VIBRATORE O DILDO?

Vi siete mai chieste qual è la differenza tra vibratore e dildo? Abbiamo provato a chiederlo a qualche nostro amico ed è ufficiale: gli uomini non lo sanno (o, comunque, hanno le idee poco chiare). In realtà è davvero banale: il primo ha un motore – in poche parole: vibra – il secondo, invece, no.

ClioMakeUp-vibratore-cose-da-sapere-prima-di-comprare-1Esempio di un vibratore

In poche parole: la maggior parte delle ragazze ha orgasmi praticamente solo per stimolazione clitoridea (pare che più del 75% delle donne, durante la masturbazione, non pratichi affatto la penetrazione) e, in questo caso, il vibratore potrebbe essere preferibile, ma si tratta solo di una statistica!

ClioMakeUp-vibratore-cose-da-sapere-prima-di-comprare-7Esempio di un dildo

CHE MATERIALE SCEGLIERE?

Una sessuologa intervistata da Hello Giggles consiglia, qualora voleste optare per un dildo, di andare direttamente su quelli in metallo e in materiali rigidi e freddi. Le sensazioni dovrebbero essere di gran lunga migliori.


In entrambi casi, invece, sono sconsigliati i materiali con ftalati, gomma o gel. I materiali preferibili, per la propria sicurezza e igiene sono silicone e elastomer (esatto: gli stessi con cui vengono prodotti gli scovolini dei mascara!)

ClioMakeUp-vibratore-cose-da-sapere-prima-di-comprare-6

LE DUE ESIGENZE DA NON DIMENTICARE: WATERPROOF E RICARICABILE

Sul momento potreste non pensarci, ma il pentimento, dopo aver comprato un vibratore non-waterproof e non-ricarcabile potrebbe arrivare molto presto. Vi immaginate a cercare una pila in giro per la casa…proprio sul più bello? E perché precludersi l’uso sotto la doccia o nella vasca da bagno (nonché una pulizia dell’oggettino decisamente più facile e comoda)? Controllate queste due cose prima di procedere all’acquisto!

ClioMakeUp-vibratore-cose-da-sapere-prima-di-comprare-3

COME SI LAVA UN SEX TOY?

Molte, giustamente, si preoccupano dell’igiene del proprio vibratore/dildo/sex toy. Sia che lo usiate nella vostra intimità, sia che lo condividiate con il partner, ogni aggeggino sessuale va lavato e disinfettato. Per fortuna non è affatto difficile: basta ricordarsi e avere cura della sua pulizia.

ClioMakeUp-vibratore-cose-da-sapere-prima-di-comprare-5

Esistono infatti tantissimi detergenti appositi, spesso venduti insieme ai sex toy stessi, ma se il vostro vibratore è waterproof, funziona benissimo la buona vecchia acqua tiepida e sapone. Scegliete però un detergente senza profumo per evitare irritazioni!

Se invece parliamo di un dildo di plastica rigida, vetro o metallo potete direttamente bollirlo in un pentolino o metterlo in lavastoviglie dopo averlo lavato approssimativamente, se non vi fa specie/vivete da sole ecc. Infine, per tutto ciò che è di pelle o ecopelle la soluzione si chiama alcool isopropilico.

IL TEST DEL NASO: COME CAPIRE QUALE POTENZA FA PER NOI

Cos’hanno in comune il clitoride e la punta del naso? La Lelo, brand di lusso leader nel campo dei sex toy, consiglia di testare la potenza di un vibratore sulla punta del proprio naso (ed è uno dei motivi per cui sarebbe meglio comprarlo di persona), prima di acquistarlo.

Non a tutte piace la stessa potenza e siccome il clitoride ha più di 8000 terminazioni nervose, non è accendendo il vibratore in mano che si può capire se la potenza è eccessiva o meno.

Il suggerimento di testarlo contro la punta del naso, allora, viene proprio dal fatto che si tratta di una parte del corpo ricca di terminazioni (certo, non tante quante laggiù, ma meglio di niente). In generale, la potenza preferita è direttamente proporzionale all’età!

ClioMakeUp-vibratore-cose-da-sapere-prima-di-comprare-2

Allora, ragazze, sperando di aver risposto a qualche vostra domanda e di aver affrontato questo tema in un modo che non crei imbarazzo a nessuno, qui potete trovare altri post sull’argomento!

1) IL MIO PRIMO VIBRATORE: QUALI MODELLI SCEGLIERE

2) SEX TOYS: I MIGLIORI, I PIÙ FAMOSI E QUELLI DA CONDIVIDERE CON IL PARTNER!

3) ZENDAYA E LA COPERTINA “PERVERTITA”: È DAVVERO UN PROBLEMA?!

Che ci dite: questo post vi è piaciuto/vi è stato utile? Anche se non ne usate o non vi interessano pensate che sia giusto parlarne apertamente e specificare finalmente che si tratta di qualcosa di umano, normale e sano? O preferireste che certe tematiche rimanessero intime? Vi è mai capitato di cercare qualche informazione e di finire su un sito non proprio accogliente? Sentite l’esigenza di ambienti in cui si parla anche di erotismo senza farlo sembrare nulla di scabroso? Fateci sapere tutto nei commenti! Tantissimi saluti dal TeamClio!

127 COMMENTI

  1. Buongiorno ragazze, post molto carino! Io avevo, anzi in realtà ho ancora, quella famosa paperella vibrante che per un periodo mi pare si trovasse anche da sephora se non sbaglio. Dico avevo perché ormai da quando convivo non la uso più… Però è ottima per quanto riguarda la stimolazione clitoridea, la consiglio a chi vuole un vibratore semplice ma anche simpatico da vedere 🙂

  2. Ma che imabrazzo…. hai fatto benissimo! Ogni tanto ci vuole qualcosa di “stuzzicante”…. 🙂

  3. Io ho trovato il post interessante e mi è piaciuto soprattutto il modo in cui ne avete parlato, brave ragazze del team

  4. Buongiorno a tutte! Post molto carino e trattato in modo simpatico e delicato! Non fa per me, non l’ho mai comprato,non lo comprerei, io mi sento felice e appagata semplicemente con il mio compagno! Sono fatta così! Però sono molto orgogliosa che certi argomenti comincino a non essere un tabù anche x noi donne! Trovo che ognuna debba trovare il proprio equilibrio, quindi se fosse con un sextoy o senza, l’importante è stare bene ed essere libere di parlare di tutto!

  5. c’è ancora molto imbarazzo a parlare di queste cose eppure penso sia l’equivalente di un massaggio fatto dall’estetista e in più è gratis!
    molti uomini lo vedono come una specie di tradimento, come se per noi donne ricorrere all’autoerotismo fosse una specie di dichiarazione di insoddisfazione verso le prestazioni del partner, quando per loro invece viene considerato un atto imprescindibile e parallelo al sesso di coppia.
    Come al solito due pesi e due misure.
    Per fortuna esistono anche uomini veri che non si lasciano intimidire da un aggeggio di plastica!

  6. Grazie mille ragazze, siamo contente di essere riuscite ad affrontare il tema proprio come era nelle nostre intenzioni 🙂

  7. Io non possiedo e non ho mai posseduto aggeggi del genere ma volevo dire che secondo me questo post è scritto veramente bene. Chiaro, fluente, diretto ma non volgare, complimenti ragazze !

  8. Comunque alcuni Sex Toy sono davvero belli, cioè proprio belli da vedere. Hanno un design bellissimo e si allontanano molto dall’immaginario del classico vibratore o dildo. C’è anche da dire che alcuni hanno dei prezzi esorbitanti, sono entrata in un sexy shop un paio di volte e l’unica cosa che mi attirava erano questi vibratori così particolari, poi guardavo il prezzo (dai 100 ai 500 euro) e ok, magari fra qualche hanno, quando avrò finito l’università! 😀

  9. Ah che post carino Team! 🙂 educato e costruttivo! Io sto ancora pensando all’aggeggio in lavastoviglie! Ho un immagine molto simpatica in testa

  10. E così confesso che…mai avuto un vibratore, ma…….tanti e tanti anni fa provai a sperimentare l’uso alternativo di certi frutti ed ortaggi che tralascio a raccontarvi, lo feci con timore perché sapevo che non era perfettamente igienico ed avevo il terrore si spezzassero, memore dei racconti di un’amica che faceva parte di un gruppo Scout, che mi raccontò che una compagna di gruppo fini al Pronto soccorso per un alimento, un insaccato nello specifico, rimastole dentro…quindi diciamo che tentai le manovre, ma tra timori e paure ovviamente non riuscii ad ottenere risultati soddisfacenti..fu così che ben 20 anni fa scoprii il ben più soddisfacente scopamico

  11. Ragazze complimenti per questo post, è bellissimo e spero ne farete altri in futuro! Purtroppo come avete detto voi l’autoerotismo femminile è ancora un gran taboo, soprattutto proprio tra le donne che, anche quando sono da sole, si sentono a disagio, come se stessero facendo qualcosa di sbagliato. In realtà nonn è affatto così! Fortunatamente io avevo un compagno molto aperto di mente che, visto che abitavamo lontani, mi aveva regalato 4 diversi “giocattolini” da usare quando non eravamo insieme (e a volte anche quando eravamo insieme)! È bello poter condividere queste cose col proprio partner in modo naturale. È bello anche sentirsi libere di indugiare nei piaceri del proprio corpo senza sentirsi sbagliate! E poi, proprio come avete scritto, l’autoerotismo permette di conoscere meglio sé stesse e di poter comunicare meglio al proprio partner cosa ci piace di più. Ben fatto ragazze, post scritto bene e super informativo! 🙂

  12. Lo sai che una volta alla radio parlavano di cose strane che sono state rubate ai ascoltatori e una ragazza ha detto che le hanno rubato un vibratore? Che era con le perle e costava 300 euro? Ti rendi conto? Ti immagini un assicurazione antifurto per un vibratore?

  13. Io non mi trovo d’accordo con la descrizione che date dei sexy shop italiani. Nell’introduzione voi avete accomunato i vari sexy shop presenti in Italia, etichettandoli come dei luoghi squallidi, in cui una donna non può sentirsi minimamente a suo agio. Mio papà possiede un sexy shop e ci tengo a precisare che esistono anche dei negozi, come il suo, in cui il cliente, sia maschile sia femminile, viene seguito ed aiutato nella scelta dei prodotti e in cui la varietà di oggetti fra cui scegliere è veramente molto ampia, grazie soprattutto ad un continuo rinnovamento con la partecipazione a diverse fiere erotiche e con una ricerca continua di novità. Inoltre anche il sito internet del negozio è incredibilmente fornito e molto chiaro nella descrizione dei prodotti presenti. Questa non vuole assolutamente essere una pubblicità al negozio di famiglia, tant’è che non ho scritto nè il nome del negozio nè il link del sito internet (e lo scriverò solo se qualcuna di voi me lo chiederà), ma è semplicemente la mia visione su questo mondo. Credo che al giorno d’oggi ci siano davvero molte possibilità per le donne di trovarsi a proprio agio in un sexy shop e di entrare in contatto con la propria sessualità, quindi lasciamo perdere frasi fatte come “Il sexy shop è un posto squallido”, perché siamo nel 2016 e non è più così da diverso tempo!

  14. Sono molto d’accordo con te. Come qualunque negozio, a fare la differenza è chi lo gestisce e la professionalità con cui viene seguito il cliente! Io, a dire il vero (e direi anche viva dio!), non mi sono mai imbattuta in donne imbarazzate in un sexy shop, al massimo mi è capitato di trovarci qualche gruppetto misto di adolescenti, ma lì la risatina e il senso di imbarazzo ci stanno, vista l’età.

  15. Non ne ho mai avuto uno, ma per il 27esimo compleanno di una mia amica qualche anno fa sono andata a prendere un vibratore per il compleanno. (praticamente erano anni che lei diceva che se lo aspettava ma che non arrivava mai, e nel gruppo alla fine abbiamo deciso di regalarglielo!).
    Il proprietario ci ha dato una grandissima mano a scegliere dopo che ha scoperto che ne volevamo uno serio e non quelli tipo a forma di pannocchia, zucchina, banana etc. Alla fine ne abbiamo preso uno in silicone, non siamo andate su prezzi eccessivi, ma la festeggiata tutt’ora conferma che quello è stato uno dei migliori regali che le abbiamo fatto ed è ben amato!

  16. Ma no dai va bene come post… non parlare di queste cose non fa bene…magari può creare un pò di imbarazzo perchè non sono cose su cui si discute tutti i giorni ma bisogna essere PIU’ APERTI ALLA CONOSCENZA anche perchè l’ignoranza non porta mai cosa buone. Ormai è bene che si sappia che la donna è indipendente e forte e dobbiamo urlarlo, anche in questo campo ed è vero, non si fa del male a nessuno e soprattutto non ci si deve vergognare!
    Vedo che cmq ci sono molte pubblicità adesso in favore della donna e che stanno usando gli uomini per abbattere alcune barriere ad esempio la pubblicità ” TAMPAX ,FACILE A PROVA D’UOMO!” … LA TROVO GENIALE! Hahahahahaha avete presente?
    Sono uscita dal seminato hahahaahhahah

  17. Non è stato utilizzato l’aggettivo squallido in sè, ma c’è stata una forte allusione per quanto mi riguarda. Poi si potrebbe aprire un dibattito su cosa si intenda con il termine “girl friendly”, ma io penso che in questo caso sia un termine più delicato e gentile per dire che sono posti che possono frequentare solo gli uomini e di conseguenza c’è il rimando a tutta una serie di pregiudizi molto conosciuti sui sexy shop. In ogni caso non vuole essere assolutamente un attacco a nessuno, ma vuole solamente essere uno spunto per una discussione che, magari, può far cambiare idea a diverse donne nel giudicare un sexy shop. Sono completamente d’accordo con te che la cosa fondamentale sia sempre la professionalità di chi gestisce il negozio, per questa ragione credo che anche in un negozio di scarpe una persona possa non trovarsi a suo agio se il commesso si rivela incompetente o troppo insistente. Quindi il fatto di voler attribuire sempre questo senso di imbarazzo solo ai sexy shop mi sembra una stupidaggine.

  18. Ma infatti, pensa che io provo un forte senso di disagio molto di più quando vado da Sephora che quando entro in un sexy shop!

  19. Ti capisco, entrare da Sephora è un incubo. Le commesse e gli uomini della sicurezza ti seguono e ti guardano in continuazione come se dovessi rapinare il negozio da un momento all’altro.

  20. Brava Stefania, hai fatto bene, pennello o meno! L’autoerotismo può forse essere un modo per capire cosa ti piace e cosa ti fa stare bene e per aiutarti a superare le brutte esperienze. Non permettere a niente e a nessuno di impedirti di vivere le cose belle, e conoscere il proprio corpo e dargli piacere è proprio una di queste. Non c’è niente di sbagliato, niente di sporco e niente di cui vergognarsi: le persone sporche sono ben altre. Ti mando un forte abbraccio.

  21. Se posso darti un consiglio, forse dovresti affrontare queste difficoltà, magari consultando una psicoterapeuta. Neanche il partner più innamorato potrà capire cosa ti piace e cosa no se tu non glielo dici. I sogni erotici sono normalissimi (anche quando si è in coppia), magari potresti concentrarti su queste fantasie e lasciarti andare. Se te la senti, potresti metterti davanti a uno specchio, in modo da conoscere meglio il tuo corpo. Non c’è niente di sporco nel desiderio sessuale, è una parte di noi da esplorare.

  22. non so perchè ma sto aspettando i commenti indignati (e ignoranti) tipo ” guardate che ci sono delle minorenni che leggono questo blog!!1!” “ma vi sembrano cose di cui parlare?!” giusto per farmi due risate XD
    comunque bell’articolo :3

  23. se certi uomini si lasciano intimidire vuol dire che sanno di non fare un buon lavoro sotto le lenzuola e hanno paura della concorrenza XD

  24. Da provare i “tubetti” confezioni di gloss finiti. Non si spezzano, sono igienici dato che sono lavabili.. Cmq il tromba-amico rimane un’ottima soluzione. Il segreto sta in una saggia selezione 😀

  25. Complimenti davvero! Articolo nel perfetto tono che serve a noi donzelle! Con questo tipo di approfondimenti diventate tra le migliori testate di giornalismo femminile. Articolo chiaro, fluido, divertente, senza cadere mai nell’ovvieta o nel volgare.. proprio come deve essere! Normale! Spero che ne farete di altri perché risulta davvero difficile muoversi in questo mondo per noi donne. E alla fine ci ritroviamo tante donne che non conoscono o che hanno paura della propria sessualità!

  26. Si ho visto quella pubblicità e l’ho trovata troppo troppo simpatica, e ”progressista”!!! toghissima Ahahahah.. Eppure vedi ho sentito uno dire: ‘che schifo, ma tanto cosa gli e ne frega a un uomo di come si usa il tampax?’ Ma lasciami dire, che ignoranza!!! Non ti mangia mica, è solo conoscenza, serve ad abbattere questo alone di mistero e qualche piccolo imbarazzo/timore verso la cosa! Allora una donna non deve capire nulla di preservativi perché tanto lo indossa l’uomo?

  27. Invece di andare in un sexy shop dove la prevalenza di titolari sono uomini fate un percorso con una referente di rossolimone.com che saprà consigliarvi e vi farà vedere un sacco di prodotti in modo che possiate scegliere quello che piú vi piace.

  28. Aaaa che cretino guarda! Che discorsi… però quando si va in vacanza una delle domande che ti fanno sempre è “avrai le tue cose in quei giorni???” aaaaaaaaaaaaaa ecco allora lì si che ti interessa! E invece i ragazzi nella pubblicità sono proprio bravi e per fortuna… sono stufa di vedere reclam dove per ogni cosa “scomoda” mettono una donna perchè è più carina… adesso stanno cambiando le cose ma non abbastanza. Pubblicità di Tena, ci sono sia per uomo che per donna ma guarda caso nell’ascensore ci mettono una donna… pubblicità della dentiera… guarda caso una donna come se all’uomo non succedesse…
    bah…. il mondo è strano
    GIRL POWER ! Troppo? hahahahahahaa

  29. 🙂 🙂 🙂 i mille usi dei pennelli!comunque non tutte le donne amano l’autoerotismo, io ad esempio non lo pratico, mi sono chiesta un sacco di volte se sono io strana!!per gli altri rapporti invece cerca solo di lasciarti andare e vedrai ahahah 🙂 🙂 🙂

  30. Allora…probabilmente l’esperienza di cui taci la conosco e l’ho vissuta anch’io da ragazzetta, ti segna a vita ma non devi lasciare che te la rovini la vita. Toccati e lasciati toccare, non stai facendo nulla di sporco, non sei sporca, provare piacere è un tuo diritto e chiedere di toccarti come e dove vuoi tu è un sacro diritto, non provare vergogna, l’imbarazzo è normale le prime volte in cui si chiede qualcosa di specifico…ma ci sta, superate le prime paure..sarai più rilassata.
    Non pensare che se chiedi..si farà una opinione sbagliata di te, se ti giudicasse..qualunque possa essere la tua richiesta..allora la persona non fa per te, devi sentirti libera di muoverti come vuoi, di urlare o di rimanere in silenzio, non accontentare solo i bisogni degli altri…pensa anche ai tuoi.
    Ricorda che tu..non ha fatto nulla di male, quel che ti è successo non è stato una reazione ad un tuo comportamento, ti è successo, ti è stato fatto….contro la tua volontà, tu non hai colpe…..quindi non pensare di essertelo meritato in qualche modo, no.
    Ora chiuditi in camera, pensa alla situazione più eccitante per te e toccati!

    Se ho frainteso la tua brutta esperienza..perdonami.

  31. Ahahah! Si lo so che sono piccolini! Ma serviva qualcosa che fosse a prova di occhi indiscreti!

  32. L’auto erotismo è sano, buono e giusto. Ho imparato ad accarezzarmi da adolescente e non ho ancora smesso. Non è peccato e non rende ciechi. Ricordo mio padre che diceva che se l’auto erotismo facesse venire ciechi, come sostenevano i preti negli anni 50, avremmo tutti un bel cane guida in dotazione

  33. io e mia moglie abbiamo una discreta quantità di aggeggi del piacere e la nostra vita sessuale è sempre attiva e variegata 🙂 è successo anche che ci siamo beccati a vicenda in momenti di autoerotismo ma francamente nessuno dei due lo considera un tradimento o prova un senso di angoscia derivato da una mancata o insoddisfacente routine sotto le coperte!! certo c’è a chi piace e a chi no, chi non ha mai provato e così via…io son del parere che il piacere dell’orgasmo è una delle cose migliori al mondo, che venga da un rapporto “classico” o meno non ha importanza 😀

  34. Premetto che non voglio offendere nessuno, ovviamente.. Ho 20 anni e anni non sono assolutamente una tipa bigotta però personalmente ritengo un po’ triste la necessità di dover ricorrere all’uso di oggetti per provare piacere. Voglio dire che ne è della bellezza del contatto intimo con il patner, di un viso da guardare e del calore di un corpo? Io davvero non capisco.. Anche se si è single, non è più bello aspettare? Abbiamo veramente bisogno di queste cose per sentirci donne? Adesso sembra quasi che se non ti masturbi, sei in errore (non parlo del post ma delle credenze della società). Magari mi sbaglio.. Adesso mi chiedo se io sia l’unica o una delle poche a pensarla così. Si può essere felici, serene e appagate anche senza fare certe cose perché comunque il sesso non è tutto; almeno così la penso io.

  35. Premetto che non voglio offendere nessuno, ovviamente.. Ho 20 anni e non sono assolutamente una tipa bigotta però personalmente ritengo un po’ triste la necessità di dover ricorrere all’uso di oggetti per provare piacere. Voglio dire che ne è della bellezza del contatto intimo con il patner, di un viso da guardare e del calore di un corpo? Io davvero non capisco.. Anche se si è single, non è più bello aspettare? Abbiamo veramente bisogno di queste cose per sentirci donne? Adesso sembra quasi che se non ti masturbi, sei in errore (non parlo del post ma delle credenze della società). Magari mi sbaglio.. Adesso mi chiedo se io sia l’unica o una delle poche a pensarla così. Si può essere felici, serene e appagate anche senza fare certe cose perché comunque il sesso non è tutto; almeno così la penso io.

  36. Boh.. A me in sincerità fa un po’ schifo, la faccenda ortaggi, frutti, oggetti a caso, non so, della serie infiliamoci tutto ciò che capita a tiro

  37. Sono punti di vista. Gli altri non sono tristi come dici tu, semplicemente vedono la sessualità in maniera meno ristretta rispetto a te.Il mondo è bello perché vario. Hai 20 anni, sei ancora molto giovane, probabilmente cambierai idea.O forse no,ma va bene così.Non siamo tutti uguali.

  38. E dopo la lettura di questo post e dei vostri commenti sono giunta alla conclusione che mi avete fatto venir voglia di acquistare un bel sexy toy magari di lelo o di fun factory perché oltre a essere soddisfacenti sono anche dei meravigliosi oggetti di design. Già me lo vedo nella nicchia della libreria in salotto… perché le cose più in vista… sono le più nascoste. Bacio

  39. Se sapessi cosa si infila certa gente nella porta sul retro…una mia amica infermiera mi racconta di cose da film horror che vede in ospedale :O

  40. Ma sai la libido è un argomento molto più complicato di quello che traspare dal tuo commento. Non tutti i corpi e menti sono fatti allo stesso modo, c’è chi ha bisogno di più varietà di più sensazioni e molto più spesso. L’ideale sarebbe trovare un partner intorno ai 14 anni (o comunque quando ti vengono i primi impulsi sessuali) e averlo sempre accanto per usarlo/a ogni volta che se ne ha voglia, per quanto tempo se ne ha voglia, non perdere mai l’interesse o l’attrazione per questo partner, raggiungere l’età riproduttiva, riprodursi, crescere la prole e poi morire! Ma gli esseri umani non sono creature così semplici, cambiano idee, desideri, tradiscono, si stufano, hanno bisogno di nuove emozioni, cercano sempre nuovi modi per sentirsi liberi, amano, abbandonano, viaggiano, si trasferiscono, si lasciano – la masturbazione in questo mondo complicato diventa quasi una necessità! La si usa come un’evasione, come un conoscere se stessi, come un curiosare, come un ottimo esercizio di fantasia. Non c’è niente di triste, può essere controproducente e portare a problemi con il partner in carne e ossa se si esagera, quello sì, ma se usata come un piccolo sfizio quando si è in una relazione o come esercizio quando si è single, non fa che bene. Detto questo, ricordati che siamo tutti diversi e per molti è impossibile aspettare di trovare il partner, o che questo/a torni da un viaggio o che si vada a convivere. In più anche quando si vive sotto lo stesso tetto con il tuo lui/lei, per molti è importante rimanere a tu per tu con il proprio corpo, con le proprie memorie, con le proprie fantasie. Se tu non sei fatta così, va benissimo, ma ricordati che incontrerai sul tuo cammino persone che sono fatte così e se le vorrai tenere nella tua vita dovrai aprire la tua mente. Oh, quante sorprese ti aspettano!!!

  41. Ma vero??!! Congratulazioniii!!! Maschio o femmina? Io avrò una bambina tra qualche mese *-* non vedo l’ora di conoscerla!

  42. Sono d’accordissimo con te! Il mio compagno mi ha sempre chiesto informazioni su tutto ciò che uso e come, dai Tampax all’ultimo rossetto che ho comprato e x questo lo adoro

  43. Anche il mio ragazzo è così! Gli piacciono tanto i miei rossetti 😀 non mi guarda come una stupida quando ne parlo, anzi, vede che sono tutta entusiasta! E io ascolto lui allo stesso modo! Anzi chiedo! È bellissimo condividere insieme e poter parlare di tutto, significa interesse verso l’altro ed è una cosa molto ”sana” 🙂 la chiusura mentale mi manda in bestia!! Per un innocuo tampone poi…

  44. In questo campo,come in tanti altri, cerco di seguire la massima ‘ama il prossimo tuo come te stesso’….se non conosco il mio corpo come posso far capire al partner cosa mi piace e cosa no? È come il fatto ,a mio modo di vedere allucinante,che ci siano donne che non sanno neanche come sono fatte la sotto…penso sia normale curiosità.
    Sto col mio fidanzato da tanti anni e non abbiamo mai avuto problemi di sorta, ma alla lunga ti va di provare qualcosa di nuovo e piccante…e questi giocattolini possono essere un buon veicolate delle varie fantasie..

  45. Il sex toy più a portata di mano?
    Il telefono della doccia! Regolabile modulabile Hot and cold. ..non devi pulirlo,costa poco ed’è alla portata di tutte!!!

  46. Ah ah!anche io la prima volta mi sono messa a piangere…ora ce la ridiamo di gusto anche durante…
    E comunque pasticciarsi un po da sole fa benissimo..

  47. Credo K sia stato il momento più buio della mia vita… Avevo perso la voglia di vivere.. È stato orribile.. Fortunatamente ho reagito,solo cambiata e ho tirato fuori un bel caratterino

  48. Grazie Adriana!!! Mi hai toccato nel profondo… (Ok questa frase in questo post potrebbe essere fraintesa

  49. Grazie mille Cara X i consigli! X adesso nn ho nessuno vicino a me con cui confrontarmi,ma intanto potrei iniziare da me stessa

  50. Sn fortunata X poter aver avuto la possibilità di conoscere persone forti e adorabili come voi ❤️
    Grazie

  51. Io sono anche andata in terapia…il problema è che me ne ricordavo solo una parte…il peggio l’avevo rimosso. Poi una notte mi sono svegliata da un incubo e ho realizzato che era un ricordo e non un brutto sogno. Quello che ho capito è che se vivo con odio,rancore e paura sto solo continuando a vivere nell’incubo.
    Dimenticare?impossibile
    Ma il passato è passato e io ho scelto di vivere.
    Un piccolo consiglio…le donne , come scritto anche nel post,sono più sensibili in altri posti…fossi al posto tuo mi fare un giro su un sito che si chiama xvizio , a parte la marea di gadget che fanno spaccare dalle risate (vedi un BRACCIO in dimensioni naturali fatto di silicone..non voglio immaginare l’uso

  52. Io mi sono sempre trovata a mio agio e non ho mai trovato persone poco gentili o strane…in compenso ho visto spesso videoteche di film per adulti mascherate da sexy Shop. ..
    Infatti per questo tipo di prodotto acquisto quasi esclusivamente da internet.
    Ora la questione più importante
    Il link

  53. Sono felice per voi , se non sbaglio è un maschio …tanti auguri e felicità per la gioia che vi è stata donata …un bacio al piccolo

  54. Anche a me sembra di conoscervi dal vivo..ed è bello poter leggere consigli o darne qualcuno nel mio piccolo. Un bacio grande grande ❤

  55. Tempo fa delle amiche aprirono u sexy tpys che chiamarono sexy shock. Pensato solo per le donne ribaltando l’immaginario della pornografia troppo spesso pensata al gusto maschile. Un idea molto carina. Andai e comprai la paperella che vibra. Tornata a casa mio figlio che allora aveva tre anni pensò fosse per lui. E così gliela regalai e l’utilizzò per farsi i bagnetti.

  56. Mi dispiace molto X la tua esperienza.. So cosa vuol dire! Io ne avevo parlato con una ginecologa e mi ha consigliato di andare da uno psicologo! Forse avrei dovuto, ma avevo talmente paura K lo sapesse qualcuno K ero bloccata… X nn parlare delle minacce K ho ricevuto… Se si può, mi stimo da sola X avercela fatta, X aver preso il toro X le corna! Poi ci ho messo degli anni a riprendermi.. Senza L appoggio dei genitori, fratello e amici.. Ma con accanto un ragazzo K mi ha aiutato.. Ora so K c’è L ho fatta e vedo tutto con occhi diversi.. È un pó come se stata una super prova della vita K mi ha fatto cambiare in meglio

  57. ciao Stefania, un po’ mi riconosco nella tua descrizione, io non ho avuto brutte esperienze ma sono cresciuta con un’idea della sessualità che me l’ha fatta sempre vivere in maniera sbagliata, come se fosse una cosa “sporca”: pochi impulsi sessuali, tanto che anch’io credevo e a volte credo ancora di avere qualche problema…nonostante sia fidanzata e abbia rapporti normali, poche volte ho davvero voglia e penso all’autoerotismo come una cosa sbagliata, di cui provare vergogna, da “ragazzaccia” anche se razionalmente so perfettamente che non è così. Comunque sono felice che tu ne stia uscendo, col tempo vedrai che le cose potranno solo migliorare 😉
    Comunque grazie ragazze, leggervi è davvero consolatorio!!!! <3

  58. Bel post! La prima volta che ne ho preso uno sono andata in un sexy shop accompagnata dalla mia migliore amica.. Io eri partita decisa… Ne volevo uno….. “strong”! Lei.. Mmm.. Mah non so.. Alla fine io sono uscita di li con un ” modesto” vibratore..

  59. Decisamente affine è… decisamente troppo! Molte cose rendono più belle, prima di tutto la gioia interiore autentica e l’amore per gli altri, ma nessuno ci guadagna sopra, invece sui vibratori… decisamente sì! Credo mi disturbi soprattutto la pubblicità più o meno occulta e il tentativo di creare nuovi bisogni commerciali, facendo passare sotto sotto il concetto che non si possa essere serene e appagate senza un sex Roy. Baci a tutte!

  60. Decisamente affine è… decisamente troppo! Molte cose rendono più belle, prima di tutto la gioia interiore autentica e l’amore per gli altri, ma nessuno ci guadagna sopra, invece sui vibratori… decisamente sì! Credo mi disturbi soprattutto la pubblicità più o meno occulta e il tentativo di creare nuovi bisogni commerciali, facendo passare sotto sotto il concetto che non si possa essere serene e appagate senza un sex toy. Baci a tutte!

  61. Ciao!io penso che non c’è bisogno di masturbarsi x sentirsi donne, c’è chi lo fa e chi no, io ad esempio non sento il bisogno di farlo, non mi piace neanche e all’inizio credevo di essere strana , poi ho capito che ognuna di noi ha le proprie preferenze.Io ad esempio ho qualche giochino che uso con il partner proprio x “variare” un po’, penso che sarebbe un problema se il rapporto fosse basato solo sugli oggetti altrimenti ogni tanto ci sta.Poi ognuno ha il suo punto di vista giustamente…

  62. Mah… Io non ho proprio letto niente di ciò che dici tu, anzi, mi sembra proprio sottolineato l’importanza di non sentire nessuno tipo di pressione. È scritto ad inizio post.

  63. Ne comprai uno con il mio ex.. il più economico l’ho voluto abbastanza grande e rosa così assomigliasse a uno vero! È divertente se qualcuno lo maneggia x te ma l’autoerotismo mi annoia

  64. Grande TeamClio! Grazie che date spazio a questi (e altri) argomenti tabù, che non dovrebbero esserlo. Thumbs up!

  65. Anche io sono convinta che il sesso non è tutto,ma infatti non deve essere una “regola” quella del masturbarsi,lo si fa se se ne sente la necessità,se tu non la senti va bene così,non sei certo in errore. Io non bevo,tutti mi guardano strano e mi chiedono perchè,ma non è un obbligo,se non trovo piacere a bere un cocktail o la birra non vedo perchè dovrei farlo e spendere 10 euro alla volta, per dirti. Altro discorso è contrapporre la masturbazione al rapporto col partner, come se la prima fosse solo un “sostituto” ai rapporti veri e propri…(E può anche esserlo,e non vedo perchè non dovrei farlo se magari sono single e sento il desiderio in quel momento…no, non è più bello aspettare). Ma può anche andare oltre, io sono fidanzata ma non rinuncio ad avere questo rapporto col mio corpo .. Usare un vibratore è solo una variante della cosa,e se anche il mio ragazzo mi dicesse ” c’è un oggetto che mi fa provare piacere” ,io sinceramente sarei solo contenta per lui

  66. Qiuel compagno ebbe un bel pensiero,è bello quando un uomo si preoccupa del benessere della propria donna

  67. non ne parliamo,quando per sbaglio aprii whatsapp del fratellino quasi 15enne ne lessi di ogni…mi sono ripromessa di non farlo capitare più perchè altrimenti rimango sconvolta…

  68. io non sono mai entrata in un sexy shop,mi imbarazzerei troppo ,non tanto per il commesso ma per gli altri clienti! questi acquisti li faccio da dietro a un pc..

  69. il mio ragazzo pure mi ascolta sui trucchi,e mio suocero aiuta la moglie a scegliere i rossetti! <3

  70. questa pubblicità dei Tampax non mi piace tanto quando dice “a prova di uomo” ,come se l’uomo fosse un impedito….voglio dire anche per noi donne che abbiamo sempre a che fare con le mestruazioni all’inizio è una cosa nuova da usare.
    Sono per non denigrare il sesso femminile in televisione ma nemmeno quello maschile,se facessero una pubblicità con un auto che si parcheggia da sola e dicessero ” a prova di donna” mi sentirei un po’ offesa.
    Mi piace invece quella pubblicità ,non ricordo qual è ,ma dice “libera di scegliere di lavorare o libera di scegliere la famiglia”, o qualcosa del genere…finalmente qualche pubblicità che cerca anche di far progredire il pensiero comune!

  71. Ciao a tutte! Intanto mi complimento anche io per l’articolo e per come è stato scritto. Ultimamente ho preso parte alla creazione di un brand, My Fucsia. Nasce per sdoganare i tabù legati alla sessualità femminile
    tramite oggetti divertenti e colorati. L’idea è quella di affrontare con ironia e leggerezza un argomento ancora socialmente poco accettato, tramite oggetti non specializzati e slegati dal mondo al quale normalmente appartengono, insomma l’intento è quello di riportare alla normalità un argomento che è vissuto con imbarazzo o addirittura vergogna! Mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here