Ciao a tutte!

Se provate a digitare una ricerca tipo “valentine’s day nail art” su Google probabilmente vi si aprirà una specie di galleria degli orrori 😀

Negli ultimi anni, se da una parte si è andati sempre più verso il “nude ad ogni costo” – il no-makeup-makeup è un trend anche per le unghie! – d’altro canto la nail art in senso stretto ha toccato in alcuni casi picchi di estrosità e (possiamo dirlo?) tamarraggine inaudite.

Le ricorrenze come San Valentino rappresentano i tipici casi in cui le Kim Kardashian della nail art si scatenano mettendo mano a tonnellate di brillantini, nail-stickers, cuoricini di strass e 50 (mila) sfumature di rosa e di rosso come se non ci fosse un domani…

Però, di base a noi sembra carina l’idea di celebrare il giorno di San Valentino attraverso una nail art discreta ed elegante. Abbiamo quindi selezionato alcune idee che, tra l’altro, sicuramente molte di voi saranno in grado di realizzare senza difficoltà. Pronte? Iniziamo!

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-1-french

Partiamo subito con una manicure semplice da realizzare ma soprattutto sobria e raffinata:

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-2-nail-art

Ahahaha!!! Ora… riprendetevi dallo shock e iniziamo per davvero :-)!


UNGHIE LOUBI UNDER RED

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-3-louboutin

La Loubi Under Red era nata in concomitanza al lancio degli smalti Louboutin e l’idea è quella di richiamare le iconiche scarpe con la suola rossa. Per realizzare questa manicure il brand ha creato uno smalto apposito, ma naturalmente l’idea si può si può replicare con qualsiasi smalto scarlatto e l’ausilio di un pennellino da nail art; e lo smalto nero lucido si può sostituire con altri colori o finish.

UNGHIE MATT O EFFETTO VELLUTO

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-4-mattCredits: @aliexpress.com

Anche lo smalto opaco non è certo una novità assoluta, ma a noi piace perché risulta comunque un po’ insolito, è chic e si presta a creare dei dettagli a contrasto con uno smalto dello stesso colore ma lucido (o usando i top coat).

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-5-matt-gradientBello anche in versione ombrè

UNGHIE NEGATIVE SPACE

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-7-negative-spaceCredits: @thisismeagankerr.com

Un’altra idea è sfruttare la tendenza negative space. Se ci pensate, basta procurarsi un piccolo adesivo a forma di cuore come stencil, e dipingere il resto dell’unghia e tutte le altre di un colore a scelta.

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-10-negative-cuoriDa YouTube

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-8-cuoriO viceversa. Credits @parlordiary.com

cliomakeup-unghie-smalti-san-valentino-9-french-cuoriDa Instagram

Ragazze, finora avete trovato qualche idea per la vostra manicure di san Valentino? Se la risposta è no, niente paura, nella prossima pagina trovate molte altre ispirazioni 🙂 !!

64 COMMENTI

  1. Welaaa! è la prima volta che mi capita di essere la prima a commentare… cmq ora che con calma e pazienza mi sto facendo crescere decentemente le unghie ne proverò qualcuna!!

  2. Ciao , non uso mai lo smalto , con il lavoro che svolgo non mi dura neanche un nano secondo , solo in vacanza mi sbizzarro cosí da cambiarlo spesso , le unghie piú belle in assoluto per me sono quelle ombré che tengono una mela in mano , le trovo molto sensuali e perfette … Buona giornata ragazze / i

  3. Di quelli citati mi piace lo smalto opaco, ma per me niente unghie san valentinose per il 14, ho in mente tutt’altro

  4. Non essendo una fan della nail art trovo però che siano molto carine le unghie rosse opache e lucide della prima pagina e anche le opache ombree.
    Nella seconda pagina trovo deliziose le unghie rosino/nude con il piccolo cuoricino bianco sull’anulare.
    Le altre…mmgnè…de gustibus…

  5. Con il tempo ho imparato ad osservare spesso il make up delle altre persone e noto che se hanno un trucco elaborato le unghie sono: non curate oppure curate ma senza smalto oppure con uno smalto semplice. Viceversa conosco delle persone che se le guardi in viso sembrano avere un carattere, se guardi solo le mani un altro tipo.. unghie nere lunghissime e poi in viso niente!! Nemmeno una spulciata alle sopracciglia!! Ma perché??
    Io semplicemente opto per una via di mezzo.. Mi trucco e mi curo le unghie, quando non uso i colori metto sempre quello trasparente 🙂

  6. Buongiorno! Io penso utilizzerò uno smalto adesivo cuoricioso di Sephora preso a 2 euro con i saldi… Bella l’idea del post sugli smalti rossi e perché non farne anche uno sullo smalto semi permanente? Grazie e buona giornata

  7. più passa il tempo, meno mi piacciono le nail art elaborate e i “disegnini” sulle unghie 😀
    AMO l’effetto matt-lucido, ma non c’era un top coat della Essence in grado di rendere matt gli smalti?

  8. Mi avete dato bellissime idee per le unghie che vado a farmi fare domani! XD chissà se queste col gel si possono fare…

  9. L’anno scorso (che miracolosamente avevo smesso di mangiarmi le unghie per quasi una decina di mesi) per san Valentino mi ero fatta un qualcosa di simile a quelle col cuoricino bianco, ma invece che bianco e pieno avevo fatto il cuoricino con solo il contorno nero 😀

  10. L’anno scorso (che miracolosamente avevo smesso di mangiarmi le unghie per quasi una decina di mesi) per san Valentino mi ero fatta un qualcosa di simile a quelle col cuoricino bianco, ma invece che bianco e pieno avevo fatto il cuoricino con solo il contorno nero 😀

  11. Più “invecchio” e meno sopporto le nail art che trovo tutte più o meno volgari. Se, e dico se, metterò lo smalto visto che ultimamente ho mani piene di pellicine e non faccio manicure da un po, metterò il classico rosso e buonanotte.

  12. neanche a me, ma io sono strana, odio questa moda di seminare cuori ovunque per san valentino!
    A parte le loboutin e le due versioni rosse matt, tutte le altre le vedo adatte a ragazzine!
    Mi immagino una trentenne che la sera di san valentino si presenta dal fidanzato sfoggiando una nail-art a cuoricini…..anzi più che altro immagino la faccia di lui!!!!!

  13. Ahahah ahahahaha sono perfettamente d’accordo con te! E aggiungo alla serie la moda di “interpretare” sulle unghie le varie festività… Pupazzi di neve renne regali fiocchi uova pulcini aaaaaaaahh

  14. sì ho visto quello di OPI, ma volevo provare una versione low cost perché c’è la concreta possibilità lo utilizzi una volta e poi lo accantoni per sempre 😀

  15. mi son piaciute molto le unghie opache/lucide, magari per san V. tutta opaca col cuoricino lucido 🙂 anche la scritta “love” ha un suo perchè devo dire! ad ogni modo non sono ancora un esperto di nail (non ancora… :D) quindi perdonate la mia domanda forse un pò stupida: il colore opaco si prende già bello e pronto o si opacizza un colore lucido?

  16. cavoli… io l’ho combinata grossaaaaaaaaaaa….
    premetto che sono una ex mangiatrice di unghie… a 18 anni il io morosino mi disse “mi piacerebbe vedere le tue unghie lunghe” e da lì TAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAC non le ho più mangiate e sono felicissima perchè ho delle bellissime unghie hahahahah
    però… ho notato che se non sto bene anche le mie unghie non stanno bene e allora nei momenti di stress mi esce quella ragazzetta che se le mangiava e cado in tentazione… allora cosa faccio, METTO LO SMALTO AMARO hahahhahah esatto! come i bambini! adesso stanno crescendo ma le lascio al naturale perchè è meglio non metterle in mostra…sembro E.T. ahahhaahah!
    però amo le unghie in tutti i modi! metto quasi esclusivamente i patch, dopo l’uscita di queste nuove meraviglie pensare di dover aspettare perchè si asciughino mi fa impazzire…

  17. Io lo faccio ahahah, il mio lui ormai mi conosce bene e sorride alle mie idee romanticucce, diciamo che al primo appuntamento forse non avrei osato…
    Penso che dipenda molto dallo stile generale, io sono molto ragazzina, ma facendo un lavoro molto serio in un ambiente serissimo posso sfoggiare il mio amore per il rosa e i brillantini solo nel tempo libero, quindi mi sfogo 😀
    Anche il mio lui, molto sportivo e ragazzino ( spero che si capisca cosa intendo) è uno che apprezza queste cose ogni tanto, un po’ come i pullover natalizi ;P
    Possono anche dare un tocco sbarazzino ad un look sexy, che poi solitamente bisogna sbattergli le unghie davanti al naso per fargli notare i dettagli se siamo vestite sexy.

  18. ahahah in effetti stonava 😛 ci ho pensato per i due commenti successivi poi finalmente mi confermi che non sono pazza! Grande!

  19. Esistono entrambi… Si può comprare uno smalto già opaco( ed eventualmente renderlo lucido con una passata di smalto traspare te) oppure comprare un top coat opaco e rendere tali tutti gli smalti…

  20. Esistono entrambi… Si può comprare uno smalto già opaco( ed eventualmente renderlo lucido con una passata di smalto traspare te) oppure comprare un top coat opaco e rendere tali tutti gli smalti…

  21. Io ti consiglio il top coat opaco, perchè gli smalti direttamente opachi che ho provato avevano una stesura molto irregolare e lasciavano le strisce..

  22. attenzione con il top coat mat: se non è di buona qualità, “mangia” lo smalto che avete messo sotto, anche se completamente asciutto….. ne avevo preso uno avon, provato in varie salse, l’effetto è davvero bello ma anche se completamente asciutto tendeva a spostare il colore sotto… altra cosa che ho notato, con il top coat meglio scegliere colori sotto che siano coprenti al massimo già dalla prima passata, altrimenti evidenzierà le passate con il pennello…

  23. Io aborro San Valentino! Qualche unghia mi piace anche, ma in qualsiasi altro giorno dell’anno per favore..

  24. A me piacciono quelle rosse opache, però alla fine non faccio mai nail art su di me e raramente metto smalto colorato: nel migliore dei casi mi dura due o tre giorni intatto, quindi preferisco investire il mio tempo in altro!

  25. io credo che un bel regalo per il proprio uomo sarebbe unghie curate e smalto trasparente…alzi la mano chi ha un ragazzo che adora la nail art!!!

  26. non ho mai amato san Valentino, quest’anno poi mi prende proprio male, ma le nail art proposte mi sono piaciute praticamente tutte, o quasi 🙂

  27. io lavoro nel mondo dell’estetica, o meglio dei capelli/extension, ecc… Le mie clienti sono quasi tutte delle aspiranti kin kardashian per intenderci, quindi le tamarrate le adorano 😀 ecco perchè mi piace dar sfogo alla mia parte un po’ più estrosa almeno sulle unghie. Da anni le faccio con il gel perchè le ho molto fragili di mio e non potrei mai portarle leggermente lunghe, così invece riesco ad averle sempre in ordine e della lunghezza giusta. In genere mi piacciono i colori belli accesi e i glitter, la semplice french manicure non mi ha mai soddisfatto, quindi quando e faccio le voglio con un po’ di “personalità”, anche un po’ stravaganti, ma almeno sono originali. I nude li preferisco nel make-up. Di queste manicure mi piacciono quelle ombré opache e quella color pesca coi cuoricini oro, anche se sono abbastanza semplici, ma hanno un bell’effetto

  28. Semplice, fatta in mezzo minuto e se c impiego un po’ più di tempo mi faccio una manicure completa per il 14! 😀
    P.S. scusate la minifoto, ma altrimenti nn me la caricava…

  29. Secondo me sono carine, molte non le farei, ma è simpatico provarle per una sera. E non credo affatto che ai mariti/fidanzati sembriamo ridicole, anzi! A mio marito queste “regressioni” piacciono

  30. Io faccio le unghie sempre molto semplici e monocolore, ma mi piace guardare se le altre ragazze fanno le unghie a tema. Alcuni sono davvero carini e/o divertenti.

  31. Sono solo un vecchio scugnizzo nato settantacinque anni fa
    in un vicolo di Napoli, e quel vicolo, assieme
    a tutte le strade della nostra meravigliosa città e alle strade di
    Afragola – dove ho vissuto per sette anni – sono stati la mia vera scuola e la
    mia vera famiglia. Le cose che scrivo me le detta il cuore direttamente, quasi
    tutto in dialetto, qualche cosa in lingua. Questo per confermare a chi mi legge
    che non sono né uno scrittore né un intellettuale, sono soltanto un
    appassionato della poesia napoletana.

    Poiché da sempre credo che l’amore, in senso lato, sia
    l’humus in cui possono germogliare i migliori sentimenti di pace e
    condivisione, e nello specifico l’amore fra due persone sia capace di
    diffondere attorno a sé gioia e armonia, sperando di non annoiare nessuno,
    vorrei condividere con tutte le buone persone che sanno amare questa “lettera”
    che ho scritto a mia moglie in occasione della festività di “San Valentino”
    2016. Sono parole semplici e vere con le quali ribadisco a Francesca le
    emozioni che continuo a provare per lei e quanto le sono grato per tutto
    l’amore che mi ha dato e continua a darmi. Ed è appunto in nome dell’amore che dedicoquesta “lettera” anche a tutte le coppie dell’universo con un mondo di auguri di ogni bene.
    Cari e grati saluti,
    Raffaele

    San Valentino 2016 – Festa degli innamorati –

    Lettera d’amore e di gratitudine a mia moglie

    Cara Francesca,

    un’altra lettera oggi ti scrivo, oggi, a settantacinque anni
    compiuti, per dirti ancora che ti amo e per dichiararti tutta la mia gratitudine.
    Sì, ti amo come ho iniziato ad amarti da quella “mattina incantata” del 23
    maggio 1981 regalatami, finalmente, da un miracolo che non avevo mai smesso di invocare, che si è realizzato con te e che ci ha stretti l’uno all’altra
    spalancandoci la grande porta dell’amore. Da allora viviamo una favola che
    continua a regalarci la tenerezza delle sensazioni di quei primi giorni avvolti
    da qualcosa di magico difficilmente descrivibile a parole, perlomeno con le parole del mio cuore di vecchio scugnizzo nato e cresciuto nei vicoli e nelle strade
    di Napoli e di Afragola che sono state la mia vera scuola. Ti amo, Francesca,
    per le lacrime che mi hai asciugato con i tuoi baci e le tue carezze quella
    sera del 29 giugno dell’81. Ti amo, Francesca, perché mi hai liberato
    dall’oscurità che avvolgeva e soffocava i miei pensieri, le mie speranze, i
    miei sogni. Ti amo perché mi hai aiutato a saper meglio discernere i valori veri
    della vita dalle false conquiste, il canto dell’usignolo dal gracchiare dei
    corvi, la comprensione dall’intolleranza, l’eleganza dalla volgarità,
    l’essenziale dal superfluo, l’umiltà dalla presunzione. Ti amo per la serenità,
    la sicurezza e il calore che mi regali. Ti amo per gli slanci improvvisi di
    affetto con cui mi sorprendi quando a volte sono assorto e assente,
    riaccendendo così quella fiammella che reciprocamente non vogliamo che si
    affievolisca. Ti amo perché finalmente in te ho trovato la mia casa e la mia
    famiglia. Ti amo per la dolcezza del nostro tenerci per mano; per la semplicità
    del nostro vivere quotidiano che ci fa apprezzare e godere le piccole gioie. Ti
    amo, Francesca, perché ancora oggi, a settantacinque anni suonati, mi fai
    sentire come lo studentello esultante per la conquista della sua prima
    fidanzatina e che trova ancora assieme a te l’entusiasmo di cantare, a voce
    spiegata, il nostro appassionato e gioioso inno all’amore. Ti amo per la generosità
    che ti porta a considerarmi addirittura un poeta quando sai ascoltare per
    l’ennesima volta, con interesse, quello che il mio cuore riesce ad esternare e
    fissare sulla carta. Ti amo perché ti vedo ancora ridere alla vecchia
    barzelletta raccontata agli amici come se l’ascoltassi per la prima volta. Ti
    amo perché sai guardare con indulgenza alle mie debolezze portandomi – senza
    far vedere – a considerarle come gradini per crescere. Ti amo, Francesca, per tutto ciò
    che mi dai, ma ti amo sopra ogni cosa perché mi hai fatto ritrovare quel cuore
    di bambino che le tristi vicende della vita mi avevano rubato e poi gettato via,
    quel cuore di bambino che era tutta la ricchezza che avevo. Tu lo hai raccolto
    con delicatezza, lo hai curato e guarito con la purezza dei tuoi sentimenti, lo
    hai riempito del tuo amore e me lo hai ridato. Ed è stato così che dal 23 maggio
    del 1981 quel cuore di bambino ha riportato nei miei occhi la riscoperta dell’emozione
    di una meraviglia sempre nuova, quel cuore che è tornato a farmi sognare e volare, assieme a te!

    Il tuo Raffaele

    raffaelepisani41@yahoo.it

  32. Qualche mese dopo ci sono ricaduta in pieno ^_^” E non riesco a fermarmi D: Vado a momenti!… ogni 2/3 anni XD

  33. Guarda, ti capisto…io “ho smesso”, ma con le virgolette perchè ogni tanto cedo e ne rosicchio una.
    Siccome l’unghia ruvida mi da fastidio per ” lisciarla” continuo a rosicchiarla finchè…è finita. Ho imparato a portarmi sempre sempre dietro una limetta, cosí posso sistemare tutto.
    E se per le unghie “ho smesso”, sono molto ghiotta di pellicine 🙁 sono un diasastro…

  34. ecco: a me le pellicine non attirano proprio! XD ma quando sono in fase concentrazione e/o noia le prime cose che faccio sono:
    – rosicchiarmi le unghie…
    – …. o dar fastidio ai brufoli ^_^”

  35. No! Ho fatto 3 pallini con uno dotter della essence, in pratica quei bastoncini metallici con le estremità tonde, appositamente per nail art. Poi ho unito i due pallini superiori con quello inferiore grazie a un semplice stuzzicadenti! 😀 giuro che è semplicissimo, basta provare un paio di volte. 🙂

  36. Se ho tempo proverò a farmi qualcosa, mi piacciono le bianche con la scritta love, ma non saprei come farle.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here