Ciao a tutte!

A vederli, gli Angeli di Victoria’s Secret sembrano entità soprannaturali, perfette, nate per incarnare la quintessenza del corpo sexy, tonico e sano. La loro vita glamour sembra essere quella che tutte sognano, scandita solo da sfilate, party, red carpet e, sì, lunghe sessioni di palestra.

Sapete già dove stiamo andando a parare? La verità è un’altra. E le modelle stanno cercando, sempre di più, di far venire a galla anche l’altro lato della medaglia. E non a caso, molte di loro, stanno appendendo le ali al chiodo! Scopriamo chi e qual è davvero “il lato oscuro di Victoria’s Secret“.

cliomakeup-lato-oscuro-victorias

A pensarci un secondo, naturalmente, possiamo facilmente immaginare che, proprio come ogni altra ragazza sulla faccia della terra, le modelle di Victoria’s Secret possano avere i nostri stessi bisogni e voglie. Dal voler passare del tempo libero con amiche o famiglia, al volersi gustare un piatto non-proprio-healthy.

cliomakeup-lato-oscuro-victorias

cliomakeup-lato-oscuro-victoriasNel caso di Sara Sampaio, crêpe alla frutta!

Eppure, la vita che conducono non è quella di una ragazza qualsiasi. E qualcuno ha voluto testare di che cosa si tratta in realtà: ci ha pensato una giornalista di Cosmopolitan USA, Carly Cardellino, che ha vissuto una settimana della propria vita proprio come se fosse una modella di VS.

cliomakeup-lato-oscuro-victorias

Ha fatto attività fisica con i loro personal trainer, mangiato esattamente come loro, utilizzato addirittura gli stessi autoabbronzanti ed è stata seguita dai top beauty-esperti che lavoravano nel dietro le quinte del Fashion Show.

La conclusione dell’esperimento è facilmente intuibile. Una volta superata la patina dorata che traspare dai social e dalle immagini promozionali del brand… essere bellissime è dura.

cliomakeup-lato-oscuro-victorias

cliomakeup-lato-oscuro-victorias

Non lavoreranno in miniera 14 ore al giorno, ma rimangono un gruppo di soldatini che, spesso, potrebbero sentirsi “imprigionate”. E per questo, è capitato che molte di loro rinunciassero.

Considerate che le modelle di Victoria’s Secret, per esempio, hanno un regime alimentare e fisico a cui sottoporsi 365 giorni all’anno (senza nessuna eccezione).

cliomakeup-lato-oscuro-victoriasGigi la prende con più filosofia: perché mangiare la torta se si possono gustare le fragole di guarnizione?! 😀

Volete un esempio? Non solo devono sempre essere super in forma, sembrare ogni giorno bellissime, prive di difetti e assolutamente “easy-going”, come se per loro non richiedesse nessuno sforzo… Ma devono anche mantenere questi standard in situazioni particolari quali, per esempio, la gravidanza e il post-partum.

 

Certo, al mondo ci sono mali peggiori, ma la pressione psicologica che metterebbe l’azienda nel confronti delle loro top-model, parrebbe farsi sentire, creando spesso atteggiamenti mentali distorti.

cliomakeup-lato-oscuro-victoriasPer fortuna nessuna mette in dubbio la gioia di essere mamma 😉

cliomakeup-lato-oscuro-victorias

cliomakeup-lato-oscuro-victorias

Adriana Lima, per esempio, ha ammesso di essersi sottoposta ad una dieta di soli liquidi i nove giorni precedenti la sfilata di apertura del 2012 per perdere il “peso” causato dalla gravidanza.

Ha anche dichiarato di smettere di bere dodici ore prima di sfilare: secondo lei si possono perdere fino a 3 kg (?) solo per quello. In realtà sappiamo come perdere liquidi non giovi affatto al controllo del peso, anzi! Per non parlare del rischio di disidratazione per una sorta di sciopero della sete.

Ma speriamo sia inutile spiegarvi quanto regimi alimentari così “talebani” siano dannosi per il fisico e la salute (anche quando sembrano dare soddisfazioni dal punto di vista della mera silhouette).

cliomakeup-lato-oscuro-victoriasCalma piatta su quella pancia! Ma a che prezzo…!

Se vi stavate chiedendo quale siano gli standard tirannici per stabilire se si è in forma per le sfilate alate, eccovi a voi: 180 cm di altezza, 60 cm di girovita e una percentuale grassa corporea che non superi il 18%. Soffocante, non credete? Così almeno la pensa l’ex-angelo Erin Heatherton, che ha smesso di collaborare con il brand di lingerie nel 2013, in seguito a ben cinque anni di carriera all’interno della compagnia. Il motivo della rottura? Il suo peso.

La modella ammette, sconfitta, la pressione psicologica subita durante gli anni da Angelo. Ha spiegato come abbia dovuto ribellarsi, per se stessa, al fatto di tornare a casa e pensare “forse non dovrei neppure mangiare” – anche dopo sessioni di allenamento estenuante.

cliomakeup-lato-oscuro-victoriasErin durante la sua ultima passerella, altro che non in forma!

Il triste messaggio non ci è nuovo; non a caso diverse professioniste del settore soffrono di lunghi periodi di depressione. A questo punto, non crediamo che il gioco valga la candela, no?
Anche le top-model iniziamo a pensare che no, non ne valga proprio.

Nella pagina successiva vi parleremo dei dieci comandamenti seguiti dagli angeli Eh sì, avete letto bene, ci sono delle regole non scritte che influenzano ogni passo delle modelle!