Ciao ragazze!

Come promesso, ecco qui il post dedicato ai pennelli per occhi! Inizio subito perché ho davvero tante cose da dirvi! 🙂

tumblr_lhwgsxF70D1qe9qato1_1280

Ho individuato 5 categorie di pennelli per occhi; vediamole insieme:

1) Pennelli a setole piatte: Tendenzialmente hanno le setole molto dense, infatti sono fantastici per pressare l’ombretto sulla palpebra quando vogliamo un look bello intenso. Alcune truccatrici li usano anche per sfumare, ma io preferisco quelli appositi. Nella stessa categoria facciamo rientrare anche quelli a lingua di gatto (quelli da correttore, per intenderci).

Schermata 2013-10-02 alle 21.07.10 Schermata 2013-10-02 alle 21.07.23

2) Pennelli a penna: Forma circolare e setole compatte, abbastanza corte. Ne ho davvero tantissimi e di tutte le misure, che scelgo in base alla forma e alla dimensione dell’occhio che sto truccando, o all’effetto che voglio ottenere (colore più intenso o sfumato). Come vedete nella seconda foto, ne ho di grandi e piccini: i primi sono perfetti per la piega e l’angolo esterno dell’occhio, per creare profondità, mentre i secondi sono utilissimi per applicare l’illuminante nell’angolo interno e per stendere l’ombretto sotto le ciglia inferiori.

penna2 penna

3) Pennelli per sfumatura: Questi possono veramente fare la differenza tra un trucco ben riuscito e un fallimento, soprattutto quando parliamo di smokey eyes. Il problema principale, quando utilizziamo gli ombretti, è che tendiamo spesso a mettere semplicemente il colore, senza sfumarlo e addolcire le linee; con una tonalità chiara possiamo anche cavarcela, ma con un marrone o un grigio non possiamo proprio lasciare questa sagoma superdefinita! Sfumare l’ombretto, oltre a tutto, non è così complicato: basta muovere avanti e indietro/con movimenti circolari il pennello pulito nel “punto di confine” dell’ombretto con la pelle, proprio sui bordi. Serve un po’ di pratica, sì, ma è così che si impara! Anche di questi ne ho di tantissimi tipi: cambia il materiale, la misura, la morbidezza, ma lo scopo resta sempre quello. È molto importante scegliere la dimensione adatta al nostro occhio: se avete le palpebre piccole, un pennello troppo grande finirà per mischiare insieme tutti i colori, creando una macchia informe! Meglio un po’ di precisione in questi casi! I miei preferiti, infatti, sono corti e compatti, mentre i più ampi li utilizzo sulle modelle con gli occhi grandi.

Schermata 2013-10-02 alle 21.02.02 Schermata 2013-10-02 alle 21.02.49

4) Pennelli angolati: Un vero must-have! Sono davvero versatili, nel senso che li potete usare per le sopracciglia (le matite possono dare un effetto un po’ troppo marcato, per cui in molte preferiscono un ombretto marrone/tortora e un pennellino angolato), per l’eyeliner in gel, per sfumare la matita, sulle labbra per un look super-definito… insomma, tutte le ragazze dovrebbero avere almeno un pennellino angolato nel proprio kit!

angolati2 angolati

5) Pennelli sottili da eyeliner: Di questi non ne ho tantissimi, anche perché, come avrete capito, preferisco utilizzare quelli angolati per questo scopo! Ovviamente è solo questione di comodità e abitudine, perché conosco moltissime ragazze e truccatrici che non potrebbero farne a meno. Tendenzialmente, però, serve una buona manualità, soprattutto con quelli supersottili, perché il rischio “riga storta” è dietro l’angolo.

eyeliner eyeliner2

6) Pennelli per labbra: Li faccio rientrare in questa categoria. Il classico tipo è piccolino e tondeggiante, ma molte make-up artist usano anche quelli angolati o squadrati, per un look molto preciso e definito, o per sagomare la forma con il correttore.

labbra labbra 2

Ragazze, queste erano le diverse categorie; diciamo che un kit come si deve dovrebbe contenere almeno un pennello per tipo (tranne forse quello sottile da eyeliner, che non è strettamente necessario). In questo modo potrete ottenere un look completo; un esempio? Un classico trucco con due ombretti, diciamo un oro e un marrone scuro: con il pennello piatto presso l’oro su tutta la palpebra; con il pennello a penna applico il marrone nella piega, nell’angolo esterno dell’occhio e tra le ciglia inferiori. Con il pennello da sfumatura PULITO sfumo i contorni, diminuendo lo stacco. Con il pennello angolato traccio una riga vicino all’attaccatura delle ciglia superiori, utilizzando un eyeliner in gel o lo stesso ombretto marrone; infine sistemo le sopracciglia. Facile no? Comunque se guardate un qualsiasi tutorial, il procedimento è sempre questo!

Ragazze, spero che questo post sia stato utile! Perdonatemi se la qualità delle foto non è fantastica, ma qui in Italia non ho gli strumenti del mestiere, hehe 🙂 Fatemi sapere se avete ancora dubbi sull’argomento! Secondo voi quali sono i pennelli must-have? E quali non riuscite proprio a utilizzare?