Ciao ragazze!

Buon Santo Stefano! Anche oggi, per fortuna, è festa, ma normalmente non si hanno più le forze (e lo spazio nello stomaco :-P) per festeggiare! Quindi oggi ci si riposa! E per non arrivare il 7 gennaio con le lacrime da coccodrillo, vi consiglio di coccolarvi mentre cercate già di riparare ai piccoli danni procurati da qualche eccesso natalizio! Avete mangiato un sacco? Il burro e il salame di solito vi assicurano almeno un paio di brufoli? Avete stappato qualche bottiglia di troppo? Siete andate a dormire tardi? Insomma, se oggi vi sentite un po’ KO, qui trovate come impiegare un quarto d’ora della vostra giornata per coccolare la vostra pelle…o il vostro pancino! 😉

ClioMakeUp-dopo-natale-no-dieta-pelle-tisana-zuppa-brufoli-cover

PER LE AMANTI DEL PANETTONE: LA MASCHERA PURIFICANTE

Fritture, dolciumi, affettati… il Natale è anche un ben di Dio di cibi grassi e non proprio sani. Ci piacciono un sacco, ma la pelle, poi, spesso protesta.

ClioMakeUp-dopo-natale-no-dieta-pelle-tisana-zuppa-ciboDite che anche Belle, la mattina successiva si è svegliata con un brufolone in mezzo agli occhi?

Stamattina probabilmente non vedete ancora le tracce del danno, ma per evitare che si presentino poi tra qualche giorno, io vi consiglierei di farvi una bella maschera purificante: va benissimo la classica maschera all’argilla (se ne avete varie a disposizione qui vi spiego le proprietà delle varie argille!) da tenere sulla pelle per circa un quarto d’ora e poi da massaggiare con un po’ di acqua tiepida prima facendo un delicatissimo gommage sul viso e poi sciacquandola via del tutto. Se volete sapere quali sono le mie maschere preferite contro le impurità della pelle, siete fortunate: ne parlo proprio oggi!

ClioMakeUp-dopo-natale-no-dieta-pelle-tisana-zuppa-brufoli-maschera-argilla-mit-julep.png

Poco dopo, però, mi raccomando di intervenire con una maschera idratante, magari di quelle di cotone! E se non ce l’avete in casa, comunque, mettete subito la vostra crema idratante!

PER CHI HA BRINDATO: IL BOOST DI IDRATAZIONE

Ve lo avevo già detto: lo sapete che per ogni bicchiere di vino, per contrastare la disidratazione che l’alcol dà, bisognerebbe bere ben sei bicchieri di acqua? Se vi siete svegliate con un po’ di mal di testa e una sete da gita nel deserto, forse il vostro corpo ha esaurito le riserve d’acqua!!

ClioMakeUp-dopo-natale-no-dieta-pelle-tisana-zuppa-brufoli-occhiaie-marilynNon fate come Marilyn nel divertentissimo film A qualcuno piace Caldo

Per combattere la disidratazione in atto, allora, bere molta acqua è la base, ma potrebbe non essere sufficiente: se ne avete una, sfoderate una maschera idratante, magari di cotone, da tenere sul viso mentre vi rilassate guardando un film o una puntata della vostra serie preferita. E dopo esservi sciacquate la faccia, usate un po’ più di siero di quanto non facciate di solito, se ne avete uno in casa, da lasciar asciugare prima di applicare la vostra crema idratante quotidiana. E se amate bere il tè al pomeriggio o di mattina, oggi è il caso che sia (almeno) verde, così da aumentare le proprietà idratanti!

ClioMakeUp-dopo-natale-no-dieta-pelle-tisana-zuppa-brufoli-té-brigitte-bardot

Ma lo so che questi non sono i veri problemi: vi sentite piene come un uovo? Siete stanche morte? Avete un’aria stanca e spenta? Ecco cosa fare: a pagina due trovate come coccolarvi al meglio e qualche tips salva-vita!