Un detto molto famoso recita: “Paese che vai, usanze che trovi!”. Questo è ancora oggi molto vero poiché, nonostante la globalizzazione stia sicuramente uniformando usi e costumi in tutto il mondo, alcune tradizioni secolari sono irremovibili dai loro paesi di origine e, alcune si esse, sono relative a come portare in giro un neonato!

Trasportare un bimbo, infatti, non si fa allo stesso modo in ogni parte del mondo e, nel post di oggi, vogliamo parlarvi proprio dei metodi più particolari e curiosi per farlo al di fuori dell’Italia. Dalle fasce che utilizzano le mamme africane, fino all’usanza finlandese di lasciare i bimbi fuori al freddo con temperature sotto lo zero, ne vedrete insomma delle belle ragazze! Siete curiose di scoprire di che cosa si tratta? Allora non vi resta che continuare a leggere per sapere tutto!

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia-19

MAMME E BIMBI AFRICANI, CUORE A CUORE CON IL PAGNE

I bebè in Africa, sia per questioni di necessità che per tradizione e cultura, sono praticamente attaccati alla mamma fino a circa i 3-4 anni di età e, nel caso in cui essa abbia più figli piccoli, li porta in braccio contemporaneamente.

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia-3

Via Pinterest

Il pagne permette di portare con sé il bimbo sulla schiena o il petto

Per poterlo fare sono moltissime le mamme che abitano in questo continente ad usare il Pagne, un pezzo di tessuto di forma rettangolare con cui poter trasportare il bimbo sulla schiena o sul petto, portandolo a spasso dappertutto e senza necessitare di altri mezzi quali, ad esempio, i passeggini!

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia

Credits: huampos.wordpress.com

Questo tipo di trasporto è molto comodo sia per la mamma, che per il bebè. La mamma, infatti, può essere libera di svolgere le sue mansioni monitorando sempre i bisogni del suo piccolo, ninnandolo o dandogli da mangiare non appena ne manifesta il bisogno.

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia-2

Via Pinterest

Il bimbo, d’altro canto, riesce a sentire costantemente il calore della mamma ed il battito del suo cuore. Tra l’altro, sono stati tanti gli studi che hanno notato che i bambini trasportati con il Pagne si addormentano più facilmente e prima di quelli che, invece, non lo sono, e che addirittura imparano ad usare il linguaggio e la gestualità più precocemente!

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia-1

Credits. Teheca.com 

Questo metodo di trasporto, inoltre, non fa male alla schiena della mamma (che, anzi, non avverte il peso reale del bimbo), ed è stato dimostrato che anche i piccoli non stanno scomodi, tanto meno vanno ad assumere posizioni nocive per la loro crescita.

COME PORTANO A SPASSO I BIMBI LE MAMME (E I PAPÀ) CINESI: IL MEI TAI

In Cina i bambini sono trasportati invece nel Mei Tai, un porta bebè dal nome la cui traduzione è abbastanza complessa, ma che esprime un concetto veramente molto bello! La parola mei, infatti, il lingua cinese significa “bello” e “amore” mentre, la parola tai, significa “postura”.

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia-6

Via Pinterest

Queste due parole, quando sono affiancate, implicano dunque l’assunzione di una postura in un certo modo servile, ma in maniera molto positiva, poiché è relativa al mantenimento del giusto equilibrio psico-fisico del bambino tenendolo in una postura corretta.

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia-7

Via Pinterest 

Il mei tai è usato soprattutto dai papà

Il Mei Tai, dunque, è uno strumento molto importante sia per i genitori che per i piccoli, poiché è fondamentale per mantenerli in una posizione adatta a preservare il giusto bilanciamento sotto tutti i punti di vista di entrambi. Parliamo di genitori e non di mamme perché, a partire dal 1800, il Mei Tai è molto usato anche e soprattutto dai papà.

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia-4

Via Pinterest

Nella cultura cinese, infatti, i padri hanno da sempre avuto un grande coinvolgimento nella cura e nell’assistenza dei propri bimbi ed addirittura, secoli fa, i manuali di medicina avevano delle sezioni dotate delle spiegazioni necessarie ai futuri padri per poter assistere prima, durante e dopo il parto la propria compagna.

cliomakeup-portare-in-giro-un-neonato-africa-asia-finlandia-5

Via Pinterest 

Per tradizione, inoltre, l’accudimento dei bimbi in casa è prerogativa delle mamme ma, quello nel “mondo esterno”, è dei papà: sono loro, dunque, coloro che portano a spasso i bambini nel Mei Tai per far loro conoscere il mondo!

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Come portare in giro un neonato nel sud est asiatico? E come farlo in Finlandia? Lo scoprirete a pagina 2!