Ciao a tutte!

“I tacchi alti fanno diventare una donna il 25% più dominante, il 50% più sicura di se stessa e il 100% più sexy”, parola di Marilyn Monroe. Le scarpe con il tacco sono sicuramente bellissime, ma che dolore! Sono un po’ croce e delizia di tutte noi: le guardiamo e vorremmo tanto indossarle, ma quando le abbiamo ai piedi rimpiangiamo di non avere addosso un paio di comode sneakers. Quante di voi hanno nell’armadio un paio di tacchi meravigliosi, ma non li hanno mai indossati?

Eppure c’è chi invece con i tacchi alti si trova benissimo. Camminare con disinvoltura e grazia sui tacchi è un’arte, ma si può sempre imparare! In questo post vi sveliamo i segreti per camminare (bene) sui tacchi e non sembrare dei clown sui trampoli 😀 Continuate a leggere per conoscerli tutti!

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-

1) TACCO – PUNTA

Sfatiamo il mito secondo cui per camminare in modo aggraziato si deve appoggiare prima la punta e poi il tallone. Questo sarà vero per le modelle, ma non per noi che indossiamo le scarpe per camminare per strada e non per sfilare in passerella. Esattamente come se steste indossando delle sneakers o delle scarpe basse, prima bisogna appoggiare il tallone e poi la punta: in questo modo la camminata sarà molto più naturale e sciolta.

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-1

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-1


2) A PICCOLI PASSI

Quando si indossano i tacchi alti non vale la regola dei “passi lunghi e ben distesi”; meglio camminare facendo passi più corti. Comunque questo viene abbastanza spontaneo: con ai piedi un paio di décolleté la falcata è più corta e per coprire la stessa distanza si fanno molti passi in più. È ammesso piegare leggermente le ginocchia, ma non troppo, e tenere sempre le gambe vicine tra di loro.

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-2

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-8

La sfida più difficile: camminare sulle grate con i tacchi a spillo!

Per chi è alle prime armi, meglio non osare subito con un tacco 12, ma iniziare con uno più basso e soprattutto non sottilissimo ed esercitarsi. È tutta questione di pratica: fate le prove a casa per prendere confidenza con l’altezza e con le calzature. Pian piano la falcata di Naomi Campbell sarà sempre meno irraggiungibile!

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-3

Via Instagram

Le scarpe con lacci e cinturini sono più confortevoli perché tengono il piede fermo, impedendo che scivoli troppo all’interno della scarpa, mentre gli stivali sono la calzatura più comoda da portare con i tacchi perché danno sostegno alle caviglie.

3) SCHIENA DRITTA E TESTA ALTA!

Il portamento è fondamentale: se con i tacchi camminate in maniera impacciata, tanto vale non portarli! È importante quindi avere una postura corretta: la testa dovrebbe essere in linea con la colonna vertebrale e il mento parallelo al pavimento o, meglio ancora, un po’ all’insù. Le braccia dovrebbero essere morbide e le spalle rilassate: oscillare leggermente le braccia mentre si cammina aiuta ad avere più equilibrio e lo stesso vale per i fianchi.

Quando si indossano le scarpe con i tacchi si ha la tendenza a protendersi in avanti. Cercate invece di compensare spostando il baricentro leggermente indietro, giusto un minimo, per evitare che il busto si inclini troppo in avanti.

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-10

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-21

I consigli per camminare sui tacchi alti non sono finiti! Ne abbiamo altri per voi a pagina 2 e soprattutto vi mostriamo un gesto da vero cavaliere da parte di un famoso cantante nei confronti della fidanzata che ha avuto un piccolo problema con le sue Louboutin…

19 COMMENTI

  1. Non uso scarpe tacco 12 x uscire. Generalmente rimarrei incastrata x strada, da vari buchetti 🙂 .A parte tutto, le trovo scomode per lunghi tragitti. Uso tacchi più bassi o tacchi non a stiletto e già va molto meglio.
    Compro scarpe e tronchetti con tacco quadrato e lascio i super tacchi per le occasioni. Tra guidare la macchina e fare chilometri a piedi, non mi sembra il top, indossare il tacco 12 cm. Se si prende il taxi, si ha l’autista ecc ecc, non ci sono problemi.
    Comunque nemmeno in ufficio li indosso. In tutti i casi, l’alluce si sposta 🙁 Almeno il mio…

  2. A me fanno proprio male in punta ed essendo soggetta all’unghia incarnita… poi la mia altezza preferita massima è 10. Ma ripeto tacco largo. Mentre per tutti i giorni mi piace il biker tacco 5. Comodo che mi regala quei cm in più. Anche se con la bella stagione, dovrò prendere o delle sneakers oppure pensavo ad mocassini carini tutti i giorni. Che mi consigli?
    D’estate amo le espadrillas di sera, con il cinturino, tacco 8.

  3. Mi piacciono i tacchi ma è da circa 2 anni che le mie scarpe alte sono chiuse nell’ armadio, un po’ perché manca l’ occasione un po’ perché cammino molto e ho bisogno di scarpe comode…poi ho anche il problema del piede magro e per me è un’ incubo trovare delle scarpe che mi calzano, perciò niente decolleté per me… ah dimenticavo, uso sempre i cuscinetti e vari adesivi in silicone e i miei piedi ringraziano

  4. Le scarpe più alte che ho sono dei tronchetti con tacco 10 non a spillo (MAI!!!) e degli stivali con zeppa sempre 10. Ovviamente non li indosso tutti i giorni, ma voglio farci un po’ di pratica perché non mi sembrano altezze eccessive e, avendo entrambe il plateau, il peso sul piede è ben distribuito. Ammetto che è soprattutto una questione di equilibrio XD

  5. Riservo i tacchi altissimi solo per quelle occasioni in cui so che arriverò con la macchina abbastanza vicino al luogo dove devo andare e passerò la maggior parte della giornata seduta.
    Se devo fare tragitti tra sampietrini o erba, infilo al volo i salvatacchi che

    A proteggono i tacchi stessi
    B rendono gli stessi un po’ più larghi, quindi più facile camminarci

    Li tengo sempre in borsa, sono poco più grandi di un accendino e hanno la piccola sacchettina da trasporto.
    Il giorno che ho segnato il tacco di un paio di scarpe da 600 euro, messe per la prima volta e incastratomisi in un sampietrino, mi veniva quasi da piangere e da allora ho imparato la lezione.

    Se devo camminare di più e non voglio rinunciare ai tacchi, opto per gli stivaletti che aiutano indubbiamente di più la stabilità e a stancarsi di meno.
    In borsa, insieme ai salvatacchi ho sempre anche un po’ di Compeed di varie misure, anche perché con le dita a martello, le nocche di anulare e medio mi si spellano alla velocità della luce.

  6. No. non e’ impossibile, anzi possibilissimo! Le scarpe piu’ economiche non hanno le mezze misure in genere- e’ proprio il caso di dirlo- ma le mezze misure esistono eccome ! Io ho il piede 35 e 12 e se, con le decolte’ , prendo un 36 se ne escono dai piedi e devo per forza usare il retro tallone senno’, camminando sembra che porto le ciabatte. Se le scarpe sono in qualche modo allacciate non c’e’ problema. Per le scarpe chiuse-ginnastica, stivali,… portando i calzettoni arrivo a comperare anche il 38 !!
    E poi, se la scarpa vale, per non scivolare esistono ancora i calzolai !

  7. Che numero in meno ! Come fai a metterle !? Anche a me le decolte’ escono. L’unica soluzione sono i cuscinetti adesivi. Anche col piede magro (e pure piccolo) io non rinuncio alle mie decolte’ panna !!

  8. Anch’io vado sempre con le scarpe comode e basse di emergenza. Al matrimonio di mia nipote avevo indossato in tacco 12 ma solo per le foto le passeggiate di apparizione, poi in sala, seduta al tavolo me le sono levate e messi dei graziosi infradito -chi vuoi che se ne ricordo dopo- A meta’ matrimonio sparisce la sposa. Dov’era finita?( Per caso abbiamo chiesto a mia cognata-la mamma-) Con le vesciche ai piedi e la stavano incerottando. “Senti, prenditi queste e convincila che sotto il vestito non si vede niente…” Buon per lei che se le e’ messe; io mi son dovuta rimettere il mio tacco 12 e non ho ballato quasi piu’…

  9. Questa mi piace. Mio marito dice che sono la sola “strana” che viaggia sempre con le scarpe di ricambio… Evidentemente devo star tranquilla… non ha molte…mogli !

  10. AMO AMO AMO i tacchi alti e li ho sempre… il massimo è il 10 cm però… le altre sono importabili mi rifiuto di camminare come una rimbambita perchè non riesco a flettere bene la gamba o di patire dei mali assurdi ai piedi perchè il tacco è talmente alto che devo camminare sulle punte.
    Il tacco diventa sexy e bello se lo sai portare bene e cammini in un certo modo altrimenti ti ammazza proprio.
    Corro anche con i tacchi, che siano a stiletto o grossi… non ho mai avuto problemi, ovvio è che più si va avanti più si diventa sgamate…adesso solo scarpe comode… se un paio di scarpe lo sento scomodo da subito non lo compro più anche se ci ho lasciato il cuore.
    Ho camminato scalza tante di quelle volte in passato tornando a casa… mai prima in discoteca è? Mi sono talmente divertita con le mie amiche che se ci penso mi scoppia il cuore dalla gioia

  11. Io ho un paio di sandali arancioni tacco 12, sono così belli che li esporrei in salotto in una teca ma..sono IMPORTABILI anche mettendo in pratica tutti i consigli! Li ho messi in tutto 3 volte e volevo staccarmi i piedi dal male!
    Cmq non sono molto da tacchi, preferisco una sandalo con la zeppa che è mooolto più comodo!

  12. ciao, non c’entra niente con il post ma volevo dirti che il mio eye-liner della Kat von D, adesso va meglio, scrive bene,( si stende uniforme), faccio codina piccola x essere sicura che non sbavi, ma comunque molto molto meglio rispetto le prime volte. Il tuo?

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here