Ciao a tutte!

Vi siete mai chieste come facciano le donne in difficoltà economica a gestire il ciclo mestruale? A che cosa debbano rinunciare per potersi garantire, per esempio, le scorte necessarie di assorbenti? E avete mai pensato a come possano, le donne senza tetto, vivere i giorni del ciclo?

Queste domande potrebbero sembrare, per quanto legittime, lontane dalla nostra realtà – ma non è esattamente così. Il problema, infatti, è che in molti paesi, tra cui l’Italia, gli assorbenti sono considerati un “bene di lusso”. Sì, qualcosa, dunque, di cui si potrebbe fare a meno e che ci si può concedere, eventualmente, come un vezzo. Ecco perché, infatti, sono tassati al 22%, come i tablet e la TV. Rasoi e giornali quotidiani, per esempio, sono al contrario considerati beni primari, con una tassazione del 4% – e la differenza, sullo scontrino del supermercato, si vede.

Com’è possibile un’assurdità del genere, vi chiederete? Che differenza di “urgenza” c’è tra la carta igienica e gli assorbenti, fondamentali per il 100% delle donne, per garantire loro non sono la dignità che meritano, ma anche la propria igiene e la salute ginecologica? La verità è che dietro a questa situazione si nasconde, ancora, tanta ignoranza e tanto sessismo. Proprio per questo esistono enti e iniziative che cercano di combattere a livello pratico il problema delle donne che non hanno accesso gli assorbenti e, proprio per questo, è importantissimo parlarne. Scoprendo quanto vicino a noi sia, in realtà, la mentalità che causa questo grave problema sociale.

Se questa tematica vi tocca, se volete scoprire cosa poter fare per aiutare queste donne in difficoltà e se volete approfondire il tema, non avete che da leggere il post!

ClioMakeUp-mestruazioni-lunethica-raccolta-assorbenti-senza-tetto-6Credits: menstruationbarbie

Se la situazione culturale di alcuni paesi, soprattutto africani e asiatici, è tale per cui le donne mestruate vengono isolate, evitate e considerate come impure e infette, in Europa e USA, il ciclo è comunque considerato qualcosa di cui, se possibile, è meglio non parlare.

ClioMakeUp-mestruazioni-lunethica-raccolta-assorbenti-senza-tetto-7.jpgLe donne nepalesi, durante la festa Swasthani Brata Katha, se mestruate vengono isolate dagli altri fedeli. Credits: internazionale.it

Ne abbiamo già scritto anche qui sul blog: la parola tabù stessa deriva da “sangue mestruale” e le tracce di questo sono ancora molto evidenti. Che quello del ciclo non sia considerato come il sangue che esce da un paio di ginocchia sbucciate, è innegabile: è come se, in qualche modo, fosse magicamente “arricchito” da qualcosa che lo rende più “schifoso” e talmente intimo che è meglio fingere di non averci mai a che fare.

ClioMakeUp-mestruazioni-lunethica-raccolta-assorbenti-senza-tetto-5Via Pinterest

Nascondere l’esistenza stessa delle mestruazioni è qualcosa che ci viene da sempre insegnato – anche evitando di nominarle, usando le più creative perifrasi e i nomignoli più disparati. I dolori mestruali, poi, siccome considerati “normali”, vengono spesso ignorati, anche quando sono del tutto debilitanti e potrebbero essere indice di qualcosa che un ginecologo potrebbe facilmente individuare e magari risolvere. Basti pensare alla tennista britannica Heather Watson che, quando ha dato la colpa al ciclo per aver perso gli Open australiani, se ne è sentite dire di tutti i colori.

ClioMakeUp-mestruazioni-lunethica-raccolta-assorbenti-senza-tetto-4Heather Watson in preda ai dolori mestruali durante la gara

In poche parole, tutto ciò che ha a che fare con il ciclo è “roba da donne” e i problemi collegati alle mestruazioni sono comunque “minimi”, “passeggeri” o comunque “da auto-gestirsi”. Ecco perché gli assorbenti sono un bene di lusso, ecco perché non è una questione urgente o di cui è prioritario occuparsi.

Il tema è, in realtà, particolarmente importante se si pensa alle almeno 7500 donne senza tetto in Italia, a cui vanno aggiunte quelle che, in stato comunque di povertà, faticano per poter mantenere la loro casa. Pensateci: quando non si ha un posto in cui passare la notte, un bagno in cui cambiarsi, quando si hanno difficoltà ad avere la disponibilità necessaria, ogni mese, per procurarsi gli assorbenti, il ciclo può diventare non solo causa di umiliazione personale, ma anche di infezioni e malattie gravi.

ClioMakeUp-mestruazioni-lunethica-raccolta-assorbenti-senza-tetto-00“Cibo o assorbenti? Cibo o assorbenti? Cibo o assorbenti? Cibo.” Credits: The Homeless Period

Siamo a metà: nella prossima pagina diciamo la cosa più importante: cosa possiamo fare? Per esempio dare una mano a Lunethica a raccogliere assorbenti integri da distribuire a chi ne ha bisogno! Scoprite come!