Il Medioevo è stato un periodo storico che desta curiosità ancora oggi. Fu certamente un momento molto complesso, con tanti chiaro scuri: la vita umana valeva poco, in particolare quella delle donne che passavano dalla tutela del padre a quella del marito.

La maggior parte delle donne affrontava moltissime gravidanze: spesso le future madri erano considerate delle semplici “incubatrici” a cui veniva attribuita la piena responsabilità della gravidanza, compresa la salute e il sesso del bambino.

Oggi vogliamo concentraci su una particolare fase della vita delle madri, ovvero l’allattamento nel Medioevo. Scopriremo insieme le credenze e le consuetudini più diffuse sia nelle classi povere che in quelle più agiate. Curiose? Non vi resta che continuare a leggere!

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo

DIVENTARE MADRE E MOGLIE A 12 ANNI

Nel periodo centrale del Medioevo si attesta che, da un capo all’altro dell’Europa, le ragazze venivano maritate in età molto giovane, tra i dodici e i tredici anni.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo2-il-primo-cavaliere

Nel film “Il Primo Cavaliere” (1995)
Sean Connery interpreta Re Artù mentre Julia Ormond era Ginevra

Questa usanza era molto diffusa soprattutto nell’aristocrazia in cui le ragazze, appena adolescenti, venivano date in sposa a mariti decisamente di maggiore età.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-3-matrimonio-artu-ginevra

“Il matrimonio di Artù e Ginevra” tardo 1400

È importante sottolineare che le gravidanze occupavano circa la metà della vita delle donne maritate: si stima che l’intervallo medio tra due nascite fosse di circa ventuno mesi.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-4-parto-5-bambini

LA NASCITA DEI BAMBINI E ALTRE CURIOSITÀ

Subito dopo il parto al bambino veniva reciso il cordone ombelicale, dopo di che lo si lavava e gli si medicava l’ombelico dove poi veniva posta una pallina di piombo alla scopo di tenerlo fermo al proprio posto.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-4-parto

In seguito i bambini venivano chiusi in una fasciatura molto stretta che li avvolgeva completamente, lasciando scoperta solo la testa: lo scopo di questa fasciatura era quello di far crescere il bambino dritto e senza gobbe.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-14-ostetrica

L’USO DI RITARDARE L’ALLATTAMENTO

Pare che nell’Alto Medioevo, in virtù di vecchi insegnamenti, fosse diffuso l’uso di ritardare l’allattamento di qualche giorno per evitare che al bambino fosse somministrato il colostro, ovvero il primo latte della madre.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-6-allattamento

Gerard David, Rest during the Flight to Egypt

Il colostro infatti era ritenuto dannoso e nocivo per il bambino, per questo se ne raccomandava la sostituzione con latte di animale per dar tempo alla madre di maturare il proprio latte.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-7-perplesso

Via Giphy

L’ANTICONCEZIONALE PER ECCELLENZA NEL MEDIOEVO: L’ALLATTAMENTO!

Per tutto il Medioevo l’allattamento al seno era l’unico mezzo naturale e permesso per poter limitare il numero di gravidanze.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-8-rapporti-sessuali

Cosa significa questo? Durante il periodo dell’allattamento era ritenuto peccato e severamente vietato avere rapporti sessuali perchè la nascita di un altro bambino avrebbe fatto abbreviare l’allattamento e dunque avrebbe messo in pericolo la vita del fratello maggiore.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-10-roteare-occhi

Via Giphy

Anche durate la gravidanza era ritenuto peccato avere rapporti sessuali

Dopo la nascita del primo bambino si susseguivano gravidanze e nascite a gran velocità: era comune che una donna di circa 30 anni avesse già dato alla luce una decina di figli se non di più.

cliomakeup-allattamento-nel-medioevo-9-game-of.thrones

Ragazze, non abbiamo ancora finito. A pagina due scopriremo le principali differenze tra l’allattamento dei bambini aristocratici rispetto a quello dei bambini delle classi povere e tra figli maschi e figlie femmine.