Ciao a tutte!

La recensione di oggi riguarderà una palette di ombretti di cui si è parlato abbastanza sul web: la Maybelline The Nudes.
Oltre a questa, il brand ha messo sul mercato anche altre palette (della The Blushed Nudes e della The Rock Nudes  vi parleremo prossimamente).
Quella che vi mostreremo a breve viene descritta, sul sito ufficiale di Maybelline New York, come una palette con la quale è possibile realizzare infiniti look nude, anche grazie al buon livello di pigmentazione delle cialde.

Le opinioni su Internet da parte di coloro che l’hanno testata sono contrastanti, ma noi ci siamo fatte una nostra idea: curiose di scoprirla? All’interno di questa review troverete tutti i dettagli!

ClioMakeUp-recensione-palette-maybelline-the-nudes-copertina


La palette The Nudes contiene 12 ombretti dalla tonalità (nemmeno a dirlo, eheh) naturali: tra questi, 7 hanno un finish shimmer/satinato e 5 sono opachi.

In totale, sono presenti 9,6 g di prodotto nella confezione, il prezzo è di circa 17€ e il PAO è di 24 mesi.

All’interno della confezione troviamo anche un applicatore doppio, che da una parte è piatto (come i classici sfumini per prelevare l’ombretto, per intenderci) e dall’altra è più stretto e allungato, per consentire una migliore applicazione delle polveri vicino all’attaccatura delle ciglia.

ClioMakeUp-recensione-palette-maybelline-the-nudes-macro

Qui di seguito, potete vedere gli swatch* degli ombretti, i quali non hanno un nome che li contraddistingue (li indicheremo con “primo”, “secondo” etc. a seconda dell’ordine in cui sono disposti nella palette):

ClioMakeUp-recensione-palette-maybelline-the-nudes-swatch-1*Gli swatch sono stati realizzati alla luce naturale.

Il primo è un bianco di base, con riflessi rosa e azzurri al suo interno; il secondo è un tortora leggermente satinato; il terzo è un panna opaco; il quarto è un bronzo (è una delle cialdine più scriventi).

ClioMakeUp-recensione-palette-maybelline-the-nudes-swatch-2

Il quinto (il primo swatchato a partire da sinistra) è un taupe opaco; il sesto è un color fango anch’esso opaco; il settimo è un nocciola satinato dai riflessi dorati; l’ottavo è un marrone freddo opaco.

ClioMakeUp-recensione-palette-maybelline-the-nudes-swatch-3
Il nono è un oro classico; il decimo è un marrone scuro satinato e dai riflessi rosati; l’undicesimo è un colore  simile al primo ombretto della palette, ma la sua texture è più setosa; il dodicesimo e ultimo è un nero opaco.

Per quanto riguarda la pigmentazione, ci sono due osservazioni da fare: come spesso succede, non tutti gli ombretti sono scriventi allo stesso modo, in generale possiamo dire che i colori opachi sono quelli meno intensi, mentre i più luminosi (il quarto, il nono e il decimo) hanno una resa migliore; tutti gli altri, hanno una pigmentazione media.

Tuttavia, è giusto sottolineare che, applicati sulla palpebra, i colori sono molto più evidenti rispetto a quanto possa sembrare guardando gli swatch! 😉
La durata è molto buona (resistono molte ore e non tendono a svanire o a finire nelle pieghette) ed è preferibile utilizzarli dopo aver steso un primer
(ma questo lo sapete già, vero? ;-))

La texture non è delle migliori ma non è nemmeno così pessima: a parte le cialdine opache, per le quali c’è bisogno di prelevare una quantità maggiore di prodotto per ottenere un risultato più visibile ed omogeneo, tutte le altre si stendono e si sfumano facilmente, sia con l’applicatore in dotazione che con il pennello;
anche se non sono ombretti dalla consistenza “burrosa”, non abbiamo riscontrato grossi problemi di fall out (fatta eccezione per i colori matt, anche se la caduta di polveri non è eccessiva).

La selezione colori è quella tipica di una palette pensata per realizzare look naturali ed è abbastanza azzeccata in questo senso: c’è una buona varietà di cialde satinate e opache, per cui, volendo, è possibile realizzare un trucco occhi completo senza fare ricorso ad altri ombretti o palette! 😉

Clio, che ha avuto modo di provare 3 delle palette firmate Maybelline New York (quella di cui vi stiamo parlando oggi più le 2 che vi abbiamo citato all’inizio del post), ritiene che la The Nudes sia, tra queste, quella dalla qualità migliore! 🙂

Qui di seguito vi proponiamo alcuni look ispirazione da cui prendere spunto, ma, come ben sapete, le combinazioni sono tantissime! 🙂

ClioMakeUp-recensione-palette-maybelline-the-nudes-look-1In alternativa alla matita nera, potete sfumare l’ombretto dello stesso colore vicino all’attaccatura delle ciglia, per un effetto più soft! 😉

ClioMakeUp-recensione-palette-maybelline-the-nudes-look-2

ClioMakeUp-recensione-palette-maybelline-the-nudes-look-3.jpg

RIASSUMENDO:

Pigmentazione: 3,5 – gli ombretti opachi sono quelli che risultano meno intensi, mentre i colori più brillanti (il quarto, il nono e il decimo) hanno una buona resa; tutti gli altri hanno una pigmentazione media.

Durata: 4 – una volta applicati, soprattutto se si utilizza un primer, resistono molte ore senza svanire o andare nelle “pieghette”.

Tendenza a non fare fall out: 3,5 – non abbiamo riscontrato grossi problemi di fall out; gli unici ombretti più polverosi sono quelli matt, ma la caduta di polveri sul viso non è eccessiva.

Sfumabilità: 3,5 – si stendono e si sfumano abbastanza facilmente, fatta eccezione per le polveri delle cialdine opache che necessitano di essere prelevate in quantità maggiore per ottenere un risultato più intenso; la texture non è tra le migliori mai provate, ma non è nemmeno così male, in sostanza potremmo dire che gli ombretti sono setosi, ma non “burrosi”.

Selezione colori: 4 – c’è un buon assortimento di ombretti satinati e opachi e le tonalità sono quelle tipiche per realizzare un look naturale.

VOTO FINALE: 3,5

La palette Maybelline The Nudes guadagna una piena sufficienza: la pigmentazione delle cialdine è nella media, la durata sulle palpebre è abbastanza buona e anche la sfumabilità non è male, tuttavia abbiamo tenuto conto del fatto che esistono palette dalle tonalità nude di qualità uguale o superiore ad un prezzo più basso!

Vi ricordiamo che i voti sono così pensati: 5 eccellente; 4 molto buono; 3 sufficiente; 2 male; 1 NUN CE SEMO PROPRIO! 😉

Volete dare una letta alle recensioni che riguardano altre palette di ombretti? Qui trovate quelle di cui abbiamo già dato la nostra opinione:

1)MINI RECENSIONE MAKE UP REVOLUTION NAKED CHOCOLATE PALETTE

2)MINI RECENSIONE PUPA DOT SHOCK PALETTE

3)MINI RECENSIONE ZOEVA ROSE GOLDEN PALETTE

Se invece volete scoprire qualche consiglio su come utilizzare gli ombretti delle palette che solitamente lasciate intatti, nel post qui di seguito ci sono un sacco di idee!

TANTE IDEE PER USARE I COLORI RIMASTI INTATTI NELLE PALETTE!

Anche la recensione di oggi termina qui! Quante di voi avevano già sentito parlare della palette The Nudes di Maybelline New York? L’avete provata? Cosa ne pensate? Siete curiose di scoprire la nostra opinione riguardo alle altre due palette proposte dal brand? Fateci conoscere il vostro parere nei commenti qui sotto!

17 COMMENTI

  1. non sono d’accordo.
    Io ce l’ho e a parte i marroni più scuri che a volte uso su tutta la palpebra (sfumati sono terribili), non riesco a utilizzare gli altri colori, tutti molto simili e poco pigmentati..
    non durano assolutamente tutto il giorno, su di me (con sotto il primer) al massimo un paio d’ore, dopo vanno nelle pieghe.
    Non so, magari è soggettivo…

  2. Io l’ho comprata quasi un anno fa! 🙂 e devo dire che mi trovo davvero bene! (qualità prezzo) i colori sono facili da combinare e si riesce a creare look soft e da sera senza aver bisogno di molto! 😀 e poi questi colori vanno bene con qualsiasi outfit 😀 la consiglio…inoltre è molto piatta come palette e non occupa alcuno spazio se bisogna portarsela in giro 🙂

  3. Sinceramente non mi attira molto… non so, i colori mi sembrano un po’ banali. Penso che se fossi alla ricerca di una palette nude con colori prevalentemente shimmer comprerei quella di essence.

  4. non mi ispira per niente: banale e neanche troppo economica. Una palette, per me, o è di ottima qualità (e si paga, giustamente) oppure tanto vale che sia economica se deve essere così così (o per le principianti). se devono esserci tutti questi shimmer tanto vale rivolgersi ad essence o shaka.

  5. Io ho la The Blushed Nudes, l’ho comprata giusto perché era in offerta a 9,99… non è fantastica, ma mi mancavano alcuni colori sul bronzo e alcuni con pagliuzze rosate dentro che nella Naked 1 non ci sono (ovv niente a che vedere con la qualità della Naked). Per quello che mi serve mi ci trovo bene, alcuni colori sono più burrosi, altri più polverosi, ma una volta applicati (anche senza primer), sulla mia palpebra abbastanza oleosa stanno belli fermi! Insomma per quello che l’ho pagata fa il suo lavoro! Ah! Mi piace anche il doppio pennello, soprattutto la parte del pennellino con cui sfumare, lo uso spesso!

  6. Per me non ha senso comprare questa palette! L’ho provata in profumeria e per me la qualità è pessima: molti colori non scrivono, altri sembrano tutti uguali o comunque molto simili! Non vale assolutamente 17 euro, visto che con 28 ho comprato la naked!

  7. A me non è piaciuta… Secondo me non c’è molto rapporta tra qualità/prezzo sono un po’ troppi i colori poco scriventi, perché lo swatch sulla mano è un conto, l’applicazione sulla palpebra è un’altra cosa… Peccato.

  8. Ho questa palette e sinceramente non la amo molto a parte il terzo colore della fila in alto che ho praticamente finito, perche lo uso tutti i giorni è il colore esatto della mia pelle e lo uso per uniformare la palpebra prima dell’eyeline. Per il resto i colori brillanti sono cremosi e scriventi il nero è orribile, una volta steso sembra un grigetto smorto.

  9. L’ho regalata per Natale a una mia amica per farle provare il trucco nude. Per me non la comprerei perché ho già vari ombretti con tonalità molto simili, ma da alcune recensioni che avevo visto mi era sembrata un prodotto adatto per chi vuole approcciarsi al trucco naturale.

  10. Ma come??? Io ho sentito solo parlar male di queste palette! E in più l’ho swatchata in negozio (sono stata la prima ad aprire il tester, quindi non poteva essere già presa male come il resto dei tester!) e mi è venuto l’affanno… la userei solo se me la regalassero…

LASCIA UNA RISPOSTA