Un buon sonno è fondamentale per il benessere psicologico e fisico. Viene influenzato dalla dieta e dallo stile di vita e chi soffre di insonnia può migliorare la sua situazione.

Innanzitutto, seguire le regole generali dell’igiene del sonno è fondamentale per dormire bene. Anche seguire la giusta dieta e alcuni consigli specifici può essere d’aiuto in chi soffre di insonnia. Volete sapere quali sono i consigli alimentari per dormire meglio? Allora non vi resta altro che andare avanti con la lettura!

cliomaeup-alimentazione-sonno-1

IL SONNO NON È SOLO LA CESSAZIONE DELLA VEGLIA

Il sonno è un complesso di stati fisiologici messi in atto dall’encefalo. In una notte di sonno si distinguono vari stadi e cambiamenti nel corpo.

cliomaeup-alimentazione-sonno-2Mentre si dorme, si verifica una riduzione della frequenza cardiaca e della pressione, la respirazione diventa profonda e si modificano le attività del cervello (che definiscono gli stadi del sonno).

A COSA SERVE DORMIRE? SICURAMENTE NON A FAR RIPOSARE IL CERVELLO!

La maggior parte dei neuroni sono attivi anche durane il sonno, quindi si deduce che dormire non serve a far riposare il cervello.

IL SONNO HA TANTE FUNZIONI, TRANNE QUELLA DI FAR RIPOSARE IL CERVELLO!

Il sonno regola la produzione di ormoni che a loro volta influenzano il sonno. Durante il sonno profondo, vengono consolidate le memorie registrate durante la veglia, vengono eliminate le informazioni inutili e vengono rimossi i prodotti di rifiuto neurotossici.

cliomaeup-alimentazione-sonno-3-sleep-clean

Via @Pinterest

Inoltre esistono numerosi studi scientifici che confermano come un sonno scarso o di scarsa qualità aumenta il rischio di sviluppare obesità, aumentare l’insulina a digiuno, il colesterolo LDL (“cattivo”) e i parametri infiammatori.

I DISTURBI DEL SONNO: NON SOLO INSONNIA!

I disturbi del sonno sono oltre 60, tuttavia l’insonnia rimane quella con la maggior prevalenza tra la popolazione.

cliomaeup-alimentazione-sonno-5-insonniaCredits: @gorzavel.com

Per insonnia si intende un disturbo nell’inizio e nel mantenimento del sonno, ma esistono anche le ipersonnie (eccessiva sonnolenza), i disturbi del ritmo sonno-veglia e le parasonnie (come il sonnabulismo).

LE REGOLE COMPORTAMENTALI PER UN BUON SONNO DI QUALITÀ

Per dormire meglio e avere un sonno riposante è fondamentale seguire alcune regole comportamentali. Intanto bisognerebbe coricarsi sempre alla stessa ora (il nostro organismo è un grande abitudinario). Nelle ore serali bisogna evitare tutte le attività eccitanti, come studiare, lavorare e l’attività fisica.

cliomaeup-alimentazione-sonno-7-jogging-night.jpgInoltre, la luce emessa dagli screen di televisione, tablet, computer e telefoni può inibire il rilascio di melatonina e rendere più difficile l’addormentamento. Infine vanno evitate le sostanze eccitanti, tra cui il fumo.

L’ALIMENTAZIONE PER UN BUON SONNO

Un’alimentazione corretta associata ad uno stile di vita adeguato sono alla base del benessere psicofisico. Anche il sonno è profondamente influenzato dalla dieta e dall’attività fisica.

cliomaeup-alimentazione-sonno-9-woman-eatCredits: @verywellfit.com

LE CARATTERISTICHE DI BASE DELLA CENA

Intanto è importante ripartire correttamente le calorie nell’arco della giornata: la cena deve essere nutriente ma di facile digestione. Deve essere consumata almeno 3 ore prima di andare a dormire per fare in modo che i processi digestivi non interferiscano con il sonno.

cliomaeup-alimentazione-sonno-10-dinnerÈ sconsigliabile saltare la cena, perché la fame indotta dall’ipoglicemia rappresenta una potenziale difficoltà nell’addormentamento.

Oltre a queste “regole base” esistono alcuni alimenti che favoriscono il sonno e altri, come le sostanze nervine, che sono nemici del riposo. Se volete scoprire di cosa si tratta, girate a pagina 2!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here