Ciao ragazze!

So che alcune di voi staranno già ridacchiando all’idea di che cosa potrà mai parlare questo post! Beh, bando ai pregiudizi e armate di un po’ di sana ironia, oggi si parla di piacere femminile! Da prendere un po’ alla leggera, per la cosa naturale e spontanea che è. I sex toys ormai sono diffusissimi e, almeno qua in America, nessuno si scandalizza più! Colorati, seri, divertenti, di design, studiati, di lusso… sex toys sì o sex toys no?

buxxxer
Vi presento rispettivamente Geena, Clitt e Woody i sex toys di Buxxxer, venduti anche in Italia per 69 e 79€ ! Carini, no? ;-)

Come vi dicevo non voglio fare la trasgressiva con questo post, ma abbattere un tabù un po’ datato sì! Si avvicina San Valentino e subito i negozi promuovono biancheria intima sexy, vestaglie di seta, profumi provocanti… ma sono questo tipo di regalo può piacere sia a chi è in coppia, sia a chi non lo è, eheheh!!

FORM3_composite_YvesBéhar_clio
“Questa non è una Beauty Blender”, ehehehe! JimmyJane è un vibratore waterproff di design. 139$

Per rompere il giacchio vi racconto un episodio di Mad Men che secondo me riesce subito a togliere qualche pregiudizio (se siete curiose, parlo della 1×11): all’azienda pubblicitaria Sterling Cooper, set di praticamente tutta la serie, viene commissionata una pubblicità per quello che oggi chiameremmo un elettrostimolatore (per gli amici: Tesmed!), peccato che però tra i pubblicitari non ci sia nemmeno una donna (siamo negli anni ’60!) e visto che le statistiche di cui è fornita l’azienda non segnalano alcun beneficio dal punto di vista fisico (niente perdita di peso, diminuzione della circonferenza ecc…) non riescono a capacitarsi del successo di questo arnese…!

tesmed_Clio

La verità è che questa versione “vintage” dell’elettrostimolatore era praticamente una mutandona vibrante che, anche se non aiutava affatto a combattere la cellulite, stimolava molto il piacere femminile! Ecco perchè venne poi chiamato, maliziosamente, “stimolatore” e non “exercise belt” (cintura per fare esercizio) come era stato proposto.

indian summer mad men cliomakeup
Ecco Peggy alle prese con il suo stimolatore nella puntata di Mad Men di cui vi sto parlando

In poche parole le donne, anche negli anni ’60, anche se sposate e anche se ben lontane dall’essere “trasgressive”, con la scusa della perdita di peso, avevano trovato il modo per nascondere (sotto al naso) ai mariti e agli occhi della gente l’uso di un comunissimo…vibratore!

masters-of-sex-showtime-2013 (1)
Un’altra serie che parla proprio di questo è Masters of Sex: un ginecologo e una psicologa indagano (“dal vivo”) il tema del piacere femminile proprio negli anni ’60!

Questo per dire che non abbiamo a che fare con qualche “diavoleria moderna”, fatta solo per ragazze troppo spigliate e sexy, ma di qualcosa che non ha mai fatto male a nessuno e che era già comune più di 50 anni fa! Oggi, per fortuna, non c’è più bisogno di nascondersi come allora e si può dare all’oggetto un nome più esplicito: tutto qui! E forse per questo possiamo anche dire “grazie” a un’altra serie Tv che ha fatto storia: Sex And The City, ovviamente!

carrie_vibratore_clio

Sapete che invece la serie che è stata considerata come la prima a parlare in modo esplicito di sesso, rivoluzionando davvero la percezione comune su questo argomento, è stata Friends? Aaaah, gli anni ’90!

tumblr_mab3gl2TCo1rgz12yo6_400

 

Ma bando alle ciance, torniamo a noi! Che vogliate fare un regalo alla vostra migliore amica, che siate solo curiose o che vi vogliate fare una risata… nella prossima pagina trovate i sex toy più accessibili, quelli più esclusivi, quelli più strani (promesso: c’è anche del makeup!) e i più divertenti!