Parliamo sempre di fare pulizia negli armadi, e di andare ad eliminare quei modelli di vestiti che non ci piacciono più, che sono passati di moda e che non corrispondono più alla nostra taglia. Ma anche il cassetto dell’intimo ha bisogno di essere ripulito, andando a buttare gli slip e i reggiseni che non ci sostengono più bene.

Sì ragazze, anche i reggiseni hanno una data di scadenza, e una volta all’anno vanno buttati. Diciamocelo in maniera onesta, nessuna di noi rispetta questa regola, ma bisognerebbe prestare più attenzione ai nostri completini intimi, facendo pulizia di quei modelli che non fanno più il loro lavoro. Spalline molli, fasce sotto il seno che si arrotolano e ferretti che escono… Basta! È arrivato il momento di buttare via i vecchi modelli e d’imparare a prenderci cura dei nostri reggiseni. Iniziamo!

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-1

QUANDO BISOGNA DAVVERO BUTTARE IL PROPRIO REGGISENO?

Come ogni cosa che possediamo, arriva il momento, anche per la nostra biancheria intima di essere gettata via.

anche il reggiseno ha una data di scadenza e una volta all’anno andrebbe buttato!

Parliamo spesso di decluttering, e di come tenere in ordine l’armadio cambiando i vestiti, ed eliminando i capi d’abbigliamento che non ci piacciono più, o che non ci donano più.

Stessa cosa, vale per il nostro cassetto dell’intimo, che ammettiamolo, viene spesso ignorato.

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-8-bra-color

Una volta all’anno bisognerebbe buttare i nostri reggiseno! 😱


Anche, le mutande e i reggiseni, come jeans e magliette fanno il loro corso, e complice sia la moda che cambia, sia il tempo che passa, bisogna ogni tanto metterci mano e fare pulizia.

Secondo Pati Lewicka e Jò Grunt proprietarie del primo negozio che segue le regole del Bra Fitting a Roma, bisogna cambiare e buttare i propri reggiseni una volta all’anno: “la vita di un reggiseno dura più o meno così, dipende da quanto lo si utilizza. Se lo si indossa un giorno sì e l’altro no, il check va fatto anche ogni sei mesi.” 

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-5-fit-bra

Pati Lewicka e Jò Grunt nel loro negozio di Roma

Secondo loro inoltre: “tutte noi pensiamo sempre a come riorganizzare abiti e accessori, ma è fondamentale farlo anche per reggiseni e slip. Sono gli indumenti a più a stretto contatto con il nostro corpo, per questo vanno mantenuti al meglio. Non è solo una questione d’igiene, ma anche di vestibilità, perché un look impeccabile parte sempre dalla lingerie giusta.”

COME SCEGLIERE SE UN REGGISENO È DA BUTTARE O DA TENERE

Innanzitutto, partiamo dalle basi: il vostro reggiseno non vi sostiene più come dovrebbe? La fascia sotto il seno è troppo larga e la coppa non sostiene il décolleté aderendo bene al corpo? Allora è arrivato il triste momento di buttarlo via.

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-11-taglia

Oltre all’usura, ci sono anche dei reggiseni che stanziano nel nostro cassetto inermi, aspettando il giorno in cui decideremo di utilizzarli… Oltretutto, anche il nostro corpo cambia, e di conseguenza, spesso un reggiseno vestiva bene una volta, magari non ci va più bene oggi.

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-6-posizione-sbagliata

In questo caso però non sempre bisogna buttare il nostro intimo. Per esempio, in commercio esisto delle comodissime “prolunghe” che ci permettono di allungare la parte posteriore del nostro reggiseno e di conseguenza, ampliare la sua circonferenza.

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-1-amazon-prolunga

KOOYOL, Prolunga per reggiseno. Prezzo: 6,98 € su amazon.it

Questi gancetti supplementari sono la soluzione perfetta, per tutte quelle donne che hanno un torace largo e spesso la taglia che portano di seno non coincide con il diametro del reggiseno. In questo caso, potete ampliare tranquillamente la lunghezza della fascia, e continuare ad utilizzare il vostro amato reggiseno.

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-9-misure

MA QUINDI, COME VA FATTA LA SELEZIONE?

Appurato il fatto che dobbiamo buttare via i nostri amati reggiseni e slip una volta all’anno, come dobbiamo fare questa selezione? Principalmente dobbiamo tener presente e valutare la funzionalità e la vestibilità, sopratutto dei modelli che indossiamo pochissimo.

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-15-buttare-bra

È triste pensare che dobbiamo buttare i nostri amati reggiseno!

Un reggiseno deve darci un adeguato supporto, migliorando la nostra postura e valorizzando il décolleté. La perfezione vorrebbe che la fascia sotto seno fosse ben aderente, perchè deve restare ferma in posizione orizzontale. Le spalline devono rimanere tese e in posizione perpendicolare rispetto alla fascia, e parallele tra loro. Infine, la coppa deve circondare totalmente il seno, con i ferretti che aderiscono alle costole e allo sterno, senza salire o lasciare troppo spazio nella coppa.

cliomakeup-cambiare-buttare-reggiseno-16-asciugatura

Lavando male o in maniera troppo aggressiva c’è il rischio di rovinare il nostro intimo

Se il vostro reggiseno risponde a queste indicazioni allora potete conservarlo, altrimenti è arrivato il momento di liberarsene. Inoltre, per far si che la vita del vostro reggiseno duri di più è fondamentale prendersene cura durante il lavaggio e soprattutto quando lo riponiamo nel cassetto della biancheria. Con qualche piccola accortezza gli potrete allungare la vita!

Ragazze, ma di quanti reggiseni abbiamo davvero bisogno? Qual è la tecnica perfetta per lavarli e riporli, e infine quali sono i modelli che ogni donna dovrebbe avere? Continuate a leggere per saperne di più! 

35 COMMENTI

  1. Come tutte le cose non serve averne in grossa quantità .. però se l’ho pagato tanto col cavolo che lo butto dopo un anno.. tre comunque mi sembrano pochini, bisogna averli anche di colore diverso a seconda delle esigenze. Un appunto sulle “prolunghe” dei reggiseni, io le ho usate su qualcuno, ma in realtà la misura più piccola porta le coppe più ravvicinate e se il tuo torace e più largo l’effetto è comunque scomodo e brutto…perché le case di intimo non fanno in modo che si possano modificare anche sul davanti ?

  2. Ma per carità! Ho comprato a gennaio tre reggiseni dell’anno triumph che costano un rene per le mie tasche (tipo 30/35€ l’uno) e non ci penso nemmeno a buttarli fra un anno. Li userò fino alla morte!
    Se si fa decluttering nell’armadio e nel cassetto dell’intimo bisogna stare attente a non cadere nello spreco come indicano queste persone: sì, ci vogliono fare sprecare soldi e inquinare, ne sono convinta!

  3. I reggiseni li cambio spesso (non dopo solo un anno, ma diciamo se sono rovinati anche si) perché vado solo ed esclusivamente a comprarli all’outlet di Tezenis/Intimissimi che ho nella mia zona. Quindi quando vado faccio scorta di reggiseni, 4/5 euro quelli di Tezenis e massimo 10 euro quelli di Intimissimi (che sono migliori). Mi trovo molto bene con i push-up senza ferretto, quindi per me il reggiseno dev’essere rigorosamente con una bella imbottitura avendo una terza scarsa XD Poi fortunatamente con la mia taglia non ho problemi a trovare reggiseni, al massimo all’Outlet si possono trovare la quarta e la quinta non c’è sempre e comunque non c’è molta scelta per le taglie grandi. Prime, seconde e terze a bizzeffe e conviene veramente perché costano poco solo perché sono di collezioni vecchie…

  4. Tenuto conto di quanto mi tocca spendere per un reggiseno, col cavolo che lo butto dopo un anno! Ho una taglia non facile, per la maggior parte dei marchi siamo tutte coppe B (Intimissimi, sto parlando con te! Le tue differenziazioni di taglie e coppe sono ridicole!), quindi mi tocca salire con il prezzo per trovare capi non da vecchia zia… se mi va bene, spendo almeno 40 euro ogni volta, in saldo… diciamo che dopo un anno o giù di lì butto quei reggiseni che ho magari comprato per sfizio e che non sono mai stati perfetti. Ma quelli che mi calzano come un guanto mi durano anni e anni! Dipende, come sempre, dalla qualità di quello che si sceglie.

  5. Sarebbe fantastico! Probabilmente le prolunghe sono più o meno performanti a seconda della forma del corpo, a molte persone (tra cui Clio e alcune di noi) hanno “cambiato la vita”, ma hai fatto bene a precisare che non sono la soluzione per tutte. Ciao!

  6. Taglia 34E … spendo una fortuna in reggiseni che tengano e non sembrino quelli di mia nonna in carriola, li tratto come gioielli e sicuramente non li butto dopo un anno. Un completo reggiseno e 2 paia di slip poco che costi mi costa 100 euro e passa … Quelli sportivi high impact si rovinano prima per i lavaggi molto più frequenti e li cambio probabilmente una volta l’anno, mi accorgo proprio che gli elastici perdono e non hanno più la tenuta di prima, ma quelli che uso per yoga e pilates no. Secondo me è una notizia terroristica per far vendere più reggiseni … guarda caso le signore che dicono di cambiarlo una volta l’anno vendono reggiseni.
    Mi hanno dato un tip interessante che funziona, non usare l’ammorbidente con i capi in lycra quindi metto tutto il lycra/elastico (leggins, reggiseni, collant, slip, costumi da bagno…) in lavatrice con il lavaggio a mano e solo un po’ di detersivo liquido delicato.

  7. Fortuna che indosso solo bralette così almeno il problema del ferretto che fuoriesce o della coppa che si sforma non si pone…la retromarcia ogni tanto ha i suoi vantaggi

  8. anch’io avendo il seno grande spendo un patrimonio per i reggiseni e dopo un anno non li butto di certo. scusami che marca usi per i reggiseni sportivi io non li riesco a trovare.

  9. DIpende quanto ci spendi. Prime spendevo una fortuna e col piffero che lo buttavo. Ora li prendo da hm intimissimi e simili avendo il seno più piccolo e più facile trovare la taglia ma dopo le gravidanze si è allargato il torace e mi stanno scomodi devo provare le prolunghe. Ne ho di scorta un qualcuno di quelli belli, di quando avevo un bel seno prosperoso nella sciocca speranza che mi cresca la notte ahahah

  10. Quel reggiseno sportivo regge se porti una seconda al massimo.. io porto una 3C e non è che sia un seno molto prosperoso, eppure a me i reggiseni sportivi non servono a nulla. Per trovare dei reggiseni sportivi imbottiti e che realmente contengono e supportano gli urti durante la ginnastica, anche se faccio pilates servono altro che ginnastica dolce.., ho fatto una fatica assurda a trovarne di validi.

  11. Concordo! A me infastidisce da morire che Intimissimi o Yamamay o marchi comunque che non costano poco, tengano solo coppe B (io porto una C che non è così particolare se ci pensi) e: o le altre coppe non le hanno (sito o negozio poco importa) o sono da anziana o costano di più. Ma perché???
    Quindi anche io mi rifugio nei brand più cari che mi calzano a pennello. Ma la qualità è ottima e spero durino un bel po!

  12. Sono molto eleganti e sostengono divinamente! Io amo il modello Amourette se non sbaglio nome. Solitamente odio il pizzo perché pizzica o è ruvido ma quello è perfetto.

  13. Io sia da intimissimi che da yamamay ho trovato reggiseni coppa D ed addirittura E.. Certo solo alcuni modelli le prevedono, però non sono impossibili da trovare! Dipende da quale modello cercate! Io li ho presi con ferretto e senza coppa preformata!

  14. Io non li ho mai trovati e parlo della coppa C, niente di che. Ho fatto anche diversi negozi ma nada. Infatti ho mandato diverse mail di reclamo al customer care di lamentela.

  15. Io mi trovo molto bene con i reggiseni di H&M, prima acquistavo quelli triumph e lovable e dopo poco si allargavano e non reggevano niente (pure io ho una 3C). Quelli intimissimi pessimi, in uno i ferretti sono usciti dopo pochi mesi e in un altro le bretelle si sono sdillabrate dopo quattro utilizzi (non sto scherzando) ed è diventato immettibile. Nel 2010 ho scoperto quelli di H&M e non li ho più lasciati, gli unici che mi vestissero veramente bene e che non si rovinassero dopo poche settimane. Non ho ancora provato l’intimo della linea sport di H&M, ma i leggings, pantaloni e maglie si e sono molto buoni. Ho visto che ci sono tre tipi di supporto (low, medium e high).

  16. Non ho un negozio H&M vicino ma non ci avrei mai pensato al loro intimo. Orasbircio un po’ sul sito e poi vedo. Comunque quelli Triumph ormai li ho da gennaio e sono sempre dentro e fuori dalla lavatrice è ancora sono perfetti.

  17. per le attività ad alto impatto l’unico è lo shock absorber, non ne ho mai trovati di altrettanto validi. Per yoga e pilates ho comprato i triaction della Triumph.

  18. Ciao come ho risposto ad Elenuccia l’unico che trovo valido per le attività ad alto impatto è lo shock absorber livello 4 o l’ultimate high impact bra. Gli altri non tengono abbastanza. Per yoga e pilates ho comprato i triaction della Triumph e mi trovo molto bene, lo SA ha troppe clips sulla schiena e quando stai distesa fa malissimo.

  19. io ho una 4C e mi trovo bene con i reggiseni sportivi di Bonprix, quelli di livello 4. In realtà mi trovo bene anche per i reggiseni normali: costano poco e reggono bene

  20. Guarda, anch’io ho una coppa C e quando Intimissimi ha iniziato a fare una pubblicità sfiancante delle coppe differenziate mi ci sono buttata. Peccato che la differenziazione coppe sia una burla. Le misure secondo me sono sparate un po’ a caso… tra l’altro, non esiste in tutti i modelli e, soprattutto, non c’è nulla che mi vada a meraviglia. Delusione. Preferisco comprare meno capi ma avere una performance migliore!

  21. Ripongo i reggiseni stesi, impilati così uno dietro l’altro come nella foto.
    Non li cambio ogni anno. Ho un seno abbondante, di conseguenza devo spendere tanto e di buttarli dopo solo un anno non ci penso proprio.

  22. Strano, con quelli della triumph mi ci trovo benissimo e ho una 3E.
    Li lavo o a mano o da soli in lavatrice con il programma lavaggio a mano e sono ancora in ottimo stato

  23. Anche io uso i reggiseni di H&M, la qualità é molto buona rispetto al prezzo e proprio grazie a loro ho scoperto di avere una 2c. Con le altre marche ero costretta a prendere la II e la differenza di comodità si sente eccome!

  24. Ma sai che a me durano più quelli di tezenis che quelli di intimissimi? Eppure ci sto a trenta e lavo solo a mano..

  25. Ma solo io ho capito che non è che bisogna buttare i reggiseni dopo un anno, ma fare decluttering una volta all’anno in modo da buttare quelli che oramai sono deceduti?

  26. A me piacciono entrambi, anche Tezenis hanno una buonissima durata, oltre che una maggiore selezione rispetto ad Intimissimi negli outlet. Però da me va tutto in lavatrice xD

  27. Quelli che mi sono durati pochi mesi sono stati quelli di intimissimi, quelli Triumph o Lovable un po’ di più ma con quelli di H&M ci ho fatto la guerra (spesso si trovano in offerta in negozio e partono già da un prezzo basso). Ormai compro solo questi da anni, magari negli ultimi anni Triumph ha utilizzato materiali migliori, non li compro da quasi 9 anni! Consiglio anche di provare i loro reggiseni a fascia, non ne avevo mai trovato uno che reggesse bene, stessa cosa vale per i costumi!

  28. Dovresti trovare qualcosa ancora in offerta sul sito, in ogni caso spesso fanno promozioni anche con la spedizione gratuita (il reso però si paga 2,90€ circa e viene il corriere a ritirarlo a casa, ma un commesso mi ha detto che presto attiveranno anche il reso in negozio).

  29. hahahahahahahahaaaaaa, posso ridere? alzi la mano chi ha mai buttato un reggiseno dopo un anno? ma daiiiiii……. non esiste, almeno x me, io ne ho tanti, tutti usati in maniera ciclica, tenuti impilati e lavati in lava con la sfera. Solo quando le spalline cedono allora si, non c’è più nulla da fare e si buttano via, ma mai e poi mai dopo un arco di tempo così piccolo.

  30. Per i reggiseni sportivi il trucco è portarseli sotto la doccia dopo l’attività fisica e lavarli con lo shampoo o con un altro sapone delicato: li lavi a mano facendo pochissima fatica e durano a lungo

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here