Ciao ragazze!

Mamma, voglio truccarmi!” Questa è una frase che una grande percentuale di neomamme si sentirà rivolgere, prima o poi, da un esserino alto poco più di un metro e che sembra essere al mondo solo dal giorno prima.

E non è il caso di colpevolizzarsi se, oltre a mamme, siete anche makeup-addicted: tutte le bambine, o quasi tutte, vogliono truccarsi. Sì, anche le figlie di chi non si trucca mai e che quando si parla di primer pensa a qualcosa che ha a che fare col bricolage.

Come comportarsi se una bambina di quattro anni chiede una trousse di trucchi come regalo di compleanno? E se invece di anni ne ha nove e desidera iniziare a truccarsi sul serio “come la mamma”? Nel post vi dico come la penso da make-up artist e da zia!

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-7-suri-cruiseSuri Cruise “a caccia” con la mamma!!

Innanzitutto, c’è da fare una grossa distinzione: quando una bimba ha tre o quattro anni, il trucco è solo un gioco, e non c’è motivo di demonizzarlo. Anzi, proibire alla bambina di giocare al trucco con le sue amichette, potrebbe essere controproducente: il messaggio che arriva è che truccarsi sia “sbagliato”. Oggi peraltro ci sono un sacco di giocattoli a tema make-up, e spesso i prodotti sono sicuri perché dermatologicamente testati, anallergici e persino gli smalti si rimuovono con semplice acqua.

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-8-trousse-frozenLa trousse trucchi di Frozen che probabilmente molte bambine avranno chiesto a Babbo Natale!

L’importante è che resti, appunto, solo un gioco!


cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-6-trucco-frozenPer intenderci: questo si… (Da Pinterest)

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-11-baby-modellaE questo, vi prego, noooooo! Credits: @wdish.com

Da zia ho potuto notare quanto, soprattutto nei primissimi anni, i bambini assorbano come spugne tutto ciò che viene dai genitori: volenti o nolenti, state dando loro un esempio che li influenzerà per tutta la vita! Se per voi truccarvi è un piacere, un momento magico per esprimere la vostra creatività e coccolarvi, non può esserci nulla di male, non trovate? Viceversa, se è un annoso dovere a cui vi sottoponete controvoglia per non sentirvi inadeguate e “brutte”… allora forse è il caso di risolvere prima la cosa con voi stesse, perché vostra figlia lo percepirà nello stesso modo in cui lo vivere voi!

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-15-giselle

La situazione si complica quando la vostra bambina inizia ad avere otto o nove anni. È qui che il trucco smette di essere un gioco e diventa… cosa? Se pensate a voi stesse a quella età, ricorderete che era tutto molto diverso e, per certi versi, più facile. Il trucco era semplicemente vietato fino ai 12-13 anni o oltre, a seconda del grado di severità dei genitori. O era proibito per la scuola ma concesso per il cinema. Tutte noi ci siamo messe il mascara di nascosto nei bagni della scuola, abbiamo rubato alla mamma il fondotinta buono per spalmarcelo sulla faccia senza cognizione, e abbiamo imparato tutto, ma proprio tutto, dalle mamme, dalle nonne, dalle amiche più grandi.

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-13-rossettoEcco, questo ci avrebbe assicurato un bello sculaccione…

Nella mia esperienza personale, ho iniziato a 12 anni a truccarmi pochissimo, solo un po’ di burro cacao e un velo matita marrone sugli occhi; mi vestivo molto da bambina e spesso anche l’insieme trucco-vestiti fa la differenza.
E ora?
Ora, in America, ci sono bambine di 10 anni che fanno su YouTube i tutorial per il trucco da giorno. Si mette male, non trovate?

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-17baby-youtuberDa Google Plus

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-19-baby-youtuberDa YouTube

La differenza sostanziale è, a mio avviso, che per noi il trucco è solo… trucco. C’è il giorno in cui ci va di uscire di prima mattina con tre ombretti sfumati tra di loro, e quello in cui restiamo struccate. Ma per le bambine di oggi, il trucco è un intero universo che ha che fare con l’autostima, il diventare grandi, l’appartenere a un gruppo, possibilmente lo stesso delle cover-girl che hanno solo pochi anni in più di loro.

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-5-Thylane-BlondeauA Thylane Blondeau  abbiamo dedicato un post qualche tempo fa

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-16-Kristina-Pimenova

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-4-Kristina-PimenovaAnche Kristina Pimenova è una baby-modella che a soli 9 anni è diventata una star: hanno fatto discutere il suo sguardo intenso e da adulta e le sue pose velatamente provocanti.

Una bambina di oggi difficilmente trascorre una giornata senza vedere la copertina di una rivista, la home page di un sito, un video su YouTube. E cosa può fare una mamma di fronte a un impatto mediatico così forte? Sarà sufficiente dirle che alla sua età non ha bisogno ancora di nulla per essere bellissima? Che la vera bellezza viene da dentro?

cliomakeup-trucco-bambine-quando-iniziare-come-9-trucchi-mammaCredits: @pixshark.com

Alcuni psicologi dell’infanzia hanno individuato quali sarebbero gli step corretti per introdurre le bambine al trucco. Uno dei testi più famosi è Dressing Your Truth: Discover Your Personal Beauty Profile di Carol Tuttle, che individua la fascia d’età 10-12 per iniziare col gloss, 13-14 per fondotinta e correttori, 15-17 per introdurre il trucco occhi.

Ma tra i genitori le teorie sono contrastanti: c’è chi lo reputa un problema trascurabile se comparato, ad esempio, alla diffusione di alcol e droga tra i giovanissimi, chi adotta un approccio old-style impedendo il trucco fino ad una determinata età, e chi invece cerca la via del compromesso e soprattutto del dialogo… che è un po’ anche la mia Clio-sofia: ve la racconto a pagina 2 🙂 !!

147 COMMENTI

  1. Ahahahah mia mamma non si trucca mai nel senso che per lei trucco è matita occhi e rossetto.
    Io sono stata quindi introdotta alla matita nera occhi alla fine delle medie.. Ma per il resto ho fatto da sola. A casaccio,ma da sola.
    Yamme che orrore se riguardo le foto del Pre-Clio! Ahahahahaha matita sbavata sempre dopo mezz’ora e .. Basta non voglio più pensarci! Quindi io sono entrata nel club pochissimo tempo fa (2/3 anni) e grazie a te!
    Devo ancora imparare tante cose! Però sono super soddisfatta dei trucchi che faccio ora! Sono ancora un po’ indecisa sul trucco occhi.. Non sono ancora sicura al 100% che sia quello adatto a me.. E devo trovare ancora un blush del colore giusto.. Ma per il resto tutto ok! GRAZIE Clio!! Che mi fai sentire più Bella!

  2. Buon giorno ragazze!
    Io ho cominciato a truccarmi a 15 anni, perché fino a quel momento era vietato da mio fratello (che faceva da papà ): diceva che se mi avesse vista truccata, mi avrebbe lavato la faccia in prima pozzanghera che trovava (e conoscendo mio fratello, probabilmente l’avrebbe fatto per davvero). Così quando mia amica/compagnia di classe alle superiori mi aveva prestato il suo mascara, non sapevo cosa farmene.
    Mi sembra che poi per il resto del alberghiero cmq non avevo fatto molto di più, solo dopo dopo ho cominciato a
    caricare li occhi. E basta. Tant’è che quando poi ho cominciato a seguire Clio e voi e ho cominciato a mettere il fondo e “la compagnia bella”, confrontandomi con mia sorella mi aveva chiesto: ma che fai? Di che hai paura? E mi sono resa conto che era davvero così!
    Curioso, non trovate?
    Mia figlia invece, ha fatto 6 anni proprio ieri, non ha paura per niente :))))
    Gira con me le profumerie da quando è nata, e da quando è capace di esprimersi chiede sempre (ma sempre,eh?) alle commesse: mi metti i brillantini? Sulle manine, li ombretti and Co, importante che sbriluccica. Ha delle vere e proprie amicizie ormai, le ragazze le mettono da parte i tester e campioncini e nel fra tempo la sua colezione è niente male…
    Da babbo natale quest’anno ha ricevuto il tavolino per i trucchi di Frozen (la suocera) e una valigetta di trucchi (mia madre), a posto!
    Diciamo che i suoi trucchi per ora sono alquanto “creativi”, e lei sa che può fare tutto tutto – ma solo a casa. Quando si esce – niente trucco.
    Come farò più in là quando crescerà? Vediamo. Non devo decidere oggi, vero?

  3. Buongiorno a tutte 🙂
    Questo post tratta un argomento abbastanza delicato per le 8 di mattina, ma proverò a dire come la penso…
    Io ho cominciato a mettere la matita nera nella rima interna al liceo, ma ne mettevo davvero poca (e sbavata, ma questo è un altro problema), solo gli ultimi due anni mi mettevo anche un po’ di mascara e di base, ma avevo già 18 anni!! adesso le cose sono diversissime, e me ne accorgo io che di anni ne ho 24, non voglio pensare a cosa pensa chi di anni ne ha il doppio di me

  4. Buongiorno a tutte!
    Io mi ricordo che avrei voluto usare i trucchi di mia mamma già da piccolissima, ma lei me lo vietava categoricamente…. poi mi è passato l’ interesse e fino all’ università ero SEMPRE struccata.
    Ora ho una bimba di 15 mesi e mi chiedo come dovrò pormi! Finché vedrà il trucco come un gioco via libera (almeno in casa). Quando inizierà a vederlo come qualcosa di più, cercherò di trasmetterle un po’ di senso della misura: quindi ok all’ inizio burrocacao e al massimo gloss, poi il resto moooolto gradualmente nel tempo!
    ……io speriamo che me la cavo, insomma…

  5. Buongiorno..allora sinceramente non so il perché io sia già sveglia..ma comunque. Ho 15 anni.. da piccola piccola ho sempre odiato il makeup e tutte queste cose, e questo anche mia sorella, quindi mi sa che è un po’ una cosa strana anche perché a mia mamma piace molto truccarsi. In prima media, quando mi truccavo per le feste invece questo mondo ha cominciato ad appassionarmi ma molto lentamente, infatti andavo ai compleanni semplicemente col mascara (che mi metteva mia mamma) e un burrocacao che se ricordo bene nemmeno colorava

  6. Io credo che non si possano prendere decisioni cosí a priori, penso che quando sarò mamma mi lascerò guidare dalla mia esperienza e dal mio istinto, sempre considerando il carattere di mia figlia.
    Ora come ora posso dire che da zia trovo OSCENE nonchè RIDICOLE le compagnette di mio nipote che a 11 anni escono e vanno a scuola con kg di fard, mascara come se non ci fosse un domani, rossetto e alcune hanno pure fondotinta e ovviamente il grande clasdico della matita nera.
    Giuro che al compleanno del mio Francy alcune erano piú truccate di me!
    Per non parlare della cuginetta di mio marito, a 7 anni con l’ombretto azzurro (ovviamente sembrava che l’avessero picchiata), gloss e trucchi nella borsettina. Ma in questo caso faccio finta di credere che fosse il capriccio di una bambina che sta giocando a fare la signorina.
    Ecco, in barba al mio precedente “non si possono prendere decisioni a priori” credo fermamente che 11 anni siano davvero troppo pochi per mettersi in faccia qualcosa di piú di un burrocacao e un po di matita nera dentro l’occhio messa di nascosto!
    Sarò bacchettona e sicuramente del tutto inesperta, dato che non sono mamma e l’unico nipote che ho è pergiunta un maschietto, però credo che le bambine debbano prendersi il tempo di essere bambine quindi ok il gioco, ma quando si esce dal gioco e diventa carattere e routine…allora per me è no!
    Baci :*

  7. la prima considerazione che mi viene è: ma in quella foto, Kate col cappotto e Suri in maniche corte?!? Why? La seconda è: quelle bambine sono dei mostri.
    La terza: prima degli undici anni? Solo il burrocacao se ha le labbra screpolate, se no zero trucco.
    Ho iniziato a undici anni con gli smaltini colorati (dei semplici rosati) comprati a 500 lire alla Standa. E mia madre urlava. A 12 ho azzardato un mascara e un po’ di fondotinta, rubati a mia madre. E lei urlava. A 13 mascara e matita marrone. E mia madre ha smesso di urlare. A 14 anni andava di moda il grunge e vai di chili di nero sotto gli occhi…e mia madre si è rassegnata. Tutto questo per arrivare a 18 anni con unghie corte, prive di smalto, un filino di fondotinta o terra, un filino di mascara che le ciglia dovevano sembrare lunghe e folte naturali, un ombretto beige o champagne, se non rosato/pescato. Insomma il trucco non trucco.
    Come si cambia in pochi anni. ..

  8. Io non ricordo grossi litigi in casa, forse perché neppure c’erano trucchi in casa, giusto il cerone per il mio Pierrot a carnevale. Prima che iniziassi le superiori sono arrivati i trucchi di mia sorella, ricordo una matita labbra marroncina, un rossetto mattone e un eyeliner che non credo abbia mai messo… Insomma roba da pieni anni ’90 che faceva passare la voglia :p Non so, credo di aver iniziato così gradualmente e leggermente che nessuno se ne sia accorto, anche perché consideravo vanitose e sciocche le truccate di tutto punto. Insomma ho comprato il primo fondotinta a 30 anni passati.
    La mia nipotina di 7 anni vedo che ogni tanto si impiastriccia con i trucchi-gioco (ma solo in casa) col fratellino che le dice di lavarsi la faccia perché “si è sporcata” e una volta ogni tanto sceglie uno smalto dei miei per farselo mettere. Naturalmente non le importa molto di averlo sbeccato 😀
    Secondo me finché resta nella dimensione del gioco come ora per mia nipote non c’è problema.

  9. io ho iniziato con filo di matita e gloss trasparente a circa 16 anni, solo alle feste. poi alle superiori ho iniziato con qualche ombretto (nude) e co il mascara…con i rossetti ho iniziato a 20 anni e ora, che ne ho 22, non li mollo piú e sono passata ad un trucco che include anche un minimo di base… come in tutto, secondo me, serve un po’ di equilibrio… i miei non mi hanno mai imposto limiti, ma è anche vero che non ho mai osato make up “esagerati”… 🙂

  10. Per quanto mi riguarda, il trucco sulle bambine sta bene solo a carnevale. Non mi piace vedere in giro bambine di 10 anni e anche meno con lo smalto, il rossetto e il fard, io non sono mamma e probabilmente non lo sarò ancora per tanto tempo, ma a quell’età preferirei vederle giocare e non passare le ore a imbellettarsi davanti a uno specchio. Lo dico da amante del trucco: quando vedo la sorellina di 6 anni della mia ragazza che smania per mettere il mascara della mamma e passa ore a pettinarsi e a scegliere i vestiti, ma poi davanti a un libro che le è stato regalato a Natale protesta dicendo che “è da maschi” (era un libro sulla mitologia greco-romana per bambini, che sia io che la mia ragazza amiamo e abbiamo iniziato a conoscere da piccole) e che lei avrebbe preferito la testa della bambola di Frozen da pettinare e le scarpe col tacco (ebbene sì, io neppure sapevo che si vendessero scarpe col tacco taglia 6 anni) non posso fare a meno di chiedermi che idea di femminilità stiamo dando alle nuove generazioni. Che le donne sono tali perché si truccano, si mettono i tacchi, ballano come veline, puliscono e cucinano? Se questo è il trend sono contenta che mia madre non mi abbia mai regalato un kit di trucco per bambine e simili idiozie. A quell’età e anche oltre, secondo me, una bambina non è in grado di comprendere il trucco come lo pensiamo noi (una coccola personale, un piccolo pezzetto di arte sul viso ecc), ho paura che sia più portata a intenderlo come “una cosa che devono fare le donne per essere belle” e questo messaggio a me non piace. Mia madre non mi ha concesso di truccarmi fino ai 12-13 anni, quando mi facevo patemi d’animo per i primi brufoli, allora mi ha regalato una cipria (che ovviamente non copriva granché, ma io per effetto placebo mi sentivo meglio) e quello è stato il mio unico prodotto di trucco per molti anni a venire.

  11. 1) i papiri mi piacciono
    2) se a 15 anni ti va di truccarti, fai bene a farlo, io a quindici anni ho cominciato a lavorare durante le ferie (siamo 4 figli, i soldi non c’erano)
    3) complimenti per la tua maturità

  12. tralasciando tutti murale sulle tende bianche di mia mamma (ero una bambina molto creativa XD) ho iniziato a truccarmi a più o meno 12 anni perché cominciavo ad avere qualche brufoletto e le occhiaie (aime genetiche )in più ero abbastanza in sovrappeso e ringrazio il cielo che qualche mese dopo ho scoperto clio e dopo un pò di abbinamenti improbabili con l’ombretto (complici i tutorial con la palette a 88 colori di clio XD), ho avuto il periodo nude (bb cream e correttore ) per tutto il primo anno di liceo in cui peraltro ho tagliato cortissimi i capelli ed ero dimagrita veramente tanto avevo utilizzato un trucco completo al massimo 5 volte. A due anni di distanza(adesso vado in terzo )credo di aver trovato un equilibrio con la mia trousse e con il cibo. Posseggo i prodotti che mi servono e che mi donano di più e tutto questo grazie a clio perché se fosse stato per la mia mamma acqua e sapone, che non possiede neanche il mascara, non avrei mai imparato (ora sono io che le faccio da tutor

  13. Sono contenta che si affronti questo argomento perché è uno di quelli che mi stanno molto a cuore. Io ho passato la mia infanzia a vedere mia nonna e sua sorella che si truccavano, dopotutto erano proprietarie di una profumeria che riusciva addirittura a vendere prodotti della Guerlain. Il modo in cui mia zia prendeva il rossetto e se lo metteva prima sulle labbra e poi sulle guance, sfumandolo mi è sempre rimasto stampato nella mente. E ovviamente non vedevo l’ora di poter fare anch’io tutte quelle belle cosine e usare il mitico Rossetto Rosso! Ma ho aspettato fino ai 14 anni e fino ai 17 non ho mai sfiorato un fondotinta, ma piuttosto amavo farmi il bagno nei brillantini… Ora quello che mi urta è che potenti make up guru come Huda Kattan (produttrice delle ciglia finte HudaBeauty) e sua sorella Mona Kattan pubblicano sui loro profili Instagram video di bambinette che si truccano e si acconciano come le peggio zoccolette, felici di aver condiviso le prodi gesta di queste nanette con i boccoli e il gloss

  14. Buongiorno!
    Io non ho figli, e nemmeno nipoti, quindi non so affrontare l’argomento dal punto di vista mamma.
    Dal punto di vista figlia invece, sono figlia di una mamma particolare, che senza essere moralista, o bacchettona, ha sempre visto la cura di sè come qualcosa di inutile, se non addirittura sbagliato. Mia mamma ha passato tutta la vita a mettersi un filo di rossetto e un filo di blush che però non si vedessero troppo, vestiti sempre sobri e nessun vezzo.Con gli anni, e da quando non lavora più, è addirittura peggiorata.
    Quindi capirete bene che per me il make-up è stato un mondo sconosciuto e privo di interesse fino alle superiori, poi per anni mi sono limitata a cipria, correttore e labello rosa, e la vera passione mi è scoppiata molto tardi, di sicuro dopo i 25 anni. Ed è una passione fortemente discussa e ostacolata, anche se in modo non lampante, da mia madre.

  15. Detto questo, non dimenticherò mai la trousse a forma di cuore con i gloss di tutti i colori:quelli sono stati attimi di pura spensieratezza molto lontani dai complessi di insicurezza che vengono con l’età

  16. Io ho iniziato a tre anni rubando il rossetto di mia nonna! Mi incuriosivano tantissimo i cosmetici sopratutto perché avevo notato che le mie principesse preferite avevano anche loro il rossetto (&co.). Ero molto spipola, pensate che volevo decidere io come vestirmi. Mi regalavano spesso i trucchi-giochi e campioncini vari, e mi divertivo molto a casa a giocarci; non mi ricordo se sia stata mia madre o il mio buon senso (penso la prima) a frenarmi fuori casa, ma sta di fatto che uscivo truccata solo per i saggi di danza. Poi mi sono calmata, i trucchi mi affascinavano ma capivo che erano cose per grandi e quindi mi rassegnavo al burro cacao colorato alla ciliegia! verso i 13/14 anni è arrivato qualcuno su real time… Quando guardavo clio mi brillavano gli occhi! In quegli anni mia madre mi regalò il mio primo mascara che utilizzavo solo nelle occasioni importanti. Ora ho17 anni e a scuola non mi trucco molto: bb cream e balsamo colorato. Peró quando esco alla sera con le amiche (che non si truccano) faccio trucchi piú elaborati, cercando sempre di essere fine (anche perché sembro più piccola e non voglio sembrare anche ridicola). Devo dire che grazie a questo blog e a Clio sto crescendo molto!
    Penso che, nonostante mia madre non si truccasse (ora la sto facendo passare al lato oscuro haha), sia stata lei a farmi capire che “less is more” e che ogni età ha le sue caratteristiche, quindi grazie mamma, grazie Clio e ragazze!
    Mio padre invece non riesce a capacitarsi dell’esistenza del russian red… Brontola ogni volta che lo metto e quindi io, il più delle volte, corro a togliermelo!

  17. Sì che te la caverai. La bimba è piccolina (come si chiama?), hai ancora tempo. E poi, ti dico: la mia ha fatto 6 anni ieri e le decisioni (riguardo il trucco ma anche per tutto il resto, in generale) ho visto meglio prenderle “di pancia”, seguendo il mio istinto di mamma. Solo tu conosci tua figlia bene, chi altro può sapere cosa è meglio per lei?

  18. ma veramente a quella età sono già così tanto truccate?
    non ho sotto gli occhi bambine di quella età, ma veramente non credevo arrivassero a tanto.

  19. Ho sempre amato truccarmi,anche quando ero piccola dopo essere tornata da scuola mi mettevo davanti allo specchio e mi truccavo,facevo delle cose improponibili 😀 ma era una cosa che mi piaceva molto.Ho iniziato a truccarmi per uscire durante le medie con la matita e il fondotinta(arancione),a casa non mi facevano problemi e se qualche volta esageravo mia madre me lo diceva e mi sistemavo.Onestamente non so se c’è un’età giusta in cui introdurre il makeup,basta far capire alle ragazzine di non esagerare,senza però vietare.

  20. La mia nipotina ha 7 anni e già da anni mi fruga nella borsa per vedere che make up ho con me. Dato che mia sorella non si trucca sono diventata io il suo esempio 🙂 ma fortunatamente si accontenta ancora dei trucchi giocattolo e di un po’ di smalto che dura meno di un giorno

  21. io e la mia amichetta dell’epoca a 11 anni abbiamo fatto una trasgressione di cui vado fiera ancora oggi.Siamo andate da sole, ma con il benestare delle mamme, in farmacia, a circa 200mt da casa, a comprarci il burrocacao pl3.
    Per me a 11 anni il concetto di trasgressione con il make-up era questo!

  22. io e la mia amichetta dell’epoca a 11 anni abbiamo fatto una trasgressione di cui vado fiera ancora oggi.Siamo andate da sole, ma con il benestare delle mamme, in farmacia, a circa 200mt da casa, a comprarci il burrocacao pl3.
    Per me a 11 anni il concetto di trasgressione con il make-up era questo!

  23. Prima dei 15 non ho mai usato un trucco… azni mi ricordo che una volta a 12 anni dovevo fare uno spettacolo a teatro e volevano truccarmi un pochino, hanno provato a truccarmi gli occhi ma mi dava troppo fastidio, ho iniziato a lacrimare e allora si sono rassegnati e mi hanno truccato solo le labbra…
    Al liceo mi ricordo che mi truccavo in bagno con matita verde nella rima interna e mascara perché c’era un ragazzo che mi piaceva e volevo far colpo, ma mi sono stufata presto e praticamente per tutte le superiori e l’università non mi sono mai truccata, anche perché nessuna delle mie compagne si truccava!

  24. Clio io in realtà non ho capito molto, sono solo più preoccupata. .. ho 23 anni e ci vorrà ancora qualche anno prima che io decida di avere un figlio però ho davvero tanta paura, non della gravidanza ma della società in cui nascerà. Io ho iniziato a truccarmi seriamente a 14 anni e non posso pensare che mia figlia di 9 lo voglia fare. Ovvio che, essendo io un’appassionata, cercherà di imitarmi e non vorrei mai trasmetterle l’idea che truccarsi sia sbagliato. Ma in realtà per me lo è a quell’età. Io non vorrei neanche farle usare computer, tablet e altre cose tecnologiche perché a parer mio si stà proprio esagerando. Va bene tutto ma una bambina di 10 anni che dovrebbe disegnare o giocare con le bambole non può registrarmi video su YouTube. Dai cavolo, non si può! Detto questo credo che l’unica cosa che mi sentirò di fare sarà ragionare con il cuore e cercherò di dare il meglio ai miei futuri figli. Un bacio a tutte

  25. A me le bambine truccate fanno venire la pelle d’oca. Intendiamoci: dai 12 anni in poi cominci ad essere più o meno adolescente, il tuo corpo cambia, abbandoni le bambole e quindi un gloss va anche bene… Ma prima .. A meno che non si giochi a fare la principessa come permette Zuzana qui sul blog a sua figlia, assolutamente no. Noi ci trucchiamo per le imperfezioni, per sentirci più belle certo, ma anche e soprattutto per piacere no? Le labbra rosse che significato hanno se non quello sottinteso di attrazione verso il sesso maschile? Una bambina truccata inconsciamente lancia dei messaggi sessuali e questo a me fa orrore. È una sessualizzazione dell’infanzia purtroppo quando si usano i trucchi da grandi giornalmente, per uscire e non per giocare ad imitare mamma.

  26. siete meravigliose *-* auguri alla piccola per il compleanno, che ha quanto pare ha un caratterino niente male 🙂

  27. concordo totalmente con il tuo pensiero. io sono cresciuta con un’amica di qualche mese in meno di me ma ho notato sempre una grande differenza tra noi due. io ero più “libera di sperimentare” (parlp di 9-10 anni), di giocare.ovviamente avevo delle regole ma ero comunque molto libera; a lei era vietato qualsiasi cosa, sopratutto dal padre severissimo: non usare trucchi, nemmeno quelli da bambina e a casa, non andare dalle amichette, non mangiare questo ecc… il risultato è stato che intorno ai 15 anni lei ha avuto un cambiamento-ribellione assurdo, truccandosi in modo esageratissimo, uscendo, fumando e alla fine rimanendo incinta. io, nonostante fossi delle due quella a cui tutto o quasi era concesso ho, credo, fatto tutto con i giusti tempi senza saltare fasi e immagino perdermi la magia della sperimentazione.
    io, per ogni contesto, credo che proibire totalmente qualcosa ad un bambino sia a lungo andare soltato controproducente per tutti.

  28. Io iniziai a 12 col fondotinta, la matita nera e il mascara per conformarmi con le mie coetanee e a 13 con i primi ombretti a scuola per essere più sicura di me. Facevo certi pasticci… già a 14/15 anni ho capito il corretto uso dei cosmetici e mi sono regolata con prodotti adatti alla mia età capendo che è solo un gioco e a 18 anni appena compiuti un mese fa posso dire che sono in grado di usare consapevolmente il make-up. Questo piccolo excursus sulla mia storia col make-up per dire che a 11/14 anni non si ha la consapevolezza del limite tra ciò che è troppo e cosa no ma ci si vuole uniformare al modello che vediamo in giro.

  29. Insomma, io da piccola stavo in fissa con un rossetto viola/nero dalla consistenza collosa (scaduta) che non so da dove fosse saltato fuori e che mettevo per poi giocare ad action man con gli amichetti maschi, e fino all’altr’anno, con la maturità di chi non ha più un 1 come prima cifra dell’età, mi incazzavo di brutto se madre o zia mi dicevano “dai, truccati un po’!” E niente, non era un giudizio, solo una testimonianza di stranezza

  30. Assolutamente, ho notato le stesse cose di cui parli con le mie amiche. Io avevo anche cominciato a fumare per un periodo (parlo di sigarette), e i miei, che non fumano, non erano affatto felici, ma non mi hanno mai tolto la paghetta per non farmi comprare le sigarette. Sapevano che se avessi voluto avrei fumato lo stesso. Invece alle mie amiche sono stati tolti i soldi, con il risultato che loro ribavano i soldi e fumavano come turche, io fumavo due o tre sigarette al giorno e ho pure smesso da 6 anni✌

  31. Infatti forse il discorso che andrebbe fatto è soprattutto quello sulla sessualizzazione. A che età si inizia a essere consapevoli dell’attrazione puramente sessuale che si può esercitare? Io di sicuro non ne avevo idea, e le foto di duncan james dei blue che tenevo in camera non avevano grande peso su questo piano. Non so, ma mi pare che per le 12enni di oggi sia un po’ diverso…

  32. Trucchi creativi solo in casa o a Carnevale, a 12-13 anni giusto il burrocacao colorato e un po’ di matita, di più penso che non permetterei.
    Trovo agghiaccianti le bambine che hanno canali su YouTube , indipendentemente dal tema del canale, ancor di più quelle che si atteggiano a venticinquenni e mi chiedo che persone siano i loro genitori.
    Riguardo a me, mi sono truccata verso i 17 anni, non a scuola perchè non facevo mai in tempo (e preferivo dormire).

  33. Ciao a tutte!
    Io ho iniziato a 13 anni a truccarmi ma relativamente poco… Sono partita con una matita azzurra sugli occhi e un gloss trasparente… Poi ho scoperto gli ombretti, o meglio solo uno color rosa, e più avanti attorno ai 16 anni il mascara e il fondotinta… Solo ultimamente ho scoperto tutto il resto (da 6 anni circa).
    Quando ero una bimba non mi sono mai interessata di trucco, mia mamma mi truccava solo per il Carnevale ma un giorno all’anno in base al costume e tutto finiva li, anzi non sopportavo proprio star li ferma a farmi mettere robe sulla faccia!
    Adesso è tutto cambiato… Mi piace truccarmi, tutto per merito della nostra Clio…
    Ho due nipoti di 8 e 4 anni a cui il make up piace ma per loro è solo un gioco… Quando mi vedono con una matita di un colore particolare sono curiose di vedere la matita dal vivo, poi basta la cosa muore li e se ne dimenticano… Oppure quest’estate avevo sulle labbra una tinta no transfer e x gioco ho chiesto a entrambe “secondo te questo rossetto lascia il segno?” poi ho dato un bacio sulle loro manine e sono rimaste colpite dal fatto che il segno non c’era. Anche adesso ogni tanto mi chiedono se metterò ancora il rossetto magico… Per Natale ho regalato loro 2 burro cacao profumati e sono state talmente contente che a furia di metterlo li hanno distrutti in 30 secondi!
    Una di loro si chiama Greta e quando le ho detto che Babbo Natale mi aveva portato un rossetto che si chiama come lei era felice…
    Per me se si tratta di pura curiosità va anche bene, o di giocare appunto con i cofanetti giocattolo che ci sono adesso, ma non di più… C’è tempo per crescere…
    Scusate il papiro ma ci tenevo a raccontare la mia esperienza e delle mie 2 nipotine…

  34. Ciao! Volevo dirti che la tua bimba è proprio bella! E la sua espressione di soddisfazione nel mostrare la sua creazione su di te è splendida: non c’è nulla di male in questo, sta sperimentando una cosa nuova, lei non usa i trucchi per nascondere qualcosa ma per decorare, per creare, per dare sfogo alla fantasia. Sicuramente quando sarà più grandicella e il trucco per lei avrà un altro significato saprai guidarla in questo affascinante mondo!

  35. Ti ringrazio per la fiducia. La ragazza sulla foto è mia sorella. La mia di creazione mi sono dimenticata di fotografare 🙁
    È un peccato perché sulla fronte mi ha disegnato una fatina che fa la magia – compresa la “magia”!
    Ma non temere. Le occasioni non mancano. Sarà per la prossima 🙂

  36. credo che ogni bimba desideri avvicinarsi al trucco perchè vuol somigliare a mamma, ma anche perchè il makeup è fantasia, colori, scoperte etc. è un pò come il bimbo che si sente “l’uomo di casa” nella sua tana sull’albero. io ricordo ragazzine truccate alle scuole medie, dove per trucco intendiamo ombretto, lucidalabbra e di rado un pò di “nail art”. avevo un’ amichetta speciale all’epoca, (la prima fidanzatina 😀 ) che era talmente assuefatta dai bon bon malizia (qualcuna se li ricorda?) che lo metteva anche a me se ambivo a qualche innocuo bacetto 🙂 ad ogni modo io sono d accordo con Clio al makeup per gioco, ma da qui ad una bimba truccata ed acconciata come quelle in prima pagina nel post c’è un abisso! no categorico!

  37. Ciao a tutte. Da mamma di un bambino di 10 anni e zia di una bimba di 13 debbo dire che non vedo negli ambienti che frequento bambine truccate. Anzi. Mi sembra di cogliere un segnale in controtendenza rispetto a quando ero piccola io che a 11 12 anni si iniziava a truccarci. Mia nipote che frequenta la 2 media fa pallavolo. Di trucco non ne vuole sapere. Anzi mi ha detto che le pochissime che si truccano di terza media sembrano vecchie. E non è un caso isolato. Anzi mi dice che sono poche quelle che lo fanno. Anche nella classe di mio figlio, di bambine truccate nemmeno l’ombra. Smalti si. Nail art grande passione. Ma di ombretti e altro non se ne vede per fortuna. Chissà se questa nuova generazione forse ha qualche stimolo in più rispetto alla mia che trova riscontro in cose più divertenti di un rossetto. ☺

  38. Che bel post interessante!!! Ciao Clio!!!
    Io sono cresciuta amando il make up, perchè mia madre, oltre ad essere una bellissima donna è super appassionata di trucco…e fin da piccola la ammiravo a bocca aperta maneggiare pennelli, rossetti e mascara, creando numerosi look.
    Quando mi truccava a Carnevale, mi diceva sempre “che ciglia lunghe hai, da grande quando ti truccherai avrai uno sguardo ancora più bello”…Così ho atteso pazientemente il giorno in cui anche io mi sarei potuta truccare non solo a Carnevale, ma tutti i giorni!!!
    Adesso a 32 anni, mi rendo conto che quel momento è arrivato troppo presto. Ho iniziato a 12-13 anni e mettevo solo la matita marroncina sulle labbra. Poi sono arrivati i brufoli, che ogni tanto coprivo con il correttore. Infine a 14 anni, in primo superiore, ho iniziato regolarmente a truccarmi e fondotinta e eye liner non mancavano mai. Perchè troppo presto? Perchè quando inizi a truccarti da giovane, con il passare degli anni vederti senza trucco risulta frustrante. Desidereresti uscire senza la noia del trucco anche solo per 2 ore, ma eviti di farlo perchè vedi un colorito spento e difetti qua e là!!! Questo non può capitare a 14 anni, quando si ha un bella pelle rosea e uno sguardo vispo!!!
    Quindi, incoraggio il trucco negli adolescenti…Ma a fasi graduali e senza diventarne schiave.

  39. Più che il trucco, (che male fa alla fine?) a me inquietano un po’ i bambini/le bambine di 11-12 anni che hanno già la fidanzata/il fidanzato. Boh sarò di vecchie vedute ma il trucco mi sembra una sciocchezza in confronto alle vere scelte premature..
    Io non ho figli, né nipoti ma ho notato una tendenza nelle bambine che conosco, s’interessano eccessivamente al trucco o ai social o a fare video solo le bambine che hanno troppo tempo libero, quelle che suonano uno strumento, praticano seriamente qualche sport, fanno attività impegnative oltre la scuola non hanno tempo per le piccole frivolezze della mamma.

  40. Buongiorno a tutte!
    Io, escludendo le volte in cui da piccolina giocavo col trucco creando fiori e cuori sul viso, ho iniziato a truccarmi abbastanza presto, se ricordo bene in terza media. Ho iniziato usando solo il fondotinta in polvere di mia mamma (e ammetto di aver fatto pastrocchi incredibili ahahah). Probabilmente ho iniziato anche per sentirmi in qualche modo più sicura del mio aspetto, quelli non erano anni felici per la mia autostima. Poi pian piano ho iniziato ad aggiungere altro, nei primi anni delle superiori, ma agivo abbastanza da “autodidatta” e per questo non mi truccavo molto bene, non pesantemente, ma facendo degli erroracci :’) Da quando ho iniziato ad informarmi va molto meglio!
    Penso che il fatto di osservare mia mamma mentre si truccava per andare al lavoro la mattina mi abbia spinto a provare curiosità verso questo mondo (anche se lei non mi ha mai incoraggiata per prima a provare a truccarmi). Ora per me il trucco è quasi un momento di creatività, nel mio piccolo. Non faccio quasi mai trucchi elaborati, però quando devo uscire mi fa piacere truccarmi, non lo vedo come una cosa necessaria (e questo anche perché, fortunatamente, ora mi sento meglio con me stessa e col mio corpo) ma come una coccola.
    Purtroppo vedo in giro tante ragazzine che si truccano in modo pesante. L’ abbinamento più gettonato è un bel rossetto rosso coprente e una rigona

  41. Ciao a tutte! Io non ho figli e i miei nipoti sono tutti maschi, quindi posso solo parlarvi della mia esperienza in quanto figlia. Allora il mio approccio con il make up è cominciato abbastanza presto, verso i 4 anni, quando rubavo i trucchi dalla borsa della mamma (e lei si arrabbiava tantissimo)… Ricordo il profumo e il sapore dei suoi rossetti, avevano qualcosa di speciale. Un paio di anni più tardi lei mi regalò una confezione di truccosetti: Ricordo lo smalto rosa che si toglieva da solo dopo qualche ora (mia mamma mi proibiva lo smalto da “grandi” perché il medico le aveva detto che conteneva ingredienti aggressivi per le unghie di una bimba) e il fard in crema rosso. Mia mamma anche se aveva alcuni trucchi li usava raramente. Verso i miei 11 anni le ho fatto un regalo: misi da parte per un po’ di tempo la mia paghetta e quando raggiunsi la cifra di 50 mila lire andai nella profumeria del mio paese e le comprai la palette più ricca che potevo permettermi. La usò con piacere e non ebbe il coraggio di buttarla per molti anni. A 13 anni mi comprai la prima cipria: aveva una confezione decorata e un profumo buonissimo! Cominciai ad usare il fondotinta in prima superiore per coprire brufoli e punti neri. Gli altri trucchi arrivarono un po’ alla volta col passare del tempo. Quelli che ricordo con più piacere sono i brillantini ( l’adolescente degli anni novanta non poteva uscire senza se si andava in disco, si spalmavano a volontà sul decolté e attorno agli occhi) e gli ombretti di pupa in polvere libera (polvere di luce o qualcosa di simile)… che bei tempi! I miei genitori non mi hanno mai proibito nulla, mi lasciavano fare. Dai 18 ai 30 anni poi ho conosciuto il periodo in cui il make up ha ricoperto un ruolo marginale: mi truccavo raramente e pensate che il giorno del mio matrimonio, dopo la cerimonia, quando è stato necessario ritoccare il trucco per via dell’inevitabile commozione non avevo con me niente e ho mandato la mamma a casa a prendere quelle 4 cose che avevo nella pochette (se ci penso adesso mi chiedo come ho potuto fare una cosa del genere, ma evidentemente non era proprio nei miei pensieri allora!). Alla fine mi hanno sistemata le mie amiche usando anche i cosmetici che avevano con loro! Poi verso i trent’anni è arrivata una certa Clio e l’amore per il make up è cresciuto poco a poco fino a diventare una vera passione! Scusate per il lunghissimo commento, mi sono lasciata trasportare dai ricordi!

  42. Si si!! Pensa che mio nipote mi ha detto che alcune di loro sono state richiamate dalle insegnanti e dal preside! Nonostante ciò loro continuano!
    E credo che non ottengano nemmeno gli effetti desiderati dato che ai ragazzini della loro etá non piacciono, anche loro (ovvero mio nipote) le trovano strane. Lui mi dice che sono tutte rosse in faccia per il fard e che si mettono talmente tanto mascara che sembra abbiano solo tre ciglia perchè il mascara le appiccica…

  43. Di eyeliner, il tutto sopra ad una base pesante. Un trucco troppo pesante per la loro età, almeno per i miei gusti. Poi ammetto che io, da ventenne, mi trucco usando tanti prodotti ma abbastanza leggermente. Penso che il problema non riguardi solo il trucco (vedo anche tante ragazzine vestite in modo poco consono per la loro età). La mia impressione è che ci sia la tendenza di ragazzine e ragazzini a volersi mostrare moooolto più grandi di quello che sono, bruciando le tappe velocemente e tapvolta mettendosi anche in brutte situazioni.
    Scusate il commento papirico e spezzettato ma sono un po’ goffa con la tastiera stamattina! 🙂

  44. Attenzione, non sottovalutiamo il “di nascosto”!
    Mi ricordo che io l’ho provata a 11/12 anni a casa delle mie compagnette di classe, non di certo per andare a scuola! Se…figuriamoci!

  45. È vero, avevo sottovalutato… Ma aspetta a 11 anni in che classe si è? Tipo prima media? Forse anche io l’ho provata, e poi tolta immediatamente, anche perché sembravo una baby battona

  46. Comunque..magari dieci anni fa nessuno della tua età lo indossava, ma adesso, o almeno, nella mia città, sarei fuori dal mondo se non lo indossassi

  47. In realtà, il fatto che l’infanzia sia sessualizata non è cosa nuova. È stato provato e riconfermato da psicologi di ogni genere che è così e che fa anche parte di una sana crescita per essere pienamente consapevoli di sé stessi. Ma la linea di demarcazione tra bambino e adulto è proprio la consapevolezza di ciò che si sta facendo ed è proprio lì, che secondo me, deve intervenire il genitore cioè colmare l’ovvia inesperienza della bambina.

  48. Ahah va beh dai, è giusto così! Io quando avevo la tua età e vedevo ragazzi di 30 anni nei locali tornavo a casa e dicevo “era pieno di vecchi!!”

  49. Ragazze,
    io non ci credevo ma mi hanno detto le maestre di mia figlia (3 elementare) che l’anno scorso x la comunione hanno visto bambine con le unghie ricostruite! Altro che trucchi! Inutile ribadire che tutto dipende dagli input che diamo noi! Certe bimbe sembrano pronte x il matrimonio, altro che comunione!

  50. Personalmente ho iniziato relativamente presto (età medie), non perché avessi voglia di truccarmi (assolutamente! All’epoca non avevo neanche voglia di pensare a come vestirmi), ma per via di una pelle molto problematica che mi metteva molto in imbarazzo, quindi correttore e credo anche un po’ di fondotinta e cipria, quelli vagamente curativi per pelli grasse. Credo che il mio approccio di “difesa” e non certo con il fine di essere attraente fosse chiaro, così i miei mi lasciavano fare, anche se mi vergognavo così tanto che comunque quei pochi trucchi me li compravo di nascosto. Credo che da parte loro forse un approccio abbastanza equilibrato (per una volta…), quindi penso che anch’io potrei regolarmi in modo simile. Poi un giorno uno di quegli stupidi ragazzini che a riguardarli dopo dieci anni ti chiedi che fine da falliti abbiano fatto mi ha trovato il correttore nello zaino e ha iniziato a prendermi in giro…. Apriti cielo.
    Per il resto invece, quando ho iniziato a uscire la sera e a vedere le altre ragazze truccate, ho iniziato con mascara e eyeliner (ed ero anche brava!), fino ad arrivare a ora che il mio armadietto del bagno è un po’ il mio arsenale 🙂

  51. Ho 14 anni e mi sono iniziata a truccare a 11 anni circa con matita nera e mascara e ora metto anche il rossetto.
    Guardo sempre tutti i tuoi video le tue revew mi hanno fatto risparmiare (grazie mille

  52. Mia mamma mi metteva il “fard” già all’elementari perché ero sempre pallidissima..per me era una cosa normalissima, uno step della routine: lavarsi, vestirsi, pettinarsi e mettere il fard. Se le mie figlie mi chiedono un po’ di fard non glielo nego. Anche il rossetto, purché sia chiaro, tanto per come se lo mettono loro, dopo 5 minuti non si vede più..lo smalto però solo sulle unghie dei piedi!

  53. si si certo, in quei casi la colpa è dei genitori, perchè se le mamme si truccano, sta a loro dire alle figlie che è ancora presto.
    Capisco che sia difficile, ma nemmeno farle andare in giro come delle piccole moira orfei, non mi sembra il caso!

  54. mia nonna mi dava i pizzicotti sulle guance prima di entrare a scuola e prima di incontrare qualsiasi persona che non fosse della famiglia………………trauma infantile!!!!!!!

  55. Ricordo quando in 2media mio papà mi proibì di andare al cinema con l matita nera all’interno dell’occhio..tuoni e fulmini haha ho iniziato a truccarmi molto tardi (15-16anni) con solo la matita al sabato sera e per un incidente avevo i denti incisivi rovinati quindi niente rossetto..ora a 21 anni finalmente ho imparato a dosare fondotinta, mascara e rossetti di ogni tipo

  56. Io vedo ragazzine di 14-15 anni già perfettamente truccate,senza i pastrocchi che facevamo noi una ventina di anni fa.Adesso già da piccole ne sanno parecchio di make up e questo è merito(o colpa,a seconda dei punti di vista)di blog e tutorial.
    Io avevo il complesso delle occhiaie marcatissime e se avessi avuto la possibilità di usare un correttore e un po’di mascara a 12-13 anni avrei avuto un’adolescenza migliore.

  57. Ciao ragazze!
    Io ho iniziato a truccarmi alle medie, mia madre non ha fatto mai storie sul fatto di dover distinguere tra casa e scuola. Mi concedevo un ombretto che poteva essere rosa oppure sul blu. Al liceo ho iniziato anche con la matita e i primi rossetti (indossati però nel tempo libero). Dall’università ho imparato a truccarmi in modo completo e, da qualche anno grazie a te Clio, ho sperimentato colori, stili sempre diversi. Ovviamente il trucco che porto varia a seconda delle occasioni, ma è raro che non mi conceda anche solo la matita nera 😉 Mi trucco perché mi piace, può comunicare molto del proprio carattere, dello stato d’animo…trovo che il make-up in generale abbia fascino 🙂
    Detto questo, sono mamma di una bimba di due anni e mezzo. Quando mi trucco lei solitamente mi guarda, mi chiede i pennelli, gliene tengo sempre uno da parte pulito…a questa età è solo gioco o emulazione 😉
    Per i prossimi anni, non le metterò dei divieti, starò a guardare come si avvicinerà a questo mondo del make-up e spero di riuscire a trasmetterle il “buon gusto” 😉 Sono convinta che se le imponessi dei divieti troppo stretti alla fine otterrei il risultato opposto…come per tutte le cose 😉

  58. Conta che io ho conosciuta una signora che ha la figlia in prima media (o giù di lì). L’altro giorno si parlava di sesso, di quanto i bimbi siano precoci adesso, e lei ha detto “ah io vorrei tanto che mia figlia ne parlasse, se non con me, almeno con la pediatra…” Io sono rimasta a bocca aperta, mi è caduta la mascella! Io la pediatra la associo allo sciroppo per la tosse al gusto fragola perché non sia troppo amaro per i bimbi, e questa ci parla di sesso!!!! O_o

  59. Questo post mi ha ricordato quando, all’ età di 14 anni, misi il mio primo mascara. Lo mettevo in casa della mia amica, chiuse nel bagno, e poi uscivamo in fretta, per non farci vedere dai genitori che avrebbero disapprovato.. Che tempi 🙂

  60. Da bambina per me il trucco era solo un gioco, io e una mia amica un giorno ci truccammo, a nostro dire anche bene, e pretendevamo di andare alla gelateria così! Ovviamente mia mamma ci fece lavare il viso o niente gelato! Insomma non era mica Carnevale! A 14 anni ho avuto il permesso di truccarmi, i miei addirittura mi regalarono la trousse della Pupa fatta ad ape! Era carinissima! I colori permessi erano solo il giallino e il rosino e un pochino, ma poco eh, di mascara solo sulle punte! E non per andare a scuola! Alle superiori potevo usare una matita, rigorosamente grigia, mascara grigio o al massimo prugna.

  61. Sicuramente è un post impegnativo, rispetto a ciò di cui si parla.

    Ho iniziato ad amare il trucco intorno ai 2 anni, ma non mi sono truccata in “pubblico” fino ai 17.

    Non mi importa di quello che dice la gente, lo faccio solo ed esclusivamente per me stessa. Ho zero problemi ad andare in giro struccata o truccatissima in ogni situazione.

    Dipende solo da come mi sento e se ne ho voglia.

    Ci sono periodi che sono truccata sempre e periodi che amo essere completamente al naturale.

    Discorso diverso, invece, per la cura della pelle, che amo molto.
    Cerco di prendermene cura anche se non ne ho voglia, perchè è importante per sentirmi ok e fare qualcosa di buono per me stessa.

  62. Ahah pensa che io, a quasi 23, se mi metto un rossetto (anche un nude) devo sorbirmi prima la predica di mio padre e poi (soprattutto) quella del mio ragazzo! Alla fine mi scoccio e non ne metto proprio!

  63. Questo è un post molto attuale e interessante: proprio l’altro giorno ho visto una bambina di 10 anni massimo con eye-liner e rossetto bordeaux molto scuro e, per giunta, matte. Ragazze era davvero troppo! Si aggirava tranquillamente tra gli scaffali di H&M nel reparto ragazze, dove anche io stavo cercando qualche maglione carino, e lei aveva già tra le mani dei capi da adulta. Non voglio passare per la bigotta/bacchettona della situazione, ma penso che per tutto c’è un’età giusta, soprattutto per quanto riguarda trucchi e vestiti: molto spesso dipende dal viso e dalla fisicità della bambina/ragazzina in questione, perché ricordo che alle medie, nella mia classe, molte avevano già un fisico da “donna” e forse alcune cose, come matita o mascara, non risultavano eccessive; ma quando hai un viso molto acerbo e ancora da bambina, il tutto risulta pacchiano e “carnevalesco”! Quindi è vero che è tutto molto soggettivo, ma bisogna anche avere delle “regole” di base e, soprattutto, del buon senso.

  64. L’ idea di “femminilità” che stiamo dando é proprio questa purtroppo.. Aggiungerei che le ragazzine che conosco io si truccano molto in vista dei maschietti.. Però a me l eyeliner spesso e il rossetto rosso a 12 mi sanno di volgare..

  65. Oltre ad essere bravissima, sei anche una bellissima ragazza! Il rossetto rosso ti sta molto bene, non lo vedo eccessivo per il tuo viso, nonostante la tua giovane età! E’ bello poter indossare qualcosa che ci faccia sentire bene con noi stesse, scegliendo, ovviamente, la giusta occasione 😀 Ti dirò di più: stai benissimo anche senza! Un bacione e un grande in bocca al lupo :**

  66. Hahahaha.. io il primo “trucco” fui costretta a metterlo controvoglia, da un’amica di mia madre che diceva che avevo 16 anni ed era vergognoso che sembrassi ancora una bambina. Quindi mi costrinse a farmi mettere da lei la matita negli occhi. Ricordo che quel giorno ero molto arrabbiata con lei. Però poi arrivata a casa per levarla mi guardai nello specchio e mi accorsi che in fondo non era tanto male.
    Cmq fino ai 23 anni il mio trucco è sempre stato leggero, matita e mascara e basta. Ora ho di tutto hahaha.

    la bambina che babysitto invece ha 8 anni e quando giochiamo vuole che io “la trucchi”, per finta, ossia con le dita faccio finta di metterle roba. Però vuole che le descriva cosa sto facendo, tipo “ora ti metto un ombretto” ecc. A casa non ha trucchi per fortuna, ma se li avesse sotto le mani chissà che ci farebbe.. una volta mi ha visto lo smalto rosso e ha detto “quanto lo vorrei”. Cioè a 8 anni con lo smalto rosso da vamp proprio no..
    Bah 😀

  67. Ciao @Ellie97 ! Sono d’accordo sul fatti della consapevolezza, molto probabilmente buona parte delle ragazzine non ha consapevolezza di essere troppo truccata..se ne renderanno conto dopo! Il problema é forse, dopo essere abituata a vedersi sempre truccate, non ci si sa vedere al naturale! Cmq ti volevo chiedere..come mai a 12anni sentivi il bisogno del fondo? Di solito tutte sperimentano con gloss e ombretti improponibili 😀

  68. Mia cugina fa 10 anni a marzo gioca coi trucchi a casa e io la trucco da quando ne aveva 3 ma solo x gioco si diverte e stop figuriamoci uscire d casa truccata non esiste

  69. Sono rimasta di stucco: bambine di 10 anni che fanno video su YouTube su come truccarsi? Non ho parole…

  70. Beh io credo che parlare di sesso non sia così sconvolgente, anzi con le parole giuste se ne può e se ne deve parlare anche quell’età, dopotutto meglio che siano genitori o persone competenti a chiarire le idee ai pre-adolescenti, sempre più bombardati dai media da immagini sessualizzate*, piuttosto che vadano a cercarsi da soli informazioni su canali sbagliati e potenzialmente pericolosi come internet. 😉

    * mi viene in mente ad esempio quel quiz che si chiama “avanti un altro”, lo mandano all’ora di cena e ho provato a vedere che “tratta” di argomenti come il kamasutra senza troppo girarci intorno.

  71. Il paragone col fumo secondo me non è proprio corretto: il fumo è una droga a tutti gli effetti e danneggia notevolmente la salute, cosa che non si può dire del trucco o di altri comportamenti!

  72. Sono assolutamente d’accordo. Mi è sempre piaciuto il trucco, non mi è mai stato vietato, ma insegnato passo per passo cosa si e cosa no, infatti non sono mai uscita di casa col mascherone! Ad alcune mie amiche, era vietata (dal padre) la matita nera, io a 14 anni facevo una riga sottile nella rima interna, un po di cipria (Solo dopo ho iniziato con un pochino di fondotinta) per non vedermi pallida, mi aveva insegnato mamma 🙂 Loro uscivano e di nascosto si spalmavano il trucco in faccia come se non ci fosse un domani. E così per tutto il resto crescendo, loro non potevano uscire, o dovevano tornare sempre prestissimo, con rilascio di grandi permessi, non potevano stare a dormire o a pranzo dalle amiche di una vita, io ho sempre avuto un equilibrio.. Il risultato è stato che loro (per ribellione?) hanno in realtà fatto (di nascosto) tutte le cavolate possibili e immaginabili, bugie su bugie, per stare tutta la notte ai festini con il ragazzetto, per fumare e così via cose ben peggiori! Io le guardavo dall’esterno e stavo male per loro! Se le avessero scoperte, se fosse successo qualcosa? Ma capivo e capisco bene che troppe limitazioni senza una logica, e zero dialogo soffocano le persone durante la crescita e portano a questo. Io non ho mai fatto cavolate e come me quelle amiche cresciute con regole equilibrate e dialogo

  73. Io ho cominciato a truccarmi quando ho iniziato le superiori, tutto perchè l’adolescenza (purtoppo!) è arrivata ed ha portato con sè i brufoli! Non sono mai stata sicura di me stessa (anche da piccola i miei genitori hanno criticato il fatto di essere una bambina paffutella, e le conseguenze le vedo ancora oggi! Da questo errore dei miei ho imparato cosa non fare mai ai miei figli!) e il fatto di avere molte imperfezioni ha peggiorato la cosa… Poi, però, dopo un brutto periodo (il liceo non faceva per me, pieno di gente, per quanto riguarda il mio caso, troppo altezzosa) ho deciso di cambiare scuola (sono andata al geometri, grazie a Dio quella è stata la scelta della vita! Fiera di essere geometra!) e, stando molto a contatto con gli uomini (e comunque sapendo di poter “esprimere” me stessa, visto che fino ad allora avevo vissuto in una “bolla” grazie alla quale nessuno mi conosceva veramente!) ho capito che truccarsi lo si fa per piacere a se stesse, non agli altri… Per questo non mi sono più truccata per andare a scuola! Diciamocelo… Non mi rendeva felice alzarmi mezz’ora prima per spalmarmi il fondotinta in faccia;) e comunque visto che i ragazzi se ne fregavano di come ci presentavamo (i professori badavano molto al vestiario, che doveva essere professionale!) ho capito che poco importava il fatto che fossi truccata o meno (e struccata ho conoscuto anche il mio attuale ragazzo, che non ha avuto sorprese successivaente se per caso mi fossi presentata davanti a lui struccata!)…
    Detto questo (tanto per farvi capire perchè la penso così)…

    Credo che la cosa principale da insegnare alle bambine è che non serve truccarsi tutti i giorni, non lo si fa per piacere agli altri, è necessario quindi insegnar loro ad amare loro stesse per come sono, imperfezioni o meno!

  74. Diciamo che non credo che le ragazzine dovrbbeto truccarsi a 11 anni o anche prima. Quando vedo la mia nipotina che in occasioni speciali é truccata dalla madre mi si accapona la pelle. Sinceramente quando guardo le pubblicità dei giocattoli e ci sono bambine chiaramente truccate provo un senso di disagio: per me, per loro e soprattutto per i loro genitori che non li lasciano essere bambini. Il mio piccolo di due anni, ogni volta che si ritrova pennelli a portata di mano, ride come un pazzo e me li spampana sulla faccia, ma sono sicura che non abbia idea di quel che fa. Semplicemente emula una cosa che lo fa ridere!

  75. La sostanziale differenza è che quando noi avevamo 12 anni ci facevamo dei trucchi orribili monocolore spalmando su TUTTO l’occhio un ombretto azzurro o rosa. Adesso le 12enni sono in grado di mettere perfettamente l’eyeliner, la matita e fare sfumature. Mi spiace dirlo Clio, ma è anche colpa tua 😀 Nel senso che fino a poco tempo fa ci si basava appunto solo su cose viste sulle mamme, mentre adesso le 12enni hanno a disposizione cellulari, computer e tablet da cui è semplicissimo guardare i tutorial o dei video sui trucchi. La concezione del trucco è cambiata nelle ragazzine perché è cambiato il tipo di approccio e l’accessibilità stessa al trucco. Detto ciò, secondo me non è sbagliato cominciare sui 13 anni, ma la cosa deve essere appena accennata, non sembrare volgarissime (come capita adesso) perché ragazzine vanno a scuola con linee spesse di eyeliner, rossetto rosso, unghie laccate, fondotinta, cipria, illuminante, terra, blush….

  76. Non c’è assolutamente nulla di male a parlare di sesso, i miei genitori non l’hanno mai trattato come un tabù e c’è sempre stato un rapporto molto sereno, ma credo che a 13/14 anni sia un po’ presto parlare di sesso inteso come attività praticata! Cioè i miei non mi hanno mai detto che i bambini nascono sotto i cavoli, ma non so se mia mamma mi avrebbe comprato i preservativi a quell’età, o mi avrebbe mandato dal ginecologo o dal medico per gli esami della pillola. Io parlavo di questo, penso che ci sia un’età per tutto. Un conto è parlare, essere a conoscenza delle cose, un conto è farle. Poi ognuno fa quel che pensa della propria vita, io sono rimasta un po’ basita!

  77. Buongiorno a tutte,
    Io sono diventata mamma a 22 anni ora ne ho 36 mia figlia 14…
    Quando era piccola la truccavo per carnevale/Halloween…in realtà ancora oggi 😉
    Per fortuna è una ragazza semplice che mi chiede solo un pò di gloss o mascara (anche se potrebbe non metterlo ha ciglia extralong) solo se va a qualche festa di compleanno.
    Le ho sempre detto che c’è un’età per tutto e di non bruciar le tappe perché non serve a nulla cercare di apparire più grandi…ogni età ha la sua bellezza e le sue esperienze.
    Purtroppo conosco ragazze della sua età che le tappe le bruciano…spesso alle spalle dei genitori…spesso con la complicità di loro…sopratutto delle “madri”.
    Non voglio fare la morale ma invito solo a pensare che non sempre i si fanno di noi un buon genitore che si sa è il mestiere più difficile del mondo.
    Un bacione a tutte

  78. Ho iniziato a mettere lucidalabbra e un filo di matita a 13 anni, inizialmente solo per andare al cinema con gli amici e poi piano piano anche a scuola. Io non mi reputo una bacchettona, però quando vedo bambine di 13/14 anni con fondotinta pesante, rossettone e matita marcatissima mi viene una tristezza infinita. Questo perché si ha a che fare con una concezione sbagliata di trucco: personalmente quando ho iniziato a truccarmi l’ho fatto per migliorare me stessa e non per stravolgermi. Credo che ora stia avvenendo esattamente l’opposto. Ah è chiaro che non voglio generalizzare dicendo “le ragazze di oggi sono più *inserirecoseacaso*, le tipe più precoci sono sempre esistite e sempre esisteranno. Però ora sono in maggioranza, ecco.
    Per quanto riguarda le bimbe che imitano le mamme mettendo un po’ di trucco e pasticciando un po’ ..io non ci vedo nulla di male! Trovo invece inquietanti le baby modelle in pose sexy iper truccate e acconciate. Veramente, mi mettono i brividi.

  79. Certamente il fumo è una cosa totalmente diversa, ma quello che volevo intendere è che secondo me il divieto non serve a nulla, nella quasi totalità dei casi. O a tua figlia vieti di uscire di casa per sempre, e non credo sia fattibile, oppure cerchi di parlarle, educarla, farle capire che alcune cose non sono corrette, che il fumo fa male, che uscire truccata come una battona non è saggio, ecc ecc almeno questo è il mio pensiero!

  80. Ciao ragazze!questo argomento mi interessa molto perché sono in attesa di una bimba e andrò incontro a molte sfide!
    Dal canto mio ho sempre adorato il make up e invidiavo mia mamma quando si truccava e ovviamente avrei voluto farlo pure io. Ricordo che da piccola era permesso solo a carnevale o al massimo un po’ di burro cacao rosa tipo a scuola media. A 14 anni ho fatto un piccolo corso di trucco in profumeria di quelli chanel per presentare i prodotti e mia mamma mi ha comprato la prima matita e i primi ombretti con tonalità rosa/viola. Li conservo tutt’ora. Per tutto il liceo solo un po’ di matita negli occhi per scuola e un po’ di ombretto e mascara quando uscivo il sabato ma davvero molto leggeri. Adesso anche grazie al blog sto imparando tante cose e sperimento un poco. In questo mi segue mio figlio di tre anni che da sempre ha voluto truccarmi e ogni tanto per gioco mi sono fatta impiastricciare la faccia. Anche lui ha voluto messo il blush e un lucida labbra e l’ho accontentato, poi ci siamo guardati ridendo allo specchio, nemmeno si vedeva il trucco ma lui era tutto orgoglioso. Io penso che è un gioco in effetti, per sentirsi bene, per sperimentare, mio figlio come tutti i bimbi è curioso e vuole copiare i genitori (non facciamo differenze tra giochi “da maschio/da femmina”. Con una bimba sarà più difficile perché non sono assolutamente d’accordo con la sessualizzazione precoce e con i vari ammiccamenti che le rendono piccole adulte. Spero di essere in grado di insegnare che fare ogni cosa a suo tempo permette di apprezzare tutto di più. Il burro cacao o il balsamo labbra un po’ lucido va bene e già fa la differenza, in fondo tutto sta nella propria mente e nella percezione di cosa stai facendo. Io ero felice e mi sentivo divina con labello rosa!

  81. Io mi trucco da qualche anno e mia sorella di dodici ha iniziato da poco, ogni tanto esagera, mi è capitato di doverle ricordare che non è la Amy Winehouse dei poveri e che due chili di eye-liner su un viso da bambina non ci stanno.
    Nostra mamma non si è mai truccata e nostro padre ha sempre demonizzato i trucchi, tanto da dirmi cose come: “Guarda che fanno venire il cancro”, manco fossero fabbricati con scorie radioattive, quindi l’unica persona a cui può chiedere sono io e quel che provo a fare è farle prendere l’abitudine di struccarsi e ricordarle che un po’ di correttore e del mascara bastano.
    Io ho cominciato a undici anni con il correttore per sentirmi più carina, adesso esco con BB cream e mascara, il mio massimo è fondotinta, cipria, blush, eye-liner e mascara, non tanto perché sia una figa della Madonna anche struccata ma perché sono troppo pigra per ombretti e contouring.

  82. Per il compleanno della figlia di carissimi amici volevo comprarle dei trucchi gioco. Mi sono messa a leggere la composizione e mi sono cascate le braccia… Altro che sicuri: parabeni, paraffina, e siliconi….
    Al di là di questa grave mancanza, io dico che 9-10 anni è decisamente presto. Pure 12-13 in realtà. Io ho cominciato a 15 visto che ho giocato fino a tardi con le barbie. Eppure per carnevale mi sono truccata da piccola. Credo infatti che il problema non siano i giochi, ma come al solito i social network, i media, la televisione. Youtuber di 10 anni, mi fanno rabbrividire.

  83. Per il compleanno della figlia di carissimi amici volevo comprarle dei trucchi gioco. Mi sono messa a leggere la composizione e mi sono cascate le braccia… Altro che sicuri: parabeni, paraffina, e siliconi….
    Al di là di questa grave mancanza, io dico che 9-10 anni è decisamente presto. Pure 12-13 in realtà. Io ho cominciato a 15 visto che ho giocato fino a tardi con le barbie. Eppure per carnevale mi sono truccata da piccola. Credo infatti che il problema non siano i giochi, ma come al solito i social network, i media, la televisione. Youtuber di 10 anni, mi fanno rabbrividire.

  84. io ho iniziato a truccarmi due anni fa, quindi a 13 anni perché truuuulo di tambuuuuri…..mio fratello mi aveva portato a casa di nascosto un mascara! e nei mesi successivi andava alla Kiko per mio conto e con precise istruzioni, che non mancava mai di non seguire, mi prendeva le matite per occhi (che fratello fantastico). ciò nonostante ho iniziato a truccarmi sul serio solo verso la fine terza media e sinceramente trovo abbastanza fastidiose quelle persone che accusano me o altre di essere volgari ed inadeguate….che vi cambia a voi se metto il rossetto rosso per uscire? Mi ci sento bene, cerco di bilanciarlo con solo della matita sugli occhi, quindi non ne vedo il problema.
    penso invece che le bimbe di otto-dieci anni non dovrebbero truccarsi, non tanto perché sia sbagliato quanto perché molto probabilmente non lo farebbero nel modo corretto dal punto di vista della salute ad esempio della pelle. infatti molto.probabilmente non capirebbero l’importanza magari dello struccarsi e finirebbero per aver problemi alla pelle in età estremamente giovane,col rischio di portarseli avanti per moltissimo tempo

  85. Onestamente, vedere ragazze o ragazzine di 13-15 anni con il rossetto rosso non mi pare molto adeguato, e ti spiego subito perché. Il problema è che il rossetto rosso è da sempre considerato un simbolo di seduzione e di provocazione sessuale, e non è tanto bello vedere che delle ragazzine che stanno facendo presumibilmente le loro prime esperienze abbiano un aspetto provocante, potrebbe passare un messaggio sbagliato anche verso altre persone… Io la vedo così, a quell’età siete in una fase di crescita, in cui state diventando grandi ma al tempo stesso siete ancora insicure e “indifese” verso il mondo esterno, e se la mamma o i grandi non vogliono vedervi così è per un senso di protezione…
    Dato che hai espresso un tuo parere, tu cosa ne pensi di questo? come ti senti quando indossi il rossetto rosso e che messaggi vuoi lanciare?

  86. A me da bambina regalavano i trucchi da bambini o quelli “poco seri” da adulti… ma io non me li applicavo addosso, anzi giocavo alla MUA con le mie Barbie. Una ha ancora un bizzarro shatush con radici rosa scolorite (ottenute applicando gloss sui capelli della povera bambola) e punte bionde! All’epoca un obbrobio, ora praticamente una moda!

  87. Concordo pienamente con la Clio-sofia dialogare sempre, ascoltare e trovare la mediazione. Io mi trucco da quando avevo 15 anni, ho avuto genitori severi/tolleranti, nel senso che capivano e mi lasciavano fare perché alla fine seguivo le regole senza che me le imponessero, non so se mi spiego! Mia figlia si trucca poco, solo matita, ma ha vent’anni ed è così bella….(core de mamma sua)…punto su eventuali nipotine! Eppure mi commuovo quando mia figlia mi dice: mi trucchi? Sono momenti di grande complicità!

  88. onestamente non avevo mai pensato a questo aspetto della cosa e quindi ti ringrazio per avermelo fatto notare (anche in modo molto gentile). io personalmente lo indosso picchiettato con le dita o comunque “stemperato” e meno intenso di quanto sarebbe e mi sento…bene. Non so se sono io strana,ma metterne anche solo un poco mi fa sentire sempre più carina e mi dà quasi più fiducia. Infine non voglio lanciare alcun messaggio, non ho mai pensato che l’indossarlo potesse riportare ad un messaggio di sensualità…lo metto in modo molto semlice, forse ingenuo, per il semplice motivo che mi piace..

  89. Ciao Clio, ho 24 anni, quindì non ho figli…
    Io a 9-10 anni già volevo e avevo i trucchi dai cioè (trousse di ombretti, che ovviamente usavo senza primer, e gloss), li usavo in casa, anche con le amiche per stare in casa. E quindi a 11 anni già avevo dei gloss li usavo in casa, non so il motivo, mi piacevano e basta. Mia madre si è sempre truccata poco o niente, quindi non è per quello. A me sono sempre piaciute le cose allegre e colorate (e i trucchi lo sono).
    Ho iniziato ad andare a scuola con burrocacao colorati in prima o seconda media. E dalla terza media tanto mascara nero (ho le ciglia chiare essendo castana chiara e credo sia normale quindi che il mio primo cosmetico preferito fosse il mascara).
    In una gita scolastica in terza media, ho usato degli ombretti nude (beije e marrone che me li aveva messi mia madre) da una palettina pupa oltre al mascara. Non ci vedo nulla di male, non penso che il mio trucco fosse stato eccessivo. La terza media poi l’ho ripetuta (per motivi che non sto a spiegare qua, riassumendo mi ero trasferita, ero finita in una classe piena di bulli e avevo fatto troppe assenze) e quell’anno avevo aggiunto il fondotinta in polvere oltre al mascara. Per uscire usavo i gloss ma senza brillantini (quelli con i brillantini li usavo al massimo in casa) cioè le poche volte che uscivo.
    Alle superiori finalmente ho iniziato ad usare il correttore, fondotinta liquido, cipria e forse a volte il blush, matita labbra usata come rossetto e ovviamente mascara nero. Per uscire usavo anche gli ombretti (tipo andare per i negozi, perchè la discoteca non mi piaceva e non mi piace).

  90. Mia madre ogni tanto da bambina mi truccava lei, era un gioco tra di noi, lei si divertiva ed esprimeva la sua creatività, io giocavo per un pomeriggio a fare la star! Ma mai fuori casa, neanche un lucidalabbra. Non mi faceva nemmeno mettere lo smalto. Mi ha permesso di iniziare a mettere un po di matita verso i 14 anni. Comunque la ringrazio, sono stata bambina a lungo e ho fatto tutto quando era tempo di farlo, senza “correre” per diventare grande!

  91. Ciao ti posso dire che oggi come oggi non è per niente un discorso prematuro.Io ho 18 anni ti posso dire che già 3/4 anni alcune ragazzine di 14 e 15 anni avevano rapporti ahimè spesso si fanno questo cavolate perché non si sa a cosa si va incontro

  92. Ho 32 anni e sembra che nelle ragazzine ci sia una gara a sembrare poco serie. Il loro voler dimostrare di essere piu grandi a tutti i costi le involgarisce non poco.
    La filosofia proposta da Clio mi pare perfetta, vorremmo mica riempircidi baby squillo?? Ce ne sono gia abbastanza di quelle adulte!! 🙂

  93. Ciao a tutte! Ciao Clio! Io sono una mamma che si trucca ma non tanto…giusto il mascara (quasi d’aobbligo quando esco…anche se da quando sono mamma spesso e volentieri faccio passo per poco tempo perchè sono sempre di fretta o perchè dimentico e mi interessa poco in quel momento) e a volte un po’ di colore sulle labbra…..immancabile il burrocacao!! La mia pulciosa di 2 anni e mezzo quasi ogni volta che mi vede nel mio “momento coccola” vuole rifare paro paro come me….quindi crema per il viso, deodorante, mascara e burrocacao!!! E guai a sgarrare!! Ovviamente faccio finta di applicarle il tutto (salvo che per la crema e il burrocacao), alla fine per lei è come essere uguale alla mamma 🙂

    Addirittura una volta che andai in profumeria e c’era anche lei con me, testai un paio di rossetti sulla mano…da quel giorno ogni volta che vede i tubetti vuole farsi i segnetti sulla manina come feci io…a volte è divertente, altre volte se non sono dell’umore mi fa solo innervosire 😛

    Per quanto riguarda lo smalto evito di mettermelo quando c’è lei perchè la tentazione sarebbe provare a metterglielo ma poi addio….chi la reggerebbe più ahahahah.
    Ad ogni modo sono della filosofia più tardi è meglio è…sono per il look acqua e sapone nel senso stretto del termine 🙂

  94. Io non credo che il problema sia il trucco in sé…è una questione di atteggiamento, di modo di porsi.
    Secondo me si può essere semplici o provocatorie indossando la stessa tonalità di rossetto…è il comportamento che distingue le persone

  95. Se avessi dovuto aspettare che mia madre mi insegnasse a truccarmi, stavo a posto. Sono una fiera autodidatta!

    Mi ricordo che la prima volta che sono uscita truccata ero alle medie… e con i trucchi ‘finti’ da bimba perchè quello avevo a disposizione 🙂 Pura curiosità, a dirla tutta. Forse avevo visto qualche compagna di classe truccata e volevo provare… adesso non mi ricordo, ma ricordo di aver spulciato poi il cassetto di mia madre alla ricerca di qualcosa di valido che non usasse più, e di aver trovato degli ombrettini in crema della Lancome che hanno fatto la mia felicità. Un po’ meno l’ha fatta la matita nera nella rima interna con cui mi infilzavo l’occhio regolarmente! Ecco, credo che il primo acquisto sia stato quello, seguito da un mascara regalato… lo so per certo perchè la prima volta che sono andata ad acquistarlo alla fatidica domanda ‘ma lo vuoi allungante o che ti infoltisca le ciglia?’ avevo il vuoto totale.

    Con mamma sono andata a comprare i detergenti e tonici della Biotherm e a capire un attimo i rudimenti della skincare, ma per il trucco ho fatto da sola. E così gradualmente sono passata da una minitrousse ad un cestino del pane Ikea diviso a scomparti in base ai trucchi da ospitare, con bel bicchiere pieno di pennelli e scatola a parte per palettine e ombretti sciolti.
    Ho avuto momenti di matto, tipo quando nella mia fase emo usavo l’ombretto nero come se non ci fosse un domani, pure al compleanno col golfino rosa confetto, o quando mi ostinavo con colori sbagliati di fondotinta o rossetti, ma son sempre andata avanti a sperimentare e imparare. L’anno appena passato è stato il primo in cui mi sono sentita bella ogni singolo giorno, sia che fossi truccata molto, poco o per nulla. Spero di fare il bis anche quest’anno!

  96. Io ho iniziato verso i 13 per via dei brufoli, mi stiravo i capelli perché non mi piacevano i miei ricci. A 16/17 mi sono rotta e ho smesso con entrambe le cose, perché mi ero accorta che la vista del mio viso e dei miei capelli al naturale mi risultava quasi estranea e frustrante, perché ovviamente la mia pelle non era così omogenea e i miei capelli non erano piatti come spaghetti. Vedendo che la cosa era diventata più un’ossessione che altro ho smesso e mi sono riabituata alla mia vera faccia, tanto che mi faccio persino fotografare senza trucco e spesso nelle foto degli amici o di eventi informali su FB appaio al naturale, ma siccome mi piaccio va tutto bene. Sono a maggior ragione convinta del fatto che il trucco debba essere un divertimento. Infatti, o non mi trucco per niente o mi faccio gli ombretti sfumati con eyeliner stile Instagram, dipende se mi va di farlo o no, potrei andare al cinema con le occhiaie belle in vista o tutta in tiro a seconda dell’umore del giorno. E devo dire che è proprio bello sentirsi libere di scegliere 😛

  97. Ho iniziato a “pasticciare coi trucchi” alle scuole medie… Figuratevi, usavo quegli orribili fard di “Cioè” che mettevo esagerando e sembravo un pagliaccio ehehhe. Poi avevo lucidalabbra profumati e, cosa che mi faceva sentire molto figa, una crema anti-brufoli colorata. 😀
    Prima ci giocavo e basta, a casa con la mia amica.

  98. Sarà che per me il trucco è arte, è espressione di creatività, è libertà , sarà che ho solo 20 anni… Ma credo che se un giorno mia figlia a 6 anni dovesse dirmi “mamma voglio truccarmi” io le comprerei una bella palette con ombretti coloratissimi e la lascerei fare, anzi “giocherei” insieme a lei, proprio perché per me il trucco è questo… Un GIOCO! E vorrei poter essere in grado di trasmettere lo stesso pensiero alla mia futura/ipotetica figlia, ovviamente le darei delle piccole regole, le spiegherei che per tutto c’è un età, che per il momento può giocare con ombretti e brillantini, che quando sarà un po’ più grande potrà usare un po’ di blush, qualche anno dopo il mascara e così via… Vorrei essere una sua complice, senza proibirle nulla, ma parlando e spiegando.
    È anche vero però che io sono la prima che si scandalizza quando vede quelle bambine così truccate, e sono del parere che il problema sono i genitori! Anche io quando avevo 11 anni mettevo di nascosto la matita negli occhi nel bagno della scuola, qualche volta ho dimenticato di toglierla prima di tornare e casa, mia mamma le prime volte fingeva di non mi vedermi, poi un giorno mi ha parlato, mi ha fatto un discorso dicendomi che c’era un’età per tutto, che non le piaceva che la usavo a scuola, ma se proprio volevo la potevo mettere il sabato pomeriggio quando uscivamo insieme. Io da quel momento ho capito che ne avrei avuto di tempo per truccarmi come volevo, e che non c’era bisogno di farlo di nascosto, perché mia mamma sapeva dirmi cosa fosse più giusto che io usassi per la mia età! Non c’è tutorial, rivista, beauty influencer che regga… La mamma sa sempre tutto!

  99. Io ho iniziato a truccarmi in seconda media, ero in banco con una mia compagna e avevo notato le sue prime sperimentazioni con il kajal, con la linguetta sporgente in stile Cleopatra e la trovavo stupenda

  100. Ciao Clio, ricordo la prima volta che indossai un ombretto verde sugli occhi: avevo 5 anni, era carnevale e mi vestivo da fiore. Mi sentivo speciale e bellissima, non solo per il trucco, ma anche per il vestito. Mi sentivo un personaggio delle favole. Allora sono favorevole a questo, perché fa parte di un gioco: pure mio figlio si è disegnato una ragnatela sulla faccia con le tempere. Il problema siamo noi adulti quando vogliamo spingere i nostri figli ad essere più adulti di quello che sono nell’apparenza, vestendoli già da piccoli uomini o piccole donne già da piccoli. Penso ad oggi quanto il nero come colore spopoli nell’abbigliamento infantile: una volta era un colore praticamente inesistente. La bimba di due anni della mia amica è spesso vestita di nero, grigio, blu. ..raramente tocchi di rosa (solo per accontentare lei). È la fotocopia in miniatura della madre. A me mette tristezza. Per il trucco credo che lascerei fare senza far partire da me l’idea. Se vedo che prende una piega strana o seria allora spiegherei, come mia madre ha fatto con me.

  101. beh se è così fai bene allora, poi ovviamente dipende anche dal contesto, da come sei vestita o come è truccato il resto del viso! ovvio che se hai solo mascara e sei in jeans non risulti ambigua mentre se sei truccata intensamente anche sugli occhi e hai minigonna e tacchi il messaggio è un altro… comunque mi hai fatto piacere sentire come la pensi! è la cosa più importante capire perché le persone fanno delle cose invece di attaccarle e giudicarle…

  102. Ne sentivo il bisogno perché tra i 12/13 anni ho avuto una leggera invasione di brufoli e punti neri che stuzzicano in continuazione XD. Poi già a 14 è andata via per fortuna 🙂

  103. Io alle medie ho iniziato a mettere burrocacao, fard e mascara (un velo). Stavo attentissima a non mangiarmi il birrocacao e ora il rossetto mi rimane tutto il giorno senza sforzi. Una bella palestra

  104. Alle medie avevo un gloss della Bon Bon XD però ovviamente non per la scuola! E una matita nera, che però mi è stato permesso usare solo l’ultimo giorno delle medie e poi dal liceo…
    Poi il massimo che usavo era lo smalto (ribadisco: fine scuole medie/inizio liceo) e mia zia mi diceva che ero viziata perché lo prendevo in profumeria, probabilmente della Rimmel o della Deborah, perché non c’era ancora stato il boom della Kiko… ora va regolarmente dalla parrucchiera o chiama me per fare le treccine a sua figlia di 6 anni perché lei non riesce, se si mette lo smalto lo vuole mettere anche la piccola e lo mette e per la sua festa di compleanno ha preteso di mettere l’ombretto, fortunatamente uno di quelli apposta da bambine (e meno male che mia zia si trucca allo stesso modo da vent’anni e credo non abbia mai visto un ombretto) e, visto che ero lì io, gliene ho messo giusto una nuovoletta quasi invisibile perché, ovviamente, gliel’ha concesso, con dietro mia mamma che controllava che non esagerassi e scuoteva la testa…
    Poi andando avanti con gli anni del liceo ho iniziato a sperimentare, soprattutto per la sera, ma sono dovuta arrivare in università per fare il combo correttore+cipria+matita+mascara+blush! Ragion per cui mi fa ancora un po’ strano vedere l’altra cugina truccarsi come me (ha 17 anni, quindi niente di esagerato)… soprattutto se penso che è da poco che mio papà ha smesso di lamentarsi per il trucco, anche se fa ancora battutine… e il massimo è quando magari ho giusto un po’ di correttore per le occhiaie, cipria, mascara e blush e mi dice che sto meglio così, al naturale X’D

  105. Da bambina mi hanno sempre permesso di usare burro cacao colorati e cose simili, ma trucco vero e proprio no! E direi di essere d’accordissimo. Io ho iniziato a 14 anni e questa, secondo me è l’età giusta.

  106. Ricordo di avere sempre avuto la pelle soggetta a secchezza, soprattutto le labbra in inverno diventavano secchissime. Facevo quarta elementare e mia mamma mi aveva acquistato un burro cacao per il freddo. Ricordo ancora alcune madri scandalizzate e mia madre che le rassicurava spiegando che era un semplice burro cacao da erboristeria, sicuro anche per l’uso infantile.
    Il mio primo esperimento col trucco, però, risale alla gita dei tre giorni alle medie: avevo tre anni ed una compagna di classe mi aveva cerchiato gli occhi col kajal nero, come si vedeva ai Green Day, e prestato un lucidalabbra trasparente. All’epoca al massimo indossavo lo smalto ed il burro cacao (sempre lui!) e ricordo che mi ero vista strana, ma mi piacevo (col senno del poi ero un panda 😀 ). Di nuovo smalto-burro cacao fino ai 17 anni (nel frattempo avevo provato un lucidalabbra frost, una matita occhi verde ed un ombrettino rosa chiaro perlato che mi avevano accentuato la secchezza alla pelle, quindi avevo accantonato il tutto), poi galeotta fu la vacanza studio in Inghilterra: occhi bistrati, burro cacao colorato e smalto nero!
    Ad oggi ho una visione molto serena dei cosmetici: scelgo quando e quanto usarli, a patto che siano sicuri e non mi facciano male. Ringrazio mia mamma per avermi fatto comprendere che è un momento sereno nella routine quotidiana 🙂

  107. Io non sono favorevole neanche a riempire i pomeriggi dei bambini di attività varie. Secondo me uno sport o un hobby va bene, ma se si esagera diventa stressante. Penso che da bambini sia bello anche potersi annoiare un po’ e inventare i propri passatempi.

  108. Io mi ricordo che quando ero molto piccola (in prima elementare se non addirittura alle materne) vedevo mia madre che si truccava per andare al lavoro e le dicevo “Anche io!!” allora lei prendeva il suo rossetto rosso e me lo picchiettava sulle labbra. Davvero non si vedeva, continuavo a tenere le labbra appiccicate perchè non volevo che se ne andasse e a scuola mi sentivo davvero bella e speciale anche se nessuno vedeva il rossetto!

  109. Io non ho cominciato a truccarmi fino ai 17/18 anni, non mi truccavo quasi mai comunque e il massimo che facevo era (se la mattina avevo voglia) una riga di matita nera e non mi ricordo se avessi il mascara, mentre se uscivo con le 4 amiche solite al sabato sera tentavo una cosa sfumata con una di quelle palettine 4 colori che andavano dal bianco al nero. Terribile. Ma quello era. Stop. Forse un filo di correttore per quando avevo il bozzo da coprire. Poi ho cominciato a scoprire il trucco con Youtube, ma avevo già 19 anni, e quella è stata la mia “nave scuola”… mia madre non si truccava mai e a parte poche volte che avevo chiesto il kit di trucchi da bambina a Natale da piccola (mai ricevuto, tra l’altro O_O) non ci ho mai corso dietro.
    Da amante dei libri (mia madre mi ha sempre detto che avrebbe risparmiato a portarmi a comprare vestiti piuttosto che in libreria) leggendo ciò che la sorellina della tua ragazza ha detto guardando quel libro mi ha fatto “raggelare”… la piccola me avrebbe fatto i salti di gioia nel ricevere un libro del genere e probabilmente non sarebbe stata contenta fino a quando non l’avrebbe finito! Non sono madre, ma se un giorno avrò una bambina cercherò di farle capire che quello che si vede in tv non è reale, che quello non è essere “femminili”… il trucco per gioco lo capisco, ma non voglio far crescere una futura bimba in un mondo in cui la volgarità, la corsa matta e disperata alla perfezione irreale e l’ignoranza dilagante presa a dosi massicce come se essere oca significhi essere alla moda (prendo come esempio “Avanti un Altro”, programma che io non sopporto e che contiene per il 70% del tempo queste caratteristiche, ma la stragrande maggioranza dei programmi – salvo qualcuno – li contiene) possa essere qualcosa di contemplabile.
    Mi ricordo una bambina che aiutavo a fare i compiti e a studiare… è sempre stata un po’ “sciocchina”, ma aveva 10 anni. Cercavo di farle venire curiosità con libri, ricerche su argomenti che capivo che l’avevano almeno sfiorata, ma nisba. Poi non sono più andata da lei e un paio d’anni dopo su Facebook ho visto una sua foto: duckface, matita nera, mascara, eyeliner e rossetto rosso. 13 anni. Non era nemmeno truccata alla carlona, ma aveva comunque 13 anni! Boh, magari sono bacchettona io, ma ai miei tempi (ho 25 anni XD) le mie compagne di classe alle medie al massimo si mettevano la matita nera e in casi rari pure il fondotinta (se avevano problemi di pelle e rigorosamente di un paio di tonalità più scuro con tanto di stacco viso-collo O_O)

  110. Concordo in pieno con la filosofia del “Se ho voglia mi trucco e se non ho voglia esco pure struccata perché comunque mi piaccio pure così” u_u per esempio… oggi sono al lavoro con su solo la crema idratante!

  111. Ogni cosa a suo tempo…io ho una figlia di 9 anni ancora molto bimba rispetto alle sue coetanee….alcuni giorni fa era il suo compleanno ed ha invitato alcune compagne di classe…..da come erano vestite mi sembravano delle ragazzine delle medie, ma vanno in 4 elementare!!! Scarpe con la zeppa ed il tacco (insomma quelle che vanno di moda ora), telefonino, smalto, gloss.
    Mia figlia ogni tanto mi chiede se può usare i miei trucchi…al massimo le concedo l’ombretto rosa per farla contenta.
    Ricordo che quando ero in terza media (ormai secoli fa) una mia compagna si presentò alla cena di classe tutta truccata…la professoressa la mandò in bagno a lavarsi la faccia….fece benissimo!!
    ilmondodiary1.blogspot.it

  112. Ciao a tutte! Io onestamente ho iniziato a truccarmi ( matita nera nella rima interna e fard) verso i 15-16 anni,ho imparato a mettere il mascara e poi il fondotinta, tutto un po’ alla volta e mi truccavo nelle poche occasioni in cui uscivo, nemmeno a scuola. A 19 anni mettevo sempre e solo matita, mascara e fard. A dire la verità ho imparato a truccarmi molto,ma molto meglio 3-4 anni fa. Ho voluto vivere la mia giovane età ( non che ora sia vecchia eh, ho 25 anni) come tale. Certo non mi sono mai piaciuta, mi trovavo brutta, ma non sapevo niente del trucco, oltre quel poco che conoscevo. La mia adolescenza si è basata tutta sulle amiche, uscite pomeridiane, diari segreti, bambole, e non mi è mai importato del trucco. Mi bastava avere le mie amiche ed era tutto ciò che volevo. Le bambine di oggi vogliono crescere subito, e questo non mi piace, perché si dovrebbe vivere la loro età,e non l’età di una persona adulta,o comunque di una ragazza.

  113. Io sono amante dei trucchi dalla piú tenera età: da piccolissima li vedevo come un gioco o come una parte del costume che indossavo ai saggi di danza. Verso i 9-10 anni ho chiesto a mia mamma di regalarmi dei trucchi e ho ricevuto un gloss trasparente e uno smalto chiaro. Quando ero in terza media è avvenuta la svolta: smalto blu e matita nera. A quattordici anni ho iniziato a sperimentare, con risultati alquanto soddisfacenti, trucchi con matite e ombretti sia chiari che scuri. Per il rossetto fuchsia ho aspettato i 16-17 anni, per quello rosso i 18. Mia madre, durante questa “evoluzione”, se non incoraggiato, ha decisamente accettato di buon grado la mia passione, complimentandosi con me per la riuscita di un buon trucco. Allo stesso tempo, peró, mi ha indicato quali secondo lei fossero le cose da evitare ad una data età. Ho accettato i suoi consigli e, adesso che ho 20 anni, ritengo di aver fatto decisamente bene.
    D’altro canto, ritengo che sia necessario inquadrare il trucco nel contesto dell’età della persona, della sua personalità e del suo rapporto col trucco.
    Io a 14 anni ero molto matura a livello caratteriale, ma decisamente non maliziosa e, anzi, molto ingenua. Volevo sfoggiare smokey eyes solo per il piacere di farlo e, di conseguenza, lo stesso trucco che su di me non dava fastidio, nonostante la giovanissima età, adesso lo trovo eccessivo su ragazzine della stessa età che magari hanno un grado di malizia nettamente maggiore rispetto al mio a pari età.

  114. Hai proprio ragione, anche nel mio caso è stato un po’ così. Mia mamma ha sempre cercato di valorizzare la bellezza interiore e di dare al trucco il giusto peso, ma con il passare del tempo mi sono resa conto che ne stavo diventando quasi schiava, che la versione di me al naturale non mi piaceva più. Ho cercato quindi di ridurre un po’ (meno eyeliner soprattutto) e di puntare sulla skincare. Crescendo sono diventata più tollerante verso me stessa ma di base sono e resto abbastanza insicura quindi purtroppo ci sono giorni in cui il trucco è una necessità più che un surplus. Se e quando avrò figli cercherò di lavorare su questo aspetto, se saranno insicuri come me 😀

  115. Io ho 21 anni e il primo (leggerissimo) trucco mi è stato concesso a 14 anni, per la Cresima.
    Vale a dire un po’ di mascara, rossetto usato come blush e lucidalabbra. Prima mi erano solo concessi solo i lucidalabbra. Però a dire la verità fino a quell’età non avevo mai sentito il bisogno di truccarmi e anche la maggior parte delle mie coetanee non si truccavano.
    Quindi cominciando le superiori un po’ alla volta ho cominciato ad usare mascara e matita e un po’ di terra quando ero pallida. Sui 16 anni ho iniziato ad usare qualche ombretto ma ne avevo pochissimi non come adesso che non riesco ad usarli tutti XD Ho iniziato ad usare anche un unico rossetto rosso che evitavo di mettere davanti a mia mamma e il correttore sulle occhiaie. A 18 anni la mia collezione di rossetti ha iniziato ad ampliarsi e ormai ho iniziato a usarli in comune con mia mamma XD
    Il fondotinta lo uso da un anno e mezzo circa, ho iniziato con i fondi minerali compatti e da neanche un anno sono passata ai fondotinta liquidi XD
    Perciò solo dopo i 20 anni ho iniziato a fare trucchi completi che ora vedo anche su ragazzine di 13 anni, mi sembrano esagerate però le new generation (non voglio generalizzare, ma vedo assai differenza da me e le mie coetanee rispetto a mia sorella e le sue amiche che ne hanno 11…)

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here