Sono state molte le volte in cui, qui sul blog, abbiamo parlato con un sorriso delle tendenze e dei prodotti di bellezza più particolari e, in certi casi, assurdi presenti sul mercato e, anche oggi, l’argomento principale del post sarà un trend decisamente, decisamente stravagante: il make up vaginale!

Sdoganato da una testimonial d’eccezione e sempre pronta a cavalcare le novità beauty più folli senza remore, questo trend ha a che fare con prodotti realizzati apposta per rendere più “giovane e bella” quella che ha cominciato ad essere nota come “area V”! Inoltre, questi prodotti ammiccano anche alla nascita di mode che, per quanto inizialmente divertenti e strane, se prese sottogamba possono rivelarsi persino dannose: insomma ragazze, volete scoprire di che cosa si tratta, e chi è stata la complice dello scoppio della fama del make up vaginale? Allora non vi resta che continuare a leggere per scoprire tutto!

cliomakeup-make-up-vaginale-13

KIM KARDASHIAN, TREND SETTER DEL MAKE UP VAGINALE

Galeotta fu…Kim Kardashian! Ebbene sì, Kim, anche questa volta, ha messo il suo zampino nel lancio di un trend a dir poco singolare, ma che, a questo giro, non ha nulla a che fare con Spanx contenitive o extension di visone alle ciglia.

cliomakeup-make-up-vaginale-4

La tendenza promossa da Kim, infatti, è andata ben oltre, ed è stata messa in atto dal suo make up artist ufficiale e di fiducia, Mario Dedivanovic: il make up vaginale!


cliomakeup-make-up-vaginale-5

Kim Kardashian e il suo MUA hanno sdoganato sui social il make up vaginale!

Sul suo account Instagram, Mario ha pubblicato una fotografia che lo ritrae intento a lavorare su Kim in una posizione che poco lascia all’immaginazione, chiarendo ulteriormente il suo operato accompagnando l’immagine con la didascalia: “Pensavate che lavorassi solo sul viso?”.

cliomakeup-make-up-vaginale

La cosa più sorprendente, tuttavia, è che il make up artist non si è trovato ad adattare i classici cosmetici mirati al viso su altre parti del corpo di Kim, ma ha utilizzato una linea di prodotti nata apposta per la vulva che, approfittando di questa succosa pubblicità gratuita, è venuta alla ribalta con una grande auto-promozione!

THE PERFECT V, LA LINEA DI MAKE UP PER “L’AREA V”

La linea si chiama in modo ammiccante The Perfect V, e offre per l’area interessata praticamente una versione equivalente di tutti i prodotti che, normalmente, si mettono sul viso, dai sieri ringiovanenti fino agli esfolianti!

cliomakeup-make-up-vaginale-11

“The Perfect V è una rivoluzionaria linea di bellezza per l’area V delle ragazze”

Il brand stesso si è presentato così sui social: “The Perfect V è una rivoluzionaria linea di bellezza per l’area V delle ragazze. Ci sono diversi prodotti, ma specialmente la VV cream, il siero e l’esfoliante meritano davvero attenzione. Lavorano tutti insieme perfettamente per prevenire i peli incarniti, puntini rossi e mantenere la pelle attorno l’area V sana, luminosa e giovane. Tutti i prodotti sono fatti con ingredienti scandinavi, come rosa canina, olivello spinoso e molti altri”.

cliomakeup-make-up-vaginale-3

DAI DETERGENTI INTIMI AGLI…ILLUMINANTI!

Tutta la collezione ha un packaging estremamente femminile che ha, come protagonisti, i colori rosa e bronzo, e presenta anche prodotti per l’igiene di Lady V, tra cui detergenti intimi, salviette e creme post depilatorie.

cliomakeup-make-up-vaginale-4

Tra i prodotti di punta menzionati c’è il VV serum, studiato per eliminare le rughette e rendere temporaneamente la pelle più tesa e tonica, e la VV Beauty Mist, un’alternativa per l’ area V delle facial mist da spruzzare per…una ventata di freschezza!

cliomakeup-make-up-vaginale-2

E, tra i più venduti, non bisogna dimenticare il Very V Luminizer, un illuminante che va messo sulla zona bikini per renderla splendida splendente!

cliomakeup-make-up-vaginale-1

Ragazze, mica è finita qui! Sapevate che il make up vaginale annovera anche dei rossetti? Inoltre, nella pagina successiva, vi parleremo anche dell’ulteriore (ed estrema) evoluzione del vajazzling! Andate a pagina 2 per scoprire di che si tratta!

22 COMMENTI

  1. Personalmente non riesco a capire l’utilità di questo prodotti, specie i glitter. Li concepisco in un contesto di body-painting, ma non nella vita comune. Chiamatemi bigotta o retrograda, ma di certo non fanno per me.

  2. Verissimo il discorso di Tova Leigh, però c’è da dire che questa “pressione estetica” ce la autoimponiamo noi donne. Gli uomini sono molto più rilassati di noi. Non penso che a un uomo interessi molto se le parti intime della sua donna si scuriscono un po’, ma se le donne cominciano a curarla esteticamente (ed esiste già un intervento estetico per sbiancarla, giuro) facendo sentire in difetto chi non lo fa (come ormai è in difetto chi ha un po’ di smagliature, il seno un po’ cadente post parto eccetera eccetera), ecco che si comincerà a parlare di vagine belle e vagine brutte. Noi donne dobbiamo smetterla di puntare a una fasulla perfezione, a canoni estetici assurdi e ridicoli. Sono autogol. Godiamoci il piacere della nostra Lady V senza volerla “perfetta”, come gli uomini stravedono per il loro gioiellino senza volerlo glitterato o vellutato.

  3. I prodotti per la pelle, per evitare peli incarniti e rossori ok… ma non vedo come possano essere diversi da altri prodotti per la depilazione. Rossetto e glitter? Bo. Non sono mai contraria alle cose divertenti ma queste trovate mi sembrano esagerate ed inutili, nonché potenzialmente pericolose come nel caso dei glitter.

  4. ahahah non ci credo…ok per i prodotti contro i peli incarniti e rossori vari, quelli sono glamour…il resto mi fa davvero dire: “WHY?” come la tipa della GIF 😉 Comunque dopo questo mi aspetto il trend del contouring vaginale… :’D

  5. Non ci crederete ma ieri, se avessi avuto tempo, avrei chiesto sul forum dei consigli proprio sulla cura della pelle dopo ceretta, creme e cose nuove o strane per le parti intime…
    lI glitter però proprio nooooooo!

  6. E povero Mario! Pure il siero ringiovanente per la patatina della Kim. Mi sa che qua stiamo un po’ perdendo la rotta…

  7. Non ci posso credere, roba da pazzi ..non sanno più che inventarsi !! Allora a questo punto perché non inventare un mascara per i peli pubici ?come dice mia nonna:” Non ce la faremo mai”

  8. Dai, è un pesce d’aprile in ritardo vero? Mi rifiuto di credere ch esistano davvero queste cose e soprattutto che vengano usate.

  9. I glitter no e poi no! Mi viene già prurito solo a pensarci per carità! Con tutte le volte che ho combattuto con le infezioni tra candida & co ci manca solo di infilarsi una pastiglia che si scioglie con i glitter. Ma anche il rossetto vi prego… chi starebbe lì a metterselo con lo specchietto?

  10. Avendo avuto visite da parenti che mi dicono che in Italia non fanno più i Kardashian, mi è toccato farmi un binge watch degli episodi e ti garantisco che le sorelle K chiedono molto di peggio ai loro “collaboratori” estasiati dalle richieste intime come se avessero ricevuto il compito divino di cercare il sacro graal. Da vomito …

  11. Chissà perchè non mi sono per niente stupita a trovare Kim in prima pagina!
    Cmq, posso capire solo ed esclusivamente la crema post depilazione, purchè senza allergeni e schifezze varie, ma il rossetto e i glitter…no, non mi esprimo!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here