Ciao a tutte!
Love is in the air… 😉 Stiamo per entrare nel vivo della stagione dei matrimoni, e non mancheranno gli articoli a tema make-up e capelli in vista del giorno più bello. Ma oggi abbiamo voluto invece proporvi un post puramente romantico, selezionando le migliori proposte di matrimonio nei film.

Per realizzare l’articolo abbiamo fatto una ricerca online e quindi selezionato le più ricorrenti tra quelle reputate più romantiche, creative, insolite, emozionanti.

Dalla più tradizionalista alla più cool, dalla più spettacolare alla più strappalacrime, ecco dunque le migliori proposte di matrimonio che il cinema ci abbia regalato!

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-1-sex-and-the-city

1) SEX AND THE CITY OVVERO MEGLIO UN ANELLO O UN PAIO DI MANOLO?

ATTENZIONE SPOILER! Se non avete ancora guardato il primo film di Sex and the City (2008) vi consigliamo di saltare questo paragrafo, perché la proposta di cui stiamo parlando arriva quasi alla fine del film.

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-2sex-and-the-city

Tra Carrie e Big sembra essere finita per sempre, quando lei torna in quella che doveva essere la loro casa, e che è stata venduta, a recuperare un paio delle sue Manolo; per la precisione si tratta del modello Something Satin Blue, lasciato nell’enorme cabina armadio bianca che aveva chiesto in dono a Big al post dell’anello. Il resto è storia 😀

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-3-sex-and-the-city

2) RHETT E ROSSELLA IN VIA COL VENTO

Chi ha letto il romanzo originale che Rossella O’Hara riceve ben più di una proposta di matrimonio durante la narrazione, ma quella che tutte ricordiamo come una delle più “mitiche” della storia del cinema è quella di Rhett!

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-4-via-col-vento

Rossella è rimasta vedova da poco, pur essendo giovanissima; infatti è in lutto e affoga i suoi dispiaceri nell’alcol; Rhett va a trovarla e, nel tipico stile di “affascinante mascalzone” che gli è proprio, pensa bene di farle la proposta contestualmente alle condoglianze 😀

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-5-via-col-vento

“È un’autentica proposta di matrimonio, fatta nel momento che mi sembra più opportuno. Devo cogliere l’occasione, fra un marito e l’altro.” ;-D

3) LA PROPOSTA SCENOGRAFICA DI LOVE ACTUALLY

Una delle proposte di matrimonio più scenografiche dei film è quella del romanticissimo Love Actually, quando Colin Firth / Jamie chiede in moglie la domestica Lúcia Moniz / Aurelia in un portoghese stentato e imparato per l’occasione, di fronte a tutti gli amici e parenti di lei.

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-6-love-actually

Ma, pur non essendo una proposta di matrimonio, sempre nello stesso film è diventata un cult la dichiarazione d’amore che Andrew Lincoln / Mark fa a Keira Knightley / Juliet.

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-18-love-actually

L’idea è stata copiata da un sacco di ragazzi che hanno scelto di fare in questo modo la proposta di matrimonio alle loro fidanzate.

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-19-love-actually

4) SE SCAPPI TI SPOSO OVVERO QUANDO I RUOLI SI INVERTONO

Se scappi, ti sposo è una pellicola del 1999; ai tempi è stata attesissima per via della reunion tra Julia Roberts e Richard Gere a 9 anni di distanza da Pretty Woman. La proposta di matrimonio è tra le più tradizionali, con la differenza che è lei ad inginocchiarsi chiedendo la mano di lui!

cliomakeup-proposte-di-matrimonio-8-se-scappi-ti-sposo

Ragazze, siamo a quota quattro e mancano ancora, tra l’altro, la proposta più commovente e quella più appassionata tra i film degli ultimi anni. Se volete sognare ancora un po’, quindi, girate pagina.

10 COMMENTI

  1. senza ombra di dubbio la mia commedia romantica preferita, devo averlo visto 20 volte almeno e le storie di Colin Firth e Hugh Grant sono le mie preferite <3

  2. Ragazze, molto carinigli articoli eh, ma migliorate un pochino l’italiano, per favore. Avete una grande visibilità ora, il vostro blog è tra i più influenti in Italia in fatto di beauty e non si possono leggere scempiaggini come “se avrebbe acconsentito”. Io continuerò a leggervi comunque, ma veramente consiglio, per lo meno, di far leggere a qualcuno di più competente gli articoli prima della pubblicazione.

LASCIA UNA RISPOSTA