LEGGERE LE ETICHETTE PER IMPARARE A CONOSCERE IL PRODOTTO

Il modo migliore per capire se un prodotto, light o classico, è nutrizionalmente sano, è quello di leggere l’etichetta e avere una buona cultura alimentare alle spalle. Bisogna essere critici ma imparziali.

cliomakeup-alimenti-light-10-leggere-etichette.jpgVediamo un esempio classico: è opinione comune che l’aspartame, un dolcificante artificiale acalorico, è cancerogeno e fa malissimo. È vero, ma fino a un certo punto.

cliomakeup-alimenti-light-11-aspartameCredits: @bocconifoodblog.wordpress.com

Il Comitato scientifico dell’alimentazione umana ha stabilito una dose giornaliera ammissibile (DGA) per l’aspartame di 40 mg/kg di peso corporeo. La DGA è una stima della quantità di un additivo alimentare, espressa in relazione al peso corporeo, che può essere ingerita quotidianamente nel corso dell’esistenza senza rischi apprezzabili per la salute.


AFFINCHÈ L’ASPARTAME FACCIA MALE, UNA DONNA DI 50 KG NE DEVE ASSUMERE PIÙ DI 2500 COMPRESSE!

Per dirla in termini pratici, una donna di 50 kg può consumare ogni giorno 2500 compresse dolcificanti senza rischi per la salute. Conoscete qualcuno che ne assume così tante?

cliomakeup-alimenti-light-12-compresse-aspartameDetto questo, riprendiamo l’esempio che abbiamo fatto prima della brioche senza zuccheri aggiunti, per farvi capire che:

– una brioche, anche se senza zuccheri aggiunti, contiene altri ingredienti non proprio “light” e per capirlo basta leggere l’etichetta;

cliomakeup-alimenti-light-13-leggere-etichetta– una brioche senza zuccheri aggiunti rimane un alimento non sano! Meglio preparare in casa biscotti, torte e snack;

– confrontate anche i valori nutrizionali e scoprirete che una brioche senza zuccheri aggiunti apporta 152 kcal per pezzo, mentre quella classica solo 15 in più.

cliomakeup-alimenti-light-14-cornetti-con-senza-zuccheri-calorieEcco il confronto della tabella nutrizionale dei cornetti senza zuccheri aggiunti vs cornetti classici, entrambi della Mulino bianco.

Cercate di non farvi ingannare dalle strategie di marketing che applicano sulle confezioni diciture come “vegano” o “integrale” e che il nostro cervello collega direttamente con “alimento sano”.

cliomakeup-alimenti-light-15-biscottiRicordate sempre che è la dose a fare il problema e se non si esagera e si consuma un prodotto con buon senso, la legislazione fa sempre in modo che non ci siano danni per la salute.

cliomakeup-alimenti-light-16-drink-diet-cokeCredits: @playbuzz.com

Quindi, siate curiosi e consumatori consapevoli, leggete sempre la lista degli ingredienti e la tabella nutrizionale e se avete bisogno di chiarimenti in merito, lasciate perdere Google, ma cercate il confronto con un professionista.

cliomakeup-alimenti-light-17-spesa.jpgDott.ssa Anna Gerbaldo

DIETISTA

A proposito di leggere le etichette e di essere consumatori consapevoli, date un’occhiata a questi post:

1) COME LEGGERE LE ETICHETTE DEGLI ALIMENTI? ECCO LA GUIDA COMPLETA!

2) MINDFUL EATING: 6 CONSIGLI PER MANGIARE CON CONSAPEVOLEZZA E STARE MEGLIO

3) COME MANGIARE ECOSOSTENIBILE? 10 CONSIGLI PER UN’ALIMENTAZIONE “GREEN”

cliomakeup-alimenti-light-18-burro-carboidrato-meangirls“Il burro è un carboidrato?” “…si!”
Ecco, cercate di non essere come Regina in Meangirls!
😂

Ragazze, chi di voi è attratta dai prodotti light e non se li lascia sfuggire? Quando andate a fare la spesa vi fermate a leggere le etichette o comprate quello di cui avete bisogno senza pensarci troppo? Siamo molto curiose! Vi aspettiamo nei commenti!

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here