Ciao a tutte!

Tutte sempre a demonizzare o ad ignorare il silicone, ma che ci dite dei solfati contenuti negli shampoo? Chi di voi ha il cuoio capelluto delicato o irritabile, probabilmente ne sa qualcosa: “sodium lauryl (o laureth) sulphate” (SLS) sono tre paroline spesso bannate da chi soffre di forfora, perdita di capelli e prurito dopo lo shampoo – ma non solo: parliamo anche, più “banalmente”, di assottigliamento del capello, perdita di lucentezza e resistenza.

Ma che dire di chi, semplicemente, vorrebbe una chioma più folta e luminosa o chi è un po’ preoccupata perché si lava i capelli molto spesso (magari le sportive)? Insomma: dovremmo davvero iniziare ad usare shampoo senza solfati? E, qualora facessimo questa scelta, quali sono i migliori sul mercato?

Trovate tutto, pro e contro compresi, all’interno del post!

ClioMakeUp-shampoo-senza-solfati-sles-sls-cuoio-capelluto-delicato-irritato-forfora-dermatite-11

SLS E SLES: COSA SONO?

Iniziamo con lo spiegare cosa sia questo maledetto (?) SLS o SLES. Un’altra ossessione da “fissate”? No e, anzi, sappiate che SLS e SLES non sono nemmeno considerati “rossi” (quindi “da evitare”) dal biodizionario. Quindi non stiamo parlando di “passare al bio” (e, anzi: stiamo parlando anche con chi usa solo prodotti certificati), ma di chiederci se, un certo ingrediente, possa farci bene o male, in base alle nostre esigenze e caratteristiche.

ClioMakeUp-shampoo-senza-solfati-sles-sls-cuoio-capelluto-delicato-irritato-forfora-dermatite-1

È VERO CHE IL LAURISOLFATO DI SODIO È TOSSICO?

Innanzituttto, spegniamo gli allarmismi. Le più informate di voi potrebbero aver sentito parlare del laurilsolfato di sodio (SLS, appunto), come di una sostanza tossica. .

Il laurilsolfato di sodio è innanzitutto un tensioattivo e fa anche delle cose utili (se no perché metterlo, quasi sempre in cima agli ingredienti degli shampoo?) tra cui quella di combinarsi con le particelle di grasso (l’unto da sporcizia varia e il sebo) e asportarle via con il risciacquo (esattamente ciò che chiediamo ad uno shampoo, insomma). Inoltre contribuisce a rendere la consistenza dello shampoo schiumogena, per facilitarne una applicazione omogenea.

ClioMakeUp-shampoo-senza-solfati-sles-sls-cuoio-capelluto-delicato-irritato-forfora-dermatite-2Credits: www.coveryourhair.com

Purtroppo però, l’azione sgrassante è abbastanza aggressiva e potrebbe, quindi, asportare anche ciò che invece protegge il nostro cuoio capelluto. Un po’ come capita a chi ha la pelle grassa e usa detergenti troppo potenti: si ritrova con la pelle secca e irritata, e magari con una overproduzione di sebo.

Ma prima abbiamo parlato della possibilità che fosse tossico. Beh, per fare chiarezza citeremo uno studio dell’ ”American Cancer Society“. I risultati dello studio confermano che l’uso di SLS come detergente è irritante per la pelle, ma non è pericolosa a livello di tossicità. Lo sarebbe solo se utilizzata ad una concentrazione ben più alta di quella che si fa in ambito cosmetico.

ClioMakeUp-shampoo-senza-solfati-sles-sls-cuoio-capelluto-delicato-irritato-forfora-dermatite-9

In poche parole: irritante sì, dannoso a livello di salute, no. Ecco perché, può darsi che una ragazza abbia una fluentissima chioma lucente e un cuoio capelluto in ottima forma, continuando ad usare SLS e può darsi che, invece, interromperne l’utilizzo vi cambi la vita.
Come per tante cose, potrebbe valer la pena provare, insomma!

PER CHI È ADATTO LO SHAMPOO SENZA SOLFATI?

Allora, quindi, per chi potrebbe essere adatto uno shampoo senza solfati? Ovviamente, per chi ha il cuoio capelluto delicato o irritabile (leggi: chi si gratta sempre la testa dopo essersi lavata i capelli).

Ma non solo, ovviamente!

Scoprite di più su chi ha bisogno di uno shampoo senza solfati, quali sono i pro e i contro e, infine, quali sono i migliori shampoo senza SLS e SLES per cuoio capelluto delicato ed irritabile!

102 COMMENTI

  1. Ecco! Di SLS e SLES lo sapevo, ma di forfora “grassa” è la prima volta che sento parlare … non è che potreste fare un post sull’argomento e spiegare bene cos’ è? Magari ne soffro anch’io e non lo sapevo, da quel poco che avete scritto in proposito mi avete fatto sorgere un sospetto …

  2. Clio, non è vero che ce ne sono pochi sotto i 10 euro. Se vai da Naturasi o Biopolis o su eccoverde trovi Lavera (poco più di 3.00) Bjobj (7.00) verde sativa ecc.
    Io li uso da anni, avendo manifestazioni di dermatite. Lo porto pure dalla parrucchiera.
    Evito SLES e SLS, da anni non solo sul cuoio capelluto, ma ovunque. Stra seccano la pelle. Sono molto peggio dei siliconi, a mio avviso, che nel trucco invece tollero e trovo performanti.

  3. Su consiglio di Buenosaires (grazie!!!) ho acquistato su Eccoverde questo shampoo… è ottimo: lascia i capelli leggeri ma idratati e li pulisce benissimo… e soprattutto è senza SLS e SLES e costa solo 8,99 x 250 ml. di prodotto!
    Sul sito di Eccoverde, comunque, su ogni prodotto è quasi sempre indicato chiaramente cosa ha e cosa non ha (tipo, appunto, “senza SLS”… etc.)

  4. io ho trovato grande beneficio nell’abbandonare gli shampo tradizionali in favore degli eco bio … peccato averci messo 30 anni! ho i capelli grassi con forfora (avevo) e credo proprio che la causa fossero gli SLES e i siliconi
    prima lavavo i capelli un giorno si uno no (a volte anche tutti i giorni) si ungevano di continuo e avevo costantemente il cuoio capelluto irritato, provato tutti gli shampo antiforfora e peggioravo solo il problema. Poi ho provato con l’eco bio e ora mi lavo i capelli ogni 3-4 giorni e la forfora è sparita … è difficile trovare uno shampo eco bio adatto a noi ma non impossibile, l’importante è non gettare la spugna! io ho trovato quello di Natura Siberica che adoro!! fa la schiuma e si stende bene come uno shampo tradizionale e districa bene tanto che non serve il balsamo (quindi non appesantisce i capelli) per chi ha la cute irritata e con forfora consiglio anche l’henne (anche neutro se non volete colorare i capelli) normalizza il cuoio capelluto e rinforza i capelli!

  5. è la forfora unita ai capelli grassi, non si stacca dal cuoio capelluto e cade sulle spalle come quella secca, ma resta unita al sebo della cute e forma come una patina (schifo) che ottura i follicoli e causa anche caduta … io ce l’avevo da anni .. ora ho risolto 😉

  6. Io utilizzo prodotti senza SLS sia per i capelli che per viso e corpo. Li trovo al supermercato ad un prezzo pari a quelli dei prodotti “tradizionali”. Al momento sto utilizzando lo shampo all’aloe di Omia, non contiene sls, parabeni, sali aggiunti.. costa poco meno di 5€ e un pò di schiuma la fa. Ho utilizzato anche lo shampo della bionike mostrato nel post e non è male, fa una bella schiuma ed è delicato. Tutta la linea di bionike della quale fa parte lo shampo è molto buona compresa la maschera riequilibrante e il siero lenitivo da applicare sulla cute. Come sapone intimi per esempio utilizzo quello di Neutromed “delicatezza” è senza sapone e parabeni, lava bene in delicatezza e lo utilizzo se parto anche per la doccia.

  7. io ne uso della L’Oreal per i capelli colorati senza solfati, ed è fantastico, è più cremoso che oleoso, lascia i capelli puliti e leggeri e non ne serve tanto…

  8. Anche quello che uso io dell’Omia mi pare sia senza e costa 4euro.
    Io li evito non perchè siano il male ma perchè mi ci trovo ugualmente bene e non vedo perchè non usarli.
    Secondo me la chiave di tutto è evitare i lavaggi frequenti.
    Adesso sto usando un doccia schiume della Roc per pelli sensibili e onestamente non ho controllato se li abbia o no, però credo che passerò anche ai docciaschiuma visto che la doccia tutti i giorni me la devo fare!

  9. Sì hai ragione cavolo, volevo scrivere 400 ml. Ho già corretto 😉
    Grazie davvero del consiglio!
    Inoltre ho preso sempre di Natura Siberica anche uno shampoo districante per la mia bimba ed è ottimo anche quello! Lei ha una chioma da leonessa e le lascia i capelli morbidi e districati, inoltre sono sicura che non le metto schifezze in testa!

  10. Io ultimamente sto usando lo shampoo alla camomilla Shultz, buono, mi piace ma ho come la sensazione che i capelli si sporchino più velocemente (soprattutto in inverno), mentre con quelli della Garnier sembra che vada meglio. Anche se non penso abbiano gli stessi ingredienti…..
    Qualcuna di voi ha qualche indicazione in più da darmi? Grazie!

  11. Ciao, vorrei comprare anch’io lo shampoo omia ma ho un dubbio. Posso utilizzarlo anche puro? Non ho voglia di stare a diluirlo

  12. di niente! sono contenta ti sia trovata bene anche tu!
    come si chiama quello per la tua bimba? io vorrei provarli tutti ;-P
    ora ho preso dello stesso brand anche la crema mani Taiga e la maschera per il viso energizzante speriamo siano buoni come gli shampoo !!

  13. Bello questo articolo Clio, chiarisce un tema che mi sta molto a cuore 🙂 Personalmente, dopo aver provato shampoo di questo tipo ero piacevolmente stupita nel sentirmi il cuoio capelluto FREEEEESCO 🙂

  14. Si chiama Baby Shampoo Easy Brush.
    Per il viso mi trovo bene con Pai e Antipodes come marche, però magari la prossima volta provo qualcosa di Natura Siberica anche per il viso.
    Per me scoprire Eccoverde è stata una rivelazione, profumerie e supermercati non mi vedono praticamente più!

  15. Ho letto il tuo commento e se fosse riferito al fatto che io lo diluisco, vorrei chiarire.
    io lo diluisco non perchè non si possa usare puro (perchè è aggressivo o vada impiegato diluito o altro) ma proprio per una questione di praticità: ne userei il triplo e mi laverei i capelli da schifo.
    é proprio una cosa che faccio a prescindere dal tipo di shampoo.

  16. Io soffro di dermatite e devo utilizzare lo shampoo x la dermatite una volta alla settimana. Le restanti volte mi lavo i capelli con uno shampoo x i capelli grassi (ne ho provati molti), ma purtoppo a volte mi fanno irritare il cuoio capelluto e mi fanno un po’ grattare la testa. In farmacia mi avevano dato uno shampoo lenitivo della Phyto (non so se sia senza SLS o meno) che non ho ancora provato. Comunque questo post è stato utilissimo! Non sapevo che shampi senza SLS potrebbero giovare nel mio caso. Ne proverò sicuramente uno di quelli citati nel post e vediamo se la situazione migliora…

  17. Non so quanto possa esserti utile la mia esperienza, visto che soffro di dermatite ma non in modo pesante (ad esempio io il nizoral lo avevo usato per un paio di lavaggi e poi l’ho abbandonato perchè mi sembrava che la situazione fosse rientrata).
    La cute la vedo meno arrossata e non mi da fastidio ma di si desquama comunque (ma è normale alla fine se c’è la puoi solo tenere a bada).

  18. Ho fatto da poco un ordine da Lush e mi incuriosiva tanto lo shampoo Big, non so se sia senza SLS, mi è dispiaciuto tanto non prenderlo ma costava un po’…magari lo provo la prossima volta. Qualcuno l’ha mai usato? Ho letto che c’è il sale e fa un effetto scrub sul cuoio capelluto, certo non è da usare sempre credo per non andare ad irritare, però avendo i capelli grassi lo scrub mi incuriosisce, non ne ho mai sentito parlare da usare sulla testa.
    So che gli shampoo più fanno schiuma peggio è, però la schiuma mi da un sensazione di pulito. Ne ho provati di più naturali ma avevo la sensazione che non lavassero a fondo, non so

  19. ah ah non lo dire a me! prima ero da sephora ogni 2 settimane … ora arrivano continuamente pacchetti da Ecco Verde :-))

    per caso devi fare un ordine? ho usato un codice sconto che ho trovato on line BIOW-15 è un -15% su tutto, si somma a quello di Natura siberica che è -10% ma è valido fino a domenica 31 😉

  20. Su questa sono preparata
    Lavo i capelli molto spesso e mi prudeva la cute. Uso gli Omia senza queste sostanze o la linea ultra dolce o una volta i provenzali con stesse caratteristiche e costano molto meno..
    lavando i capelli 4 volte alla settimana non è nel mio budget quel costo..
    Il mio compagno poi stessa cute delicata e si fa lo shampoo tutti i giorni.. Vai col risparmio

  21. Poi chi ha una dermatite seria ovviamente non può seguire il mio consiglio e deve usare per forza prodotti molto più specifici e fa bene.
    Del resto, io compro una protezione solare costosa e 50+… 🙂

  22. Per capelli secchi e spenti, cosa suggerite? Conviene usare shampoo specifici con SLES/SLS, o sempre specifici ma senza SLES/SLS?

  23. Da tempo soffro di cuoio capelluto irritato, mi prude dopo lo shampoo etc. Chissà perché non ho ancora deciso a cambiare prodotti! Mannaggia. dopo questo post lo farò. Lavo i capelli ogni giorno, sia per l’attività fisica che per lavoro, devo sempre acconciarmi e dove sto fa caldissimo umido quindi sudo molto. Inizierò con qualche prodotto Lavera che ho visto essere disponibile qui. Oltre il post, i commenti sono sempre molto utili. A volte si può parlare di un “team esteso” …Grazie a tutte!!! 😀

  24. Ciao Buenosaires, mi potresti dire come hai risolto il problema della forfora grassa? Io sto provando ad eliminarla con diversi shampii, impacchi all’aloe vera e scrub leggeri con il bicarbonato, ma mi sembra che ogni tot ritorni…! Grazie mille 🙂

  25. Leggi il mio commento sopra.. Ci fai anche tre 3giorni con quelli
    Mi è capitato quando sono stata operata e mi tiravano i punti..

  26. il camomilla Shultz lo provai anni fa, anche a me non è piaciuto. Mai più ricomprato. Se una cosa non la preferisco semmai la finisco comunque però..che fatica :S

  27. Io li ho provati entrambi.. E sicuramente gli ingredienti di quello della shultz sono mooolto migliori, assolutamente!!
    Io uso tutti prodotti bio per i capelli da 2 anni circa e a mio parere quello della shultz è uno di quelli -tra i prodotti bio di acqua e sapone- che più si avvicina ad uno shampoo classico siliconico.. Ovviamente non per gli ingredienti ma per la sensazione di pulito e per la schiuma.
    Se hai altro da chiedere, chiedimi pure

  28. hai tanta scelta .. Lavera o il mio post! Non serve spenderci un capitale
    In bocca al lupo per i tuoi show
    Ho visto le foto!

  29. La linea mandorla e fiori di loto della Garnier è senza parabeni e siliconi ecc. Ci sarebbe da dare uno sguardo, non ricordo. Invece i provenzali es. olio di semi di lino e tutta la linea Omia sono al 100% senza solfati. Ce li ho a casa in q.sto periodo

  30. La linea mandorla e fiori di loto della Garnier è senza parabeni e siliconi ecc. Ci sarebbe da dare uno sguardo, non ricordo. Invece i provenzali es. olio di semi di lino e tutta la linea Omia sono al 100% senza solfati. Li ho a casa in q.sto periodo

  31. Io lo uso puro e ne applico una noce su i capelli ben bagnati.. Ma solo sulla cute e non sulle lunghezze, tieni conto che ho i capelli dopo il sedere e anche mettendone un po’ sulla cute e poi sciacquando bene si puliscono anche esse

  32. Ciao CrazyGirl!

    Big contiene SLES, ma è lo shampoo che ho ricomprato più spesso negli ultimi 3 anni. Io non ho il cuoio capelluto particolarmente sensibile, ma sono sempre alla ricerca di qualcosa che faccia un po’ di volume, avendo i capelli liscissimi. Devo dire che BIG mi piace molto! Il sale, a contatto con l’acqua si scioglie e crea come un olio che poi, massaggiando, diventa una schiuma molto compatta. L’idea sarebbe quella di liberare il cuoio capelluto da altre sostanze nocive e, grazie all’effetto scrub, riattivare la circolazione, favorendo la crescita dei capelli. Devo dire che effettivamente i capelli mi crescono molto in fretta e BIG li lascia leggeri, puliti e con un buon profumo. Per me è super-promosso, ma è sconsigliato usarlo più di 1/2 volte a settimana! Ciao!

    Costanza ClioMakeUp

  33. Ciao io lo uso puro. Lo metto nelle mani e le sfrego per fare un pò di schiuma e lo applico sui capelli a limite dopo passo un secondo il doccino sulla testa e via…

  34. Ciao Costanza, wow sembra fantastico! La presenza del sale mi dà l’idea che agisca come un Sea salt spray sottoforma di shampoo, se tu mi dici che è tra i migliori che hai provato lo comprerò sicuramente, avevo già in mente di usarlo alternato ad altro
    Grazie mille

  35. io ho risolto passando agli shampoo eco bio senza siliconi che sporcano i capelli e senza tensioattivi aggressivi che irritano la cute… poi ogni tanto lavo i capelli con le erbe indiane shikakai , amla ecc. che aiutano a normalizzare la cute, anche l’henne neutro aiuta! come trattamento urto avevo preso lo psoleum unguento anti forfora della fitocose, è a base di vari oli essenziali: lavanda mente rosmarino .. dopo 15 giorni già era sparita 😉

  36. I Garnier li ho provati quasi tutti. A me piace tanto quello all’olio d’oliva… invece quelli dei provenzali e la linea Omia non ho mai avuto occasione di prenderli. Ci guardo alla prossima spesa. Grazie!

  37. Grazie… gentilissima…..
    Ma non riesco a capire il perchè gli shampoo totalmente bio non mi convincano. Non c’è niente da fare. Ho provato anche un’altro prodotto (trovato in un giornale) bio al 100%.. niente, non mi piace. Vanno bene adesso, in estate, perchè comunque lavo i capelli quasi tutti i giorni, ma in inverno (cerco di lavarli 2 volte alla settimana) non mi piacciono proprio. Ho provato un’altro shampoo trovato al Tigotà alle mandorle, stesso problema. Gli unici che mi convincono sono quelli della Garnier, anche se come dici tu gli ingredienti sono peggiori rispetto allo Shultz. Cerco un compromesso, tra ingredienti “buoni” e lavaggi meno frequenti!.

  38. Trascrivo le parole di Lola del suo forum L’angolo di Lola:

    “rifuggire solo dai lauryl (sodium, ammonium) (che sono SLS) e dai sodium o ammonium laureth, o coceth, o pareth o mireth sulfate (sono SLES, per chi vuole evitarli).

    sodium chloride è sale da cucina, non rifuggirne :D: , e tutto quello che non rientra nelle categorie appena da me citate non è sles o sls e va sempre bene. Quindi i due tensioattivi che hai citato vanno benone e sono delicati.

    Ricapitolando:

    sono SLS (molto aggressivi)

    sodium lauryl sulfate (aggressività 3)
    ammonium lauryl sulfate 8aggressività 5)

    sono SLES (meno aggressivi) (tutti circa aggressività 2.3)

    sodium laureth sulfate (da acido laurico)
    sodium coceth sulfate (da cocco)
    sodium mireth sulfate (da acido miristico)
    sodium pareth sulfate (questo non lo so!!!)”

    ed ancora:

    “Il sodium laureth sulfate (SLES) è il tensioattivo più usato perché è economico, fa schiuma in abbondanza, non è mostruosamente aggressivo, addensa facilmente in presenza di sali (e il sale costa poco).

    Sul biodizionario lo troverai a pallino giallo; in teoria avrebbe dovuto essere rosso perché la molecola ha una parte sintetica (segnalata da quel suffisso -eth), ma Fabrizio Zago ha pensato di promuoverlo un pochino a causa dell’ingiusta campagna diffamatoria che il povero ingrediente aveva subito.
    E’ una delle bufale che girano ancora su internet, e che sono dure a morire, che sia cancerogeno. Al che, per provare il contrario, sono stati, non troppi anni fa, fatti esperimenti sui soliti poveri ratti che hanno confermato non sia affatto cancerogeno. Basta che un imbecille metta in giro una bufala ben costruita, con finti dati scientifici, numeri di telefono e nomi di medici fasulli, che subito decine o centinaia di animali devono patirne per questo (e temo non gli abbiano fatto solo il bagnetto :?).

    Il nostro sodium laureth sulfate, dunque, è sgrassante, ma dipende anche dal tipo di formulazione e dalla percentuale d’uso. Come già dicevo, se è ben controbilanciato da un tensioattivo anfotero (una betaina, o un cocoanfodiacetato, per esempio) è molto meno aggressivo che da solo; per questo chiedo di badare che nella formula il sale sia DOPO e non prima il tensioattivo anfotero.

    Non è assolutamente da demonizzare, basta sapere cos’è e come si usa. Ad esempio: se mi faccio la doccia ogni giorno e non sono sporca di unto, sicuramente un bagnoschiuma con SLES come tensioattivo principale risulta sgrassante, troppo. O metto una crema corpo dopo o sono inevitabilmente destinata ad avere la pelle secca che prude. Posso anche usarne di meno, dimezzare le dosi non ha mai fatto male a nessuno. Oppure ancora ungermi con un olio X prima di lavarmi, così non sarà nemmeno necessaria la crema dopo. Posso infine scegliere un bagnoschiuma più delicato senza SLES, con ben chiaro in mente che i costi raddoppiano o triplicano.
    Il mio sles essendo così sgrassante, scioglie letteralmente lo straterello di grasso che sta fra i corneociti superficiali, favorendone il distaccamento (quindi pelle secca che si squama). Chi ha dermatiti farebbe bene a non utilizzarlo assolutamente, per gli altri con la pelle sana vanno bene gli altri accorgimenti.

    Discorso a parte per gli shampoo… lo SLES fa anche una bella schiuma ricca, che in presenza di condizionanti giusti f in modo che i capelli non si appiccichino gli uni agli altri rendendo la massa impettinabile (problema che hanno le ragazze dai capelli lunghi). Inoltre, in caso di cute grassa, sicuramente lava. Ricordiamoci che il cuoio capelluto è forse il luogo del corpo più pieno di batteri vari, e ha bisogno di essere lavato, altrimenti le cellule morte non riescono a staccarsi normalmente e possono dare origine a forfora grassa.
    Se eccediamo nello sgrassamento, possiamo invece ottenere dermatiti e forfora secca.
    Quindi sceglieremo il nostro shampoo in base al comportamento del cuoio capelluto: se è grasso, lo laveremo normalmente con uno shampoo per capelli NORMALI (evitare le formule per capelli grassi che sono troppo aggressive, sgrassano troppo, e si ottiene l’effetto contrario di capelli che si ingrassano sempre più) evitando di insaponare le lunghezze che non ne hanno bisogno, ed è già troppa l’acqua saponata che va loro sopra in fase di risciacquo.
    Se abbiamo capelli secchi, bene usare shampoo senza sles, indispensabili in caso di dermatiti.”

    credits doverosi: http://lola.mondoweb.net/viewtopic.php?f=17&t=182

  39. ciao, anche io soffro di dermatite e da ormai un anno mi si è scatenata anche in testa. ho provato diversi tipi di shampoo, tutti consigliati dal dermatologo, ma oltre a non aver migliorato la situazione per certi aspetti a me sembra pure peggiorata!
    un paio di mesi fa sono andata in una parafarmacia e mi hanno sconsigliato di usare gli shampoo per capelli grassi poiché troppo aggressivi e di puntare invece a quelli delicati e piano piano qualche piccolissima miglioria la sto notando.
    ovviamente è tutto soggettivo, ma volendo si può provare, non costa niente 🙂

  40. Ho trovato interessantissimo questo post! Grazie ragazze veramente! Io non ho problemi di forfora ma ogni tanto in qualche periodo dell’anno ho la cute irritata anche appena dopo fatto lo shampoo! Dato che x lavoro sono costretta a lavare i capelli tutti i giorni penso proprio che proverò ad usare shampoo alternativi! ! Però che prezzi!

  41. Hai fatto bene a citare quel forum, l’articolo è un po’ vago. Io ho avuto un sacco di problemi al cuoio capelluto, posso usare shampoo da super per un paio di lavaggi prima che mi esploda una graziosa forforina -.-
    Ho risolto facendomi shampoo e bagnoschiuma in casa con sal variabile a seconda del “grado di sporco”. Lo shampoo di Lola è a base di SLES ed è ottimo, davvero delicato e per nulla sgrassante.

  42. Grazie dell’informazione Colette! Già mi preoccupavano i prezzi! Io lavando i capelli tutti i giorni mi verrebbe a costare un patrimonio! Proverò da Naturasi!

  43. Verissimo! Conoscere questo blog mi ha aperto un mondo davvero! Al di là del make-up (che adoro), sono venuta a conoscenza di cose di cui ignoravo l’esistenza o l’importanza! Felice di conoscervi!

  44. quelli dei Provenzali e dell’Omia (ma come di molte altre marche) non sono affatto cari. come in tutte le cose ci sono pezzi cari e altri economici ^^

  45. Infatti! se lo SLES è ben tamponato dalla betaina non fa male. In caso di cute sensibile basta uno shampoo delicato eco bio.

  46. Ciao Anna Maria, cosa mi consigli? Ti spiego: io devo lavare i capelli tutti i giorni dato che lavoro all’aperto, ci sono dei periodi dell’anno in cui ho la cute irritata anche dopo lo shampoo. Cerco di eliminare queste sostanze? Che prodotti mi consiglieresti? Gli shampoo del post sono troppo costosi x me, visto che lavo i capelli frequentemente sarebbe un costo eccessivo 🙂

  47. Buon pomeriggio ~
    Ahimè soffro di dermatite cutanea ma, in parte fortunatamente, solo sul cuoio capelluto. Posso dirvi che in alcuni periodi dell’anno è molto più fastidiosa (ad esempio usando cappelli) e diventa un po’imbarazzante quando inizia a staccarsi e sul capello restano piccoli pezzi di pelle. D’inverno trovo sollievo con la lozione allo zinco della Ducray ma -non ricordo il prezzo- è solo momentaneo, invece -dio benedica l’estate – durante i tre mesi estivi sparisce perché l’acqua del mare è più che curativa solo che non ci posso andare durante il resto dell’anno altrimenti mi viene un accidente ahah

  48. Oddio… devo stamparmi il tuo commento e leggermelo a casa con calma.
    Complimenti per la precisione!

  49. la mia risposta potrebbe fare al caso tuo perché sono un soggetto leggermente “ho il prurito ovunque/compro il mascara in farmacia/Mi prude la testa (anche se i miei capelli non sono il mio punto debole perché ne ho tantissimi..) ! Provo a essere più precisa
    – La linea Garnier Utradolce ha quello con la confezione bianca “mandorla e fiori di loto” senza parabeni, siliconi ma sembra con un’altra tipologia di solfato (lessi all’epoca sul web). Però: 1) ha un prezzaccio, lo trovo anche al nord a 1,60 euro oppure in confezioni “doppie” con 2 flaconi in market tipo la Despar, Tigotà ad ancora meno!
    2) a me in particolare non ha mai dato minimamente prurito e lo uso da anni. Dunque non essendo “a tutti i costi per il bio” e accontentandomi di un inci accettabile lo prendo.

    -La linea Omia all’olio di argan o all’olio di Jojoba,3,70 euro sempre sui 250 ml, sono invece sicuramente senza solfati, né siliconi e bio. Pulisce a fondo (io ho i capelli foltissimi e mi annoia usare spesso il balsamo? Bene con questo non lo uso neppure risparmiando su quello ehehehe
    -Linea “I provenzali” all’olio di semi di lino o anche in altri tipi, purchè sia scritto fuori alla bottiglia sull’etichetta, anche rispetta TUTTE le regole vedi Omia. Pagato 3,30 euro. Questo lo preferisco meno perché non mi “aiuta nella piega..li gonfia troppo e sembro un leone”.
    Infine ne ho provato uno Lavera, ma costa un pochino di più farselo inviare(non lo trovai nel negozio fisico). Fu uno sfizio

  50. Io (capelli fini, lisci e tendenziamente grassi) mi trovo davvero benissimo con lo shampoo Protein Cleanser e il balsamo everyday argan conditioner della Amargan.

    Consigliati da una zia parrucchiera, li compro su amazon!

  51. Parlo da ignorante della mia esperienza: Io ho provato quello ultra dolce alle mandorle e mi dava prurito, ho letto su internet e anche altre ragazze avevano avuto questo problema (lo avevano attribuito a un tensioattivo che non ricordo) sullo stesso sito consigliavano sempre l’ultra dolce alle 5 piante con cui mi trovo benissimo (inci non malvagio ma c’è il sodium laureth sulfate). In conclusione a mio parere bisogna provare, ti consiglio anche ultra dolce alle more 🙂

  52. E’ una leggenda metropolitana che l’eco-bio sia sempre e solo costosissimo! Ovviamente esistono ANCHE le marche ecobio costose e di lusso, ma ci sono ottimi prodotti sotto non solo i 10 euro, ma pure sotto i cinque! Basta cercare: all’Esselunga si trovano gli ottimi prodotti della linea “Il gabbiano”; alla COOP ci sono almeno tre marchi eco-bio economicissimi; da Tigotà/Acqua e Sapone te li tirano dietro, alla LIDL trovi creme a 2,00 euro ecobio, alla Carrefour/Auchan si trovano i prodotti della francese So Bio con una meravigliosa acqua micellare (all’argan o all’aloe).

  53. per chi fosse interessata: i Provenzali fanno shampoo senza SLS, SLES, parabeni e siliconi. io compro spesso quello al miele e camomilla. costano poco e sono buoni

  54. a me quello de I provenzali al miele e camomilla piace molto. dell’ Omia ho solo la maschera ai semi di lino che adoro. gli shampoo sono validi secondo te?

  55. gli SLS ce li ha però. lo sto usando al momento e ho controllato. quello alle 5 piante va meglio come inci

  56. Confermo quanto dice Colette, ci sono shampoo bio o accettabili abbordabilissimi, Omia, I Provenzali, Ekos, Ultra Dolce. I tensioattivi non sono una passeggiata di salute, l’ho imparato sulla pelle dei miei bambini e non è un gioco di parole, da quando li ho eliminati le loro dermatiti sono migliorate tantissimo

  57. Clio ti confermo restivoil tutta la vita! Cute sensibile da anni sia io che mio marito ed è l’unico che toglie l’irritazione anche nei giorni successivi al lavaggio. Proverò anche gli altri. Grazie…pensa che quando siamo venuti a ny avevo provato a comprare da sephora lo shampoo della ex di Tom cruise che avevi consigliato tu, e con grande dispiacere ho dovuto regalarlo….mi faceva un prurito incredibile!! Grazieee

  58. Avete descritto in pieno la mia situazione di qualche anno fa. Capelli con forfora secca, anche appena lavati. Mi vergognavo tantissimo perche avevo sempre la “nevicata” sulle spalle e quindi portavo sempre, anche in casa i capelli legati. La parrucchiera mi faceva fare degli scrub (professionali della wella tra l altro) che li per li risolvevano la situazione e dopo tornava peggio di prima. Ovviamente sn andata pure dal dermatologo ma nn ha risolto nulla. Mi ha consigliato il restivoil ma mi sono trovata malissimo. Poi ho scoperto il bio e oltre ad abbandonare i siliconi etc ho tolto anche gli sles e sls..e nel giro di pochissimo tempo addio forfora e addio capelli secchi crespi e brutti! Pazzesco. Io mi trovo benissimo con quelli dei provenzali, puliscono alla perfezione i miei capelli secchi rendendoli anche morbidi, senza stressarli. Ps: non e vero che questo tipo di shampoo nn fa schiuma

  59. Ciao! Mi permetto di risponderti io. Della omnia mi piacciono tantissimo maschere e creme, ma con gli shampoo non mi sono trovata benissimo. Considera che io ho i capelli molto secchi e diluisco lo shampoo prima di usarlo. Pero, essendo molto soggetivo il gradimento di uno shampoo, ti consiglio di provarli lo stesso, magari ti trovi bene!

  60. adoro naturasiberica peccato sia poco onosciuta e peccato anche che eccoverde tenga i prodotti base(cioè i meno buoni) della linea,fortuna vuole che ci siano altri siti in italia che li tengono

  61. Sono d accordo con te. A meno che non sono al mare non lavo i capelli prima di tre giorni anche 4 in inverno e allungo sempre lo shampoo con l acqua. Ho provato per un mesetto a non farlo e oltre ad usare un quintale di shampoo mi sentivo i capelli pesanti e il cuoio capelluto era in alcuni punti pulito e in altri punti lo sentivo ancora sporco, mentre diluendolo ho la sensazione di pulito uniforme, non so come spiegarlo

  62. Ciao. si hai ragione, è tutto mooolto soggettivo. magari tu hai bisogno di shampoo un pò più corposi e nutrienti. io ce li ho molto morbidi naturalmente tant’è che spesso non uso neppure balsamo e li districo tranquillamente! 🙂 la maschera dell’ omia ai semi di lino mi piace molto e la faccio ogni due settimane circa e mi piace perchè nn appesantisce. prima o poi proverò anche gli shampoo

  63. Anche io per i capelli mi sono convertita al bio: come balsamo trovo meraviglioso quello concentrato di Biofficina Toscana, mentre fatico a trovare uno shampoo che mi soddisfi; sono contenta di leggere il tuo commento perché mi è appena arrivato lo shampoo di Natura Siberica…non vedo l’ora di provarlo!

  64. Ciao Valentina, io ho ordinato lo shampoo di Natura Siberica si Ecco Verde, ma – come dici tu- non ho trovato altri prodotti di questa marca che avrei voluto….potresti indicarmi gli altri siti dove li trovi? Grazie mille

  65. Anche a me spesso non convincono o sembra che non lavino.. Ma li uso ugualmente, perchè più che altro mi sembra solo un’impressione mentre li lavo e non dopo.. Comunque se ti piacciono quelli Garnier ti consiglio la linea all’olio d’oliva!

  66. Ciao, Grazie per la risposta, gentilissima! Potresti dirmi che shampii eco bio hai utilizzato? Grazie ancora!

  67. Grazie mille per i tuoi consigli! Sto provando un sacco di shampi per vedere se ne trovo uno adatto alle mie esigenze…e probabilmente quelli per capelli grassi sono troppo aggressivi per il mio cuoio capelluto (tranne uno seboequilibrante della Phyto che mi piaceva e non mi faceva grattare). Adesso proverò qualcosa di più delicato e vediamo come va! 🙂

  68. Grazie mille per il tuo consiglio! Io continuo comunque ad utilizzare la shampoo per la dermatite, solo che mi hanno detto in farmacia che devo utilizzarlo solo una volta alla settimana e visto che io mi lavo i capelli 2/3 volte alla settimana stavo cercando uno shampoo da utilizzare le restanti volte che non utilizzo lo shampoo per la dermatite…grazie lo stesso! 🙂

  69. Ciao TeamClio, grazie dei consigli! Ma già mi sento male quando spendo 3-4€ per uno shampoo. Dai 9 in su mi sembra troppo.
    Poi io ho l’abitudine di usarne tanto di shampoo. :’D

  70. si certo,compro spesso da greenbeautyshop e da lacosmeticabio sono molto seri e affidabili,a volte certi prodotti ci sono su un sito oppure sull’altro,io trovo di un livello superiore le linee fresh spa -royal cavar e caviar suisse,da 2 anni non riesco a rinunciare al sapone nero detox,credo nel tempo di aver provato un cinquantina di prodotti e la linea base assieme quella base di detergenza non mi hanno fatta impazzire,i prodotti capelli sono quasi tutti un ni,mi piacerebbe entrare in un loro shop hanno dei negozi meravigliosi con tantissime linee speriamo che prima o poi ne aprono qualcuno anche qui,sul mio instagram ho messo qualche foto dei miei preferiti @redvalymood

  71. Ma Grazie infinite Valentina! Andrò sicuramente a curiosare in entrambi i siti e mi sono segnata le linee che menzioni tu! Io avevo sentito di una maschera viso all’iris che mi incuriosiva molto, non so se tu la conosci…grazie ancora!

  72. fin’ora ho provato quelli di Fitocose (quello per forfora grassa non è male, ma è da usare diluito con acqua altrimenti fa zero schiuma) quello di Tea natura sempre forfora grassa (pessimo non lava niente) quello all’Amla di Khadi (accettabile ma c’è di meglio) e il mio top dei top Wild Juniper di Natura Siberica lava bene e lascia i capelli leggeri e voluminosi e non serve neanche il balsamo! a parte Fitocose li ho presi tutti sul sito di Ecco Verde
    ;.)

  73. Di nulla, sei stata molto esaustiva. Mio padre ha la cute come l’avevi descritta tu e sapere che con lo shampoo dei provenzali ti sei trovata bene mi fa molto piacere, acquisterò quelli che usi tu così glieli faccio provare. Io prima usavo quello al limone e ortica (ho il cuoio capelluto grasso) adesso, andando spesso al mare e quindi facendo frequenti lavaggi, utilizzo quello alla camomilla e miele.
    è sempre un bene avere pareri da altre persone 🙂

  74. Si li ho provati e mi trovo bene ^^ non sono però i prodotti che preferisco della loro linea, amo come te le maschere capelli, gli scrub e in generale tutto ciò che hanno fatto per il viso. 🙂

  75. Grazie, sei un tesoro 🙂 Ieri ho fatto il mio primo ordine sul sito di ecco-verde, tra le varie cose ho preso uno shampoo lime & kiwi della ECO-cosmetics (x cute delicata e capelli fini). Quelli di Natura Siberica purtrop[[p non ci sono sul sito eccoverde UK (io vivo a Londra).. speriamo gli acquisti fatti aiutino! ho preso anche henne neutro e shikakai, se mi aiutano con sta benedetta forfora grassa vengo ad abbracciarti giuro! 😀

  76. ;-p ti aspetto! ah ah ah … se abiti a londra mi pare che da Harrods vendano i prodotti di natura siberica, l’avevo letto sul loro sito! tra l’altro hanno fatto una nuova linea con le erbe delle Highlands scozzesi (su Ecco verde hanno una minima parte della produzione) bacioni!

  77. Io uso lo shampoo all’aloe della omia e mi trovo bene, mi lascia i capelli morbidi, infatti il balsamo lo uso poco.Io ci metto sempre un po’ di acqua quando lo verso nella mano x lavarmi in modo che sia un po’ diluito.

  78. Credo che anche lo Shampoo al Miglio rinforzante della Fitocose sia senza solfati, io lo amo! Ho letto l’inci e, per quanto ci capisco, è senza solfati, bio e fa comunque un po’ di schiuma, che non guasta. In più costa solo 6,50 euro! Io ho capelli naturalmente “puliti”, ma riconosco che per una chioma grassa possano servire due passate (l’ho testato su mio moroso che ha capelli grassi e con due passate venivano perfetti, prima passata non fa schiuma, seconda sì).

  79. cara! mi sai dire per caso se hai provato anche il neutral shampoo di natura siberica? il wild jupiter lo hai trovato buono per la forfora grassa quindi? 🙂 bacio

  80. Hem… il DUCRAY SQUANORM i solfati ce li ha… il sodium laureth sulfate è in seconda posizione…

LASCIA UNA RISPOSTA