Ciao a tutte!

“I tacchi alti fanno diventare una donna il 25% più dominante, il 50% più sicura di se stessa e il 100% più sexy”, parola di Marilyn Monroe. Le scarpe con il tacco sono sicuramente bellissime, ma che dolore! Sono un po’ croce e delizia di tutte noi: le guardiamo e vorremmo tanto indossarle, ma quando le abbiamo ai piedi rimpiangiamo di non avere addosso un paio di comode sneakers. Quante di voi hanno nell’armadio un paio di tacchi meravigliosi, ma non li hanno mai indossati?

Eppure c’è chi invece con i tacchi alti si trova benissimo. Camminare con disinvoltura e grazia sui tacchi è un’arte, ma si può sempre imparare! In questo post vi sveliamo i segreti per camminare (bene) sui tacchi e non sembrare dei clown sui trampoli 😀 Continuate a leggere per conoscerli tutti!

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-

1) TACCO – PUNTA

Sfatiamo il mito secondo cui per camminare in modo aggraziato si deve appoggiare prima la punta e poi il tallone. Questo sarà vero per le modelle, ma non per noi che indossiamo le scarpe per camminare per strada e non per sfilare in passerella. Esattamente come se steste indossando delle sneakers o delle scarpe basse, prima bisogna appoggiare il tallone e poi la punta: in questo modo la camminata sarà molto più naturale e sciolta.

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-1

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-1

2) A PICCOLI PASSI

Quando si indossano i tacchi alti non vale la regola dei “passi lunghi e ben distesi”; meglio camminare facendo passi più corti. Comunque questo viene abbastanza spontaneo: con ai piedi un paio di décolleté la falcata è più corta e per coprire la stessa distanza si fanno molti passi in più. È ammesso piegare leggermente le ginocchia, ma non troppo, e tenere sempre le gambe vicine tra di loro.

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-2

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-8

La sfida più difficile: camminare sulle grate con i tacchi a spillo!

Per chi è alle prime armi, meglio non osare subito con un tacco 12, ma iniziare con uno più basso e soprattutto non sottilissimo ed esercitarsi. È tutta questione di pratica: fate le prove a casa per prendere confidenza con l’altezza e con le calzature. Pian piano la falcata di Naomi Campbell sarà sempre meno irraggiungibile!

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-3

Via Instagram

Le scarpe con lacci e cinturini sono più confortevoli perché tengono il piede fermo, impedendo che scivoli troppo all’interno della scarpa, mentre gli stivali sono la calzatura più comoda da portare con i tacchi perché danno sostegno alle caviglie.

3) SCHIENA DRITTA E TESTA ALTA!

Il portamento è fondamentale: se con i tacchi camminate in maniera impacciata, tanto vale non portarli! È importante quindi avere una postura corretta: la testa dovrebbe essere in linea con la colonna vertebrale e il mento parallelo al pavimento o, meglio ancora, un po’ all’insù. Le braccia dovrebbero essere morbide e le spalle rilassate: oscillare leggermente le braccia mentre si cammina aiuta ad avere più equilibrio e lo stesso vale per i fianchi.

Quando si indossano le scarpe con i tacchi si ha la tendenza a protendersi in avanti. Cercate invece di compensare spostando il baricentro leggermente indietro, giusto un minimo, per evitare che il busto si inclini troppo in avanti.

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-10

ClioMakeUp-tacchi-alti-camminare-21

I consigli per camminare sui tacchi alti non sono finiti! Ne abbiamo altri per voi a pagina 2 e soprattutto vi mostriamo un gesto da vero cavaliere da parte di un famoso cantante nei confronti della fidanzata che ha avuto un piccolo problema con le sue Louboutin…