In occasione della festa della mamma continua il mio impegno con UNICEF e mi piacerebbe parlarvi di un argomento che mi sta molto a cuore e che sento particolarmente mio, in qualità di mamma e donna che auspica un futuro felice per la propria bambina e per i bambini di tutto il mondo.

Ogni bambino è vita non è solo il nome della campagna UNICEF dedicata alla mortalità neonatale, ma è anche una scintilla di speranza per l’avvenire che veda sempre maggiore attenzione e cura nei confronti della salute di mamme e bambini.

Il tasso di mortalità infantile in tutto il mondo è ancora allarmante anche se in apparenza l’urgenza può sembrare in via di risoluzione. È per me importante sposare la causa dell’UNICEF e parlarvene affinché in tantissimi, come me, possiate avere maggiore consapevolezza di quello che accade ogni giorno in alcuni Paesi del mondo.

In questo post ve ne parlerò, raccontandovi perché ho deciso di essere portavoce della campagna UNICEF Ogni bambino è vita. Continuate a leggere.


ClioMakeUp-unicef-festa-della-mamma-ogni-bambino-vita-3

OGNI BAMBINO È VITA: LA CAMPAGNA DELL’UNICEF CONTRO LA MORTALITÀ NEONATALE

L’entità della mortalità neonatale può sembrare di bassa intensità o circoscritta perché abbiamo la fortuna di vivere in un contesto protetto e sicuro in cui far nascere e crescere i nostri bambini e problematiche di questo tipo ci sembrano estremamente lontane. Purtroppo, l’emergenza è silenziosa e molto più dilagante di quel che si possa pensare, ma soprattutto prevenibile mettendo in atto alcune semplicissime pratiche a livello sanitario, che per noi possono essere banali e ordinarie.

ClioMakeUp-unicef-festa-della-mamma-ogni-bambino-vita-12

La perdita di un figlio è un dramma per chiunque e ovunque, sia nei paesi più agiati sia in quelli meno agiati dove le condizioni igienico-sanitarie poco salubri rendono la vita difficoltosa. Pensate che ogni giorno circa 7.000 neonati muoiono in tutto il mondo.


È un dato sconcertante specialmente se si pensa che oltre l’80% di queste morti è causato da eventi che si sarebbero potuti evitare con soluzioni basilari come assistenza fornita da un personale medico adeguato, acqua pulita e farmaci salvavita.

https://i0.wp.com/blog.cliomakeup.com/wp-content/uploads/2019/05/ClioMakeUp-unicef-festa-della-mamma-ogni-bambino-vita-15.jpg?resize=696%2C464&ssl=1

UNICEF con la campagna Ogni bambino è vitasi impegna ogni giorno nella lotta contro la mortalità neonatale. Si tratta dunque di un appello urgente affinché un giorno tutti quanti i bambini possano vivere e crescere sani. Ogni bambino ha il diritto di essere seguito e assistito sin dai primi momenti di vita, specialmente quando esistono le soluzioni applicabili al fine di mantenerlo in salute.

ClioMakeUp-unicef-festa-della-mamma-ogni-bambino-vita-10

L’IMPEGNO DI UNICEF E GLI OBIETTIVI DELLA CAMPAGNA “OGNI BAMBINO È VITA”

Gli obiettivi della campagna che UNICEF ha indetto in occasione della festa della mamma sono tutti concreti e realizzabili. Il primo che oggi voglio condividere con voi e che mi sta particolarmente a cuore è sensibilizzare al diritto fondamentale di ogni bambino di nascere e crescere in un ambiente sano. È importante comprendere che una condizione che per noi è ordinaria e naturale per tantissime mamme e bambini in tutto il mondo è un privilegio.

ClioMakeUp-unicef-festa-della-mamma-ogni-bambino-vita-8

Comprendere dunque la necessità di entrare in contatto con queste realtà, esserne consapevoli per capirne la dimensione è il primo passo per dare una mano in modo concreto. Lo scopo della campagna è dunque quello di informare, evidenziare le grosse iniquità, ma soprattutto far conoscere quali sono le reali soluzioni per contrastare la mortalità materna e neonatale.

https://i0.wp.com/blog.cliomakeup.com/wp-content/uploads/2019/05/ClioMakeUp-unicef-festa-della-mamma-ogni-bambino-vita-14.jpg?resize=696%2C464&ssl=1

A pagina due voglio raccontarvi la mia storia e quella di altre mamme che invece non hanno avuto il mio stesso privilegio andando incontro a tante difficoltà e a un dolore incommensurabile. Ho scoperto però che grazie a UNICEF tanti genitori hanno potuto abbracciare i loro piccoli. Scoprite tutto voltando pagina.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here