Ciao ragazze!

Il post di oggi sarà dedicato a quei prodottini che occupano un posto speciale nel mio cuore…e nel mio beauty! In mezzo alla miriade di cose che provo, che entrano e escono da casa mia, ci sono dei prodotti che non possono mai mancare e che ricompro da anni, prima ancora di terminare la confezione in uso, perchè al solo pensiero di rimanere sprovvista mi manca la terra sotto i piedi! Siccome sono una curiosona (e so che lo siete anche voi eheheh!) ho voluto porre lo stesso quesito anche alle ragazze del mio team! Ne sentiremo delle belle! Pronte?

collage

I prodotti di cui parleremo oggi non sono prodotti di makeup, perchè quando si parla di trucco i miei must have li conoscete più che bene… vi dice niente l’aggettivo ‘sfigatine’ abbinato ad un sostantivo a caso, tipo ‘sopracciglia’ eheheh?! Piuttosto, si tratta di cose che rientrano nell’ambito del beauty e che rappresentano degli irrinunciabili step della nostra routine giornaliera, settimanale o comunque periodica. Che ne dite, li andiamo a scoprire? Cominciamo con i miei!

image1

I miei ‘mai più senza’ per eccellenza, quelli che mi hanno fatto venire l’idea di fare questo post, sono sicuramente i cerottini per i punti neri. Comincio col dirvi che non tutti mi piacciono allo stesso modo! Ad esempio, quando sono stata in Giappone, ne ho comprati alcuni che non mi sono piaciuti affatto: l’applicazione era nettamente diversa dalla classica modalità a cui siamo abituate! Infatti non era la pelle a dover essere bagnata ma i cerottini stessi, prima di essere applicati. Il problema principale era ovviamente capire quanto andassero bagnati: tanto? Poco? E di certo le istruzioni in giapponese non erano di grande aiuto ehehe! Di conseguenza mi ritrovavo a toppare sempre la tempistica e non mi veniva mai via niente!

I miei preferiti sono sicuramente quelli della Bioré: da maniaca della caccia al punto nero non mi accontento di quelli ordinari, ma preferisco piuttosto quelli che puliscono più a fondo, gli ‘ultra deep cleansing pore strips‘.

300

In realtà si tratta di cerottini fatti apposta per il naso, ma io di solito li uso sul mento perchè è proprio lì che ho più bisogno, mentre sul naso li userò si e no una volta al mese. Non so se in Italia potete reperire questo brand, ma quelli della Nivea, che trovo abbastanza validi, li potete trovare senza problemi.

Cerotti-per-i-punti-neri-Nivea

Un difetto che ho riscontrato in quest’ultimi, però, è il taglio: quelli per mento e fronte sono a forma di triangolo e li trovo troppo piccolini, non esattamente l’ideale per le mie esigenze. Di conseguenza mi ritrovavo ad utilizzare sempre quelli per il naso, decisamente più grandi, oppure ad usarli due per volta!

6b17675a25ed11e3a5b622000a9f1254_7

Perchè non potrei vivere senza i cerottini? Nonostante non abbia una miriade di punti neri posso dire di essere abbastanza fissata con queste impurità, e questi prodotti mi aiutano veramente tanto a combatterle: riesco a togliere almeno il 50% e vi assicuro che vuol dire tanto! Spesso ho letto opinioni discordanti su questo genere di prodotti, ossia c’è chi afferma che non siano poi così efficaci: quel che posso dire, in base alla mia esperienza, è che i punti neri più radicati e profondi in effetti non li portano via, mentre quelli più ‘giovani’ e superficiali non hanno scampo, a patto che troviate la giusta modalità di utilizzo. Mi spiego meglio: per ottenere il massimo del risultato dovete bagnare la pelle al punto giusto, ne’ troppo (perchè se no non si asciugano e quando andate a staccare vi resta lo strato bianco attaccato alla pelle) ne’ troppo poco (perchè se no non si attaccano).

Vi svelo anche un altro segreto che vi può essere molto utile: la stanza non deve essere troppo umida altrimenti non si attaccano ne’ asciugano come devono! Ad esempio d’estate è molto più difficile fare un lavoretto coi fiocchi, mentre d’inverno è bene evitare di usarli nella stanza dove avete appena fatto la doccia perchè c’è troppa umidità! Dunque si al vapore per aprire i pori, ma poi quando applicate i cerottini cercate di tenerlo lontano, altrimenti saranno decisamente meno efficaci! Io, ad esempio, li uso dopo aver fatto la doccia: prima faccio una maschera, di solito purificante, tipo la Mint Julep, in modo da aprire i pori ben bene, e poi li applico in un’altra stanza.

Immagine

O all’aperto quando sono in Italia! 🙂

Purtroppo, come vi accennavo anche prima, questi cerottini non fanno miracoli quando si parla di punti neri belli vecchiottis, che sono lì da tempo e sono ricoperti da un nuovo strato di pelle che rende difficile la fuori uscita. Dunque la cosa migliore, in questi casi, è fare prima uno scrub, in modo da facilitare la presa sui maledetti!

Il mio secondo must have è un prodotto per capelli: l’hair gloss Fabuloso EVO, un riflessante per capelli di cui vi ho già parlato quest’estate! Che dire: lo amo alla follia! Lo uso da circa 7/8 mesi e non ce la faccio più a stare senza! Devo confessare che l’amore è scattato da quando ho preso la colorazione Chestnut, il castano!

chestnut

In precedenza avevo preso il color Caramel che era troppo simile al colore dei miei capelli: a livello di lucentezza e idratazione ero soddisfatta, ma sul piano tonalità non notavo alcuno stravolgimento dopo l’applicazione.

10832041-1375090030-698177

Con il Chestnut è tutta un’altra storia: la differenza a livello di colore si nota eccome! Partendo da una base di capelli leggermente ‘carotina’ questo castano fa uscire fuori una tonalità caramello scuro, intenso, che mi piace moltissimo! Insomma, posso dire di aver trovato la combinazione di colori perfetta per i miei capelli, che mi consente di sentirmi meno in colpa per le poche capatine che faccio dal parrucchiere!

1597242_272139229649712_101841419_nE’ arrivata l’ora di tornarci però! Basta rimandare! Long bob si… o long bob no?! Questo è il dilemma!

Pensate che mentre l’ultimo taglio risale a settembre, è addirittura dallo scorso febbraio che un parrucchiere non mi sistema il colore! Il rischio, ovviamente, è che i capelli diventino un po’ insipidi in effetti, ma grazie a questo prodotto riesco a renderli sempre presentabili, seppur non perfetti come li può rendere solo una mano professionale: il Fabuloso li idrata molto e mi permette di avere un colore bello intenso, più caldo, che rende i miei capelli decisamente meno spenti e piatti! Chiaramente non mi permette di rinunciare del tutto alla tinta, che una volta ogni tanto devo comunque fare, ma è un ottimo rimedio per stressare un po’ meno i capelli e averli comunque in ordine! Per di più basta tenerlo in posa solo tre minuti: dunque è perfetto anche per chi è sempre di corsa e ha pochissimo tempo da dedicare alla chioma!

sleekhair_2270_95044045

Tra l’altro recentemente ho provato anche un altro colore più tendente al rosso, il Mahogany, ma non mi sento proprio di consigliarvelo perchè è stata un’esperienza tremenda: il rosso era mooolto intenso, ma il risultato poco omogeneo! Per di più mi ha macchiato tutte le mani: abituata con le altre tonalità, che non mi hanno mai dato questo genere di problema, non ho messo i guanti e mi sono ritrovata nel panico, a cercare di smacchiare la pelle tra un’applicazione e l’altra del prodotto… risultato? Ho fatto un vero pastrocchio! 🙁 I capelli sono usciti fuori a chiazze e sono stata costretta a lavarli più volte e a passare anche il Chestnut per salvare il salvabile! Morale della favola: il prodotto è fantastico, ma se volete un consiglio scegliete un tono su tono piuttosto che un colore un po’ più pazzo perchè, pur essendo un riflessante e non una tinta, un minimo tinge eccome!

Chi altro nel team non può rinunciare a capelli idratati e dall’aspetto sano? Lo potete scoprire nella prossima parte del post!