Ciao a tutte!

C’era una volta, nella terra delle passerelle e dei tappeti rossi, un re francese che, incontrastato, abbelliva ogni suo suddito con gonne ampie e vite strette, drappi di chiffon e seta, marchiando la storia con il suo nome leggendario: Dior. Difficilmente, il re ha mai lasciato che altri si seggano sul suo trono, ma ultimamente ci sono due pretendenti della corona che vanno tenuti d’occhio.

Se anche voi sognate abiti da favola e volete sapere qualcosa in più di questo piccolo grande regno, leggete questa storia e scoprite la rapida e favolosa ascesa di Ralph & Russo e Georges Hobeika. Sono davvero i nuovi Dior e Elie Saab?

gh-rr

Si diceva: terra lontana, tappeti rossi, re Dior. Beh, non molto dopo la sua incoronazione, una giovane donna, che dalle terre americane era arrivata nel regno e si era affermata come la ragazza più elegante e contesa, s’innamorò di un altro principe, Givenchy, il quale, reso potente da questo amore, iniziò ad ambire al trono.

Audrey Hepburn in Givenchy
Audrey Hepburn interpreta Sabrina, nel famosissimo abito Givenchy
68de227ea0b03853db65a458c9f81703
Di nuovo Audrey in Givenchy

Passarono gli anni e i principi francesi cercarono di ignorare la concorrenza di regni forse meno fiabeschi, ma altrettanto raffinati e potenti, come quello governato da Re Giorgio Armani, fatto di balzer non strutturati e pantaloni palazzo, ma anche di abiti di velluto dalla sensualità inedita. O quello tutto al femminile di una certa Mademoiselle Coco che sosteneva di poter sostituire la seta con il jersey e i diamanti con le perle.

RTW GIORGIO ARMANI
Armani
46ea59a92e255022f3d620c49abf9336
Chanel

Nel regno della nostra fiaba, i cui abitanti nulla vogliono vedere se non volumi e drappi e gale e fiori (o almeno uno dei tre), nacquero nuove stelle e sorsero nuovi pianeti, ma nessuno brillò più dell’astro rosso fuoco che tutti chiamarono amichevolmente Valentino.

e-le-sue-creazioni

Ciononostante, alla fine si elesse, per volere popolare, un erede nella dinastia dei francesi, che avesse ereditato da Givenchy lo spirito ribelle e da Dior l’innata eleganza. Ed ecco il giovane Lanvin diventare l’anima dei grandi balli di corte.

e07ffa6cb6fd7ce7da8633216c65d158

emmawatson_goldenglobes
e conquistò subito le nuove fanciulle del regno…

Ma da un’antichissima terra, proprio di quelle lontane lontane, arrivò il principe Elie Saab a sedurre tutte le donne della terra delle passerelle e dei tappeti rossi, grazie ai suoi pizzi e ai ricami incredibili.

ELIE

ELIE2

ELIESAABHC

ELIESAABHC2

Ma oggi, ci sono due nuovi arrivati che sembrano star facendo una scalata sociale rapida e vincente. Per ora hanno conquistato la croisette di Cannes, ma non sembrano volersi fermare.

Madame e messeri, ecco a voi il delfino della moda britannica, Ralph & Russo e un nuovo principe dalla terra del latte e del miele, il libanese Georges Hobeika. Ve li presentiamo con le loro opere.

RALPH & RUSSO

Fondata solo nel 2007, la Maison di Haute Couture Ralph & Russo è l’unica inglese (ebbene sì, nemmeno Alexandre McQueen o Burberry) ad essere mai stata ammessa alla settimana dell’alta moda parigina. Il presidente della Chambre Syndicale de la Haute Couture ha detto di aver ritrovato in Ralph & Russo il savoir faire che sembrava ormai essersi perso per sempre.

01 (4)

13

16

25

Le lettrici più attente si ricorderanno questo nome dopo il Lookspotting su Fan Bingbing, anche lei novella principessa orientale della magica terra dei red carpet, subito innamorata della maison britannica.

fan-bingbing-ralph-russo-couture-tophee-chopard

E quest’anno non è certo stata l’unica conquista…!

Aishwarya Rai Bachchan Charms the Red

aishwaryarai-cannes-reuters
Aishwarya Rai
Cheryl Fernandez-Versini in Ralph & russo
Cheryl Fernandez-Versini
Jourdan-Dunn-en-Ralph-Russo-le-22-mai-2015_portrait_w674
Jourdan Dunn
Indian actress Sonam Kapoor poses on the red carpet as she arrives for the screening of the film "The Sea of Trees" in competition at the 68th Cannes Film Festival in Cannes
Sonam Kapoor

E, prima, già si era fatto un nome posando sulle spalle e lungo il corpo di una regina non da poco. Siamo certe che vi ricorderete questo outfit di Angelina:

ANGELINA JOLIE WEARS RALPH & RUSSO COUTURE

GEORGES HOBEIKA:

Meno giovane ed eppure solo ora alla conquista dei red carpet, Georges Hobeika è una Maison fondata a Beirut nel 1995 che sfila nell’alta moda di Parigi già da dieci anni. Lo stilista nasce come ingegnere civile e deve la sua formazione in ambito di moda ad un intership a Parigi, nientemeno che “chez Chanel“. I risultati sono sorprendenti e, quest’anno, a Cannes sembrava esistere quasi solo lui:

GEORGES-HOBEIKA-RTW-FallWinter-2015-16-look5-636x954

GH1

GH4

GH6

Ed ecco mentre seduce le donne del Festival più chic di Francia:

izabel_goulart-575x864
Izabel Goulart
Mallika_Sherawat
Mallika Sherawat
negin_mirsalehi-576x864
Negin Mirsalehi
Tatiana Dziahileva
Tatiana Dziahileva
Eva Longoria
Eva Longoria

Ovviamente la storia del regno dei tappeti rossi e degli abiti da favola, non è mai finita (e il re Dior non ha ancora abdicato). Eppure, vi assicuriamo, sembrano sempre tutti felici e contenti. Qualcuna di voi forse preferirà altri regni, italiani, orientali, antichi o nuovi, ma difficilmente il classico, voluminoso, decorato e scintillante abito principesco lascia totalmente indifferenti.

Potevamo citare Dior e non mostrarvi nemmeno un abito? Ecco l'iconico "Paris dress" su Grace Kelly, indossato nel film La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock
Potevamo citare Dior e non mostrarvi nemmeno un abito? Ecco l’iconico “Paris dress” su Grace Kelly, indossato nel film “La finestra sul cortile” di Alfred Hitchcock

Speriamo che questo post vi abbia incuriosito o affascinato e che abbiate potuto scoprire qualcosa di nuovo da Parigi a Cannes e dal Libano alle terre incantate dello star system. Cosa ne pensate di questi stilisti dell’alta moda emergente? Ne conoscete altri che ammirate di più? Quale dei due preferite? Non fanno proprio per voi? C’è un abito di questo post che vi ha fatto fare gli occhietti a cuoricino?
Ciao a tutte dal Team!