Ciao ragazze!

Driiiiin! La campanella è suonata, tutte sui banchi di scuola! 🙂 Eheh, ebbene sì! Viste le numerose richieste nei giorni scorsi, ho pensato di fare questo post con qualche nozione di base un po’ per tutte voi, non solo per le ragazze che da poco si sono affacciate nel mondo del makeup. Già, perché anche se navighiamo da tempo nell’immenso oceano dei cosmetici, spesso può succedere di fare ancora un po’ di confusione tra i diversi termini o significati di alcune parole come colore CALDO o FREDDO, FINISH SATINATO, PERLATO, SHIMMER etc! Coraggio quindi, ora vi tocca studiare! (poi vi interrogo eh! 😛 ) Iniziamo con questo breve ripasso!

Che mondo sarebbe senza colori? *_*
Che mondo sarebbe senza colori? *_*


Partiamo dai colori e dalle loro diverse tonalità grazie ai cosiddetti ‘sottotoni‘, ovvero quei colori ‘nascosti’ e impercettibili che donano ai vari rossi, marroni e rosa etc una nuance diversa. Vi ricordate? Ne avevamo parlato anche qui, per quanto riguarda quelli della nostra pelle.
Ebbene, come per la nostra carnagione, anche tutti gli altri colori possono avere al loro interno una certa percentuale di ‘caldo’ o ‘freddo’ ovvero di ‘giallo’ o ‘blu’.
Sulla nostra cara e vecchia ruota dei colori poi, questa distinizione è rappresentata molto bene, con una linea retta che taglia perfettamente a metà la ruota e divide tutte le nuances in calde e fredde:
color_wheel
Come potete notare, nella parte di sinistra ci sono i colori ‘caldi’ (warm), ovvero quelli con una maggiore quantità di giallo all’interno; nella parte destra quelli ‘freddi’ (cold), con più blu al loro interno.
Ma vediamoli meglio nello specifico:
i colori caldi sono realizzati con arancio, rosso, giallo, combinando questi colori tra loro. Come indica il nome, tendono a farci pensare alla luce solare e al calore. Si parte dal giallo classico (che è un colore primario) con le sue sfumature , si passa poi per l’arancione e il rosso, fino ad arrivare al color Cremisi, ovvero una tonalità di rosso porpora che ha ancora in sè il sottotono caldo ma che è già vicina al Viola, che fa parte dei freddi perché contiene più blu.

L'insieme dei colori caldi
L’insieme dei colori caldi

Dal Violet (viola) sulla ruota iniza l’altra metà dei colori freddi, realizzati con i blu e i verdi passando per il Blu classico (anch’esso primario) fino ad arrivare al Verde lime che come sapete si ottiene dal blu e dal giallo. E da qui ricomincia il giro.

L'insieme dei colori freddi
L’insieme dei colori freddi

Questa distinzione dei colori in caldi e freddi è importante soprattutto quando si sceglie il fondotinta, come vi dicevo nel post dedicato al sottotono della pelle.  Capire la differenza tra i fondi più gialli e fondi più rosa è indispensabile per avere un buon effetto finale.
Anche per scegliere il blush può essere utile capire questa distinzione. Si può giocare ad esempio sul contrasto, ma ci sono dei colori che ci stanno meglio rispetto ad altri: ad esempio i toni di blush più freddi vanno bene per le ragazze che hanno un sottotono altrettanto freddo, quelli più caldi per quelle con sottotono caldo.

Definig blush di Catrice n.030 Cheek Charm (freddo)
Definig blush di Catrice n.030 Cheek Charm (freddo)
Blush in crema Ysl Velvet peach (più caldo)
Blush in crema Ysl Velvet peach (più caldo)

Stesso discorso per i rossetti: se una ragazza ha la pelle molto chiara dal sottotono freddo, io consiglierei di usare comunque dei rossetti dallo stesso sottotono. Invece una ragazza con la carnagione dal sottotono più caldo-giallo, secondo me starà meglio con un rossetto altrettanto caldo e meno con rossetti freddi. Poi naturalmente, anche qui, molto dipende appunto dal gusto personale.

Rossetto tinta rosso ma con sottotono caldo (quasi arancione). Questo è Ysl Rouge Pur Couture 08.
Prendiamo ad esempio i classici rossetti rossi. Questo ha un sottotono caldo (quasi arancione). E’ il Rouge Pur Couture 08 di YSL.
Quest'altro è sempre rosso, ma come vedete oltre ad essere più scuro ha un sottotono più blu e freddo. Questo è il Super Stay 14 hour, in 060 Continuous Cranberry do Maybelline
Quest’altro è sempre rosso, ma come vedete oltre ad essere più scuro ha un sottotono più blu e freddo. E’ il Super Stay 14 hour, in 060 Continuous Cranberry do Maybelline

Per capire meglio quali sono i colori e i sottotoni che ci stanno meglio si può prendere quindi in considerazione questa regola generica: se i vostri occhi sono castani, nocciola o verdi e i vostri capelli sono scuri, castani o neri, arancioni o biondi, molto probabilmente avete la carnagione di un sottotono caldo e vi staranno meglio i toni altrettanto caldi che vi ho fatto vedere prima. Se invece avete gli occhi blu, azzurri, grigi, e i capelli biondo chiaro, neri o castani o rosso scuro allora la vostra carnagione sarà molto probabilmente con un sottotono freddo, quindi vi staranno meglio i colori altrettanto freddi.

Questa è una cosa che potete capire anche con i vestiti che indossate. Ad esempio, vi faccio un esempio che mi riguarda. Qualche giorno fa ho messo una mia foto su Facebook con una maglia arancione e in tantissimissime mi hanno fatto i complimenti dicendomi che era un colore che mi donava tantissimo:

A proposito... l'agenda è arrivata! ;-)
A proposito… l’agenda è arrivata! ;-)

Questo significa che loro mi vedono meglio con i colori caldi  e questi stessi colori tirano fuori un lato forse più solare e vivace di me. Quando invece indosso una maglia blu elettrica o un vestito su queste tonalità (ovvero un colore freddo che anche sulla ruota dei colori è opposto all’arancio) forse agli altri risulto piu’ fredda ed algida. Questo non vuol dire che mi sta male, ma di sicuro cambia la percezione degli altri su di me.

Ok, sorrido e sono solare anche qui, ma notate come sembro diversa con il blu?
Ok, sorrido e sono solare anche qui, ma notate come sembro diversa con il blu?

E’ più chiaro ora? Se siete ancora vive dopo tutte queste nozioni sui colori e sottotoni, ora passerei all’altro tema dei finish! Cliccate qui per la seconda parte della lezion… ehm, del post! 😀