Una delle domande che vengono fatte più spesso qui sul blog è: il correttore va messo prima o dopo il fondotinta? Sul web ci sono molte risposte dissonanti, quello che sosteniamo noi è che dipende dall’effetto che volete ottenere. In alcuni casi è infatti meglio applicare il correttore prima del fondotinta, in altri invece è necessario fare l’esatto contrario.

L’applicazione di questi due prodotti deve minimizzare le imperfezioni nella zona perioculare. Dunque, quando dobbiamo scegliere una modalità e quando un’altra? In cosa differiscono e come fanno cambiare il nostro make up? In questo post cercheremo finalmente di fare un po’ di chiarezza e insieme andremo a vedere in quali casi scegliere il correttore prima o dopo il fondotinta. Se finalmente volete dare una risposta a questo interrogativo allora iniziamo!

cliomakeup-correttore-prima-dopo-fondotinta-1

CORRETTORE PRIMA O DOPO IL FONDOTINTA?

Per prima cosa possiamo affermare che la scelta di applicare prima o dopo il fondotinta  o il correttore, è da mettere in relazione al nostro tipo di pelle, alle sue esigenze e problematiche.

correttore prima o dopo il fondotinta? la grande domanda del make up!

Per avere una buona base viso è fondamentale correggere le discromie, uniformare la pelle e nascondere, se ci sono, le imperfezioni, pori dilatati e brufoli. In pratica, bisogna far si che la nostra pelle diventi perfetta.

cliomakeup-correttore-prima-dopo-fondotinta-13-texture

In generale, l’etichetta del make up artist vorrebbe che prima di applicasse il fondotinta e successivamente il correttore. Questo perché il fondotinta ha maggiori proprietà uniformanti, che rendono la pelle più omogenea e si inizia in questo modo a camuffare i difetti più piccoli.


cliomakeup-correttore-prima-dopo-fondotinta-8-dita

Quando ci trucchiamo dobbiamo infatti ragionare a livelli. Applicando prima il fondotinta possiamo anche andare subito ad individuare quelle zone del nostro viso che hanno bisogno di più coprenza, e possiamo scegliere di riapplicare un po’ di fondotinta o iniziare ad utilizzare il correttore. Questo ci sarà anche utile per evitare l’effetto mascherone, e ottenere invece un look naturale.

giphy

@hudabeauty

COME OTTENERE UN EFFETTO NATURALE PERFETTO

Se decidiamo di applicare prima il fondotinta è indispensabile che tutta la palette cromatica da noi scelta sia perfettamente omogenea e il più simile possibile al colore naturale della nostra pelle. Evitiamo antiestetici stacchi cromatici, se il correttore viene applicato dopo il fondotinta è fondamentale che sia del colore esatto della nostra carnagione.

cliomakeup-correttore-prima-dopo-fondotinta-14-maybelline-fit

Maybelline, Fit Me Fondotinta. Prezzo: 22,21 € su amazon.it 

Per scegliere il colore giusto, in questo caso ci vengono in aiuto le nuove tendenze inclusive del make up, che ha ampliato le sue gamme cromatiche creando moltissime nuance, sia per le pelli chiare che scure. In questo modo, trovare il fondotinta perfetto non sarà più un problema.

cliomakeup-correttore-prima-dopo-fondotinta-16-kat-von-d

Kat Von D, Lock It correttore. Prezzo: 27,90 € su sephora.it

Se avete particolari problematiche della pelle, vi consigliamo un ulteriore passaggio, pre fondotinta, ovvero un primer correttivo. Sceglietelo aranciato se avete dei pesanti cerchi scuri sotto gli occhi, lilla o viola per illuminare il vostro incarnato e verde per attenuare i rossori.

 

IL CORRETTORE DOPO IL FONDOTINTA: I TRUCCHI PER APPLICARLO AL MEGLIO

Se stiamo lavorando con prodotti liquidi o cremosi è fondamentale scegliere di applicare prima il fondotinta e poi il correttore, fare l’inverso potrebbe far si che successivamente durante l’applicazione il correttore si sposti, facendo riemergere le nostre imperfezioni.

cliomakeup-correttore-prima-dopo-fondotinta-10-arancione

In questo caso, quindi, è meglio applicare il fondotinta e poi intervenire solo sui punti da coprire, come occhiaie, macchie o brufoli.

Ragazze, vediamo quando invece è meglio applicare prima il correttore e poi il fondotinta. Che risultato si ottiene? E quando è meglio fare così? Scopritelo a pagina 2! Continuate a leggere! 

8 COMMENTI

  1. Io al momento uso dermablend 3D della vichy e non è necessario usare il correttore, se ho qualcosina da nascondere picchietto un po’ di prodotto in più solo nella zona dove serve, è abbastanza coprente! Non ho occhiaie pronunciate a meno che non abbia fatto una nottataccia (ovviamente) ma essendo molto chiara ho il contorno occhi sensibile, la pelle li si assottiglia e mi si vedono le vene, quindi sembra più scura, di solito li do una passata in più.

  2. Io “possiedo” occhiaie genetiche che sono un misto tra viola e marrone….difficili da coprire, ma testando vari prodotti e spendendo soldi, a volte senza risultato, ho trovato la giusta combinazione tra corrector, concealer e fondotinta. Io non seguo la regola fondotinta>correttore, ma il contrario perchè prima vado a neutralizzare le occhiaie: Bobbi Brown corrector+concealer Maybelline(nude) poi applico il fondotinta Dolomia “luce pura” è liquido e nella zona perioculare lo picchietto come un siero e poi con la spugnetta e sul resto del viso utilizzo il pennello. Infine passo la cipria indissolubile (Purobio) sulla zona T e sotto gli occhi uso un mix di giallo e arancio della cipria milticolor di Kiko. Vi assicuro che non ci vuole tanto tempo a fare una buona base con discromie come la mia…..sembra una cosa lunga, ma non lo è….ci vuol di più a leggere e immaginare tutti i passaggi!!! ;))

  3. Io fortunatamente ho poche occhiaie se non date dalla stanchezza, non sono quindi genetiche e/o profonde. Quindi a volte anche solo il fondotinta copre, al massimo il correttore lo metto dopo se proprio non copre abbastanza.

  4. Quando ho il viso particolarmente disastrato uso il Dermablend di Vichy, ma di solito uso prima il correttore in crema e poi lo fisso con un velo di fondo compatto cipriato. Il risultato è molto naturale ma allo stesso tempo uniforme e luminoso al punto giusto.
    Come correttore ora sto usando il Boi-ing Brightening Concealer n. 2 di Benefit, che è aranciato e adatto per le mie occhiaie, poi lo fisso col fondo compatto in polvere di PuroBIO. Ho amato moltissimo anche i correttori di Kat Von D e dell’Erbolario, che sono più secchi e coprenti (tipo il fondo Dermablend) e durano molto anche senza cipria, infatti li prenderò quest’estate.

  5. Questo è il tipo di post che mi interessa di più… La questione correttore non è ancora materia risolta per me! Continuano le sperimentazioni…
    Qualcuno mi consiglia un buon correttore verde per i rossori e come lo utilizza?
    E, visto che qui è citato, qualcuno usa il fondo in polvere Bare Minerals? Come vi trovate?

  6. Io uso il correttore sul contorno occhi prima del fondotinta. Uso quello della Maybelline (quello con la spugnetta tonda per capirsi) ho tolto la spugnetta e quindi ne prelevo poco con un dito e inizio a picchettare sulle occhiaie, senza trascinare avendo il contorno occhi secco, ne prelevo poco alla volta e lo applico finché arrivo alla coprenza desiderata. Dopodiché, sempre in piccole quantità applico il fondotinta su tutto il viso, sempre con le mani. Non uso tanto prodotto, infatti a me dura tanto un fondotinta. Preferisco che si veda qualche imperfezione piuttosto di avere la malta in faccia. Se mi esce un brufoletto, dopo il fondotinta applico il correttore secco coprente della Catrice solo sopra il brufolo, e poi anche con la cipria cerco di uniformare il tutto. Non sembro nemmeno truccata ed è quello l’effetto che voglio.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here