Ciao ragazze!

In questi giorni mi è capitato di leggere un articolo molto spiritoso ma, nella sua ironia, anche molto profondo. Sul sito BuzzFeed, che ogni giorno pubblica notizie di tutti i generi, la staff femminile ha voluto pubblicare un articolo che in generale parla del corpo della donna, di come idealizziamo la nostra immagine e di come la accettiamo nel confronto con la realtà.

E per fare questo hanno indossato i costumi della nuova collezione di Victoria’s Secrets e hanno posato su una spiaggia di Malibu, proprio nelle stesse pose delle top model e hanno espresso i loro pensieri sulla donna e sul loro corpo.

Ragazze, se siete curiose di sapere qualcosa di più, allora leggete oltre!

enhanced-buzz-wide-16181-1435088344-8 (1)

Il concetto che queste coraggiose donne hanno voluto trasmettere con il progetto é semplice ma credo di grande importanza: quando siamo ragazze, tutte noi, cresciamo idealizzando la figura della donna, quella che vediamo nelle copertine e nelle pagine dei magazine e speriamo che, un giorno, una volta cresciute, ci potremmo vedere anche noi, guardandoci allo specchio, belle e sicure di ciò che siamo diventate, proprio come quelle modelle sui giornali.

E, come ogni anno, d’estate, noi donne siamo messe di fronte ai corpi perfetti di queste divine modelle che pubblicizzano ed indossano bikini e in particolare lo staff di BuzzFeed si riferisce a quelli di Victoria’s Secret, che presentano una donna perfetta, tanto che le modelle stesse vengono chiamate “gli angeli”.

Così queste 6 donne hanno deciso di partecipare ad uno shooting sulla spiaggia, imitando le pose delle super top model e dando l’esempio di ciò che in realtà è il corpo delle donne: magro, rotondo, con inestetismi, non troppo tonico, con molto o poco seno, insomma hanno voluto rappresentare la diversità, che altro non è che la realtà!

Come vedete dalle foto, hanno partecipato in sei e tutte hanno espresso i loro pensieri che ho raccolto qui di seguito per voi:

NINA:

grid-cell-20796-1435015712-33

grid-cell-20796-1435015714-36

Nina ha dichiarato che fare quello scatto è stato per lei non una bellissima esperienza: faceva freddo, per bagnarsi un po’ i capelli come la modella ha dovuto tuffarsi nel gelido Pacifico, la sabbia sulle ginocchia non era piacevole e, per quanto si sia sforzata ad assumere pose simili alla modella, si sentiva molto impacciata. E per di più, dato che ha un seno prorompente, ha detto di non essersi sentita a suo agio e di trovare raramente un costume che possa sorreggerlo e farla sentire bene.

In più ha dichiarato: “Mi dispiace vedere che si ha solo e sempre lo stesso esempio di “corpo da bikini” e della bellezza in generale, siamo come forzati a vedere solo un’immagine. Mi piacerebbe tanto vedere una come me, una donna normale, nelle pagine di un magazine, ma credo dovrò ancora aspettare un po’ “.

ALLISON:

grid-cell-24521-1435085188-2

grid-cell-24521-1435085191-5

Anche Allison indossa un costume intero, dice che altrimenti si sarebbe sentita in imbarazzo, non ama i bikini perché “mostrano troppo” ed essendo molto timida, dice di indossare sempre questo tipo di costume.

“Tutti hanno cellulite, cicatrici e smagliature. Ma dobbiamo ricordarci che solo noi siamo concentrate su questi piccoli problemi, agli altri non importa. Il fatto è che in un istante di fotografia tutto ciò che è imperfetto viene ripreso e che solo Photoshop può cancellarlo, quindi nulla di ciò che vediamo nei cataloghi e magazine è reale, ricordiamocelo!”

SHERIDAN:

grid-cell-26920-1435085481-6 (1)

grid-cell-26920-1435085486-9

Sheridan esordisce con una battuta: “Vi sconvolgerà saperlo ma..non sono una vera modella di Victoria’s Secret, lo so che ora siete sotto shock!!” 🙂

La donna spiega la sua storia, dicendo che da quando aveva solo 13 anni ha lottato con il suo corpo, non era sicura di sé e, come molte adolescenti adesso, era continuamente esposta a questi corpi perfetti. Sperava di poter assomigliare a queste donne diventando grande, ma alla fine ha accettato il suo corpo.

Nonostante questo non riesce a trovare un costume che faccia per lei, che le supporti il seno e la faccia sentire un po’ di più a suo agio.

“Immaginate quanto sono stata contenta quando ho dovuto indossare questo costume e mettermi a confronto proprio a Behati Prinsloo, niente di meno che la sposa di Adam Levine, parliamone!”

Ragazze, se volete vedere le prossime 3 belle donne che hanno posato per questo shooting, allora girate pagina!

195 COMMENTI

  1. Post stupendo.
    Per anni ho usato costumi interi fino a che mi sono detta: ma cosa sto facendo? E mi sonk labciata sui bikini e chissenefrega! Questi canoni piano piano stanno scemando, soprattutto d’estate: in abiti corti e leggeri o in costume tutti mostriamo parti di noi che non ci piacciono: credo che siano ben poche le persone che si sentano “perfette” quindi si è vero siamo tutti Marshmallows! Aahahha

  2. Bellissimo post Clio! E’ vero che le riviste di moda hanno lo scopo di vendere e fare pubblicità ( tra l altro mi piacciono moltissimo

  3. Bravissime…hanno ragione perché sfoglia le riviste vedi abiti costumi e dici : che meraviglia mi piacerebbe averlo …poi però lo provi e sembri ancora più grossa di quello che sei…per esempio motivi ha provato a fare abiti per ognuna di noi ma si limita a tre categorie…bel tentativo ma non siamo solo così purtroppo

  4. Non è la prima volta che leggo di queste iniziative e di solito sono americane. Credo che noi italiani (non mi spingo a parlare dell’Europa) siamo culturalmente più abituati alle curve ed alle forme normali di una donna. Detto questo a mio parere è un falso problema, perché le modelle hanno la funzione più o meno di ..manichini! Non mi sembra di aver mai sentito crociate sul non sentirsi rappresentare da un manichino. E poi in giro tutto vedo tranne che persone che nascondono il loro corpo, anche se in sovrappeso

  5. Giusto !! un articolo molto spiritoso ma, nella sua ironia, anche molto profondo…. Sheridan la trovo fantastica : )

  6. Complimenti Clio, questo post è bello, interessante e x quanto mi riguarda molto vicino a me..sono d’accordo con queste donne che nn si sentono mai rappresentate, che devono “combattere” ogni estate con i favolosi angeli..ma dico io che cosa costa agli stilisti introdurre anche donne con corpi normali? Devo ammettere che quando guardo una rivista e vedo un bel costume su una modella lo vorrei comprare, poi vado in negozio tutta contenta lo provo et voilà su di me quel costume fa schifo!! Se ci fossero diversi tipi di donne potrei capire anche meglio cosa può starmi bene e cosa no, senza ogni volta andare in paranoia xke a confronto faccio un po pena XD cmq nonostante nn sia del tutto soddisfatta del mio corpo, io questo progetto l’avrei fatto, chissà che gli stilisti nn inizino ad ampliare le loro scelte?!? Baci

  7. Queste ragazze sono state molto simpatiche, deve essere stato divertente partecipare 🙂 Anche secondo me fanno i vestiti solo per una certa categoria di corpi e altezza.
    Io lotto e perdo con la fame nervosa da un bel po’ e soprattutto in questo ultimo anno da disoccupata ho accumulato alcuni chili. Se penso a me stessa non riesco a riconoscermi in questo budino informe che sono diventata 😛

  8. Non è il fatto di essere magre o meno, ma perché abbiamo tutte la stessa forma di seno? O la stessa taglia? Il problema è che le catene di intimo-costumi per mantenere il prezzo basso devono standardizzare al massimo..

  9. Ciao a tutte, un bellissimo post.. ma ci tenevo ad esprimere un piccolo appunto. Ogni qualvolta che leggo questo genere di articoli rimango un po’ “infastidita” dal leggere che la donna normale è necessariamente curvy o formosa.. in realtà esistono anche ragazze magre che non necessariamente hanno il fisico da modella, che hanno anche loro difficoltà a mostrare il proprio corpo in costume.. Anche loro sono donne normali ma con le gambette secche e il seno che non riempie una taglia prima del bikini!

  10. Buongiorno! Penso che l’idea di fondo non sia rappresentare le donne curvy, ma semplicemente le donne normali, infatti, se vedi, le ragazze sono di tutti i generi: curvy, con poco senso, con tanto seno, con le gambe grandi e il busto piccolo e così via. Penso che l’idea sia proprio che la normalità è diversità e non perfezione: che tu sia in un modo o in un altro sei perfetta nell’imperfezione..

  11. Ciao Clio, questo post è molto interessante e dimostra come la moda, le pubblicità, i media e in generale la società continuino a trasmettere un ideale di bellezza femminile irraggiungibile ed irrealistico. Che però per molte diventa un modello da seguire e perseguire ad ogni costo. Credo che le ragazze che si sono messe a confronto con “gli angeli” siano state molto coraggiose e simpatiche e sicuramente hanno trasmesso un bel messaggio! Credo che siano veramente pochissime le donne reali che riescano ad indossare un costume allo stesso modo delle modelle.. ad esempio, io sono magra ma in costume non sembro neanche lontanamente una modella di victoria’s secret! Anzi direi che sembro più olivia, la moglie di braccio di ferro! Da ragazzina questo mi metteva un po’ a disagio (e compravo costumi con reggiseno super imbottito), ma col tempo sto cominciando a farmene una ragione! Un bacione e grazie per averci dato un’altra occasione per riflettere su questa tematica importante! ♡ Liz

  12. Ciao, condivido la tua opinione, ma il mio commento, forse mal espresso, non era riferito specificatamente a questo post ma agli articoli che spesso di leggono su questo argomento..

  13. le ragazze del progetto, che tra parentesi trovo molto sexy, sono grandiose 😀 si gli angeli dedicano la vita al mantenimento di quel corpo, bellissimo per carità, ma si privano anche di tanto e sudano tanto!! non conosceranno di sicuro le gioie di una bella fetta di pane e nutella!! per quel che riguarda il messaggio del progetto beh, il difetto di un corpo potrebbe renderlo unico, non sarò ipocrita dicendo che non mi piacciano gli angeli, ma trovo molto intrigante anche la naturalezza di un corpo che non viene scolpito giorno dopo giorno come se fosse solo un mezzo da lavoro!!

  14. Continuerò a ripetere che a me questi post non piacciono. Intendiamoci, non il post che scrivi tu, Clio, ma il messaggio che si cerca di far passare. Perchè mi sembra che dietro l’apparente messaggio di accettazione, ci sia in realtà una discriminazione! Che senso ha mettere a confronto in questo modo donne dal fisico normale con donne iperfortunate (e rare) con un fisico perfetto, da modelle? solo per leggere che si sentivano a disagio, in imbarazzo? ma per forza! chiunque si sentirebbe inibita di fronte a quelle poche e fortunatissime panterone che si vedono in giro. Ma non è che se io vado in spiaggia, mi vedo solo “angeli” intorno….anzi, forse sono loro ad errere casi rari, e corpi diversi, di forme diverse e con difetti vari, sono la normalità. E’ vero che ci sono donne perfette, ma quante sono, nella nostra vita quotidiana, le donne perfette con cui ci dobbiamo confrontare? io non mi piaccio, fatico ad accettarmi, ma se dovessi confrontarmi con una di loro, cadrei in depressione all’istante! fortunatamente però, quando esco di casa, mi rendo conto di essere nella norma, e mi sentirei offesa se mi facessero fare una cosa del genere…..è come mandare alle olimpiadi di matematica una persona con problemi di apprendimento. Che senso ha, se non farlo sentire sbagliato (in quel contesto)? nell’ambito dei servizi alle persone disabili si dice sempre che lo scopo di questi servizi non è far diventare il paraplegico come chi cammina…..lui non potrà mai scalare la montagna sulle proprie gambe, ma consentirgli di fare una vita libera (di fare quello che vuole) sfruttando i mezzi che possiede. Se non può camminare, non lo si manderà a fare una maratona in mezzo a persone che camminano, ma una maratona tra persone in carrozzina…..e non è discriminazione, anzi, sarebbe discrminatoria la prima ipotesi. In conclusione del tema: non permettiamo di farci discriminare anche con queste pseudo trovate buoniste!

  15. Sono abbastanza d’accordo con te Cecia. Apprezzo questo genere di articoli, perchè mettono in luce una verità che tutte conosciamo: le donne comuni non sono come le modelle e molto probabilmente nemmeno le modelle stesse sono esattamente come appaiono nelle copertine, visto lo sproporzionato uso di foto ritocco. Al contemo però, spesso, in questi articoli vengono inserite delle idee di fondo: curvy è ok. A parte che non tutte le donne sono curvy e ci sono pure le tavole da surf di cui tenere conto. Inoltre, c’è una bella differenza tra: sono normopeso o leggermente in sovrappeso e sono obesa. L’obesità è una malattia così come l’anoressia, ma quando vediamo le modelle anoressiche gridiamo allo scandalo, se una ragazza di oltre 100 kg fa il servizio fotografico per dimostrare che si è belle con ogni taglia allora è un’eroina. Nessun tipo di estremismo nel peso andrebbe promosso e a volte in questi articoli accade (secondo me la ragazza che si sente un marshmallow è un po’ più che in sovrappeso). E ve lo dico non dall’alto del mio corpo statuario, anzi! Io ho sempre avuto problemi di peso, poi alla fine della scorsa estate ho deciso di cambiare, ho iniziato a seguire un’educazione alimentare e ora ho perso quasi 15 kg. Altri 6 e avrò raggiunto il mio agognato normopeso e sinceramente non mi sono mai sentita così in forma dal punto di vista della salute.

  16. Ciao Clio, bellissimo post! In questi giorni sono stata al mare e in spiaggia mi sono guardata intorno… E ho fatto questa considerazione: per tutto l’anno vediamo su Facebook, instagram e compagnia bella profili di bellezze stratosferiche, soubrette o pseudo tali non ci fanno mancare le loro pose poco naturali con filtri magici che alterano luci e ombre nascondendo imperfezioni varie (quando non direttamente photoshoppate!)
    Bene: io mi sono guardata in giro e sinceramente di fisici notevoli ne ho visti davvero pochi. Ed ero in Romagna, patria “dell’apparire” (passatemi il termine) c’erano tante ragazze normali con un po’ di cellulite e qualche chiappa tendendente al basso… Niente di tutto quello a cui siamo abituate sui social. E ho pensato che sarebbe ora di tornare alla realtà che proprio questi strumenti ci alterano.
    Perché poi non ci rendiamo conto che quello che vediamo sullo schermo del telefono non è vero, la super gnocca che si mette in posa, nella realtà quando cammina ha i buchini della cellulite e le zampe di gallina!

  17. Sarò contro corrente ma a me questi post non piacciono più di tanto. Certo ci dicono una cosa che in molte sappiamo: le donne comuni non sono come le modelle, anche quelle col corpo più scolpito e tonico avranno degli inestetismi. A volte le stesse modelle non sono realmente così perfette, perchè photoshop fa il suo. Però, preferisco pubblicità come quella di Dove, in cui le donne scelte hanno corpi effettivamente normali e nell’ambito del normopeso ci sono alcune più in carne, altre più magroline, quella con il seno prorompente e quella piattissima ma con i fianchi più abbondanti.. insomma tutti i tipi di corpo, ma restando in un ambito di normopeso o al massimo leggermente sovrappeso o sottopeso. Invece spesso e volentieri in questo genere di post, sembra voglia passare un altro messaggio per cui obeso è ok, ma non è affatto ok, visto che l’obesità è una malattia, che aumenta il rischio mortalità e morbilità di ben 5 volte. L’obesità è una malattia tanto quanto l’anoressia, di cui ci lamentiamo tanto delle modelle. In questo post, ci sono un paio di ragazze che sono oltre il sovrappeso, soprattutto quella che si sente un marshmallow mi sembra abbia bisogno di una cura e non di dire: wow vado benissimo con i miei 100 kg. E non lo dico dall’alto del mio corpo statuario, anzi, lo dico come ex obesa o quasi. Certo io non pesavo 100 kg, ma il mio peso era al limite del sovrappeso fino a circa un anno fa, quando ho deciso di prendermi più cura del mio corpo, ho iniziato un percorso di educazione alimentare e in nove mesi ho perso quasi 15 kg. Altri 6 o 7 kg e avrò raggiunto il tanto agognato normopeso. E io non tornerei mai indietro, ma non solo perchè mi vedo meglio o i vestiti ora mi stanno bene, ma perchè un paio di settimane fa ho scalato una montagna per la prima volta e l’estate scorsa non ce l’avrei mai fatta. Son contenta di aver condiviso la mia esperienza con voi e voglio dirvi che volere è potere e il nostro obiettivo non dovrebbe essere quello di essere come le modelle, ma di stare bene in salute e con noi stesse!

  18. che dire…condivido il pensiero di Kristen in pieno,nel senso che almeno per quanto mi riguarda,quando vedo un catalogo di costumi riesco sempre a sentirmi inadeguata,anche se alla fine riesco a fregarmene come è giusto che sia…non so,ci rimango sempre un sacco male a pensare che certi modelli hanno il potere di far sentire le persone “imperfette”,soprattutto penso alle adolescenti e a quanto diventi sempre più facile cadere nella “trappola” di dover essere perfette a tutti i costi…attenzione:per me è sbagliato anche fregarsene altamente del proprio corpo e non far nulla per stare meglio,ma per se stesse!!certo mi soffermo sempre a pensare a quanti complessi in meno avremmo se non ci spiattellassero in continuazione “esempi” da seguire..

  19. Ciao:) a me personalmente non infastidisce nè il post in sè, nè il messaggio nè le super figone che ogni tanto anzi raramente mi passano accanto per strada o in spiaggia. Le guardo, le ammiro e le invidio come tutte; poi mi guardo e penso che non sono male neanch’io! E se il mio metro e sessanta e i miei 58 kg non riscuotono lo stesso successo di due gambe da 5m l’una

  20. Posso dire che secondo me sono tutte una marea di scuse??
    Inanzitutto, perché loro devono essere considerate donne “vere”, mentre le modelle di VS no? Sono finte loro?
    Seconda cosa, penso che sia molto meglio avere un modello come una modella di VS, con un corpo magro e tonico, piuttosto che quello di un’obesa. Se qualcuna non vuole diventare come loro, beh, allora resti pure nel suo corpo flaccido, malsano, incapace di fare una rampa di scale senza avere il fiatone, ma non si inventi scuse.
    Io mangio bene, non troppo, faccio sempre esercizio fisico, e ho un bel corpo tonico. Non ci vuole molto a non essere molliccie, basta volerlo.
    E’ sinceramente abbastanza triste che la maggior parte delle donne non abbia un corpo così, e, proprio per questo, si senta giustificata a non averlo.
    Mi scuso se qualcuna se la prenderà con il mio commento ma ho detto sinceramente e senza peli sulla lingua quello che penso, basta ipocrisia.

  21. Ragazze però diciamo anche una cosa … gli angeli di Victoria Secret avranno anche un buon patrimonio genetico ma sono così perché fanno 2/3 ore di palestra al giorno e non mangiano praticamente niente . Io non sono come loro perché non faccio assolutamente nessuno sport e mangio quello che voglio ( pizza , patatine, birra , vino … ) . È ovvio che non ho un fisico da modella !! Se mi sbattessi quanto loro magari potrei averlo anche nel mio metro e 68 …. quindi più che invidiarle queste donne dico … tanto di cappello !!

  22. Però provo disagio all”idea che queste belle donne siano state messe in imbarazzo a farsi fotografare a confronto con le super modelle! Con il mio metro e sessanta e i 58-59 chili faticosamente mantenuti, una vita affettiva e professionale che mi piace, con i problemi e le difficoltà quotidiane di tutte le donne, essere perfetta in costume…..è davvero una priorità? vabbè sono lontana anni luce da ste panterone di VS ma, credetemi, senza invidia, ognuno ha la sua vita, in tutta franchezza pensiamo che “loro” perché hanno un corpo perfetto sono felici? Non credo proprio…….W le donne, conquistiamo un posto nel mondo, questo è importante, e le donne fisicamente imperfette che il post ci mostra se lo sono conquistato con le proprie competenze e capacità, l’importante è cercare di mantenere uno stile di vita il più sano possibile ……

  23. Secondo me in questi casi bisogna prendere coscienza di sè. Io ad esempio che sono “curvy” potrò anche fare ore e ore di allenamenti tutti i giorni e fare le loro diete ferree (cosa impossibile perchè mi piace magnare), ma non sarò mai come loro poichè per genetica, costituzione e/o metabolismo io magra non lo sarò mai, e va bene così. Ogni donna è diversa e può essere bella. Detto ciò anche a me piacerebbe vedere riviste con donne “normali” ma più che altro per vedere che effetto farebbero i vestiti su persone come me!

  24. Secondo me il paragone fatto fra le modelle di Victoria’s Secret e queste ragazze è sbagliato, semplicemente perché sono persone diverse! Non è per fare polemica, ma è normale che un costume stia in modo diverso ad ogni donna in base alla tipologia di fisico che ha. Secondo me sarebbe stata davvero utile e veritiera questa “impresa” se fossero state fotografate le modelle di VS in costume nella loro vita quotidiana e poi le foto fossero state confrontate con quelle del catalogo di VS, allora si sarebbe visto come Photoshop allontana questi corpi dalla realtà, rendendoli un’ideale di bellezza che non esiste, proprio perché è stato ritoccato con un computer! 🙂 Sicuramente sono donne che
    conducono un certo stile di vita, si allenano molto e anche la loro dieta sarà sicuramente strutturata in un certo modo, però anche loro sono umane dai! Qualche inestitismo lo avranno anche loro, solo che per strategia di marketing devono cercare di mostrare un corpo più perfetto possibile, per questo poi tutti i brand ricorrono all’uso del fotoritocco. È inutile confrontarsi con delle foto modificate, le ragazze dello shooting avrebbero dovuto confrontarsi con gli angeli nella loro quotidianità, e a quel punto cosa si sarebbe visto? Donne diverse con stili di vita diversi, e non ci trovo niente di sbagliato sinceramente, non possiamo mica essere tutti uguali in questo mondo! 🙂

  25. Magari dirò la cavolata del secolo eh ma io tutte queste ragazze che si sentono a disagio in bikini, senza motivi apparenti, mi fanno un po’ effetto. Veramente si lasciano così tanto influenzare dalle immagini di queste super top?? Mi sembra tutto sommato un’ansia all’americana (il solito controsenso dato che da loro la percentuale di obesi è molto alta)… E fa tristezza, perché a mio parere nasconde un profondo disagio.

  26. Io credo fosse questo il senso del post sai :)? Dire proprio “la normalità sono donne come noi di buzzfeed, vediamo cosa succede se proviamo costumi che sono in vendita per noi”, tutto qui (ma magari ho capito male io). Consiglio di leggere l’articolo originale, fa molto ridere, soprattutto Kristin che adoro sempre! Comunque a me piacciono abbastanza i post del genere su quel sito per la curiosità di vedere come potrebbero stare su di me, magra ma non certo modella, gli abiti che vedo cadere perfettamente su riviste e internet

  27. Le redattrici di buzzfeed che fanno questo tipo di post però hanno fisicità diverse, c’è anche lo,scricciolo super magro e Lara che mi sembra perfettamente normopeso!

  28. Ma insomma, basta con queste paranoie. In pratica siccome le modelle sono troppo belle allora ci si deve deprimere? Bah
    Poi le pose sono innaturali e scomode? Ma che discorsi sono :/
    Secondo me bisogna farsi meno paranoie e fregarsene, le modelle servono per pubblicizzare il prodotto, e le modelle sono cosí. Diamo meno importanza a tutto il business dell’immagine e degli ideali imposti e pensiamo a noi stessi.

  29. Sono d’accordo solo in parte… Voglio dire, ok che paiono tante scuse, ma se di costituzione non sei alta e magra, hai voglia di fare palestra, ma resterai lontana anni luce da queste donne. Certo fare movimento fa benissimo, però non per assomigliare a una modella…

  30. A parte tutto quello che è già stato detto sul fatto che non abbia senso paragonare una modella ad una persona normale (che poi, cosa è la normalità?), che al mondo non sono tutte modelle, trovo che 1) siano un po’ fisse americane quelle che paragonare modelle e persone comuni. In Italia non ho mai visto articoli di questo tipo. 2) Se cominciassimo a vedere la modella come una persona che presenta l’abito/costume e non come un ideale di donna da raggiungere a tutti costi o immagine di donna ideale (che detta così sembra un po’ brutto, non voglio dire che le modelle siano manichini senza personalità) vivremmo più felici. Quanta gente c’è che vedendo una modella pensa: “io non sono proprio così”? Credo il 95% della popolazione ma questo non vuol dire che ci stanno dicendo “ecco, tu devi essere così”. La modella fa il suo lavoro e sta facendo vedere che bella collezione di costumi ha fatto VS quest’anno. Ovvio che poi a me non sta come alla modella (ma nessun vestito sta uguale a tutti!).
    Le pose sono innaturali? Mica stanno obbligando le donne a mettersi così in spiaggia, servono per far vedere il costume e rendere tutto più accattivante.

  31. Quando ho visto per la prima volta l’articolo anch’io ho storto il naso al termine “Real women”, e che è, le modelle non sono vere forse? Ma poi ho letto e ho capito: si parlava semplicemente di “non modelle” al netto di Photoshop, ovviamente le modelle sono reali, ma le immagini che vediamo sulle riviste magari un po’ meno. Insomma, io l’ho intesa solo come un ok, gli angeli sono bellissime e perfette, ma questi costumi li vendono al pubblico, e il pubblico al 90% non sarà così ma con mille forme diverse, quindi… Come potrebbe stare a loro? Avevano fatto un articolo simile sulla taglia unica in vendita in certe catene, molto interessante anche quello! Poi oh, anche secondo me sono più le americane che fanno sti confronti, d’altronde è un sito americano… E io come articolo lo trovo utile, se poi mi perdo qualche analisi più profonda e metafisica amen 😛

  32. Sono d’accordo con te. Per dire, se una ha di costituzione il sedere basso / varie ed eventuali potrà migliorare ma hai voglia a diventare così… E poi perché triste? Se una ha un bel fisico ma qualche rotondità (parlo di normopeso eh, solo non un fisico da modella) allora è triste? (si parla di obesità, ma nell’articolo non mi pare si sia mai detto buu le magee e toniche w l’obesità, me lo sono persa?)

  33. Sono d’accordissimo. Per me il punto non è sentirmi in difetto quando guardo un catalogo, mi piace il mio corpo… Piuttosto il problema è non sapere come starebbe ad altri tipi di corpo!

  34. A me più che coraggiose sono sembrate solo abbastanza stupide e frustrate. Che male c’è a migliorarsi? E poi che senso ha accanirsi con le modelle ? Non sono fatte di molecole diverse dalle nostre , basta semplicemente avere un po’ di volontà e un minimo di saggezza per accettare la propria costituzione senza che però diventi una scusa per non tenersi in forma . Ma dai, ci siamo dimenticate della bella scarlett ? Mi sembra abbia un fisico normalissimo.. Boh non capisco davvero

  35. non so, non sono convinta da questi tipi di post. voglio dire, esiste una normalità? cosa vuole dire “la normalità sono donne come noi e non come loro”? ogni donna è diversa, c’è chi è nata alta, chi bassa, chi longilinea, chi più rotonda, chi ha un viso delicato e chi ha dei tratti più marcati, ma secondo me non esiste la normalità. semplicemente al mondo esistono miliardi di mestieri differenti e ogni donna avrà delle caratteristiche più affini per un certo tipo di mestiere. secondo me le modelle devono rispettare certi canoni, proprio perché è il loro lavoro! chiaramente la salute viene prima di tutto, ma posto che le modelle di VS non mi paiono per nulla patite, secondo me è giusto che siano così! non voglio parlare di bello o brutto, perché per me questo discorso esula dal bello o brutto, voglio proprio parlare di canoni. non puoi fare il medico senza una laurea in medicina, non puoi fare l’attore senza sapere recitare, e secondo me non puoi fare la modella senza un certo tipo di fisico. questo non vuole dire che le donne debbano passare la vita a cercare di diventare così, anzi. io penso che tutte le donna debbano accettarsi, piacersi e provare a migliorarsi, per se stesse, per essere più felici e per essere in salute. però non capisco perché questo accanimento verso quei fisici: voi comprereste mai una crema antirughe pubblicizzata da una con la pelle piena di solchi? vi iscrivereste mai in una palestra che vi promette un sedere con la cellulite? la cellulite, i cuscinetti, la ritenzione,le rughe, prima o poi ce le abbiamo tutte, ma quando compriamo una crema o ci iscriviamo a un corso siamo attratte da un viso liscio e da un bel sedere tonico!

  36. Allora, io sono a favore della lotta agli stereotipi di come la società vuole la donna. Però fino a un certo punto… le modelle hanno un fisico super tonico perchè si sbattono tutto il giorno in palestra…è il loro lavoro!! Allo stesso modo anche donne “normali” con un minimo di accorgimenti potrebbero avere un bel fisico…solo che a volte è più comodo mangiare un gelato che farsi una corsa! e allora non lamentiamoci se poi il bikini non ci sta bene.

  37. secondo me quello che voleva dire martaZ è un’altra cosa. cioè, non bisogna essere per forza delle modelle per avere un corpo tonico e allenato, basta mangiare bene e fare sport regolarmente. è ovvio che non diventeremo tutti angeli, ma magari ci vedremo meglio con i loro costumi indosso 🙂 (e saremo più sane)

  38. Le mie parole saranno dure ma… per me tutto questo non ha senso. Semplicemente perché la bellezza (oggettiva) è qualcosa che non appartiene a tutti. Ognuno di noi senza alcun dubbio può, a modo suo, affascinare e piacere a prescindere dai propri difetti; le ragazze normali (come suppongo tutte noi siamo) possono curarsi e trarne vantaggio, ma non saranno mai modelle e nemmeno dovrebbero aspirare ad esserlo per poter vivere in maniera sana. Anche se ingiusto, E’ OVVIO che le modelle debbano essere BELLE (di base se non altro. La magrezza eccessiva per me rientra in un altro discorso). Non trovo sensato sostituire una donna bella con una normale nelle pubblicità, proprio perché rappresentano qualcosa di ideale, nonostante tutto questo sia ingiusto. Per me la soluzione è NON RAPPORTARSI alle modelle

  39. Hai proprio ragione.. Per altro mi hanno colpito due ragazze (Allison e Lara ) che a mio avviso hanno un bel corpo ma dicono di trovarsi a disagio in bikini (!).. Se ci credono davvero hanno problemi seri, senza offesa..

  40. Allora… Fare la modella è una professione… Come per ogni altra professione vi sono dei requisiti, e, in questo caso, sono richiesti anche dei requisiti fisici. Le modelle lavorano col loro corpo, e rappresentano l’ideale di bellezza di un determinato periodo storico. Per fare ciò si allenano, esattamente come un calciatore si allena per avere determinate prestazioni, esattamente come un saltatore in alto o lungo, esattamente come un ballerino, ecc…
    Tutte le persone sono più propense a fare determinate attività che altre, per motivi di educazione, motivi caratteriali, come pure genetici.
    Ma allora mi spiegate perché le modelle di VS non vengono considerate “Donne Vere”?!

  41. Non mi sono riferita a tutte le ragazze ma a due in particolare, che non credo rappresentino un tipo di corpo, ma una malattia.

  42. io ho apprezzato particolarmente questo post e reputo il messaggio molto profondo.dal mio punto di vista,l’ idea che vogliono far passare è che tutte le case di moda scelgono modelle con un fisico perfetto e non reale,per chi non è modella.si,è vero,bisognerebbe fregarsene di ciò che vediamo sulle riviste,ma questo lo può capire un adulto cosciente,che ha imparato ad evitare il giudizio altrui.le ragazze molto giovani,invece,in un periodo come quello dell’adolescenza,in cui si è in continuo cambiamento,cercano di identificarsi con le modelle e vogliono apparire come loro.è proprio qui,che io credo si faccia passare un messaggio negativo,perchè fin da giovani ci sentiamo inadeguate alla società che ci circonda,ma non comprendiamo che in realtà le immagini che passano non rappresentano la realtà.la verità è che chi più chi meno si sente inadeguato del proprio corpo,e questo progetto che hanno realizzato,ha smosso molto l’idea di irrealtà che si cela dietro il mondo della moda.spero si sia compreso ciò che vorrei dire,scusate gli errori

  43. In spiaggia vedo tante donne con un fisico “normale” (qualche chilo in più, cellulite etc) che non sembrano a disagio in bikini. Forse a volte diamo troppa importanza al cercare di somigliare a modelli non raggiungibili per tutti. Personalmente non mi importa se non sono uguale a una modella di VS, mi affascinano molto di più donne come la Cristoforetti o Fabiola Gianotti (direttore generale del Cern di Ginevra).

  44. Hahahahahahahahahah è Veroooooooooo! Abbiamo scritto la stessa cosa! Bello saper di non essere le uniche a pensarla così!

  45. si, meno male! ho sempre paura quando esprimo questo tipo di opinione di venire aggredita dalle altre donne 😀

  46. Ciao Clio! Mi dispiace ma questo post non mi piace affatto. Lo trovo come un insulto e forse quasi anche come una sorya di discriminazione verso chi quel corpo da “panterona” (come dite voi) lo ha o chi lo ammira (come la sottoscritta). Non si può assolutamente negare che il corpo degli angeli di VS sia un corpo SANO e non è magro quello delle modelle parigine degli inizi anni 2000! Quel corpo se lo sudano e io ambisco ad avere quel corpo (anche se sono molto lontana). Sicutamente non sono magrissima, ho il sedere sporgente e e le coscie grosse (parlo da 17enne che ha tutte le sue paranoie; forse non è così ma io mi vedo così) ma sinceramente non mi sento rappresentata da quelle donne. Si, sono state coraggiose e beate loro se si accettano così come sono! Ma se le vedessi in un giornale di moda non mi sentirei meglio e a mio agio, anzi!
    Poi adesso si cerca di far passare a tutte il messaggio di un corpo SANO; anni fa tutte a scagliarsi contro le modelle magrissime e quasi annoressiche delle passerelle. E per voi quelle donne danno un buon esempio? Neanch’io sinceramente mi sento di dire che sono un buon esempio di salute visto che peso 65kg × 168 cm, ma è per questo che voglio migliorare!!
    Baci 😀

  47. le modelle sono bellissime,rispetto a quello che si vedeva anni fà (modelle schelettriche),il loro corpo è frutto di ore di allenamento e diete riggide (anche con l’aiuto di photoshop) ma è molto più vicino a noi.
    a me questa campagnia dà l’idea che si stia (non in tutte le foto) spingendo verso l’obesità come in passato si faceva con l’anoressia.
    ogni corpo ha le sue forme quindi è una cosa soggettiva.
    ancora oggi in passerella si vedono modelle molto magre (dior,ecc.),perchè prendersela con le modelle di victoria secre?

  48. Immagino tu ti riferisca a Sheridan e Kristin; posto che non so se davvero siano obese (non ho le loro cartelle cliniche e ho conosciuto ragazze alte come loro piene cosi e perfettamente in salute… E non lo dico per tirare acqua al mio mulino, io sono normopeso con una massa grassa minima), loro sono nella redazione di buzzfeed come le altre, gli articoli li fanno loro e non credo dovrebbero escludersi… Anche perché non ho letto da parte loro un “noi siamo sane e belle le modelle no”, anzi, si prendono sempre molto in giro

  49. Io lo avevo già visto e penso sia un bel post. Da donna magra e fortunata vorrei anche io avere la pancia più piatta e il sedere più sodo… Tutte volgiamo essere migliori ma io lo voglio per me stessa non per le copertine o le pubblicità. Penso che questo articolo sia bello, le donne sono state coraggiose e vi dirò che alcune di loro erano davvero belle!!

  50. Purtroppo ho anch’io amiche che hanno un corpo normalissimo, senza niente fuori posto ma si sentono a disagio all’idea di farsi vedere in bikini… Non la vedo una cosa così rara (senza senso sì eh)

  51. non posso fare a meno di notare che le modelle sono talmente perfette da non avere nemmeno un neo. c’è del ritocco così finemente presentato che nemmeno “gli angeli” possono permettersi imperfezioni tanto naturali quanto i nei. Di certo non mi sento io un problema solo per avere smagliature o inestetismi della cellulite perché se dovessi io rappresentare un brand, sparirebbero anche da me.
    Loro svolgono il loro lavoro, sono bellissime e molto probabilmente meno perfette di quello che appaiono. Io non devo fare la modella, non sono magra ma sono in salute, e se vado al mare trovo il costume più adatto alla mia fisicità e sono contenta così 🙂

  52. Guarda mi hai letteralmente tolto le parole di bocca! E ti stimo tantissimo per ciò che hai detto! Ormai va di moda fare questi tipi di post, come per “scusarsi” del fatto che non si ha un bel fisico.
    E poi anche io non riesco a capire sta cosa delle donne “vere”. Cosa cavolo vuol dire donne vere? Quindi le modelle non sono donne vere solo perchè hanno un bel fisico??
    E poi sinceramente fa più piacere alla vista guardare un cirpo magro, tonico e sportivo come quello delle modelle di VS, piuttosto che un fisico flaccido e grasso.
    Alla fine fare questi post qua è ridicolo. Invece di lamentarsi per il fatto di non avere un bel fisico, bisognerebbe alzare il culo dal divano e fare un po’ di sport e mangiare sano e non porcherie! Volere e potere e tutte VOLENDO potremmo avere un bel fisico. Ovviamente generalizzo, ma so che ci sono persone che per costituzione o per problemi di salute non riescono ad avere il fisico che vogliono anche se fanno sport e mangiano sano, ma per le altre che questi problemi non ce li hanno, è stupido scusarsi.

  53. mah… è tutta una questione di psicologia, ovviamente: io mi piaccio, non mi reputo una strafiga ma bella sì. E non m’importa di ciò che pensa la gente.
    Se apro un giornale e vedo abiti che mi piacciono su modelle striminzite, io guardo il capo, non la tipa e mi dico che nel caso in cui trovassi un vestito simile probabilmente mi starebbe bene tanto quanto o addirittura meglio di lei.
    Certo, comprendo che esistono donne insicure ed insoddisfatte del proprio corpo e queste devono fare tesoro del messaggio lanciato da questa campagna: ragazze, nella vita vera non esiste photoshop…siamo belle comunque siamo!

  54. Per fortuna le donne normali, le madri e le ragazze non comprano VS ma i costumi alla bancarella sulla spiaggia che per fortuna le taglie le ha tutte, e anche dei modelli che possano vestire tutte i gusti!

  55. semplicemente lo stile di vita al quale siamo abituate (o costrette?) non permette a tutte di poter passare anche solo un’ora al giorno in palestra. sono d’accordo con te, pare sempre che sia difficile non essere sovrappeso. nonostante ciò, fra l’essere “normali” e l’essere “fisicate” ce ne passa.

  56. Secondo me queste modelle di victoria’s secret sono troppo magre e non le trovo per niente allettanti..anzi vi dirò di più…trpvo molto più sexy la ragazza “comune” con costume bianco, ad esempio, che la corrispondente modella.

  57. Ciao a tutti,
    non capisco “l’indignazione” verso il post, né verso le modelle. Non è affatto dett, a mio avviso, che non ci siano in giro donne (e ci sono) che non fanno il loro stesso lavoro, ma alle quali stanno di gran molto meglio costumi da bagno, nonché in altre occasioni, abiti di ogni genere.

    Inoltre se le ragazze che hanno posato con gli stessi costumi, si sentivano così a disagio, forse avrebbero dovuto rifiutare. Al contrario, se accetti, perché farla lunga sulla sabbia sotto le ginocchia o l’acqua gelida? Se acconsenti, cerca di posare al meglio.
    Questo è solo il mio parere.

  58. A costo di attirarmi l’antipatia di molte devo dire una cosa: saranno anormali le modelle di Victoria’s Secret che sono statue, ma non posso considerare normali nemmeno le donne che pesano 150 kg.
    Cosa dovrebbe fare un brand, creare solo linee per oversize? Quei costumi starebbero bene alla maggior parte delle donne veramente normali, che però non sono obese come quelle di questo servizio.

  59. Sono fondamentalmente d’accordo con il fatto che avere sempre davanti modelli di ragazze magre e in forma possa condizionare, a volte anche in modo negativo, le ragazze più giovani, però secondo me dovremmo anche metterci nei panni di chi vuole vendere un prodotto: fossi al loro posto anche io sceglierei di utilizzare una modella sulla quale il costume possa essere esaltato nella sua bellezza! Poi sta a noi andare in un negozio e vedere ciò che sta bene a noi e che esalti i nostri punti forti! La cosa vale per ogni prodotto! Avete mai visto un bimbo grasso in una pubblicità delle merendine???

  60. vabe Clio, con Giuliana siete andate in giro per New York e commentavate in negativo le “ciccione” che incontravate per strada… suvvia… 😉 non facciamo le perbeniste

  61. certo, per quanto una si sforzi non diventerà mai alta 1,80 e con una quarta di seno! 🙂 ma nel limite del proprio fisico, facendo dell’attività fisica ognuno potrebbe tonificarsi e diventare più sano! Poi ovvio che se queste sono modelle anche madre natura ha fatto la sua parte, sennò tutte saremmo modelle!

  62. Secondo me dipende da quanto una ha voglia di “farsi il culo”, ovvero di quanti sacrifici ha voglia di fare per un determinato obiettivo, per le cose che piacciono il tempo si trova se uno lo vuole! Certo è vero che lo stile di vita di oggi complica le cose, però non è impossibile avere un corpo magro e tonico, solo molto difficile! E se una non fa sforzi per ottenerlo, è inutile che si lamenti del corpo che ha, rinunciando a qualsiasi fatica con la scusa del “sono queste le donne vere”!

  63. Hai ragione, condivido, io sono una di quelle ragazza magre che però ho difficoltà a mostrarmi in costume, non so che dire mi vergogno come tutte…

  64. Il problema di base, come già detto da sempre, è che cerchiamo disperatamente di assomigliare a quelli che sono dei canoni che ci vengono imposti quasi da quella che è la società al giorno d’oggi. Veniamo costantemente BOMBARDATI da tizie fantastiche in bikini e subito dopo pubblicità di prodotti per dimagrire. Senza senso. Bisogna sapersi accettare per quello che si è. Poi un conto è volersi migliorare, ma in modo intelligente. Una,come me, che di costituzione è grossa pur dimagrendo non potrà mai diventare una Adriana Lima o chi per altro.E bisogna essere intelligenti e maturi da capirlo. Io sono Io. Voi siete Voi. vediamoci belle perchè lo siamo. Impariamo a stare bene con noi stesse senza paragonarci sempre a qualcun’altro 🙂

  65. Leggo parecchi commenti perplessi e francamente me ne dispiace. Non tutti abbiamo la stessa consapevolezza granitica del fatto che “le modelle sono modelle, la normalità è altra cosa e va bene così”. Molte persone si sentono a disagio nel loro corpo a causa di questo modello unico di bellezza che viene proposto ossessivamente dai media e credo che proporre dei modelli alternativi o quanto meno provare a sfatare il il mito della perfezione sia importante e utile. Perché se siamo a disagio con noi stesse faremo più fatica a far emergere la nostra personalità, creatività e originalità….in tutti i campi!

  66. A me questo post è piaciuto molto. Perché è facile dire bisogna accettarsi, non bisogna farsi discriminare, bisogna farsi “il culo” e smetterla di lamentarsi etc etc etc
    Tutte cose vere ma che non tutte possono permettersi. Ci sono anche ragazze fragili…e sono tante…che nonostante tante belle parole non riescono ad accettarsi come sono. Ci sono persone che per motivi di salute non posso fare sport come vorrebbero. Ci sono donne che semplicemente non hanno voglia di vivere a broccoli, pesce scondito e sessioni di cardio. E questa società iper competitiva non le aiuta per niente.
    Qualcuna di voi dice : ma sono modelle è il loro mestiere. Vero ma che debbano essere mostruosamente perfette è una scelta commerciale e contro questa scelta mal sana è giusto che si continui a lottare. Perciò ben vengano queste campagne contro e ben vengano persone coraggiose come loro che hanno il coraggio di dire basta a questa ricerca esasperata del perfezionismo.

  67. sono molto timida e di solito non commento mai, ma in questo caso ci tengo perché secondo me leggendo i commenti stiamo un po’ fraintendendo il messaggio. Io ho letto l’articolo originale su buzzfeed (e se masticate un po’ l’inglese ve lo straconsiglio perché è davvero carino e divertente) e da quello che ne ho capito io il messaggio che queste ragazze vogliono farci arrivare non è soltanto “noi non siamo angeli di Victoria’s Secret”, ma secondo me cercano più di criticare la casa di moda perchè crea i costumi in modo tale che stiano bene soltanto alle modelle, e questo si riflette nelle pubblicità. Una di queste ragazze (credo Kristin) infatti diceva che alzando il braccio le si vedeva il seno, nonostante il costume fosse della sua taglia! Non giudico il suo corpo perchè potrebbe essere obesa come potrebbe essere in perfetta salute, non sono un medico e non posso capirlo da una foto, ma qualsiasi corpo abbia dovrebbe avere la possibilità di avere un costume anche di un marchio famoso come Victoria’s Secret che le calzi a pennello e la faccia sentire bellissima, e questo purtroppo non avviene mai!!!
    Le case di moda creano i costumi sul corpo delle modelle, e poi li “ingrandiscono” nelle varie taglie, senza pensare a come vestirebbero su una persona “normale”, così se ci vogliamo regalare un costume di marca spesso questo nonostante il prezzo esorbitante non ci fa sentire belle e a nostro agio come dovrebbe…
    secondo me il messaggio dell’articolo è questo, non vuole tanto criticare le modelle che, beate loro, sarebbero belle anche con un sacco della spazzatura addosso.

  68. Questa storia a me ha un po’ stufato, sinceramente. Premettiamo che sono una ragazza normalissima, e non una modella, ma vedere ragazze bellissime come gli angeli di Victoria Secret non mi crea il minimo problema, anzi! Non vedo perché dovrei sentirmi penalizzata o non rappresentata: loro sono modelle, io no, fine. In realtà credo proprio che siano loro a dover indossare i costumi e fare le pubblicità, perché loro lo possono fare, e non c’è niente di sbagliato, è una “propensione” come altre. Non credo che mi sentirei rappresentata nemmeno da una ragazza più “normale”, magrissima, o sovrappeso perché se cerco la normalità mi basta mettere la testa fuori di casa. Se guardo un catalogo di moda sono ben felice di vedere top model abbronzate e con il fisico scolpito, al massimo abbozzo un sorriso pensando a quanto ci abbiano messo a fare quella foto, ma l’unica cosa che mi suscita è ammirazione. Se poi una persona ha bisogno di essere rappresentata da una modella per sentirsi realizzata, non so cosa farci. Il 90% di noi non ha quel corpo, ma non vedo perché chi lo ha non debba sfruttarlo.

  69. Anche a me dicevano sempre che ero “pazza” e me lo sognavo… Poi abbiamo scoperto che sono intollerante al glutine… Non è solo un fattore estetico, è proprio fastidioso, nemmeno io mi sentivo molto sicura scoperta 😉

  70. Che le modelle di Victoria’s Secret non rappresentano il 90% delle donne e’ vero ma e’ altrettanto vero che la percentuale restante esiste ed e’ come loro! Io credo che ognuna di noi debba infilarsi il vestito, le scarpe o il costume che mette in risalto se stesse e non infilarsi qualcosa che le metta a disagio o peggio ancora in ridicolo… E lo dico da taglia 44!

  71. Che poi per bagnarsi i capelli poteva benissimo usare l’acqua di una doccia o di una bottiglietta….

  72. Bah, volevano far passare un messaggio bello e profondo, ma ne è venuta fuori una cosa piuttosto grottesca a mio parere… Il post è carino eh, le donne “normali ” le trovo belle attenzione, ma paragonate così apertamente agli angeli…beh mi sembra oltremodo offensivo non so

  73. Queste ragazze sono straordinarie e non solo…guardando i costumi indosso a donne simili a me mi è venuta voglia di comprarli perché danno molto di più l’idea di come sia la resa su spiaggia.

  74. Chissá, forse le modelle di vs si sarebbero sentite a disagio a scrivere un articolo. Questo non per dire che le modelle sono stupide, ma per dire che ognuno fa il suo lavoro. Il lavoro delle modelle é essere perfette.
    Le spiagge sono piene di donne in bikini, belle e brutte, grasse e magre, giovani e vecchie, e mi pare che non soffrano poi cosí tanto. Questo perché siamo molto piú intelligenti di quanto questi articoli ci ritengano, e sappiamo benissimo di essere noi quelle “normali”. Ma dove sono tutte queste donne a disagio nelle spiagge italiane??

  75. Io l ho già detto altre volte e qui lo ripeto. C è una bella diferenza tra accettare i propri difetti fisici e l arrendersi a mangiare solo maionese e cioccolato senza fare due scalini. Dimagrire si puó, avere un bel fisico tonico si puó! Basta impegnarsi, e basta una mezzora al giorno di esercizio fatto bene. Nn mi si venga a dire che non si ha tempo… Io nn saró perfetta, ma so che mi impegno e questo mi rende orgogliosa! La salute viene prima del perbenismo…

  76. Mah…. Io non sono come un angelo di Victoria, ma non mi disturba affatto vederle sui cataloghi, anzi, la loro bellezza è una grande strategia di marketing, perché invoglia ad acquistare e speriamo che l’abito o il costume ci stia bene quasi quanto a loro.
    Non avrei fatto lo shooting, perché semplicemente che si deve dimostrare? Che non lavoro come modella? E quindi?
    Poi voglio dire, perché gli Angeli non devono essere presi ad esempio? Sono malsani? Non mi sembra. Hanno dei corpi salubri, e sono un bel modello cui ispirarsi. Non rappresentano la realtà? Peccato. Ma al di là di problemi fisiologici, siamo noi e il nostro stile di vita, la maggior parte delle volte, la causa della ciccia e del muscolo non tonico. Quindi se scegliamo di cedere ai peccati di gola e vederci un film invece di fare un pedalata, va benissimo, basta che siamo consapevoli che è una nostra scelta (anche la mia molto spesso ahahahahah!!!) e non ci lamentiamo della discrepanza che si nota sui cataloghi.

  77. Guardare un bel corpo è piacevole. Non comprerei un costume se lo vedessi indossato da modelle brutte. Non siamo ipocrite, è un ragionamento che facciamo tutte. Non sarei invogliata all’acquisto, così come non sarei invogliata a comprare della frutta ammaccata dal fruttivendolo. Le modelle servono a questo, i loro corpi piacenti rendono il prodotto pubblicizzato desiderabile ai nostri occhi. Loro sono “donne vere” tanto quanto lo sono io, con i miei difetti. I paragoni sono inutili, l’equilibrio mentale consiste nell’accettazione di sè stessi senza goffi tentativi di imitazione. Queste donne del post sono diventate ridicole NON a causa dei loro fisico, ma perché, scimmiottando gli angeli di VS, si sono rese buffe e goffe. Per intenderci: il trono Over di Uomini e Donne fa pena e pietà perché gli anziani si scimmiottano giovani. Le forzature non sono mai buone. Ognuno si tenga il fisico che ha e, se desidera, cerchi di migliorarlo come può. E lasciamole perdere a ste povere modelle, che pare siano diventate il male del mondo.

  78. Credo che sia un problema molto più sentito negli Usa che da noi perché il sovrappeso e l’ obesità hanno raggiunto dei livelli patologici, un conto è NY o, Miami o LA ma in Texas per es dove sono stata per un po’ la maggior parte delle persone che vedi attorno a te ha gravi problemi, per loro sta diventando la “normalità” e si sentono discriminati dai media e dalla moda

  79. Finalmente qualcuno che dice le cose come stanno,ti stringerei la mano!
    Io , a mio parere ho un bel fisico tonico e longilineo, è come hai detto tu non ci vuole poi così tanto per ottenerlo solo un po’ di sport..Tra l’altro questi angeli non mi sembrano poi così lontane dalla realtà perché,almeno nella mia zona (Ancona) quando vado al mare in costume parecchie hanno un fisico che non ha nulla da invidiare a queste modelle.
    Ovvio che vedo anche molte altre con fisici fuori forma ma è nomale ,ognuno sceglie lo stile di vita che vuole,però poi non incolpiamo i brand di idealizzare le donne…
    Come hai detto tu,ho notato,che nonostante ci siano molte donne “normali” con dei gran bei fisici , scelgono sempre quelle un po’ fuori forma ecc. Appunto per far passare il messaggio che quella è la donna comune , quandonon è proprio così,per giustificare la poca voglia di prendersi cura di se.
    Non è un caso che tutti questi sondaggi nascono in America dove un terzo della popolazione è obesa.

  80. Ciao Clio e ciao ragazze… Questa è la prima volta che commento sul blog(nonostante segua clio da tanti anni) ma diversi commenti sotto questo e altri post precedenti mi hanno spinto a dire la mia.
    In particolare io penso che lo scopo principale dell’articolo di buzzfeed fosse effettivamente mostrare come i costumi(così come succede anche con i vestiti in generale) non riescano a valorizzare particolarmente fisici diversi da quelli delle modelle. Non per questo stanno criticando il tipo di fisico di queste donne…ricordo infatti che hanno fatto un articolo simile con siti di abiti “curvy” e mostravano che in effetti anche in quel caso su donne “normali” curvy i vestiti non cadevano allo stesso modo… Questo per dire che è ovvio per le modelle è un mestiere, per il quale devono avere dei determinati requisiti fisici e quindi sicuramente non è colpa loro … Ma è anche vero che purtroppo ci sono in effetti molte persone e soprattutto ragazze molto giovani che davvero vengono influenzate tanto da ciò che vedono non tanto sui giornali ormai ma in giro su internet… Quindi mi rendo conto che molte persone qui nei commenti dicano giustamente che le modelle sono modelle e il loro scopo è solo quello di “fare da manichino” per gli abiti ma è anche vero che soprattutto per quanto riguarda proprio gli ‘angeli’ c’è davvero una grande pressione mediatica… Per non parlare del fatto che il 90% di attrici, cantanti e donne dello spettacolo hanno comunque tutte una certa tipologia di fisico che quindi finisce per diventare lo standard… Che non rappresenta la stragrande maggioranza delle donne…

  81. La mia era una critica in generale a questo genere di articoli, non una crociata verso queste due ragazze. Io non ho nulla contro le ragazze in carne, lo sono stata e anche ora non sono filiforme e avrò sempre un seno abbondante. Quello che volevo dire è che delle volte puntiamo talmente tanto all’aspetto psicologico della questione (le modelle passano un’immagine sbagliata, non c’è dubbio), da rischiare di finire nell’eccesso opposto, ovvero “anche se sono leggermente obesa ( le obese non sono solo quelle che non si riescono ad alzare dal divano manco per andare in bagno) vado benissimo così perchè sono le modelle che mi fanno sentire in colpa”. E invece tutti dovrebbero puntare ad uno stile di vita e ad un’alimentazione più sana, per una questione di salute, senza chiaramente diventare talebani del cibo! Insomma come sempre penso che in media stat virtus. Forse non sono riuscita ad esprimere bene il concetto, non lo so..

  82. Ma poi non capisco perchè non comprerebbero un costume indossato da una di queste ragazze?
    Io se vedessi su una rivista che sta bene un costume su una ragazza che ha la 42 (era un’esempio vanno bene anche altre taglie) lo proverei subito, non sono belle solo quelle che hanno la 38.

  83. Condivido.
    Mi chiedo perchè un sacco di gente senta il bisogno di confrontarsi con le modelle, mi sembra francamente una cosa idiota. Io mi conosco e so com’è il mio fisico, cosa mi sta bene e come, non me ne frega una fava di essere come la modella, lavoro sul mio corpo e me ne prendo cura però per essere al meglio della mia forma perchè mi fa sentire bene e in salute.
    Quando sento dire “vorrei vedere nei magazine donne che mi rappresentano” dico, ok l’industria della moda non è particolarmente democratica nella scelta dei fisici da proporre ma un bel chissenefrega no? Tutta questa pressione per essere uguali alle modelle onestamente non la sento, mi sembra una cosa per poveri di spirito.

  84. DONNE VERE VS MODELLE DI VS. Perche, le modelle di VS che sono? Ologrammi? Basta con sti post che più che insegnare ad accettarci, creano polemiche inutile su cosa dovrebbe o non dovrebbe essere il corpo di una donna.

  85. Mah, a me non è tanto il confronto con gli Angeli che mi inibirebbe se fossi di fianco a loro… Voglio dire, sarebbe stupido confrontarsi con la categoria di modelle più perfette esistenti, quindi non mi smonto più di tanto quando le vedo sui giornali. A me quello che fa girare le balle è quando in spiaggia vedo le ragazze NORMALI con le pance piattissime e le gambe snelle!! :°D Proprio perché loro sono “mie simili” mi fa sentire più a disagio il confronto, mi fa sentire una balena spiaggiata e mi fa pensare che il mondo è un posto ingiusto! Perché in fin dei conti che gli Angeli siano perfette è scontato e ovvio, ma la tua vicina di ombrellone “comune mortale” fa rosicare sì, e tanto anche! 😉

  86. Allison indubbiamente è stata quella che si è scelta la posa e il costume più “sicuri”, essendo comunque magra XD
    Ammetto che questo progetto mi lascia un po’ perplessa… insomma, giustamente avrebbe senso mettere delle donne un po’ più “ordinarie” a pubblicizzare dei costumi e soprattutto pensare a donne ben più formose o con umani difetti quando li si realizza (personalmente sono in attesa della ricomparsa delle culotte, per coprire un po’ di cellulite e smagliature)
    C’è da dire che gli angeli di Victoria’s secret hanno dei corpi da urlo, però non sono dei modelli “malati”, insomma, non mi sembrano né anoressiche né deperite, semplicemente ragazze che si impegnano a mantenere il fisico invidiabile che madre natura ha donato loro… perché non c’è dieta o ginnastica al mondo che possa far diventare alcune di quelle ragazze “ordinarie” (categoria in cui inserisco anche me stessa) come loro… secondo me il vero problema è che sono ragazze fisicamente molto simili: vitino di vespa, spalle stretta, polsi (e immagino anche caviglie) affusolate, 2/3 di seno; ci fosse stata appena un po’ di varietà in più avrebbero sconvolto meno, anche se fossero state tutte snelle e atletiche

  87. Esatto. Poi io penso che alla moda ormai interessi relativamente far apparire la donna bella ed esaltata (vedi certi abiti o certi trucchi sulle passerelle) quindi non mi ci immedesimo proprio. Posso valutare l’abito secondo il mio gusto e sappiamo tutti che l’abito, soprattutto se estroso e elaborato veste meglio un fisico asciutto. Quindi non mi aspetto un boom delle curvy o delle donne comuni nella moda in futuro.
    Siamo d’accordo che la moda non sia democratica ma non vuole nemmeno esserlo purtroppo perché ad essa interessa il vestito.
    E in questo caso, come in tutti gli altri, il protagonista é il costume.
    Cmq ho sentito dire che VS veste bene tutte le taglie quindi non c’é discriminazione del tipo “no teniamo solo la 38”. Sul fatto che poi reggano tutto a tutti non saprei..

  88. no daiii!!!! l articolo non sottintendeva curvi e okay!!! il punto e che dal momento che tutte queste ricerche sono fatte in USA dove l obesita e veramente tanto spaventosamente diffusa la percentuale di donne obese e maggiore per questo capita di vederne cosi tante. poi nell articolo ci sono anche donne normopeso, quindi non trovo proprio questo voler ribadire ” grasso e bello ” nell’ articolo.
    calcola che ti parla una persona magra e minuta dall’ alto del suo 1,58 m. buona giornata!

  89. ehi ciao! beh guarda che se stai seduta 8-9 ore su una sedia in ufficio ti ci vuole un’ oretta per tornare a casa, hai piu di 35 anni non e sempre questione di non aver voglia.

  90. Io credo che il senso dell’articolo fosse tutto sbagliato. Avrebbero dovuto prendere costumi di VS che donavano alle donne normali per dimostrare che anche noi comuni mortali possiamo sfoggiare le nostre curve e sentirci bene con i costumi giusti per noi. Confrontarsi con una top model è come confrontare il mio saggio di danza con un balletto della Scala. Che senso ha? Bho.

  91. Sinceramente io vedo questi costumi molto piu coprenti di altre robe viste in giro…e gia questo dovrebbe sollevare il morale ! Poi a me sta bene tutto il perbenismo del mondo ma la realtà(lo dico da ragazza sovrappeso) e’ diversa. Io credo che l’importante non sia accettarci, ma dare il meglio di noi , in ogni ambito. E dove non arriviamo ci consola il fatto che ci abbiamo provato. Le due ragazze che credo siano definibili obese, non sono un esempio e non dovrebbero essere una scusa.

  92. la penso come te….. ci si sente “dalla parte delle racchie” e per noi donne, credo, in questi momenti passa in secondo luogo l’autostima, il fatto di essere belle persone (nel senso di sensibili, intelligenti, solari ecc.)

  93. Sono assolutamente d’accordo con te!
    Anche io trovo assurdo criticare le modelle anoressiche e poi proporre come modella un donna obesa. In entrambi i casi il problema non è l’aspetto ma la salute!
    Ps. Complimenti e altre mille vette da raggiungere

  94. Credo abbiano voluto includere diverse tipologie di corpo femminile, tutte diverse tra loro… Allison ha sicuramente qualche chiletto in più, soprattutto nella zona inferiore del corpo, niente di terrorizzante eh, anzi! Mentre Lara ha semplicemente un corpo molto magro di natura e buon per lei, ma si vede che non è affatto un corpo tonico. In quel caso basterebbe fare una ventina di squat al giorno e verrebbe fuori un fisicone. Ma perché sbattersi tanto? Meglio lamentarsi facendo una campagna contro VS!

  95. Posso dirvi la mia opinione? Ci ho riflettuto un po’ rendendomi conto che io, come moltissime altre, vedendo queste immagini finiamo per sentirci un po’ inadatte. Io credo che donne effettivamente dotate di un fisico che si avvicina alla perfezione per i canoni di bellezza occidentale siamo impiegate per un unico motivo: indurre nel cliente (e vale soprattutto per le donne) il pensiero “se compro quell’oggetto assomiglierò un po’ a loro”.
    Stimo molto chi riesce a “sbattersene”, non è una critica verso i vostri commenti. Però credo che voi rappresentiate una parte di “clientela” un po’ atipica, mentre la stramaggioranza secondo me è guidata (anche inconsciamente) da quella sorta di sentimento di emulazione che descrivevo prima.
    Il problema è che il costume o il capo d’abbigliamento è proprio pensato per stare bene a donne che è “facile” vestire.. Chi comprerebbe lo stesso costume se a indossarlo fosse una donna che ha i suoi difetti(escludendo le condizioni patologiche, ovviamente)? Il capo non ci sembrerebbe più così appetibile, credo.. Con queste riflessioni sono arrivata a concludere che ciò che ci spinge all’acquisto è appunto (anche) il desiderio di “emulare”.. E non parlo solo di fisici perfetti.. Pensate ai profumi, ad esempio. Chi, comprando “light Blue” di D&G non ha un po’ pensato a quel figaccione di David Gandy??

  96. Scusate ragazze….possiamo parlare del fatto che un buon 70% di noi se facesse la modella avrebbe quell’aspetto?
    Come sono toniche! Certo, anch’io lo sarei se facessi palestra tre volte al giorno con un personal trainer che mi bacchetta se non obbedisco.
    Come sono magre! E grazie, si fanno prescrivere la dieta dal dottore e poi smollano il fogliettino con tutto il menù giorno per giorno al cuoco! E alla spesa mica ci pensano loro!
    Hanno una pelle perfetta! Ah, certo anch’io avrei una pelle perfetta se avessi tempo per cospargermi di creme e cremine (da centinaia di euro l’una) e avessi il tempo di farle asciugare…invece il più delle volte sono di corsa e la metà della crema che avevo messo finisce nei jeans che quindi non salgono per nessun motivo e mi incarognisco soltanto, sentendomi appiccicosa e lercia. Dai, ragazze, queste hanno una crema per dito!
    A tutto questo aggiungiamo un truccatore personale che ha studiato alla perfezione il loro viso e sanno come fare risaltare ogni piccolo pregio, o addirittura a FAR DIVENTARE un tratto assolutamente banale del viso e aggiungiamo ancora un hair stylist, che concia i capelli in modo da incorniciare perfettamente il loro viso.
    Insomma ragazze, madre natura la sua parte la fa, ovvio che se hai le gambe storte storte rimangono, però nel mondo dello spettacolo ci sono tante persone normalissime…adesso non è una modella, ma immaginate di incontrare kristen stewart veste normalissima (come la si vede ogni tanto in qualche foto su internet quando fa benzina) credo che la scambierei per commessa del supermercato sotto casa mia…

  97. Io ti capisco, condivido il tuo pensiero per la ragione opposta. Ho il fisico di una modella e pur facendo di tutto per evitare l’effetto ‘scheletro’ rimango magrissima. La gente non fa altro che chiedermi ‘ma sei anoressica?’ ‘Ma mangi?’ Ed è una cosa che mi fa un sacco fastidio.

    Le persone cercano il corpo da modella quando in realtà l’unico vantaggio sono i vestiti meno cari e nel mio caso la possibilità di mangiare qualunque cosa. Non va bene nè il grasso nè l’eccessiva magrezza.

    E poi se si guarda bene la taglia 36 spesso nei negozi non c’è e alle persone magrine come me la 38 arriva alle ginocchia dopo due passi.

  98. Probabilmente hai ragione nel definirci atipiche, faccio molta fatica a capire i meccanismi di cui parli proprio perchè non mi appartengono per nulla. Forse perchè sono una persona molto razionale non ho mai immaginato credo neanche inconsciamente di poter emulare quelle modelle indossando gli stessi capi.
    Sul fatto che gli abiti siano creati per vestire bene loro non sono sicura onestamente, voglio dire un costume da bagno è un costume da bagno, credo che tutti i tagli e le fogge possibili siano già stati realizzati, cercando bene mi sembra impossibile che non si possa trovare qualcosa che doni a ciascun fisico.

  99. Ora. Bisogna dire che lo foto dei costumi da bagno sono decisamente più belle con una ragazza con il corpo perfetto. Ma non per questo faccio i paragoni con il mio, non proprio perfetto.
    Ma sopratutto penso spesso alla frase che Mister Big ha detto a Carrie Bradshaw proprio nella prima puntata:
    “Ci sono un mucchio di donne fantastiche in questa città. Ma il fatto è che dopo un po’ vuoi stare con una che ti fa ridere..”

  100. Sinceramente, sono stufa di leggere questi post!
    Secondo me, per pubblicizzare abiti ci vuole una persona che ci stia bene.
    Sottolineo il ‘secondo me’.
    Il fatto è che prendersela a male vedendo una panterona di Victoria’s Secret, e per prendersela a male intendo proprio soffrirci, è da pazzi e da persone insicure e insoddisfatte!
    Io sinceramente a guardarle mi sento felice, sono belle e mi piacciono, e sono dell’idea che le copertine debbano essere per loro. Non ci sto male perché fondamentalmente, dentro di me io mi accetto pienamente, anche con qualche smagliatura sul seno, con il sedere un po’ basso e con le gambe corte.
    Questi discorsi sono per me ( PER ME ) controproducenti, servono solo ad affibbiare la colpa delle nostre insicurezze a chi è bella e tonica e perfetta. Ma le insicurezze partono da dentro, se anche in copertina mettessero un sacco della spazzatura in un Victoria’s Secret, queste ragazze resterebbero insicure, perché non è colpa di Adriana Lima se si vedono brutte, ma di tutta una serie di circostanze legate a loro e loro sole.
    Metterci Adriana Lima è una strategia di marketing, un costume che addosso a lei è stupendo nella nostra mente assume la forma di un costume stupendo a prescindere, e ciò ci spinge ad acquistarlo.
    Se facessero fare la modella a una tale e quale a me, io stessa non comprerei quanto pubblicizzato.
    È come se ci volessero far credere che le insicurezze dipendano dai modelli proposti in TV, ma le insicurezze esistono da ben prima dell’avvento della tecnologia, delle riviste e dei giornali, quindi poche palle: il cambiamento parte da noi, non dall’abolire la Lima dalle riviste.
    Parliamoci chiaro: io le ammiro tutte, ma non attribuisco loro la colpa delle mie paranoie!
    Poi, un altro discorso è fare vestiti per tutte le forme, non santificare corpi malati ( sia per quanto riguarda fisici molto magri a causa di anoressia o troppo grassi per causa obesità ).

  101. In genere non commento mai qui sul blog, ma, visto l’argomento, mi sento di esprimere il mio pensiero, che non vuole assolutamente essere una critica a Clio, che ha semplicemente condiviso con le sue lettrici un articolo da lei letto, bensì un modo per riflettere su un tema di cui, soprattutto ultimamente, si sente molto parlare.
    Sono convinta che questo “esperimento”, fatto da un gruppo di donne “reali”, sia assolutamente privo di senso. E’ naturale che una donna, con curve o qualche chiletto in più, non potrà mai indossare un costume allo stesso modo in cui lo indossa una modella di VS. Una modella si definisce tale perché quello è il suo lavoro. Il corpo e la cura di esso sono all’ordine del giorno. Dieta ferrea, allenamento giornaliero e sicuramente rinunce e privazioni. Certo, c’è una base genetica non trascurabile e che sicuramente l’ ha fatta arrivare dov’è, ma si tratta comunque di un lavoro, che le occupa a tempo pieno. Ed è pertanto senza senso paragonarla ad una donna “comune”, che durante il giorno svolge un lavoro a tempo pieno e che dedica qualche ora alla settimana, se non meno, all’attività fisica e alla cura personale.
    Imitare le pose delle modelle per poi dire che non sono agevoli…Anche in questo caso mi sembra una grande banalità e ovvietà. Le modelle assumono certe posizioni non perché si trovino comode, bensì perché il direttore creativo dietro la telecamera intima loro di farlo. Sono posizioni volte a mostrare meglio il capo, a esaltare le curve delle modelle. Se le modelle posassero sedute su un divano a braccia conserte, dove sarebbe l’effetto appariscenza della pubblicità?
    Si parla tanto di “voler vedere donne reali nelle riviste”, ma siamo sicuri che questo davvero porterebbe un effetto positivo? Ci piacerebbe davvero vedere un abito (o un costume da bagno) indossato da un corpo che non sia slanciato, snello, o che comunque non ci faccia “sognare”? Non è infondo questo lo scopo delle riviste, dei servizi fotografici, delle immagini che trasmettono perfezione…farci sognare? Personalmente, quando sfoglio un giornale, o anche un banale catalogo di abiti, sono perfettamente consapevole che ” a me non starà mai così”. Non sono una modella, non mi alleno 3 ore al giorno con il personal trainer, non evito i carboidrati, e non passo attraverso le abili mani di un fotografo che usa Phosothop. Sono semplicemente io…studio, cerco di tenermi allenata andando qualche volta in palestra e cerco di seguire una dieta sana. L’immagine che vedo nella rivista però mi permette di sognare, di trasportarmi in una sorta di realtà parallela, cosa che mai accadrebbe se nella rivista vedessi qualcuno di simile a me.
    In conclusione penso che dovrebbe essere molto più chiaro a tutti che le modelle non sono donne che effettivamente indosseranno l’abito, quanto più un mezzo, uno strumento per pubblicizzarlo. E’ inutile, controproducente e illogico paragonarsi a loro. E soprattutto pensare che sia possibile che una casa di moda possa calibrare i propri costumi su centinaia di fisicità diverse.
    Sensibilizzare verso un’immagine più equilibrata del corpo umano, che non tenda agli eccessi in nessun senso, è qualcosa di assolutamente fondamentale e che spero questa comunità in primis si impegnerà a fare. Tuttavia, come hanno sottolineato già altre ragazze in precedenza, la tendenza sta diventando quella, nel tentativo di non fare discriminazioni, di discriminare chi è diverso.

  102. L’insicurezza non credo dipenda dal vedere bei corpi in giro, è una cosa che parte da dentro e che ha alla base processi ben più complessi del semplice pensare ‘vorrei essere lei!’.

  103. La circonferenza addominale è SEMPRE stata importante perchè correlata al rischio cardiovascolare.
    Tu ed il tuo amico fate un po’ di confusione tra “essere obesi” e condizioni cliniche: quelle che chiami valori..presumo ematici, spirometrici, resistenza cardiovascolare ecc ecc…
    Parola di medico.

  104. Ho capito, ma di cosa stiamo parlando? Ho solo detto che quelle due NON È DETTO siano obese, con “non ho la cartella clinica” voglio dire che non so la loro altezza, il loro peso, il bmi e palle varie! Se tu le hai chiedo scusa

  105. Anche io come Anais sono una persona molto razionale, o meglio ho anche la parte più impulsiva e “emotiva” ma spesso il razionale me la soffoca. Per dirti, a me piace moltissimo Emma Stone, tanto che ho deciso di tagliarmi e tingermi i capelli come lei perché l’ho vista, mi piaceva e l’ho fatto. L’ho emulata ma non mi sono fatta la frangia perché so che non mi sta bene. Ho adattato il taglio a me.
    Poi come dici tu, chi compra il costume se ad indossarlo è una persona normale? Appunto proprio perché so che loro sono modelle e quello di far esaltare il costume è il loro lavoro, non vedo perché dovrei emularle. Le emulo nell’acquisto dell’articolo se mi sta bene ma non nel fisico..

  106. A parte Kristin e Sheridan oggettivamente obese, le altre mi sono sembrate donne normopeso, con curve al posto giusto. Le modelle di VS hanno fisici decisamente scolpiti (contro le morbide curve di queste donne) e sono più magre. Ho letto solo qualche commento…il fatto che in fondo vogliamo sognare e vedere un bel costume indossato da un bel corpo.
    È vero. Però a me non dispiacerebbe che una donna meno scolpita indossasse quei costumi, purché sia scelto un costume che valorizzi quel corpo.
    Per quanto riguarda le ragazze oversize, anche le riviste di moda fanno ogni tanto servizi per donne ‘curvy’ e lo ritengo giusto. Sognare è bello, però l’ideale sarebbe che le riviste di moda aiutassero a scegliere il vestito più adatto. Fisico a parte, tutte le donne hanno diritto ad essere belle e valorizzate nella loro unicità.

  107. Sei una grande!!!! Finalmente qualcuno che da un’esperienza di sovrappeso cambiata con la forza di volontà (e solo chi lo prova può capire cosa significa) che è obbiettiva e dice le cose come stanno: grasso non è bello, è malsano, tale e quale come è malsano il sottopeso! Essere normopeso vuol dire vivere meglio non solo il rapporto con lo specchio che ha comunque la sua componente importante, ma soprattutto vivere meglio in termini di salute che è la cosa più importante! Basta con questi messaggi faciloni di accettarci così come siamo: se siamo grasse o abbiamo problemi posturali o cellulite o ormoni disordinati, è del tutto normale proprio il cercare di stare meglio e curarsi, migliorarsi, volersi bene! é davvero troppo facile lasciarsi andare, spesso anche seguire un’alimentazione sbagliata e non curarsi di ciò che si mangia non avere misura (diciamo la verità le persone grasse non sono tutte affette da problemi ormonali, spesso sono depresse, o pigre purtroppo, o non hanno nemmeno mai provato seriamente a dimagrire purtroppo), bisognerebbe provare prima a fare quello che hanno fatto Fede89 e tante altre come lei, e poi decidere che è più facile non curarsi di se, puntare il dito contro le modelle e dire che la società fa schifo invece di dire che noi siamo grasse. A volte la società fa schifo ma se le guardate bene queste modelle, photoshoopate o no, non sono anoressiche per niente, sono bellissime. Sono davvero invidiabili perchè per avere quel fisico ragazze mie, bisogna faticare, andare in PALESTRA mangiare sano! Cose che molte di noi non si sono mai sognate di considerare prima di dire la cosa più stupida falsa e pericolosa davanti allo specchio: “grasso è bello”! Fatevene una ragione: NON è VERO

  108. Ricerca esasperata del perfezionismo. Hai centrato il problema di oggi. Del resto anche tutta la scia dei post che ogni tanto leggo sono incentrati su questo. Qualche esempio: usare il mascara resurrection per resuscitare quello che ti sei messa alle 7 del mattino (ma chi vuoi che se ne accorga!!!); il kit per il trucco da invitata al matrimonio (ma io mi godo la festa!!! ) L’autoabbronzante perché le gambe mozzarellose mai (bianca come il latte mi hanno fatta…ma chissenefrega!!!). A me queste cose fanno ridere, ma forse perché di anni ne ho un bel po’ e certe cose mi sembrano problemi da adolescenti. Certo, a 16 anni pure io mi sono fatta venire le gambe arancioni con il depilsoap bronze, ma oggi tutto è esasperato, l’ansia e la corsa a diventare grandi per poi a tutti costi voler sembrare più giovani.
    Mai contenti siamo, pure le relazioni sociali sono virtuali…relax!

  109. Io pure. Un filo di grasso al posto giusto è più sexy. Negli anni ’80 non erano come adesso, erano più formose pur essendo magre.

  110. scusa Sil, ma se fosse come dici, allora perchè mettere le foto di come stanno alle modelle? è ovvio che sia un paragone bello e buono per sottolineare proprio il concetto che diceva Fede: “vado bene così sono le modelle che mi fanno sentire in colpa” e quindi faccio un sito dove tutte ci giustifichiamo e ci crogioliamo nel sentirci a posto perchè la verità è che abbiamo avuto bisogno di farlo perchè NON è VERO. Secondo te se queste ragazze pensassero che le modelle sono belle come loro avrebbero avuto bisogno di fare tutto questo? Ovvio che no. é dura da mandare giù ma è la verità e lo sappiamo io te tutti qui credimi, solo che non lo può dire nessuno ovviamente, sarebbe troooooppo brutto cattivo e scorretto da dire.

  111. io ti stimo. Che cavolo basta co ste scuse idiote! E su!! E vogliamo veramente illuderci che tutte le ragazze grasse hanno problemi di ormoni????? eddaiiii basta co ste cavolate! andate in palestra e magnate de meno! ecceccavolo.

  112. non ho un brutto fisico devo ammetterlo ma chiunque guardando tanta perfezione si sentirebbe un mostriciattolo.. da ex complessata so io quello che ho passato x raggiungere la mia immagine di adesso..sono stata male ho pianto mi sono impegnata ho fatto diete massaggi alla fine sono ricorsa all aiuto del chirurgo in 3 4 parti del corpo ma finalmente posso dire:si!ce l ho fatta!mi piaccio! siamo bombardate falla mattina alla sera coi modelli di donne perfette È innegabile e chiunque prova invidia a vedere le modelle o le star della televisione.poi c è x chi il discorso finisce lì e non va oltre la mera ammirazione o invidia e chi invece la prende come una sfida un incentivo x migliorarsi..io Nn penso che sia una cosa tanto negativa volersi migliorare e sentirsi bella e a proprio agio..tanta stima comunque x queste ragazze che si sono messe in gioco nonostante i loro difetti com ironia e intelligenza la mia ammirazione va a loro! brave!

  113. Guarda, io non di aver capito l’articolo ma spiego come l’ho interpretato: Mettono le foto delle modelle perché da li hanno preso i costumi, dicono “le modelle sono fichissime, ovvio che son più belle di noi, vediamo un po’ come stanno a una fisicità normale / terra terra questi stessi costumi?” Non so se hai mai letto altri loro articoli (consiglio quello one size fits most), ma te li consiglio perché non si crogiolano affatto al massimo si prendono in giro. E mi pare ovvio che non si trovano belle come le modelle, dicono di sentirsi a disagio in costume, mica lo nascondono dicendo “mi sento vera e bona”!

  114. Io comunque non sono d’accordo con quello che dice una delle protagoniste, ossia che vorrebbe vedere sui giornali donne normali, e non modelle. Le modelle fanno un lavoro, vengono pagate per farlo, partono da una base fotunata, ma sicuramente si sottopongono a dei sacrifici per mantenersi in forma, in modo che i capi su di loro risultino al meglio. Anche perché ogni donna è diversa, e quello che a me sta bene perché nasconde i miei difetti e valorizza i miei punti forti, a qualcun’altra, con difetti e punti di forza differenti, magari starebbe malissimo. Personalmente, su una pubblicità un ipotetico vestito continuo a volerlo vedere al massimo del suo potenziale (che secondo me si raggiunge con una modella), per poi prendermi il tempo di provarlo per vedere se si adatta anche al mio corpo. Non credo che lo prenderei in considerazione se pubblicizzato diversamente, sono sincera!! Per quanto riguarda l’ipotetico messaggio sbagliato che gli scatti di moda possono dare alle adolescenti, avrei diverse cose da dire: 1. bisogna fare un distinguo tra i brand che usano modelle palesemente anoressiche (cosa che assolutamente condanno) ad altri come Victoria’s Secret che a mio avviso scelgono donne si bellissime ma in un modo che mi sembra molto sano; 2. fatto questo distinguo, non mi sembra così terribile se un’immagine del genere spinge qualcuna a migliorarsi. Lo dico per esperienza personale: per tutta la mia adolescenza sono stata gravemente in sovrappeso, al limite dell’obesità, il che mi ha fatto perdere un sacco di esperienze perché non mi sentivo mai a mio agio in mezzo agli altri ed ero totalmente insicura. Poi fortunatamente ad un certo punto della mia vita ho deciso di provare a perdere peso, e oggi sono un’altra persona: più sicura, più felice, con la possibilità di vivere la vita a pieno. Non dico che questo cambiamento sia avvenuto dopo aver visto una foto di una modella, e di certo non mi ci avvicino nemmeno, dico solo che il messaggio di un bel corpo in pubblicità non è necessariamente: “non mangiare mai più e diventa anoressica”, ma potrebbe essere “mangia in modo più sano, fai sport, sii la migliore versione possibile di te stessa”, e questo non mi sembra affatto negativo. Tutto qui…

  115. sin da ragazzina ho sempre avuto bene in mente leggendo i magazine di moda ,che divoravo,che una modella è una modella ,una ragazza perfetta x quel ruolo ,eche io pur essendo magra ecc nn sarei mai stata così, non per questo le prendevo ad esempio o mi facevo condizionre ,avevo cose più importanti a cui pensare,come lo studio migliorarmi ,avere tanti amici …sinceramente spesso si fanno questi paragoni assurdi e si parla solo di chi ha il girovita più largo senza pensare che anche una magra può avere problemi ed essere ‘ discriminata’ ,parola stra- abusata ormai … nn so se avete mai visto il programma grassi contro magri o quello dei tizi con menomazioni varie tipo nn avere capelli per alopecia ecc eppure nn se ne parla ,nn si mettono sotto accusa spot con modelle dai capelli stupendi ce ne sono tante di donne che per un motivo o per un altro non hanno chiome fluenti ,eppure nessuno ne parla . .lo stesso vale x chi pubblicizza make up hanno visi perfetti ecc e allora io che ho una gobbetta sul naso corro da chirurgo a farmela levare ?!!! o mi faccio le tette di una quarta xchè Belen le ha così …??!!!!
    x conto mio più che un problema di tg,è un problema di accettazione di se stessi così come si è ..al di la degli spot ecc ci saranno sempre persone più belle e perfette di noi e nn possiamo farci nulla se nn piacerci noi sapendo che siamo unici .

  116. si ma se ho una taglia 50, perchè devo mortificarmi indossando il costume fatto apposta per una taglia 40? è logico che mi sta male, perchè il taglio e la forma sono previsti per chi non ha il mio fisico! voglio dire che se nasciamo diverse dalle modelle, vuoi perchè siamo più grasse, più magre, con le gambe più corte, con meno seno, è inutile che ci facciano misurare con loro, facendoci indossare capi che starebbero bene solo al loro fisico! così non aumentano l anostra autostima……mentre sappiamo benissimo che, studiando e studiandoci, ognuna di noi può trovare il vestito più adatto alle sue forme! e sentirsi a posto e non ridicola anche se non rientra nei canoni (strettissimi) della moda!

  117. Mi piace molto questo post! Giusto settimana scorsa ero al mare e guardando le donne in costume ho fatto una riflessione: le donne sono cellulite, smagliature, seni troppo grandi o troppo piccoli, sono troppo basse o troppo alte, in sovrappeso, con i brufoli, con cicatrici…ma tutto questo ci rende reali! Io stessa sono molto bassa, magra sí ma non di certo tonica e scolpita! Ho qualche brufoletto e piccole smagliature…e allora? Certi costumi staranno bene sempre e solo alle modelle e a noi comuni mortali farebbero sembrare delle caricature! Trovo che queste donne siano fantastiche! Un bacio Clio e grazie!

  118. Però se esiste la taglia 50 vuol dire che la casa di moda vuol far credere che ti starà bene lo stesso! Non vendono prodotti ma sogni…per quelle donne che non si accettano per quello che sono e credono di poter sentirsi meglio dentro a un costume cosí!

  119. Sono state coraggiose queste donne, perché tutte o quasi abbiamo un po di reticenza quando è ora di indossare o comprare un costume da bagno!! Io sottoscrivo tutti i loro punti di vista. Ciao Clio e ciao ragazze.

  120. Mi piace il tuo commento e si capisce che hai sempre guardato a loro come “interpreti della moda”, ma purtroppo ci sono anche ragazzine che nn hanno la maturità che hai avuto tu e nn si rendono conto che photoshop “aggiusta” tutto ecco perché ci sono due visioni diverse dell’argomento. Tuttavia molti dimenticano che la modella svolge un lavoro, semmai sono certi brands e atelier di moda che dovrebbero cambiare politica su peso e misure delle modelle. Buona domenica.

  121. Inutile dirlo ma…viva le donne normali. Considerato anche che le modelle vengono photoshoppate senza ritegno. Cosa c’è di vero in quelle foto con corpi perfetti? Forse solo il make up.

  122. Ragazze, scusate l’assenza da una discussione che io stessa ho creato, ma disqus non mi invia più le notifiche.. In ogni caso, quello che non capisco è: se l’intento dell’articolo non era dimostrare la poca realtà del fisico delle modelle, qual era? Il semplice confronto? Da quello che hai scritto prima, ho capito così, ma allora non capisco: a che pro scrivere l’articolo? Cosa apporta di costruttivo? Come qualche altra ragazza ha scritto prima, le modelle andrebbero intese come manichini. Il motivo per cui devono rispettare certi canoni fisici, a volte assurdi e malsani (vedi anoressia) è principalmente il marketing. Ovviamente la pubblicità così risulta un po’ ingannevole, perchè quel costume a poche ragazze vestirà in quel modo.

  123. Ciao Ale! Grazie dei complimenti! Io personalmente sono molto orgogliosa dei miei risultati, sia da un punto di vista estetico che di salute. Prima di iniziare questo percorso, che durerà per tutto il resto della mia vita, non avevo problemi di salute, sia chiaro, ma essendo una studentessa di medicina, sapevo a cosa sarei andata incontro, se non fossi riuscita a cambiare le cose. Avevo provato tanti metodi fai da te, ma non funzionavano perchè non mangiavo troppo, ma mangiavo male. Ora mi muovo di più, mangio sano (seguendo uno schema alimentare di vera e propria educazione alimentare datomi su misura da un dottore del settore) e ho cambiato completamente gusti alimentari, del tipo che non mangerei da mc donald nemmeno pagata. Io ho voluto esprimere il mio parere, perchè penso di poter parlare in prima persona, avendo vissuto un’esperienza del genere. Io non mi sono mai vergognata di andare al mare o di uscire, ho portato al massimo la 48 quindi nei miei periodi peggiori riuscivo comunque ad acquistare capi in negozi comuni, ma il mio sovrappeso era comunque un problema, sia per me, come persona, sia per la mia salute. Ora mi sento bene e ad essere sincera non vedo l’ora di perdere qualche altro kg, così farò la mia bella figura al matrimonio di mia sorella all’inzio di settembre! 😛
    P.S. sono d’accordissimo col tuo commento, anche se capisco che quando si ha un problema del genere è difficile reagire, credo che dovremmo trovare la forza di cambiare le nostre vite. Non dobbiamo essere tutte modelle, per l’amor del cielo, ma dovremmo essere in salute e saremo automaticamente tutte più belle. Anche per questo sto pensando che per la specializzazione potrei scegliere psichiatria, nel ramo che si occupa dei disturbi alimentari e dei pazienti che scelgono di fare la chirurgia bariatrica. Ora di me sapete proprio tutto 😛

  124. Grazie! 😀 All’inizio ero un po’ dubbiosa sul condividere questa esperienza qui sul blog, ma ora son contenta di averlo fatto! 🙂

  125. Si, esatto! Che senso ha condannare un estremo, per inneggiare all’estremo opposto? Nello specifico l’articolo non lo fa, ma ce ne sono tanti di questo genere che lo fanno esplicitamente, addirittura si promuove la blogger over over size, ma stiamo scherzando? Promuoviamo una malattia per controbattere alla promozione di un’altra malattia? Senza senso logico!
    P.S. Grazie mille 🙂

  126. Forse sarò un po’ cruda, ma io di corpo normale in queste foto vedo solo la prima, la terza e la quinta. Le altre, altezza a parte se smaltissero qualche chilo starebbero meglio. Perché mi chiedo proponete questi articoli? Il paragone viene fatto sempre tra modelle che lavorano e guadagnano sul loro essere in forma e attente alla loro immagine e ragazze che fanno altri lavori e che probabilmente tendono a mettere il corpo in secondo piano perché hanno altro a cui pensare per vivere. Se mi presentaste modelle contro atlete probabilmente tiferei per le atlete.

  127. mi piacerebbe, non mi è mai capitato, io le ho guardate come le guarderebbe un uomo e non sempre bella vuol dire sexy, per esempio Lara era molto più sensuale della modella col bikini bianco, in altre parole faceva venire più voglia… per il resto che dire? tutte vorremmo essere degli angeli, ma angeli senza photoshop esistono? comunque molte donne/modelle, hanno un bel fisico e sono alte e questo le mette subito nell’olimpo delle più belle, è la triste realtà del mondo che viviamo, credo però che se si prendessero più generi di bellezza e senza barare,(leggi photshop), la società ne acquisterebbe in bontà, generosità, vitalità e quant’altro, perchè gli umani sono per natura umana, inclini all’invidia, e di invidiosi/e, (almeno attorno a me ) ce ne sono a bizzeffe, e tutto questo, esaspera questo clima, e alimenta quelli che non riescono a tenerla a bada. In altre parole, essere belli è dura, molto dura e questo porta alla corruzione, è una catena, capite, almeno questo è quello che penso io… Non dico che non dovrebbero fare in questo modo, perchè a me piacciono moltissimo le cose belle e non ne soffro, però dovrebbero ammettere onestamente che la bellezza assoluta è solo un film e quindi trovare il modo di avvicinare il tutto al reale. Ecco dimostrateci come facciamo ad essere belle e perfette in condizioni climatiche straordinarie, per tante ore, con problemi di varia natura, con pochi soldi, con qualche chilo in più, questo si dovrebbe fare. Un po’ come fanno gli stilisti che vestono le modelle come se le donne fossero manichini, finiscono per fare del male anche se magari non ne avevano l’intenzione. In altre parole, in tutto ci vuole molta responsabilità…
    basta va’… baci

  128. no, perchè, io mi metterei tranquillamente a confronto, solo avrei timore dei commenti, questo si, potrebbe farmi male, ma secondo me è un modo per dire che spesso la bellezza e negli occhi che guardano e alla fine infatti sembravano tutte belle, almeno a me… ciao

  129. Scusami ma tu chi sei per dire “grasso non è bello”? Puoi dire che essere in sovrappeso non è salutare – e su questo non ci piove- ma non puoi dire “sei grassa -> sei brutta”. Secondo te le persone che hanno questo problema (e molte volte non è nemmeno colpa loro perchè per esempio a volte ci sono disfunzioni all’interno del corpo o sono state “abituate male” da piccole quindi crescendo incrementavano il fatto di essere in sovrappeso o altro) si vantano perchè essere malati è bello? L’obesità è una malattia, proprio come hai detto tu. C’è chi ha la forza di cambiare da se, di volersi migliorare, ma c’è chi anche è debole e che ha bisogno di un’aiuto o di una reale motivazione che le faccia aprire gli occhi (se penso ai programmi tipo extream makeover diet edition).
    Certi pensieri da “un ex obesa” (termini con i quali hai definito te stessa) proprio non me li aspettavo, sembra quasi che tu abbia la testa di una di quelle ragazze ipermagre che criticano ogni minimo difetto, 100 GRAMMI in più sulla bilancia compresi!

  130. Cioè tu pretendi di eliminare le modelle oversizie (quando finalmente sono state accettate nella società)perchè non sono il ritratto della salute? Allora togliamo anche le anoressiche, quelle con le imperfezioni e mandiamo modelle perfette modello Barbie!
    Assurdo -.-“

  131. Non so se sono da sola a fare questi ragionamenti…io non voglio assomigliare alle modelle che vedo sulle riviste, loro sono così per lavoro inoltre non dimentichiamoci che in molti casi i vari scatti fotografici vengono non poco ritoccati…io mi sento a disagio quando sono in spiaggia o in piscina e vedo le vere ragazze normali che sono più magre di me, o che hanno comunque un bel fisico e poi vedo me con i miei rotolini e le mie cosce non troppo fini…e il pensiero che spesso mi si forma in testa è sempre lo stesso…perché non posso essere così anche io??
    E so che sono pensieri stupidi che fanno solo le ragazzine stupide perché ognuna di noi è come è e deve andarne fiera, inoltre possiamo sempre migliorarci mangiando sano e facendo sport!!
    Ma ogni tanto il mio lato negativo prende il soppravvento!!

  132. Ma allora dovrebbero esserci determinati vestiti per la 40, altri per la 46, altri ancora per la 42 e così via? Ma che discorsi sono? Ogni donna ha il suo fisico, con i suoi punti di forza e con i suoi difetti. Certo che se prendiamo una modella iper-perfetta qualsiasi cosa le diamo le starà bene, che sia una gonna a tubino, che sia un abito con la vita in evidenza. Ovviamente la donna con il vitino da vespa prenderà l’abito, indipendentemente dalla taglia che ha perchè sa che quel tipo d’abito le sta bene perchè sottolinea il suo punto di forza!

  133. E’ ovvio che le modelle servono per pubblicizzare il prodotto, ma per indurre qualcuno a comprare quel prodotto ovviamente bisognerà esaltarlo al massimo ; e cosa esalta meglio un bikini: un fisico statuario o un corpo normale, CON DIFETTI?
    Le pose sono scomode? Il lavoro non è mai piaciuto a nessuno; forse lo scaricatore di porto ama sollevare continuamente casse pesanti? La spazzina ama dover pulire? Non mi sembra! eppure va fatto, perchè altrimenti non si guadagna la paga.
    Condivido il dare meno importanza a questo business 😉

  134. Guarda che la discussione è nata per il fatto che alcune di noi pensano che non sia corretto presentare come modello donne che evidentemente sono obese (o se questo termine proprio non ti va giù..Fortemente soprappesso).
    Sono dei modelli sbagliati! Proprio come le modelle troppo magre!
    In entrambe i casi il problema, almeno per me, non è l’aspetto fisico, ma la salute.

  135. a me il post è piaciuto molto perché le ragazze hanno dimostrato – facendolo in prima persona – che quello che vediamo sulle riviste è “finto” dalla posa ai difetti minimizzati o cancellati con Photoshop.
    si sa che le modelle di VS coniugano dieta e tanta ginnastica prima delle passerelle (ho letto un articolo su fashionista) e si sottopongono ad un rigido “allenamento a 360°” per essere così.
    concordo che condannare la eccessiva magrezza osannando l’essere in carne sia negativo, ma non era questo lo scopo dell’articolo.
    l’obesità o il sovrappeso è una condizione fisica che espone a rischi per la salute, come l’eccessiva magrezza. bisognerebbe stare nel mezzo. è pur vero che senza un pochino di impegno i kg non scendono quindi ci si deve impegnare per fare in modo che il nostro corpo lavori in maniera ottimale.
    ma credo che ci sia molto altro.
    prima di tutto bisogna accettarsi per quello che si è e vedersi bene anche con qualche kg di più, altrimenti non si ha lo spirito per affrontare la sfida di migliorarsi; bisogna evitare di porsi obiettivi irraggiungibili (le modelle di VS) se non si ha un fisico simile in partenza e poi…..ragazze i kg non sono tutto.
    anche se fossi 20 kg in meno, alcune cose (serie ve lo garantisco) non sparirebbero. mi sentivo a disagio 20 kg fa e sono a disagio adesso…i kg non fanno una grande differenza, senonchè devo cercare un certo tipo di magliette e di tagli per mimetizzare i difetti, che ci sarebbero anche se fossi più magra…..
    queste ragazze si sono messe in gioco e solo per questo hanno vinto una grande sfida con loro stesse…..
    non importa il BMI, importa il QI.
    bacio

  136. mi spiace… eccomi qui anche io come altre ragazze qui sotto CONTRO CORRENTE…
    non penso minimamente che lo scopo delle riviste patinate sia di far sentire uno schifo le donne… proprio no! mi piace vedere come stanno i costumi alle modelle, non sono nè una 38 nè una 40, sono una 42 che si tiene in super forma e quando arriva l’estate ancora di più quindi cosa faccio???? PALESTRA! FRUTTA! ZERO SCHIFEZZE e perdo altro peso ma senza assumere pillole ridicole o saltare i pasti…. mi amo e mi curo e mi piaccio molto quindi non guardo le riviste e dico “come vorrei essere così” mi rimbocco le maniche e cerco di diventare così…ovvio è che non la voglio una 38 perchè la mia struttura fisica una 38 non lo sarà mai ma non credo che far vedere una taglia 50 in costume e dire “ecco le donne normali sono così!” sia giusto….
    la giusta taglia sta nel mezzo quindi nè una 36 nè una 52 o più e non mi sento in colpa se mi piaccio o se a volte faccio una dieta un pochino più rigida per vedermi al meglio al mare, sono orgogliosa di me e felice quando poi mi vedo! anche io sono per il VOLERE E’ POTERE … ovviamente parlo di donne/uomini che hanno i chili di troppo perchè mangiano tanto e non di chi ha dei problemi di disfunzioni ecc non mi permetterei mai… ho amiche che erano grasse e hanno perso peso perchè erano stanche di guardarsi allo specchio e non piacersi! io lo faccio per me e non per gli altri, questo credo che sia il segreto… non inventiamoci scuse, bisogna farlo per se stessi e non perchè i maschi poi ti guarderanno, solo unicamente per guardarsi allo specchio e dire “mi adoro!!!!” . in questo post ci sono due ragazze normali di peso, Allison e Lara.
    La prima è priva di autostima e piena di insicurezze…quelle vengono da dentro… è vero non è una modella ma non mi sembra sia un mostro no? cavoli fai in modo di prendere coscienza di te e di acquistare sicurezza cosa cavolo ti frenaaaaaaaaaaa! sei una donna giovane e dalla foto mi sembri anche carina, non ti piaci abbastanza??? fai qualcosa per piacerti di più! non intendo botox o robe simili ma vai in palestra, scolpisci di più il corpo, indossa vestiti che ti facciano sentire sexy…non parlo di volgarità ovviamente… impara a truccarti! su daiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii non capisco proprio queste cose.
    la seconda dice che crede sia difficile relazionarsi con le donne dei magazine??? ma ti pregoooooooooooooo! dalla foto cos’ha che non va… soffre di gonfiori di stomaco ok… anche io!!! mangia cose che non te lo facciano gonfiare, impara a conoscere il tuo corpo! per tutta la vita ha pensato di allenarsi di più e mangiare sane ma non lo ha mai fatto! e allora cosa incolpi le modelle di una cosa che tu stessa vuoi! ste cose non le capisco!
    quando sono a dieta ed elimino schifezze e faccio sport poi mi sento rinascere! possibile che la pigrizia vinca sul fatto che guardando le copertine ti senti inadatta???? e allora te lo meriti cosa vuoi che ti dica! hai tutti gli strumenti per essere un’eccellenza e non lo diventi…allora la colpa è tua.
    sono poi d’accordissimo con Fede09 che dice che l’obesità non è ok così come l’anoressia… un conto è una taglia 44 o 46 con dei chiletti di +… un conto è una 50 che fa fatica a fare le scale e che dice che odia il mare …. è ovvio perchè lo odia no?

  137. E mi é molto chiaro; non mi é chiaro invece dove si ergano a modello. Abbiamo sei (o sette non ricordo) ragazze con fisici molto diversi e ognuna tra l’altro lamenta i propri disagi. Guardandolo a me non viene in mente “wow voglio proprio mangiare fino a sfondarmi cosi divento sovrappeso pure io!” A te sì? Hanno scritto “mi sento bene con le mie curve w le donne sovrappeso”? Non capisco perché ogni volta che c’è qualsivoglia foto di donna più grassa di quanto ci piaccia pensiamo,subito “nooo si mette a modello é sbagliato”, come fossero tutte stupide pronte a voler essere sotto o sovra peso per una foto.

  138. Mah.. personalmente capisco il senso di questo articolo, e sono in generale d’accordo con l’idea che sia giusto accettarsi, nella misura in cui si è consapevoli che il corpo di una modella è un obiettivo utopistico da raggiungere.
    Se poi parliamo delle modelle “da passerella” che sono in certi casi al limite dell’anoressia, bisognerebbe ficcarsi in testa che l’idea di assomigliare ad una ragazza pelle e ossa non è così entusiasmante.
    Questa è la prima cosa che mi viene da dire.
    Poi però, siccome non sono un’ipocrita, devo anche dire che, per esperienza personale, accettarsi sempre e comunque non è facile soprattutto quando, oggettivamente, ti guardi allo specchio e non ti piaci.
    Io sono stata una taglia 40 per diversi anni, ma come spesso succede ci sono arrivata nel modo sbagliato, troppo in fretta, partendo da una 44/46 smettendo quasi di mangiare, e rasentando il limite dell’anoressia.
    Poi ho ripreso qualche kg e mi sono assestata sul mio peso forma, taglia 40/42, e posso dire, che mi sentivo benissimo.
    Insomma ho sempre avuto chiaro in testa che le modelle sono un mondo a parte, ma nel mio piccolo, potermi sentire bene dentro i vestiti, dal costume, al jeans, ecc.. mi piaceva, mi dava soddisfazione.
    Ora sono tornata ad essere lievemente in sovrappeso, e lotto di nuovo per tornare ad un peso forma accettabile, perchè ho provato e so cosa vuol dire, sentirsi meno appesantiti, più in forma, e più in pace col proprio corpo.
    Quindi mi spiace, ma anche se in linea generale posso essere d’accordo con l’idea che “bisogna accettarsi”, trovo che poi se andiamo ad analizzare bene la questione, in molti casi, questo “accettarsi” è un po’ sinonimo di “rassegnazione”.
    Almeno questo è ciò che percepisco io, partendo da me stessa, e parlando con le persone.

    Per cui, bisognerebbe fare una distinzione, tra i modelli irraggiungibili rappresentati, ad esempio, dagli Angeli di Victoria, e il raggiungimento di una forma accettabile per cui anche noi comune mortali nel nostro piccolo, riusciamo a piacerci.

    Far passare il concetto per cui, siccome le modelle sono ritoccate, finte, inavvicinabili, allora mi devo accettare sempre e comunque a me non sta bene e lo trovo troppo semplicistico, perchè lo posso anche dire a parole, ma poi la realtà è che dentro di me non mi accetto per niente.

    E per essere anche meno ipocrita, se mi dicessero che da domani posso avere il fisico di Giselle, o di Adriana, beh ci metterei la firma. :))

  139. No, forse non mi sono espressa bene.. Innanzitutto io non pretendo niente, ma al massimo mi auguro. In ogni caso, per modelle oversize si intende delle stangone alte 1.80 che portano la 46 e che quindi son delle gnocche normopeso e in salute, figuriamoci se io ho qualcosa contro di loro. Io dico solo che pubblicizzare e promuovere modelli obesi come “cura” per i modelli anoressici finora proposti, mi sembra assurdo. L’obesità e l’anoressia sono due facce della stessa medaglia, perciò io dico NO alle modelle anoressiche e dico NO alle modelle obese, perchè? Perchè anoressia e obesità sono due malattie, inopinabilmente. Ultimamente mi sono resa conto che per via dell’esposizione estrema alle modelle anoressiche, tutte condannano questo tipo di comportamento alimentare, ma non è lo stesso verso l’obesità o l’eccessivo sovrappeso, perchè qui la componente psicologica, di povere donne che sono schiacciate dai canoni imposti dalla società ha la meglio. Io dico che la donna normopeso, in salute, con la 42 o la 44 o la 40 o quel che le pare, non si deve sentire attaccata dai modelli imposti dalla società, ma vivere felicemente la sua vita e invece chi è malato non dovrebbe usare come scusa quella della società che ci impone di essere tutte magra, ma impegnarsi per vivere in salute. Io ho fatto il mio percorso e lo sto ancora facendo, non porterò mai un 38 perchè non sono predisposta e non sembrerò mai un’acciughina perchè ho ereditato da mia madre un fisico a clessidra con un seno abbondante, ma ciò non vuol dire che io non possa essere in salute, normopeso, atletica, tonica, bella! E penso che questo dovrebbe essere l’obiettivo: essere al proprio meglio!

  140. La discussione è stata abbastanza lunga quindi forse ti sei dimenticata ciò che avevo scritto, ovvero: “obeso non è ok”. “grasso non è bello” l’ha scritto un’altra ragazza quindi puoi chiedere a lei, eventualmente. Il 98% delle obesità non è di natura ormonale, ma alimentare. I problemi di natura ormonale, spesso, infatti, non sono la causa della malattia, ma una conseguenza, che certamente rende più difficile perdere peso. Sono d’accordo con te sul fatto che c’è bisogno di un aiuto esterno e non è un percorso facile da affrontare da soli, così dall’oggi al domani. Intanto però, io non critico la povera ragazza che non trova la forza di andare da uno psicologo e/o da un dietologo, ma quella che, facendosi forti dei modelli sbagliati (e lo sono senza dubbio) imposti dalla società attraverso le modelle (vedi anoressia), dicono che obesità è ok, che tutte dovremmo semplicemente accettarci per come siamo, punto. Il concetto dell’accettarsi è giusto di base, ma così è, secondo il mio modestissimo parere, distorto. Infatti, è giusto accettare smagliature, inestetismi, difetti, pregi, maniglie dell’amore e tutto ciò che la natura ci ha dato e anzi imparare ad amare i nostri difetti e a saperli sfruttare, valorizzare, in qualche modo. Ma allo stesso tempo, non penso che sia giusto pensare che quindi se peso 130 kg non è un problema perchè non è colpa mia se i vestiti non mi vanno o al mare mi vergogno, ma della società. Io penso che chi si sofferma troppo sul lato psicologico della questione, sicuramente importante, per carità, rischi però di dimenticare il lato l’aspetto salutare della questione. Rientrare in certi range (parecchio ampi, soprattutto se consideriamo chi è leggermente in sovrappeso e leggermente in sottopeso inclusi) è semplicemente una questione di salute, nè più nè meno. Ed è solo di questo che sto parlando. Non mi pare che io stia parlando di 100 gr in più sulla bilancia, ma di 30-40-50 ecc kg e c’è differenza. Ovviamente non ci conosciamo quindi tu non puoi avere idea della testa che ho io, ma mi dispiace se ti ho dato questa impressione, perchè non è affatto così.

  141. Io penso che queste donne siano state molto coraggiose, io non so se sarei riuscita a mettermi vicino alla foto di una super modella patinata per di più con lo stesso costume da bagno. Ora leggo qui sotto di ragazze che criticano quelle che nel gruppo sono in sovrappeso, leggo che tutte vorremmo essere come gli Angeli, leggo che se sei una 42 e ne sei fiera va bene, che si deve fare sport, che se si avvicina l’estate è giusto mettersi a dieta. Io ho un fisico normale, una 42, sto attenta, sì, prendo la pillola e sono più formosa di prima, quindi mi danno l’anima! E’ corretto? no, non lo è affatto, se io non amo lo sport, perchè lo devo fare ad ogni costo? Per salute, e va bene, per salute, ma non mi piace, lo faccio, ma non mi piace. Io credo che dovremmo imparare ad essere armoniche, testa e corpo, che sia su una 40 o una 50…Magro non è per forza armonico, patinato e figo, non è per forza armonico, quei costumi li dovrebbero comprare donne normali, e dico dovrebbero…quindi io non trovo sbagliato poter usare corpi normali e gente normale, perchè in spiaggia quanti Angeli ci sono??

  142. Sono perfettamente d’accordo con te, Clio. Lo stavo pensando anche io ultimamente, la bellezza stereotipata non esiste nella realtà (grazie a Photoshop e affini) ma viene imposta lo stesso, facendo sentire le donne (me per prima) terribilmente umiliate. Ho una paura folle della prova costume, perchè nonostante stia facendo pilates ho ancora qualche rotolino sui fianchi e sulle cosce, e ho sempre paura di essere giudicata, in più ho un problema di capillari dilatati che mi fa sempre avere paura di scoprire le gambe :/ ammiro molto il coraggio di queste donne e le ho trovate tutte bellissime, molto più delle modelle!
    Detto ciò, perchè non fai un post sui costumi più adatti ai vari tipi di fisico? 😀

  143. Credo che tu sia stata chiara ed in parte sono d’accordo con te! Il focus dell’articolo non era certo proporre le stesse ragazze come modello “invece di”! ma dimentichi che il non detto vale 300(milioni di) volte di più: non ci sentiamo tutte delle salamine quando vediamo le modelle perchè ci dicono o 34/36 o nulla (Anzi, leggessi le interviste in cui parlano della loro vita apasta asciutta e schifezze varie..poi recupero con un’ora di palestra! Ah beh…); lo facciamo perchè sappiamo che piace:prima a noi, poi agli uomini..alla società! perchè quei corpi ti facilitano la vita(lo diciamo??Diciamolo!!!!). Stessa cosa il discorso opposto va bene dire, ho la 48 e non dovreii sentirmi come mi sento paragonata a Gisele e co. ma nemmeno sottintendere che va bene così, amen tanto tra cent’anni siamo tutti morti! Ecco…il sottotesto forse Clio non aspettandosi la discussione l’ha tralasciato ed è invece in primo piano in altri articoli del sito, ma è fondamentale ragazzi: non si diventa grassi(sovrappeso etc.) mangiando sano e facendo attività fisica moderata pure, salvo malattie etc.! Quindi promuoviamo uno stile di vita che ci faccia stare bene e in salute e diciamolo chiaro così non si creano confusioni..e interpretazioni che spesso usiamo per giustificarci!

  144. Io volevo solo dire che le ragazze di buzzfeed secondo me stavano benissimo con i costumi di victoria’s secret…una cosa che ho notato è che a ny spesso erano esposte le taglie grandi a dimostrazione che davvero tutte possono sentirsi una victoria’s angel 🙂

  145. Sono d’accordo, solo che in questo caso in cui 4 su 6 sono perfettamente in forma non vedo il nesso: In generale, 100% con te. Per esempio se fossero state 6 ragazze sovrappeso, oppure se parlassimo di tess Holiday (che oltre a essere MOLTO più abbondante di kristin e Sheridan é davvero una modella di professione)non potrei che sottoscrivere le tue parole!

  146. Si, però per come la vedo io in quel caso la colpa non è della moda, ma del tessuto sociale in cui si trova inserita la persona!! Posso solo immaginare la solitudine dell ragazzine a cui ti riferisci, ma credo che il modo migliore per aiutarle non sia eliminare le modelle, ma una maggiore attenzione da parte di genitori/amici/parenti/insegnanti!!

  147. Ma io nn intendevo dire che bisogna eliminare le modelle, ma sensibilizzare ulteriormente il mondo della moda e come tu sostieni e io sottoscrivo totalmente, una maggiore responsabilità da parte di chi è vicino a queste ragazze che sicuramente soffrono. Io mi ricordo e ringrazio mia mamma che, anche quando era stanca dopo una giornata di lavoro, dedicava tempo a me alle mie sorelle parlando di tutto anche di quello che allora mi faceva sentire inadeguata. Da mamma credo che non si possa non vedere, ma non si voglia vedere!!! Ciao e buona giornata.

  148. Esperimenti cretini che non servono a nulla..
    Tanto le donne saranno sempre così cattive nel farsi vedere e umiliare altre…
    E agli uomini piacciono di più quelle truccate e photoshoppate modelle (poche e inesistenti nella quotidianità) che non le ragazze vere….
    Se la stupidità rimane questa … Non mi interessa neanche più dover stare a questi giochi.

  149. Mi è piaciuto molto questo post…queste ragazze sono state bravissime ad imitare le pose delle modelle, anche con i loro difetti. E’ chiaro che noi comune mortali non possiamo paragonarci a loro…l’importante è accettare il proprio corpo rimanendo in salute.
    ilmondodiary1.blogspot.it

  150. No, ma il mio commento non voleva essere un’accusa nei tuoi confronti, anzi! Il tuo comento mi ha dato la possibilità di approfondire il pensiero che avevo espresso già in precedenza, e sul quale non mi ero voluta dilungare eccessivamente! Quando dico che non penso serva eliminare le modelle mi riferisco sempre al post e alla ragazza che diceva di voler vedere sui magazine donne normali. Questa cosa secondo me sarebbe quasi controproducente… Mi spiego: nella vita di tutti i giorni ci sarà sempre chi avrà delle doti (di qualsiasi tipo: estetiche, caratteriali, attitudinali, etc) “maggiori” rispetto a noi, ma non significa certo che noi non valiamo nulla!! Bisognerebbe solo imparare ad accettarsi di più, sviluppando il nostro senso critico e la consapevolezza di noi stesse. A mio avviso rimuovere la modella perfetta dal giornale perché ci fa venire i complessi non risolve il problema, perchè il complesso è dentro di noi e non nella modella, e quindi il lavoro va fatto su noi stesse e non nel mondo dell’editoria. Ovviamente però questo è solo il mio modestissimo parere. Mi ha fatto molto piacere questo scambio di opinioni, buona giornata anche a te!!

  151. Tranquilla nn mi sono sentita accusata, anzi sono contenta di questo scambio di opinioni!! Accettarsi è comprendere che abbiamo i nostri talenti senza per forza soffermarci su quelli che hanno gli altri perché gli altri ci sembreranno sempre meglio e migliori di noi. Questo pensiero non è una citazione è mio ed è arrivato dopo 20 anni di lotta con me stessa e con la mia altezza che allora era solo qualcosa di ingombrante che ho odiato. Ora questa caratteristica mia la considero un valore aggiunto ….in conclusione voglio solo aggiungere che crescere non è facile e avere accanto chi ti vuole bene ti aiuta a superare e ad accettare quello che inizialmente non vuoi, ma che non puoi eliminare. Ciao e buona giornata a te.

  152. anche una basta… non siamo tutte liberedai messaggi che leggiamo, sicure e in pace con noi stesse! Ma è la mia opinione 😉

  153. Non potrei essere più d’accordo con te! Le persone che dicono “eh guardale, sono perfette solo con photoshop!” Ma col cavolo! Si fanno un mazzo enorme per avere quel corpo e quindi si meritano di essere viste con ammirazione! Guardando alcuni profili instagram capisci davvero l’impegno che ci mettono, pubblicano foto in cui fanno sport e fanno anche esercizi che certi uomini si sognano di riuscirci per il grado di difficoltà e pesantezza. Tutti, e ripeto, tutti, se si impegnassero a mangiar sano e fare esercizio potrebbero avere un fisico bello e tonico, ma preferiscono nascondersi dietro alla scusa “è genetica, quel fisico non esiste…” (i casi in cui il problema è di tipo salutistico sono davvero rari”

  154. Ciaaaaaaaaaaaaao Lanaaaaaaaa! Esatto! Io ho preso con l’inverno dei chiletti che odio e adesso sto mangiano benissimo e andando in palestra e mi sto facendo un C… così ma i risultati li VEDO TUTTI! Sono solo pentita di aver cominciato tardi uffi… a metà aprile dissi “mmm presto dai”, a inizio maggio tornò il freddino e poi il 20 maggio PANICO PAURA!!!! DIETA! Che poi non è dieta è mangiare bene che son due cose diverse hhahahahahahah
    Ho pensato che adesso mi son stufata di pensare all’inverno come “un riparo” dal costume da bagno…farò finta di vivere in California dove si va in spiaggia ogni fine week end e tratterò il mio corpo come un tempio… voglio stare bene??? SIIIIIII! voglio sentirmi e vedermi bella? SIIIIIIIIIII ! E ALLORA IMPEGNO!
    Lana sei con me??? Ho bisogno di ferie hahahahhhahah

  155. Brava, così si ragiona! Sono totalmente con te XD Non ci si mette a dieta, ci si mette a mangiar bene! Io pure cerco di impegnarmi, purtroppo ottengo risultati lenti ma col tempo so che arriverò al mio obiettivo 😉 e poi è anche un risparmio economico,perchè con un bel corpo non si hanno difficoltà a trovare vestiti che ti stanno bene anche a basso costo XD

  156. 1 Nina è meglio della modella, almeno ha un po’ di forme ai fianchi!!
    2 Alison è come la modella, non ha nulla da invidiarle!
    3 Sheridan..magari avessi io quel décolleté!
    4 Lara ha + seno della modella!!
    5 Kristin ha ragione ke le pose sono innaturali, però almeno a lei se alzava il braccio si vedeva il seno… alle modelle si vedeva il nulla 😛
    6 Kirsten posa con molta grazia, potrebbe fare la modella curvy!!
    cmq complimenti a tutte 🙂

  157. e soprattutto mai e poi mai un costume indossato da loro starà così anche a te. quindi direi che è ingannevole il decidere di comprare un costume in base a come veste…loro.

  158. Si, ma intanto che si fa? Se sei obesa finché non perdi 30 kg non esci di casa? Non puoi vivere? Mentre magari sudi per diventare quello che vuoi, non hai il diritto di trovare un vestito carino che ti valorizzi per uscire la sera?
    Rinneghiamo il diritto di vivere a chi è grasso?
    E dove trova una persona il coraggio e la fatica di cambiare se non amandosi? A questo servono le modelle plus size: se impari ad amarti, qualcosa per te stessa riesci a farlo! 🙂
    Io ho conosciuto Tess Holliday e sono dimagrita 20 kg.

    Sai, perché sono sempre stata grassa e mi è sempre stato detto che dovevo dimagrire per stare in salute. Ma a me non fregava della salute, quando sei una bambina non ti interessa perché sei giovane. Ti interessa di essere carina, perché la società ti chiede questo in quanto donna, purtroppo (maschilismo implicito).

    Ma non lo sarei mai stata, quindi perché sforzarsi?
    Il messaggio per me è sempre stato: non ti meriti di stare al mondo perché non sei bella. Finché non sono riuscita a crescere, a maturare ed sviluppare una personalità più forte. E sapete chi mi ha aiutato?
    Le modelle plus size che criticate tanto. E mi sono data da fare per riprendermi la mia vita.
    E nei rapporti sociali, chi soffre di più tra la ragazza dal fisico anoressico e quella obesa, è l’obesa.

  159. Il titolo “donne vere Vs modelle” mi lascia perplessa… le modelle non sono donne vere? E poi basta con sta storia del bikini body quando ora vanno tantissimo le donne curvy tipo kim k è Beyoncé

  160. Brava Fede grande testimonianza. Anche a me infastidisce questo voler far passare l’obesità come normalità per poi però puntare il dito contro chi è troppo magro

LASCIA UNA RISPOSTA