Lo scorso autunno, i numerosissimi fan di Sex and The City hanno accolto con delusione la notizia che il progetto di un terzo film basato sulla serie fosse stato abbandonato.

I motivi del fallimento del progetto, peraltro, sono apparsi fin dall’inizio poco chiari ma si è vociferato che fossero legati a “capricci” di una delle attrici principali, Kim Cattrall. “Samantha” ha recentemente ha esposto il suo punto di vista durante uno show televisivo dove ha rilasciato anche delle dichiarazioni abbastanza scioccanti, e che hanno turbato nel profondo non solo i fan, ma anche l’ex protagonista della serie cult, Sarah Jessica Parker.

Ultimamente, la Parker ha rotto il silenzio con uno sfogo accorato durante il popolare show tv condotto da Andy Cohen, dicendo che Kim, con le sue rivelazioni, le ha spezzato il cuore. Se anche voi siete delle irriducibili fan del mitico SATC, e delle quattro protagoniste le cui vicende ci hanno appassionato per anni, scoprite come è andata leggendo il post!

cliomakeup-sarah-jessica-parker-kim-cattrall-1-liteImmagine di sfondo @usmagazine.com. Le altre immagini del post sono via Pinterest

IL TERZO FILM DI SEX AND THE CITY È SALTATO: MA PERCHÈ?

PARE CHE IL PROGETTO DEL TERZO FILM SIA NAUFRAGATO A CAUSA DI KIM CATTRALL

Se siete fan di Sex and the City, avrete forse già seguito la vicenda intorno al terzo film basato sulla celeberrima serie tv. Sembrava che il progetto si sarebbe concretizzato, pare ci fosse già un copione, ma poi, lo scorso autunno, è arrivata la notizia che ha colto di sorpresa tutti coloro che si aspettavano un nuovo capitolo sulle quattro protagoniste della serie.

Il progetto è naufragato, pare, a causa di Kim Cattrall, l’interprete di Samantha Jones. Abbiamo letto su varie fonti, tra cui il Daily Mail, che la Cattral avrebbe vincolato la sua partecipazione al finanziamento di altri progetti in cui lei fosse la protagonista.

cliomakeup-sarah-jessica-parker-kim-cattrall-2-samantha

Sarah Jessica Parker, l’interprete di Carrie Bradshaw, canto suo si è detta molto dispiaciuta per il “naufragio” del progetto “È finita. Non lo faremo. Sono delusa. Avevamo questo script bello, divertente, toccante, gioioso, una storia dove la gente poteva rispecchiarsi. Non è deludente solo perché non potremo raccontare quella storia e vivere quella esperienza, ma soprattutto per quel pubblico che voleva vedere un altro film.” Anche Kristin Davis, l’interprete di Charlotte York, ha confermato che il film non si farà, mentre lei avrebbe sperato nella prosecuzione della storia.

cliomakeup-sarah-jessica-parker-kim-cattrall-3-charlotte

Mi piace riguardare le foto della nostra lunga storia di Sex and the City. Mi sento incredibilmente fortunata per aver interpretato Charlotte in tutti i suoi alti e bassi (incarnati in uno dei miei episodi preferiti qui). È vero che non saremo in grado di realizzare un terzo film. Vorrei che avremmo potuto fare il capitolo finale, alle nostre condizioni, per completare le storie dei nostri personaggi. È profondamente frustrante non poter condividere quel capitolo (splendidamente scritto da MPK) con tutti voi. Quindi avremo solo i nostri ricordi, ma sappiate che abbiamo sentito tutto l’amore e il supporto che ci avete dato nel corso degli anni, e siamo così grati a tutti voi! SATC sarà per sempre nei nostri cuori.

Dal canto suo, Kim Cattrall ha decisamente smentito le accuse. In un Tweet ha scritto “Mi sono svegliata in una tempesta di m…a, mentre l’unica decisione che ho preso era di non fare un terzo film, già nel 2016.” E ha dichiarato “La risposta è stata sempre un no, un rispettoso e fermo no. Non ho mai chiesto denaro, non ho mai chiesto alcun progetto, essere considerata come una specie di diva è assolutamente ridicolo. Non si tratta di più soldi, non si tratta di più scene, non si tratta di nessuna di queste cose. Si tratta di una decisione chiara, una decisione volta a concludere un capitolo e avviarne un altro nella mia vita. Ho 61 anni. È ora”.

cliomakeup-sarah-jessica-parker-kim-cattrall-4-samantha

insomma, secondo “Samantha” è tempo di voltare pagina, e lei lo ha fatto: a brevissimo la vedremo anche qui in Italia tra i protagonisti della seconda stagione di Modus – La porta chiusa, nei panni del presidente donna degli Stati Uniti.

cliomakeup-sarah-jessica-parker-kim-cattrall-5-modus

Ragazze, non è di certo finita qui, anzi, dobbiamo ancora entrare nel vivo delle dichiarazioni di Kim Cattrall che avrebbero “spezzato il cuore” a Sarah Jessica Parker. Scoprite come è andata a pagina 2!

16 COMMENTI

  1. Beh oddio, la Cattral non ha detto che si odiavano, ha semplicemente detto che c’era un rapporto professionale anziché un’amicizia, non mi pare di aver letto parole al veleno o altro.
    Oltretutto poi per quanto riguarda il 3° film so che sarò una voce fuori dal coro, ma da amante di Sex and the City (telefilm) non posso che gioire: i due film personalmente li ho trovati proprio bruttini, trame forzatissime e molto mal recitati.
    Preferisco continuare a ricordare le ragazze nel telefilm, almeno 20 spanne sopra i due film usciti dopo!

  2. Da grande appassionata della prima ora: tra i fan si è sempre saputo del contrario, ovvero certi atteggiamenti divistici della Parker che si sentiva più importante a cui erano concesse cose e privilegi che le altre non potevano avere (su tutti le scene in topless, lei è stata l’unica ad indossare sempre il reggiseno anche in scene in cui non aveva senso) con la Catrall come unica figura che aveva il coraggio di opporsi e di farle notare certe cose, concordo con chi dice che i film non sono stati assolutamente all’altezza della serie tv

  3. Non mi pare che la Cattral abbia detto chissà cosa, a 61 anni vuole voltare pagina, magari il ruolo da gattona mangiauomini non le va più ed erano buone colleghe, non amiche.
    Non è che bisogna per forza definirsi amiche, chiacchere e caffè possono andare avanti anni anche con una collega con cui ci si trova benissimo, senza però sentirsi extra lavoro per raccontarsi i fatti propri o senza andare in vacanza insieme…

  4. Non sono fan della serie, negli ultimi due anni ho provato a guardarla e appassionarmi perché è un cult ma onestamente la trovo anacronistica oggi (all’epoca immagino fosse rivoluzionaria e di rottura) e anche noiosa.
    LA Cattral a 61 anni fa bene a voler voltare pagina.

  5. Non so, per me hanno ragione entrambe. Sia Kim Cattral che ha tutto il diritto di volersi dedicare ad altri progetti e sia Sarah Jessica Parker a dire che tra di loro in passato l’amicizia c’è stata eccome. E’ evidente quanto siano ancora legate. Forse un pò meno con Kim Cattral ma da sempre però, motivo per cui credo che durante l’intervista questa cosa sia stata enfatizzata per l'”effetto rivelazione” che tanto piace agli americani.
    Sul terzo film onestamente uscisse lo vedrei perchè amo quelle quattro ma non se sento il bisogno. Il progetto però se interessante come dice la Parker, può sempre essere rivisto, riadattato e realizzato.

  6. Io Sex and the city non l’ho mai seguito (grossa lacuna in effetti) ma a leggere l’articolo e il tuo commento mi sono tornate in mente le casalinghe disperate… anche lì c’erano malumori, ingaggi diversi, invidie…. e le protagoniste erano 4 (se non di più) donne.
    Cioè casi analoghi… la verità magari sta sempre nel mezzo, però purtroppo è ancora lunga la strada di donne che vanno al 100% d’accordo tra di loro… qualche “nota stonata” c’è sempre…… :/

  7. Credo che la cara Kim sia stata sincera, come il suo personaggio. Non è detto che debbano essere per forza amiche. Si può essere buone colleghe, ma non per forza amiche come nella serie. (Orrore per chi crede e fa il fan come per le coppie delle schermo stile Di Caprio e Winslet). E ha la schiettezza di dirlo. E fa bene a voltare pagina. Non si sente per nulla il bisogno di un terzo film. Io ho guardato e riguardato la serie perche molto ben fatta, ma non sono mai stata d’accordo con il modo di vivere amore e relazioni delle nostre 4 (ad eccezione di Samantha, che per l’appunto è più sincera).

  8. Il fatto che delle persone siano strettamente connesse per via del lavoro, per un certo periodo, non vuol dire che siano amiche. L’amicizia è qualcosa di completamente diverso.
    Capisco la scelta di non voler fare un terzo film ripercorrendo delle strade già ampiamente battute, è sempre bello andare avanti nella vita. Guardare sempre indietro non ha senso, soprattutto professionalmente.

  9. sul set di DH è stato anche peggio vista la denuncia di maltrattamenti da parte di Nicolette Sheridan che subito dopo è stata licenziata nonostante avesse un contratto più lungo

  10. Concordo al 100% A me é capitato spesso di avere delle colleghe con cui mi trovo benissimo, con cui si mangia magari anche insieme tutti i giorni a pranzo ma che poi non frequento quasi mai al di fuori del lavoro. Ho sempre tenuto la mia vita personale tendenzialmente separata da quella professionale, ho le mie amiche storiche ed altre conosciute più avanti nella vita magari facendo sport o tramite mio marito e mi va benissimo così… Penso che sul lavoro, specie se si ha un ruolo di una certa responsabilità, non sia facile essere autentici al 100 % come posso esserlo con un’amica a cui potrei raccontare i particolari più intimi della mia vita. L’amicizia vera é rara, le altre sono conoscenze, più o meno gradite.

  11. Adoro la serie tv e il primo film! Il sencondo (lo ammetto) mi ha un po’ delusa, mi è sembrato quasi un passo indietro nel tempo per la maturazione di alcune delle protagoniste. Un terzo film (finale) lo avrei visto più che volentieri. Anche solo per salutare delle donne che mi hanno accompagnato nel corso degli anni ! Avrei voluto vedere una maturazione nel personaggio di Samantha (maturazione che è totalmente mancata nel secondo film). Credo che sia legittimo volerla finire così, ma non posso non provare un po’ di dispiacere al pensiero di non ritrovarmele unite sullo schermo! Spero che non scelgano di farlo senza il personaggio di Samantha, che adoro, perché semplicemente non avrebbe senso!

  12. Come al solito sono sempre pienamente d’accordo con te. Immagino che Kim fosse stanca a 61 anni di fare il ruolo della solita Samantha che salta da un letto all’altro con scene assurde. Il primo film devo dirlo… a me è piaciuto e lo guardo molto volentieri! Il secondo invece… il secondo è una boiata pazzesca al limite dell’assurdo! Avessero fatto un 3^ per “rimediare” con una maturazione generale (e anche una Samantha che ha finalmente trovato pace dei sensi – anche con l’imprenditore danese del secondo film, che ne sappiamo noi?) sarei andata anche a vederlo!

  13. Ogni tanto anche io ho la voglia di riguardarmelo XD Questa settimana il mio moroso è in Polonia… sfrutto l’abbonamento a Netflix XD

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here