Ciao ragazze!

Oggi vi propongo una piccola discussione. I mesi di palestra, le diete, le creme e i trattamenti che si accumulano prima dell’estate… perché, li facciamo? L’obiettivo vero è quello, al di là del mantenersi “sane”, di apparire con un bel corpo quando siamo “nude”(/in costume) o di farci cadere addosso vestiti nel modo migliore? Se doveste scegliere, preferireste essere al meglio in costume da bagno, o con un abito? Non è forse vero che ci affatichiamo tanto per… una settimana all’anno? Si può dire che una delle due bellezze sia “più vera”? E poi… perché esiste questa differenza? E’ un problema di forme, o di abbigliamento? La moda sta cambiando in nostro favore… o no?

Se pensate che queste domande vi tocchino, qui vedrete un po’ come la penso io, come penso che la storia dei costumi da bagno ci stia venendo un po’ incontro…ma certi brand di beachwear no!!!

cameron diaz_swimwear_dressed
Cameron Diaz, allenatissima e magrissima, sta decisamente meglio con un tubino addosso che in costume da bagno!

Dato per scontato che bisogna mangiare bene e fare sport per un motivo di salute, prima ancora che estetico, tutte sappiamo quanti sacrifici, sforzi e complessi ci riserviamo per il periodo estivo. Ma ne vale la pena? Alla fine, per quanto tempo saremo davvero “scoperte“? Le più fortunate, forse per 10 giorni in tutta l’estate! (Certo, se abitate al mare, fate le bagnine o siete ancora al liceo, forse la cosa è un po’ diversa).

tess holliday
Esempio un po’ “estremo“: Tess Holliday, la modella obesa diventata famosa proprio per “avercela fatta”, sta decisamente meglio in lingerie che vestita

Eppure, ovviamente, non è bello essere in difficoltà in tutte le occasioni in cui si ci si deve scoprire un po’ di più. Insomma, il dilemma è un po’ quello delle mutande di Bridget Jones: meglio avere delle mutante orribili che però la faranno essere perfetta con il vestito addosso (ma, qualora avesse successo, doversi vergognare nel momento clou), o puntare su una biancheria sexy, che però potrebbe non dover mai entrare in gioco, visto che l’abito la farà sembrare fuori forma?

bridget-jones
Bridget formalizza la regola in questo modo: «Le possibilità di arrivare al dunque con un uomo aumentano quanto più sono brutte le mutande che si indossano»

Insomma, io stessa mi rendo conto di star meglio anche solo “un po’ ” vestita e penso che il problema sia una questione di proporzioni. Io, nonostante il seno, ho il torace piccolino e mi piace enfatizzare coi vestiti il punto vita, senza mettere in risalto i fianchi non altrettanto stretti. Vestiti ed accessori, un po’ come il trucco, ci permettono di ricreare proporzioni che mancano e spostare l’attenzione là dove vogliamo.

IMG_2283

Ma non si pensi che il problema sia solo delle ragazze con taglie sopra alla 38!! Le modelle, magre e spesso striminzite come sono (quindi, no non stiamo parlando degli angeli di Victoria’s Secrets), stanno decisamente meglio vestite che nude: a loro nessun paio di pantaloni “tirerà” mai sulle cosce, ma vi assicuro che la “pagano” una volta svestite, ritrovandosi talvolta senza forme e con fisici che non sempre rispecchiano “l’ideale femminile”.

Emporio-Armani-SS14-04
Emporio Armani SS14

Insomma, constatando questa realtà, mi sono chiesta per quale delle due cose è meglio “impegnarsi”. Se si chiedesse ad un uomo sono certa al 99% che risponderebbe di preferire una ragazza che sta bene nuda ma che da vestita non è valorizzata, eppure “il mondo”, nel senso dei canoni di bellezza (che propongono modelle dal fisico “dritto” e che considerano Jennifer Lawrence la “grassa di Hollywood”) sembrano proprio dirci il contrario.

eh già, proprio grassiiiissima -.-"
eh già, proprio grassiiiissima -.-“

Il perché esistano ragazze che, come me, si sentono maggiormente a loro agio vestite rispetto a quando sono nude, mi pare chiaro. Come già detto, con qualche accortezza, gli abiti possono compensare le piccole sproporzioni: se non si ha il punto vita si cercheranno abiti con le spalle e i fianchi definiti, se si ha la parte di sopra più sviluppata di quella di sotto si preferiranno gonne a ruota e pantaloni dal taglio “carrott fit”, se come me si hanno i fianchi più larghi del busto, si punterà ad enfatizzare la vita ecc…

bodyshapes

Ciò che invece trovo abbastanza inspiegabile è quando avviene il contrario: quando una ragazza sta meglio in déshabillé che vestita. Mi sono resa conto che avviene di solito con chi ha un fisico formoso ma proporzionato. E sapete cosa ho capito? Che il problema non è affatto del fisico… ma degli abiti.

Continuo il discorso a pagina 2, vi do una buona notizia… e una cattivella! 😉 Continuate a leggere!