Sono ormai diversi anni che si parla di shopping compulsivo, una vera e propria patologia salita alla ribalta con il primissimo capitolo di “I love shopping” di Sophie Kinsella.

Compriamo ingolosite da prezzi stracciati nei periodi di saldi o negli outlet, ammaliate dalle ultime tendenze moda, o ancora convinte di stare “investendo” in un capo caro e firmato, ma intramontabile. E poi però, ci viene il magone nel constatare che la maggior parte dei capi che abbiamo nell’armadio restano quasi inutilizzati.

Vi è mai capitato di rinvenire nel guardaroba un capo di cui vi eravate completamente dimenticate, e che magari ha ancora il cartellino del prezzo? O di scoprire, durante un repulisti, che un sacco di abiti vanno eliminati perché non vi stanno bene o non rispecchiano il vostro stile? Vi siete mai intristite o sentite in colpa nel pensare quanti soldi avete inutilmente buttato? Se vi ritrovate in questa descrizione, e volete qualche dritta per risparmiare sui vestiti senza rinunce, andate avanti a leggere!

 cliomakeup-risparmiare-sui-vestiti-1.jpg

#1 ACQUISTARE SEMPRE (E SOLO) NEI MOMENTI GIUSTI

cliomakeup-risparmiare-sui-vestiti-2-saldi

A volte fare shopping diventa una mania al punto che non riusciamo a fare un giro in centro, o in un ipermercato, senza fare almeno un acquisto che magari si rivela poi assolutamente inutile. Aprite il vostro armadio: probabilmente vi accorgerete che avete abbastanza capi da vestirvi più che decorosamente per almeno 5 anni. E allora datevi una prima regola: acquistate solo ai saldi, quando i capi solo scontati della metà, e pazienza se non troverete più la taglia, perché tutto ciò che acquistate è in più!

#2 NON LAVARE I VESTITI TROPPO SPESSO

La “vita” dei capi si misura essenzialmente nel numero dei lavaggi. Alla sera, quando vi cambiate, evitate di buttare tutto indiscriminatamente nella cesta dei panni sporchi, ma esaminate ogni capo e stabilite quale deve essere lavato, quale può essere indossato ancora, quale può essere semplicemente steso a prendere aria.

cliomakeup-risparmiare-sui-vestiti-3-bucato

#3 CURARE LA MANUTENZIONE DEGLI ABITI

cliomakeup-risparmiare-sui-vestiti-4-cura

Prendete l’abitudine di lavare i capi correttamente, e cercate di appenderli nell’armadio invece che piegarli e metterli nei cassetti. Riducete l’uso dell’asciugatrice e, quando è possibile, trattate le macchie immediatamente. Accorciate subito gli orli dei pantaloni, prima che si rovinino finendo sotto le scarpe mentre camminate. Insomma, trattate bene i vostri vestiti :-)!

cliomakeup-risparmiare-sui-vestiti-5-cura

 

#4 NON CEDERE ALLA TENTAZIONE

L’ACQUISTO D’IMPULSO È IL PERICOLO NUMERO 1!

Durante lo shopping, tenete sempre presenti alcune regole d’oro: ad esempio che il capo in questione si abbini almeno ad altri tre presenti nell’armadio. O che il 70% degli abiti che possedete siano adatti ad essere indossati ogni giorno. E quando vedete qualcosa che vi piace, prendete l’abitudine di non comprarlo mai subito, ma pensateci su almeno qualche giorno!

#5 PRIMA DI ELIMINARE UN CAPO, ANDARE DALLA SARTA

cliomakeup-risparmiare-sui-vestiti-7-sarta

Molti capi possono essere recuperati grazie alle abili mani di una sarta: una riparazione vi costerà certamente meno che comprarne uno nuovo, no? Ad esempio, i capi che avete acquistato di impulso possono essere sistemati dove vi facevano difetto, i jeans passati di moda possono essere modificati nella linea, etc.

#6 NON COMPRARE MAI SCARPE SCOMODE

cliomakeup-risparmiare-sui-vestiti-8-scarpe

SCARPE SCOMODE = SOLDI BUTTATI AL VENTO!

Un errore tipico è comprare una scarpa scomoda o, addirittura, della taglia sbagliata, perché “è un affare” o perché ci piace da impazzire. Ma questa è una delle regole su cui non si può trasgredire.

Prima di tutto è una questione di salute del piede; inoltre, per quanto le scarpe in questione costino poco, saranno sempre soldi buttati dato che a nessuno piace camminare con tagli e vesciche!

#7 NON ACQUISTARE UN CAPO SOLO PERCHÈ È DI MODA

Soprattutto le catene low cost a volte ci ingolosiscono con capi di moda, e che magari riprendono quelli dei grandi stilisti, ma costano un decimo. Non c’è niente di male nel seguire una moda passeggera spendendo poco, purché sia comunque un trend che incontri il nostro stile, altrimenti… ancora una volta saranno soldi buttati!

cliomakeup-risparmiare-sui-vestiti-6-shopping

Ed eccoci arrivate a metà: nella prossima pagina trovate altre sette regole non banali per risparmiare sui vestiti senza rinunciare allo stile… anzi!

20 COMMENTI

  1. Questi consigli sono utilissimi! Spesso in passato facevo acquisti compulsivi, ora sto cercando di darmi una regolata ma non sempre è facile…
    Ragazze fareste un post sul decluttering? Ultimamente se ne sente molto parlare, e mi piacerebbe avere dei consigli sia per i vestiti sia per il makeup!

  2. Fa amante della moda, sono una grande vittima dello shopping! Ammetto che adesso mi sto educando a spendere di meno (nonostante acquisti in catene come Stradivarius e Zara) ed a comprare sempre e solo nei saldi, perché si trovano comunque un sacco di cose!

  3. Io non amo particolarmente i saldi. Non trovo mai nulla di ciò che avevo visto delle collezioni e preferisco comprare prima.

    Oltretutto sono i saldi con gli sconti da tutte le parti e spingere a prendere ciò che non serve. La prima regola non l’appoggio minimamente. Preferisco le vendite private e i presaldi se devo risparmiare.

    Leggo sempre l’etichetta di composizione, e compro la mia taglia. I capi devono stare giusti, nè attillati, nè larghi. Verissima la scelta di determinati brand. Compro molti colori neutri, che si abbinino tra di loro.
    Cerco di mantenerli bene con i lavaggi e le riparazioni necessarie. Sono così felice di vedere capi e scarpe in ottimo stato dopo anni.
    Questi però l’ho imparato a mie spese con gli acquisti errati, quando compravo ciò che volevo mi stesse bene anziché di ciò che mi stava realmente bene.

  4. Devo essere sincera su questo sono proprio brava, praticamente le seguo già tutte, sulle scarpe poi sono ipercritica. A mio parere in generale, qualunque cosa che costi poco se non serve ed è di cattiva qualità ti fa buttare via soldi, e riempire inutilmente il guardaroba.

  5. “non lavare i vestiti troppo spesso” e “curare la manutenzione” vale soprattutto ora da quando il fast fashion low cost di bassa qualità ha creato capi che si autodistruggono al primo lavaggio ma prima non serviva, ho vestiti maltrattati e lavati tantissime volte che uso da una vita (jeans di 15 anni, tshirt di 10, tubini, scarpe e giacche vintage, ecc) ancora perfetti. Sulle forme del corpo non sono d’accordo, non cambiano col tempo, la struttura ossea e la sua proprozione non cambia col tempo nè dipende dal peso ( e io che ho perso più di 20Kg ne sono l’esempio vivente) così come non è affatto vero che siamo spesso un mix di due o tre diverse, è la convinzione di avere difetti che non abbiamo che spesso ce lo fa credere, per es. la maggior parte delle italiane si crede una pera anche quando non lo è

  6. In realtà la struttura cambia: una volta avevo la classica forma a clessidra: molto seno, fianchi e vita stretta. Poi dimagrendo ho perso moltissimo seno e ora mi ritrovo nella forma a pera, dato che i fianchi sono rimasti pressoché immutati. Infatti di vestiti stretti nella parte sopra ormai prendo una 38, di jeans 42!

  7. Sono così difficoltosa e mi piace qualcosa così raramente che non rischio di sbagliare ! Inoltre non sperimento,so cosa mi piace e cosa mi sta bene…non guardo altro ! Sul lavaggio ci tengo tantissimo,fosse per me avrei la lavatrice sempre in funzione…

  8. Certi saldi sono proprio una presa per i fondelli. Sai quante volte mi è capitato di vedere per esempio una maglietta a 50 euro non in saldo, ed in saldo diventare 45 euro con prezzo intero 70 euro e quindi chissà che bello sconto..

  9. Purtroppo lo fanno pure su siti famosi come yoox e Zalando. Il prezzo pieno cambia ogni volta. Ma credono siamo sceme? Ma il prezzo me lo ricordo… non capisco se si possono denunciare. Intendo i siti. Perché in negozio sono sicura sono passibili di denuncia.

  10. Ammetto di non avere mai comprato abbigliamento online, però sono rimasta fregata dai famigerati sconti dell’amazon prime day, comprato uno spazzolino elettrico in teoria a metà prezzo, salvo poi vedere quasi lo stesso prezzo in un negozio! Devo imparare, sia nei negozi fisici che online, ad individuare sempre prima degli sconti ció che intendo comprare e monitorare i prezzi

  11. Curo lo stesso paio di sandali da ormai tre anni. In saldo ci va, sempre e solo al 20%. Peccato che dI anno in anno il prezzo originale aumenti e il sandalo invecchi. Com’è possibile?

  12. Concordo su tutto, in particolare con il trattare con cura i capi. Poi, più che comprare coi saldi io comprerei solo quando serve davvero e in base a una lista di must have, tipo ogni capo in bianco e in nero, maglie, vestiti, gonne ecc, almeno un paio di jeans jolly, semplici ed “eleganti” o più informali a seconda delle occasioni, capi basici generale. Poi con uno di questi come pezzo base è facile abbinarci un capo più particolare.
    Io ho difficoltà coll’avere il 70% dei capi indossabili ogni giorno. Tendo a comprarmi troppe cose particolari che difficilmente riesco ad abbinare… È che se qualcosa non ha nulla di diverso dal solito, boh non mi attira.

  13. Veramente esistono anche le pere con seno, la vera differenza sta nella larghezza di spalle e bacino che nella clessidra è uguale. La forma del corpo è data dalla struttura ossea che non cambia mai!

  14. Esistono anche le clessidre con il seno piccolo e le pere con il seno grande, la proporzione non la fa il seno ma il rapporto spalle-vita-fianchi dato dalla struttura ossea, anch’io prima avevo molto più seno ma le mie spalle erano sempre più piccole dei fianchi, sono passata da pera oversize con tanto seno a pera magra ma sempre pera sono 😉

  15. Allora sono a metà tra la clessidra e la pera, insomma indescrivibile perché ho le spalle medie, un seno medio (2c), vita stretta e fianchi medi (40/42 di pantalone)

  16. La regola del “one in one out” me la “impone” il mio moroso, specialmente per quanto riguarda le scarpe! 🙂
    Io cerco sempre di comprare nei saldi e di andare sul sicuro nei negozi che preferisco.
    Non sono propriamente d’accordo sul suggerimento di pensarci su un paio di giorni prima di acquistare un capo che mi piace: è vero che non bisogna buttare via i soldi ma magari se torno più avanti al negozio e quello che vorrei non c’è più…sono capace di tenere il muso per 3 giorni! Ahahah!
    Comunque, immagino che tutte più o meno abbiamo buttato via dei soldi per dei capi che non utilizziamo..

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here