggi-palpebra: ok, non esiste la parola proteggi-palpebra, ma sapete di cosa sto parlando. Si tratta di uno strumento da posizionare sulla palpebra o sotto le ciglia per non sporcarla quando applichiamo il mascara (o per evitare il fallout di ombretto sugli zigomi) e anche questo esisteva già negli anni ’30!

IMG_2390
Ieri…
84021_900px_100011
…Oggi!

I blush in crema: negli ultimi 5 anni sono stati rilanciati come prodotti rivoluzionari, in grado di donare un colorito sano, naturale e luminoso. Tutti i brand, dai low cost ai più lussuosi, hanno fatto a gara a chi produceva il blush cremoso migliore, il più pigmentato, il più morbido, quello dal packaging più attraente… Se facciamo un passo indietro, però, scopriamo che sempre nei meravigliosi anni ’30 (la vera epoca innovativa del make-up), esistevano già fard con questa texture!

Ieri...
Ieri…
...oggi!
…oggi!

Gli smalti crackle: i top coat che una volta applicati si “crepano” e lasciano intravedere il colore sottostante esistevano già negli anni ’90, anche se sono stati rilanciati da poco!

crackle5

I mascara per capelli: l’anno scorso sono impazzite tutte (me compresa) per i capelli con ciocche fucsia, viola, verdi, azzurri, da ottenere con gli appositi gessetti o con i mascara colorati. Bè, io già a 12 anni avevo un mascara per capelli color rame e uno biondo, entrambi della Lancome, splendidi e costosissimi, con cui mi facevo delle fantastiche mèches casalinghe!

Il moderno mascara per capelli di Sephora
Il moderno mascara per capelli di Sephora

C’è da dire, però, che alcuni prodotti sono stati semplicemente inventati nell’epoca sbagliata. Un esempio interessante è quello della Dipbrow Pomade di Anastasia Beverly Hills, un eyeliner in crema per sopracciglia, simile a quello della Mac che vi avevo recensito qui. A quanto pare Anastasia l’aveva già lanciato una quindicina di anni fa, ma aveva dovuto ritirarlo dal commercio perché non aveva avuto successo, dal momento che dava un effetto troppo forte e definito, non in linea con i tempi. Ora, invece, con la “sopracciglia-mania”, è stato reintrodotto ed è subito diventato un best seller!

image

Lo stesso vale per quei prodotti che semplicemente in Italia arrivano in ritardo, per cui noi crediamo che siano invenzioni fenomenali, quando in realtà esistono già da tempo! Tra i prodotti che ho contribuito a farvi “scoprire” ci sono la matita per occhi chiara, ribattezzata “color burro”, la matita contorno labbra trasparente e il primer occhi! 🙂

La prima da sinistra è la matita professionale occhi-labbra color burro di Collistar... io l'ho bocciata, ma ho letto su Vanity Fair che Collistar l'ha creata e chiamata così su richiesta delle clienti che mi vedevano utilizzare questi strani eyeliner chiari al posto di quelli classici neri!
La prima da sinistra è la matita professionale occhi-labbra color burro di Collistar… io l’ho bocciata, ma ho letto su Vanity Fair che Collistar l’ha creata e chiamata così su richiesta delle clienti che mi vedevano utilizzare questi strani eyeliner chiari al posto di quelli classici neri!

Questo delle epoche è un discorso molto interessante; in linea di massima possiamo stabilire con precisione i trend che hanno segnato i vari decenni, mentre dal 2000 in poi risulta sempre più difficile identificare i tratti caratteristici. Questo perché il mondo è in una fase di sperimentazione assoluta, dalla tecnologia al make-up: oggi possiamo dire che “vale tutto”, le mode sono in continua evoluzione e a volte si contraddicono a vicenda (possiamo trovare una collezione primaverile con rossetti rosa sheer, ma anche una con un bordeaux intenso). Le regole non esistono più, anzi, c’è una ricerca continua di stranezze e novità, dalle unghie 3D al mascara di Sephora Upside Down (orribile, ma innovativo, l’ho recensito qui), dagli smalti e gli eyeliner adesivi ai tatuaggi temporanei per labbra.

Schermata 2014-02-04 alle 19.52.59

Insomma, possiamo ricapitolare questo post così: il mondo della cosmesi è in continua evoluzione, ma allo stesso tempo non viene buttato via niente e ciò che ci sembra rivoluzionario in realtà veniva già usato dalle nostre nonne. Un’idea geniale ma non adatta a una certa epoca può essere rilanciata qualche anno dopo e diventare un successone; alcuni prodotti, invece, da noi arrivano semplicemente in ritardo, quando magari sono in commercio da parecchio tempo. Tutto chiaro?

Ragazze, cosa ne dite di questo post? Avete imparato qualcosa di nuovo? Conoscevate già la storia di certi prodotti? Divertiamoci insieme: secondo voi quali trend del passato verranno riproposti a breve? Al momento i prossimi sulla lista “a volte ritornano” sono i rossetti marroni, che tra poco verranno riproposti un po’ da tutti! Un bacione!

220 COMMENTI

  1. Ma quante ne sai CLIO????è sempre una scoperta leggere i tuoi post,grazie!!!
    Torneranno i rossetti marroni??ebbene sì,io sono una di quelle che ne ha sfoggiati di tutte le tonalità….

  2. Buongiorno! Alle 06.32 del mattino, reduce da notte insonne, mi rendo conto di aver involontariamente cancellato il post sulle spazzole x capelli: ne ho pochi, sono sottili e lisci.che fare? approfitto x un’altra domanda: come va usato il piegaciglie?? ? va “riscaldato”, usato prima o dopo il mascara? io ne posseggo uno di sephora ma francamente non riesco a ottenere risultati visibili/apprezzabili, pur avendo ciglia piuttosto lunghe e scure. attendo con ansia. Julieanne

  3. Ho apprezzato moltissimo questo post, così ricco. Belle le vecchie immagini di cosmetici, su di me hanno sempre un fascino speciale!
    Stupendo questo mini salto nel passato, brava Clietta!
    Sììì mi ricordo il mascara solido, mia nonna ci sputava dentro (a me sembrava una roba orripilante, ma lo facevano tutte!!!), strofinava vigorosamente lo spazzolino, e poi diceva: “mi dipingo” che dolce ricordo che mi è ritornato grazie a te Clio!
    Sì in effetti, le cose sono sempre le stesse, semplicemente, sono rese accattivanti e in linea con i tempi. E’ un’abile strategia di marketing che cmq funziona, eccome!
    Un bacio a tutte le beauties (ho scritto bene???) e buona giornata a tutteeeeee!!!

  4. Non avevo idea che gli smalti che si sfaldano lascaindo vedere il colore sotto esistessero già!! Ne ho comprato uno di recente e pensavo di avere una novità assoluta ahahha

  5. Bellissimissimo post!!!!!!!!!! 😉 ahahah!!!! Mitica matita color burro!!!!!! Grande Cliuzza!!!!!! I mascara colorati per capelli me li ricordo anch’io di quand’ero gggiovane!!! Non li ho mai usati però…… Sono ricciolissima ed uso la schiuma per capelli….. Si noterebbero poco!!!!! Un bacione Clio!!!!!!

  6. Buongiorno!
    È un po come nella moda… io lavoro in un maglificio e faccio campionario, per chi non lo sa, sono delle maglie di prova per arrivare a fare un capo “buono” da presentare ad un possibile cliente per essere prodotto ed arrivare nei negozi…
    Mi capita molto spesso che per punti maglia ed anche vestibilità vengono portati capi “vintage” mi sono cpitati anche capi degli anni ’60…
    E ancora più spesso ci facciamo ispirare per i punti maglia anche da riviste degli anni ’40 E ’50, che vengono riproposti con colori o filati più attuali o con forme un pochino più moderne…
    Quindi, anche nella moda, sempre la solita zuppa… vedi i pantaloni a zampa, che andavano negli anni ’70 poi sono stati riproposti quando ero ragazzina anni ’90? (In sincerità ho rimosso)
    L’unica cosa che spero non ritorni, le maniche anni ’80! Quei giro manica enormi, che sembrava di prendere il volo! Atroci! 🙂

  7. Tempo qualche mese e tornerà di moda quello strumento dal fascino oscuro e misterioso… com’è che si chiama?… ah sì, le pinzette.

  8. Bello sto post!anche io ricordo un mascara rame x i capelli in giovane età.oddio spero nn tornino i rossetti marroni…adatti x carnevale giusto giusto.baci

  9. bel post =) ma un po’ me lo aspettavo…perché come per la moda che si ricicla e si reinventa poco così accade con il makeup!

  10. Ciao Lara!!!
    Io usavo i mascara colorati da gggggiovane. Li ho abbandonati subito per le mèches, che hanno fruttato commenti tipo “MMM, sì stai bene, però sembri una vecchia che non si lava i capelli”…(io che me li lavavo – e lavo – un giorno sì e uno no, vabbbbé!!)
    E grazie! Che carine le mie amiche…
    Ciao bella, bbbuona giornata!!!

  11. Sempre interess ed istruttivo clio…grazie!! Sai ke stanotte t ho sognata? Eri qui a casa mia e stavamo mangiando in cucina….poi t ho passato il tuo cell….kissa cosa significa? Ero felucissima d averti qui!! No v prego i rossetti marroni no….!!!!

  12. Post molto interessante. Le mode del passato si ripetono sempre perché non si sa più cosa inventare! In particolare nell’abbigliamento, ma anche nel make up a quanto pare! Io ho rivisto in giro il brillantino nel dente! Spero che si rivaluti la pelle candida anche d’estate come molti anni fa, quando era considerata sinonimo di nobiltà, e si abbandoni un po’ quella smania per l’abbronzatura a tutti i costi e con ogni mezzo possibile, anche perché a volte i risultati sono pessimi..Kissss

  13. Si penso anch’io, le sopracciglione non hanno vita lunga..pensare che mi sono appena comprata la matita per sopracciglia della catrice.. 😛

  14. Ragazze care, figliuole, uniamoci e diciamo tutte basta, anzi, aBBasta con questa mania di chiamare BB qualsiasi cosa!

  15. rossetti marrone con capelli frisè e top fino all’ombelico…..auhauhauh aiuto!!!! se ritornano,come tu Clio ci hai dimostrato in questo curiosissimo post,devono essere migliorati….anche se alcune mode pacchiane non so come si riusciranno a riproporre di questi tempi 😉

  16. Interessante questo post!Non avrei mai pensato che certi cosmetici fossero in commercio già negli anni ’30!

  17. si si infatti, le hanno riproposte in questi ultimi anni io ho visto diverse cose con quelle maniche

  18. si hai ragione sono ovunque, su ogni rivista e in ogni angolo…bb cc, che poi se ci pensiamo, sono cosi’ diverse dalle creme colorate che c’erano già prima?a me non pare

  19. Che post interessante!!! Le immagini dei prodotti dei decenni passati sono fantastiche…!!!
    Grazie Clio questi post che ci portano a scoprire cosa facevano una volta sono proprio divertenti!!! Comunque mia mamma lo metteva sempre il rossetto marrone…io non mi ci vedo proprio ma a lei sta bene!!!!
    Buona giornata!!!

  20. ora che Clio ne ha parlato ricordo lo avevo comperato anche io, anche io color rame ma già ai tempi non ne ero molto soddisfatta, troppo finto, ora proprio questi mascara per capelli non li ho piu’ presi in considerazione

  21. Io penso che Non ci saranno vere novità per molto tempo. .ormai è stato inventato e re-inventato di tutto, più che sperimentazione totale a me sembra un periodo di stasi dove per cercare la novità bisogna scavare nel passato! Lo dico io che sarei dovuta nascere agli inizi del’900!!!

  22. Spero anche io che si rivaluti la pelle candida…dato che sono bianca-fantasma avrei già una marcia in più 😛

  23. Anche io ricordo da Ggggggggiovane comprai due mascara per capelli:uno rosa e uno blu, li usai a carnevale facendo metà testa rosa e metà blu (poi li buttai perché faceva davvero schifo uscire coi capelli impastrocchiati)

  24. Bellissimo post Clio, davvero interessante, mi sono piaciute un sacco le immagini di “repertorio”… il mascara solido non l’avevo mai sentito nominare, manco sapevo che fosse esistito.
    La matita burro di Collistar io ce l’ho e mi trovo stra bene 😉

  25. Quando leggo queste cose resto a bocca aperta 🙂

    Clio pensavo che sarebbe interessante un post in cui si parla di della storia dei tatuaggi e della body art.

  26. la pancia di fuori sta già ritornando purtroppo, basta fare un giro per negozi e si vedono ogni sorta di magliette/maglioni cortissimi…speriamo che almeno il resto di questa tua previsione apocalittica non si avveri 😀

  27. Anche la Lepo ha fatto i rossetti che cambiano colore in base al ph della tua pelle. Quest’estate me li hanno proposti come un’assoluta novità! -.- ahah… Devo dire però che mi piacciono un sacco! Sono troppo ganzi e poi durano tantissimo! Baciuz Cliuz

  28. Fantastico questo articolo e che belle le foto d’epoca!!! Sono contentissima che ritorneranno di moda i rossetti marroni: quelli scuri li ho sempre trovati molto sexy

  29. Si, anch’io mi sono resa conto che molte prodotti definiti rivoluzionari esistevano già…I blush in crema, ombretti in crema, i mascara per capelli, si usavano già molti anni fa.
    Ma le generazioni cambiano e i brandi li ripropongono. Diego Dalla Palma, ha lanciato la matita carne per dentro l’occhio, da venti anni, il correttore aranciato e la terra opaca da contouring…Poi è passato di moda

  30. Ciao Clio, io apprezzo molto questi post sulla storia del make up. Li trovo molto belli, interessantissimi e anche divertenti. Un bacione

  31. quoto il tuo pensiero. purtroppo credo che fino a quando non arriveremo alla ZZ cream questo bombardamento mediatico di prodotti miracolosi per il nostro visto sarà costante

  32. Ciao Clio,sn il ragazzo di maria teresa , quello ke una volta ti kiamava kiko hihih . Lei mi stava leggendo questo post mentre stava cucinando il riso e le si é attaccato tutto ahaha XD un saluto dall uniko uomo ke ha commentato questo post !!! Ciaooo

  33. A proposito della matita di Collistar il successo o meno di un prodotto in Italia dipende alle volte,anzi spesso, da te. Questo è il mio modesto parere ma penso che tu abbia una grande responsabilità poiché moltissime ragazze ti seguono e moltissime di noi si fidano cecamente del tuo parere. Se fai una review su una matita che per te è pessima lo sarà anche per me perché non solo sono influenzata dal tuo parere in quanto sei un ottima makeup artist ma perché sei una persona sincera e non parleresti mai bene di un prodotto solo perché te lo ha inviato un’azienda. Ovviamente non vale per tutti i prodotti nel senso se tu mi dici che quel colore per te è orribile però dura tanto, non va a finire nelle pieghette ecc ecc se il colore ,invece, a me piace l’ho acquisto. Quindi oggi il successo o meno di un prodotto dipende da come le youtubers ne parlano ma soprattutto come tu ne parli. Non so se mi sono spiegata bene, non voglio dire che prendiamo tutto quello che dici per oro colato ma comunque ci fidiamo molto di te e prima di spendere soldi per un prodotto io mi affido ai tuoi consigli. Per quanto riguarda la serie “a volte ritornano” sapevo che ci ripropongono cose già lanciate in passato però è bello sapere da te nel dettaglio quali di questi prodotti vengono rilanciati e come sono diversi rispetto da quelli del passato 🙂 ps: ti confido un segreto shhh pensavo che i blush in crema fossero una scoperta rivoluzionaria mai creata prima e quando ho acquistato il mio primo blush in crema ero tutta contenta di aver acquistato un prodotto che nel passato non esisteva ahahaha 😉 un bacioneee *

  34. molto interessante notare come alcuni prodotti poco fortunati al momento del lancio, abbiano avuto grande fortuna in seguito: sarà così anche per il nuovo mascara sephora?! Adesso tutti lo considera un flop ma magari tra 10 anni sarà considerato un “Must have” XD (scherzo!)

  35. è scritto benissimo :D. Mi fa ridere pensare alle donne che sputavano nel loro mascara ahaha , oggi ,invece, il mascara è diventato un’oggetto sacro ahaha 😉 baciooo *

  36. Verissimo! me li ricordo ancora i rossetti cangianti di mia mamma quand’ero bambina! ne ricordo uno di dior tutto bianco fuori e nero al centro.. diventava quasi fucsia sulle labbra!

  37. Oddio, quel mascara Rubinstein è stato uno dei miei preferiti da ragazzina…. poi ho visto in che anno è stato creato e… mi sono sentita come la nonna di Petar! :-/

  38. Post interessantissimo (come sempre).. sinceramente non conoscevo la storia di nessun prodotto (me ne vergogno un pò ehehe) e ora sono contenta di saperne un pò di piùù 🙂

  39. Che bel post! Io mi ricordo del mascara nel tubetto dorato HR, che usava la mia mamma quando io ero piccola, primi anni ’80. Quando era finito ci potevo giocare ed era come un gioiello, tutto dorato!! Che meraviglia…

  40. bellissimo post clio! vorrei vivere negli anni ’30 giusto per comprare quel blush color fragola, è stu-pen-do! e ricordo che quando ero bimba adoravo il mascara per capelli ne avevo uno viola e lo usavo puntualmente per carnevale ahahah 😀 se non ricordo male negli anni 90 andavano di moda i glitter (vedi le spice girls) ora non se ne vedono in giro più di tanto, non in quantità massive con 20 anni fa! ps. clio ti suggerisco un coolspotting sulle spice girls!! qualcosa di un po’ retrò ci sta 😀 anche brigitte bardot che adoro <3 un mega bacio!

  41. ahahah nel mio commento ho appena suggerito a clio di fare un coolspotting sulla bellissima brigitte bardot, e mi ritrovo a leggere il tuo commento! ovviamente quoto appieno, eyeliner e ciglia finte tutta la vita come la stupenda brigitte 😀

  42. Bello!!non c’entra nulla con il make up comunque ho notato nei negozi la ricomparsa delle scarpe con la punta..tutto ritorna!

  43. Anche io avevo i mascara per capelli!!! E non mi dispiacerebbe provare i vecchi mascara del ’57! XD

  44. Sì sì era divertente essere presenti a questo piccolo rituale e l’ho visto fare a tante nonnine!!! Tenere…
    Avevano poche cose (cipria, rossetto, mascara) e riuscivano ad essere fascinose! Avevano un “non so che” che ancora oggi mi colpisce! Erano e sono meravigliose!!!
    Bacio anche a te Rosynaaaa!!!

  45. L’oggetto modaiolo del quale ho visto ( ahimè ) il ritorno sono i leggins che quando avevo 16 anni io, negli anni 90, si chiamavano fuseaux …. Per il makeup ricordo il rossetto marrone opaco (bleah sembravo morticia) e gli ombretti con i glitter ( fine anni 80 ero ancora alle medie).

  46. Clio , bellissimo post, vorrei che tu facessi un video sui piegaciglia, compreso quello di sephora elettrico che si può usare anche con il mascara . Baciuzzi :*

  47. Il primer e la matita burro li ho scoperti grazie a te (uso la matita della maybelline barely beige, scovata leggendo proprio tra questi commenti)..ma la matita chiara da mettere intorno al rossetto..quella la devo a giuliana!Diamo a cesare quel che è di …:D

  48. anche io avevo il mascara colorato per i capelli.. rigorosamente in tinta con lo smalto (quello che per toglierlo bastava sollevare un lembo e si levava via come una pellicola) 😀

  49. Non avevo idea di come fatto il primo mascara Maybelline…però credo che, come nella moda, anche nel makeup le idee si ripropongono, più o meno uguali: a volte per le aziende è meglio puntare sul sicuro, su un prodotto che ha già avuto successo, ed eventualmente cambiare un po’ il packaging, piuttosto che lanciarsi in un’idea totalmente nuova. Leggevo proprio ieri su una rivista di moda, il modo per “riciclare” gli abiti della scorsa stagione: il jeans c’è sempre, il maxiabito anche, il trench pure…insomma, di idee rivoluzionare, di quelle che ti fanno dire “Wow! questa è una novità assoluta, mai vista prima!” ce ne sono sempre meno..

  50. wow mi hai aperto un mondo!!! la prossima volta chiederò a mia nonna come si truccava quando era giovane e chissà magari ha ancora qualcosa che ha conservato!!!

  51. Hai scordato i fondi minerali 🙂 fino a 6-8 anni fa nessuno o almeno in Italia aveva idea di cosa fossero, non conosco la vera storia ma…so cge bare minerals li produce da fine anni 70!

  52. Siiiii mi ricordo benissimo il bellissimo mascara blu per capelli che avevo trovato nella trousse di mia madre, che spatatacchi facevo sui capelli.. Ahahahah
    :3

  53. Come ti capisco.. Che poi a me la bb nn mi piace per niente, e lavorando da Lush mi arrivano le clienti e mi chiedono se abbiamo BB.. Che soddisfazione dire di no!! xD

  54. Mi è piaciuto da morire! E mi hai fatto venir voglia di comprare un libro sulla moda e lo stile in voga negli anni 30. Ps. Spero proprio che non ritorni il make up anni 90!
    Clio, ma perché non ci fai dei post storici? Tipo make up anni 20, 30, 40, 50, 60, 70, 80, 90, 2000? Io lo adorerei… E vorrei anche tanto sapere quali sono secondo te gli orrori make up! Divisi per decadi, magari, insomma quei camouflage che proprio non ti piacciono! Grazie!

  55. tutte gia esisteva solo che adesso sono cambiate le formule. unavolta i prodotti cosmetici erano fatti con ingredienti che potevano creare un sacco di problemi nella salute. Un libro bellissimo che parla del trucco dal suo inizio fino ad oggi è il compacts and cosmetics di madeleine marsh

  56. Ma magari!!!!! Molto più fine… Io ho 30 anni e ne dimostro di meno, proprio perché sono stata alla larga da lampade e ho messo sempre la 50! Ma molte ragazze non lo capiscono finché non vedono troppo tardi, macchie e rughe…. Credono che l’abbronzatura sia meglio perché attenua i difetti, per questo motivo non so se le lampade andranno mai in pensione….

  57. Ottime idee!!! Soprattutto mi incuriosirebbe il post sugli orrori nel makeup secondo Clio!! 😀 in pole position io vedrei l’ombretto bianco perlato su tutta la palpebra e i rossetti molto molto più chiari della carnagione.

  58. Io lo dico da sempre…nella vita tutto ritorna…! Sono un pò in ansia per i rossetti marroni, negli anni 90 erano un must ma oggi… Mi fanno paura solo a guardarli! E io ero una di quelle che li portava…

  59. Io me lo ricordo bene lo smalto e pure i mascara colorati… Anche se per gli smalti mi hanno dato della matta.. Grazie CLIO potrò disostrare che è vero!!!

  60. il mascara per capelli che avevo io era VERDE e lo adoravo!!!
    certo che rispetto ad adesso preferisco i vecchi packaging!!

  61. Pure io… E mi sentivo pure figa!!! Oggi mi fanno paura già solo a rivederli in foto…. Mamma che ansia…

  62. Che orrore!!!! Per me da non riesumare è buona parte del make anni 80 e anni 90 ( soprattutto la prima metà… ) se rivedo beverly hills, mani nei capelli!!!!

  63. Bellissimo questo post, mia madre usava il primo mascara in tubetto quello di helena rubinsteine,a dir la verità c’è l’ha ancora,bella la confezione tutta di metallo!
    I mascara per capelli li avevo anch’io e li trovavo sul cioè…li avevo color bronzo,azzurro e anche argentato che faceva molto vecchiarda!!ahahahahahah
    Comunque complimenti per il blog,sei davvero molto brava!

  64. Io spero che NON ritorni …….la PERMANENTE!!!!
    Oddio, ricordo che l’avevo fatta verso i 15 anni (fine anni 80), e, accostata alla mia pelle parecchio scura, aveva un effetto molto african-style:-))
    E comunque, ripensando al passato, tutto quello che indossavamo negli anni ’80 e ’90,dai trucchi, ai vestiti, alle scarpe, mi sembra veramente tamarro;-)))))

  65. Ciao Clio!! Grazie per questo post!! È stato bellissimo scoprire qualcosa in più sul passato che alla fine ritorna sempre eheh 🙂 e poi wow!! Complimenti, una matita in tuo onore!!!!! Besoooooo :**

  66. Io invece tra gli orrori metterei la matita nera come contorno labbra…senza rossetto! Quando vedo tizie truccate cosí mi cadono le braccia a terra! :O

  67. Post molto interessante. In passato anch’io avevo i mascara per capelli della Bottega Verde. Mi incuriosivano visti in catalogo ma una volta provati non mi hanno per niente entusiasmato! Riguardo i rossetti marroni, qualche anno fa usavo praticamente solo quelli. Sarà che ne ho abusato, ora mancano totalmente dalla mia discreta collezione di makeup! Non mi viene in mente niente che possa essere riproposto dal passato nel campo del makeup, ormai in commercio c’è di tutto e di più! Un bacione

  68. Davvero un bel post Clio! Mi appassiona molto sapere come il trucco si è evoluto nel tempo e poi grazie a te ho scoperto alcune cose che proprio ignoravo! Ad esempio come era fatto il primo mascara e il fatto che i blush in crema esistevano già negli anni ’30! 🙂 Mi piacerebbe che ci parlassi piu’ nello specifico del libro Classic Beauty che hai nominato in questo post 😉
    Baci Clio!

  69. Come.si truccavano le donne negli anni 50 noi ce lo sogniamo!!!! Trucco, parrucco, abbiglianento….. donne divine!!! Erano raffinate, semplici, eleganti, avevano classe, mogli e casalinghe perfette….

  70. Bello questo post…..avevo anch’io il mascara per capelli della lancome…..quanti ricordi….e cmq i rossetti marroni proprio noooo…..ciao Clio 🙂

  71. Clio, fantastico post, come sempre.
    Sinceramente non mi dispiacerebbe vedere in giro quei vecchi mascara, magari compreso nella confezione anche uno spruzzino per inumidire la cialda 🙂

  72. ciao… io un po di cose le conoscevo… la mia nonna mi ha sempre fatto vedere molti dei suoi trucchi (che ovviamente non usa piu) di quando lei era giovane.. come il blush in crema il mascara solido e eyeliner anche quello solido e poi diventato liquido anni dopo… ha anche tutti i libri sulla bellezza… e su come ci si doveva truccare nelle diverse occasioni…

  73. Il mascara per capelli l’avevo comprato anch’io a 14 anni, però era di una di quelle marche da supermercato ed era terribile! non si asciugava mai.mentre il proteggi palpebra l’ho comprato l’anno scorso su ebay! ;D

  74. Noooo, il rossetto marrone non lo metterò mai!
    Io spero che continui il trend anni cinquanta perchè trovo che sia fascinosissimo!

  75. ciao clio 🙂 nel post hai scritto che gli anni ’30 sono stati particolarmente innovativi per
    quanto riguarda il make up… potresti dirci qualcosa di più? sarebbe
    bello scoprire un po’ di “storia del make up” 🙂
    grazie per la tua disponibilità su questo blog, un bacio 🙂

  76. Con questo post mi hai davvero aperto gli occhi;-) quella del mascara solido con lo spazzolino non la sapevo, questo tuffo nel passato è stato davvero utile;-);-)
    Un big bacio a tutte e a te clio!!;-);-);-)

  77. Un post davvero stupendo!! Lo adoro…mi è piaciauto il fatto che ci hai fatto notare (scusate il gioco di parole 😀 ) come tutto ritorna… non sapevo tutto quello che ci hai detto e l’ho trovato stupefacente… ti adoro!!!!

  78. Io cerco di salvare il pranzo x mio fratello e il mio ragazzo mi ridicolizza pubblicamente..ma che carinoooo…ahhhh…oggi lo strozzo..ma con amore..ahahahah..

  79. bellissimo excursus della moda make up,il mascara solido con lo spazzolino l’ho avuto fino a pochi anni fa. Era di mia madre che ci sputazzava dentro e poi lo applicava…fantastico….anni 50/60 Brava Clio tutto molto interessante.

  80. bello questo post!!mamamama cosa sono i rossetti che cambiano colore?mi sono persa qualcosa??come funzionano,qualcuna li ha provati già?

  81. Clio questo post è stato incredibilmente interessante per me! Grazie! Dalle foto dei prodotti di make up antichi (bellissimi!!! E affascinanti), a tutte le curiosità che ci hai dato la possibilità di scoprire!!! Sei grande Cliuzza!

  82. ahahah stessa cosa anche a me ieri!! stavo leggendo e mi si è bruciato il sugo e scotta la pasta, povero mio moroso che se l’è dovuta cuccare lo stesso!!

  83. Ester davvero si usava così il mascara? Non lo avrei mai immaginato! 😀
    È vero, guardando le foto, le nonne avevano qualcosa di super affascinante in loro! Che belle!

  84. la prima volta che ho visto un piegaciglia avrò avuto circa 6 anni…ed era proprio quello di mia nonna! XD ogni volta che lo guardavo mi chiedevo che diavoleria fosse!

  85. Wao bellissimo post! Non conoscevo la “storia” del make up e la cosa mi affascina!! Comunque lo stesso vale anche nell’abbigliamento, alcuni modelli di moda in questo periodo sono ripresi da quelli che si usavano tempo fa, certo ci sarà qualche minimo cambiamento, ma l’idea generale è quella! 🙂

  86. Sìììì te l’assicuro, ricordo benissimo questo particolare del mascara solido sputacchioso perché mi faceva ridere ogni volta!!!
    Pensa che anni fa, quando non ero ancora patitissima come adesso del trucco, ho commesso il DELITTO di buttarne uno, che era di non ricordo più quale mia parente ormai anziana!
    Mannaggia, l’avessi tenuto!!! aaaahhhh
    ciao Chiaretta!!

  87. I fuseaux vero!!!!!avevano tutte le combinazioni di colori possibili ed immaginabili in un unico paio!!!

  88. nooo davvero rilanceranno i rossetti marroni? Ok i gusti son gusti, ma non posso proprio vederli! Ricordo quando li indossava la mia mamma quando ero piccola… Non la potevo guardare! Penso siano dei rossetti troppo particolari che in pochissime possono portare, perché mi danno l’impressione di invecchiare molto il volto

  89. ok perfetto ragazze SIETE GRANDIIIII, siamo pronte per una petizione alle case cosmetiche!

    baci a tutteeeeeeeeeee!!!!!

  90. anche io ho la pelle bianchissima ragazze e la adoro!! non capisco perché la gente la odi tanto…io la trovo femminile, sensuale ed elegante, con quel fascino vintage che pochi capiscono eheh per fortuna il mio ragazzo la pensa come me!

  91. Clio questo post è favolosooo! Mi piace davvero un sacco 🙂
    Io avevo i mascara colorati per i capelli già alle elementari perchè nel periodo di carnevale davo sempre il meglio di me 😛 Mi attirano tantissimo gli eye-liner adesivi però in Italia nei negozi non si vedono molto e (stranamente) sono una delle poche cose che non mi fido a comprare su internet perchè voglio accertarmi della forma che hanno: spesso in foto sembrano in un modo ma se solo avvicini la confezione all’occhio capisci che in realtà sono completamente diversi da come li avevi immaginati! Gli avevo trovati a Londra ma erano decisamente troppo INUSUALI per poter essere riutilizzati in Italia 🙁

  92. Ahahahah..io invece glielo stavo leggendo x acculturarlo!! La terra x il viso la chiama fango!!!!!!!!!!ahhhh..che lavoraccio sto facendo..ihihih..xò ho salv il pranzo x mio fratello..

  93. anche debby ha ”lanciato” di recente in limited edition il kissmylipsDUO ,un rossetto diviso in due colori, io li avevo quand ero piccola negli anni ’90 (rubati a mia mamma e sorella ). piu che altro su di me funzionerà l effetto nostalgia xkè lo comprerò!

  94. No, i rossetti marroni no… sono orribili da vedersi e non donano praticamente a nessuna. Io adoro il Make Up vintage, ho iniziato ad appassionarmi vedendo la magnifica collezione di Lisa Eldridge (esistono video su youtube che mostrano i suoi viaggi nella storia del Make Up). Hanno dei packaging che, da soli, farebbero la gioia di ogni vera appassionata…veri oggetti d’arte! Anche Charlotte Tilbury illustra spesso, nei suoi post, foto di prodotti Make Up vintage. Clio perché non ci fai dei post dedicati ai diversi stili Make Up nelle varie epoche storiche? Dal 700 in poi ce n’è per tutti i gusti!

  95. Sono contenta che in tante condividiate questa idea perché io adoro la pelle chiara, la trovo affascinante e raffinata..chissà magari siamo sulla buona strada. Anch’io non rinuncio mai a una protezione solare alta, estate e inverno.

  96. Io sono bianca malatina e non mi piace abbronzarmi. La sensazione è di fare solo dei danni alla mia pelle e non rinuncio mai alla crema solare in qualsiasi stagione. Non riesco proprio a capire la lampada-mania!

  97. È vero! Io la matita chiara sulla rima interna la uso da una vita grazie proprio a Diego dalla Palma che teneva una rubrica su non ricordo quale rivista che comprava mia madre. Correvano gli anni ’80. E ricordo di aver imparato altri trucchetti da lui, come l’uso dell’illuminante. Ero abbastanza piccola allora purtroppo e non ricordo tutto tutto… mannaggia! Ah, se avessi conservato quelle rubriche!

  98. Fortunatamente solo dei flash, qualche capo ogni tanto…
    Io sto dicendo diffusione capillare, ovvero tutti i capi con delle maniche attaccate!
    Aiutooo!

  99. Aaah mi unisco anche io!! Sono fiera della mia pelle chiara e anche io aspetto con ansia che ritorni di moda!! Insomma le mode si ripetono sempre, ma questa non è più tornata!!

  100. sono d’accordo! di sicuro è più bella ed elegante della pelle color carota-bruciata di chi si fa le lampade..Orrore!!!

  101. Sono la decima…non mi piace abbronzarmi e sto molto attenta a proteggere la mia pelle bianca e pura..solo un po di colorito leggermente dorato mi piace nei mesi più caldi ma sempre latte solare protezione 50!!

  102. Da quando hanno messo sul mercato queste bb e cc cream hanno allo stesso tempo fatto sparire dalla circolazione le mie tanto amate “creme colorate”. Le commesse mi dicono -Ma vedi che è la stessa cosa!- No no no mai e poi mai!!! Io con le creme colorate non ho mai avuto un brufolo o la pelle tirata, le bb sono una tortura per il mio faccino 🙁 . Sinceramente qualcuna ancora c’è…ultimamente ho comprato quella clarence però miseria un sacco di soldi e 2 tonalità…

  103. Ricordo un rossetto della mia mammina che le rubavo sempre da piccola 🙂 impossibile non notarlo..io ero piccina e quel rossetto blu spiccava tra i rossi, ma una volta indossato il blu spariva e rivelava la tonalità di fucsia/rosa più adatta al tuo colore di labbra..mi piacerebbe ritrovarlo almeno in foto ma purtroppo è passato troppo tempo per ricordarmi la marca 🙂 bhé da almeno un anno ho visto diversi marchi (sicuramente L’Oreal e Catrice) riproporre lo stesso prodotto che era finito nel dimenticatoio..fate conto che il rossetto sarà stato degli anni fine 80/inizio 90 🙂

  104. Ah, le nonne… <3 I must di mia nonna erano due: rossetto rosso e cipria, sempre a portata di mano anche nella borsa! Ed era bellissima <3

  105. che bel post Clio, molto interessante!! io i mascara colorati li usavo più o meno quando ero alle medie, cioè una decina d’anni fa..mi ricordo che ne ho avuto uno blu, si poteva usare sia per i capelli che per le ciglia.. ovviamente l’avevo finito subito, da amante del blu non potevo non usarlo tutti i giorni 🙂

  106. lo immagino, sìììì, bella e splendente senza bisogno dell’intera Sephora nella borsetta….mitiche nonne!

  107. HELP: qualcuna mi sa dire dove posso trovare i mascara colorati per capelli e soprattutto il “proteggi palpebra”? =( possibilmente non online…. grassieeee

  108. Bellissimo post, ma secondo me dal 2000 in poi, ma anche molto prima, manca proprio la creatività! Sono gli anni dell’usa e getta, le vere menti creative sono defunte, e ciò spiega perchè oggi va di moda tutto. Le menti vuote di oggi fanno cose stupide e inutili solo per fare cassa.
    In tutti i campi.
    Aspettando il nuovo messia vi saluto *.*

  109. Ciao a tutte!Secondo me come ha scritto sopra Clio torneranno sicuramente i rossetti marroni anche perché è già da un pò che sono tornati gli anni’90 e con loro lo stile minimale quindi se non mi sbaglio oltre a rossetto marrone anche occhi molto marcati.Clio ma lo sai che ho conosciuto la matita color burro proprio da te!e in un video tutorial di un truccatore infatti parlavano proprio di questa matita e del fatto che fossi stata proprio tu a chiamarla cosi 😉

  110. Fortissimo! 🙂 grazie! ho scoperto una cosa che non avrei mai immaginato! :)))
    Ciao Ester! 🙂
    ps mi dispiace per il mascara che hai buttato! Anche a me qualche volta è capitato di regalare o buttare qualcosa che poi dopo volevo di nuovo! Infatti ora conservo quasi tutto… ed ho la camera piena!!!!

  111. Figurati!!! Se non fosse stato per la mia nonnina non l’avrei mai saputo nemmeno io!!! Eh le nonne insegnano sempre qualcosa!
    Ahahahahah, conservina!!! Pure io adesso sono così, conservina, anche se continuo a fare qualche “delitto” ancora!
    Ciao tesoro!

  112. Bellissimo post, è bello poter scoprire come alla fine le mode cambino ma non cambino mai 🙂 comunque qualsiasi cosa accada io spero, Spero e SPERO che la moda del contorno labbra scuro (o addirittura nero) rimanga solo un ahimè brutto ricordo degli anni passati! Sono la sola a pensarla così? XD

  113. Bellissimo il piegaciglia, ne sono una cultrice ed è stato il mio primo “trucco” in assoluto 🙂
    Ah, il rossetto che cambia colore a seconda della pigmentazione delle labbra lo fa anche Catrice!

  114. Ma dai!!! eheheheh mi fa sorridere questa cosa, e immaginare te bimba che assistevi affascinata al suo rituale di bellezza 🙂
    Io invece ho via un “porta rossetto” e un porta cipria dorati e decorati che appartenevano ad una mia trisavola! Anche se non hanno un valore economico e non sono più utilizzabili, per me valgono immensamente e non me ne saparerei mai <3

  115. Bellisimo questo post! Ma i fogli con i disegni erano le istruzioni per l’uso?? Mi ricordano i disegni di Leonardo Da Vinci!

  116. …esatto…adesso si vedono ragazze bellissime curate e sempre perfette ma…rigide,tristi,nevrotiche…la morbidezza e la ‘donnità’ delle nostre mamme e nonne si è, ahimè persa…che peccato!!

  117. E sapete che mia mamma, che negli anni 60 aveva usato ancora questa tipologia di “rimmel”, dice che erano molto meglio di quelli in tubetto? Meno pratici ma molto più intensi e duraturi, non sbavano mai!!

  118. Che flashback…anche io da piccola avevo il mascara per capelli…blu e giallo-oro…che ricordo!!!
    Molto interessante come sempre!

  119. Ma dai Ambra!!! Che belli gli oggetti che conservi!! La metti una fotina, per favore? Io li trovo bellissimi quei ricordi…
    Sai che anche io ho un porta cipria? Era di mia nonna ma forse addirittura della sua mamma. Ora lo uso per tenerci il cotone (lo tengo sul tavolo vicino agli smalti e al necessario per la manicure), così almeno non giace solo soletto e mi ricorda la mia nonnina…
    Hai ragione, il valore affettivo annulla quello economico!
    Bacione grande!

  120. Risultati esteticamente pessimi e danni irreversibili alla salute.
    Non è terrorismo, è realtà (un po’ taciuta).
    😉

  121. Post che va a braccetto con quello dell’arte e del concetto che, in quest’epoca, l’arte si realizza attraverso la rivisitazione di espressioni precedenti.
    Ma questo significa che, per quanto prolungato possa essere questo periodo di rivisitazione, il prossimo ciclo sarà di innovazione senza precedenti.

  122. Ciao Clio! Diciamo che io su un paio di cose ho avuto una illuminazione da mia madre o da mia nonna! Magari arrivavo tutta felice gasatissima perché credevo di aver appena comprato una cosa innovativissima e loro due mi smorzavano gli entusiasmi con frasi tipo “oddio ma lo vendono ancora questo??” XD e MAGARI me le fregavano pure! In “onore dei vecchi tempi” era la scusa! XD

  123. Ciao Clio ho letto solo ora questo post (ma dov’era?) e mi è davvero piaciuto tantissimo! Come ti ho scritto nei consigli x il blog, mi piacerebbe rivedere le varie epoche in modo + dettagliato…Sono un’appassionata di abiti anni 20 e vintage in generale e mi piace abbinare il make up giusto per ogni look anche se sempre con un po’ di personalità! Trovo che al giorno d’oggi ognuno sia libero di esprimere sempre le proprie preferenze, è tutto concesso e valido e la trovo un’ottima conquista degli anni 2.0! Un abbraccio!!!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here