Ciao a tutte!

Oggi vi proponiamo un lookspotting che non parla solo di make-up, abiti da sogno e hair-styling, ma anche di qualcosa di più e di una prospettiva diversa con la quale guardare l’intero mondo beauty. Molte di voi avranno visto, nelle scorse settimane, qualche foto riguardante la prima uscita, ad un evento ufficiale, di Caitlyn Jenner, ex Bruce Jenner, olimpionico, attore e padre di Kendall e Kylie (e patrigno delle Kardashian). Immaginate la pressione che Cait ha subito per questa uscita…Beh, se l’è cavata alla grande, non vi pare?

2A92869000000578-3163339-image-m-66_1437019780702

L’occasione era la consegna di un premio al coraggio, che Caitlyn ha accettato con un lungo e toccante discorso sul suo cambio di genere e la gratitudine verso la sua famiglia, il peso delle aspettative degli altri, l’essere se stessi in ogni caso, la necessità di rispetto e la responsabilità che sente, come personaggio pubblico e quindi inevitabilmente influente, verso chi sta o vorrebbe fare la sua stessa scelta – e non solo. Se non avete avuto modo di farlo, vi consigliamo di guardare il video del suo discorso! (Ve lo lasciamo in fondo al post)

071515-espys-awards-caitlyn-jenner-dress-lead

Ad aiutarla a splendere anche esteticamente non è stata una Signora Nessuno, ovviamente. Cait si è infatti rivolta nientemeno che a Jen Rade, famosa per essere la stylist di Angelina Jolie.

JenRadeCaitlyn e Jen

L’ispirazione per l’abito erano le star della vecchia Hollywood, quelle che fanno sognare in ogni epoca. In particolare, Jen e Caitlyn hanno pensato alla divina Lauren Bachall.

425_lauren_bacall_GETTY_150716

L’abito è stato, ovviamente, disegnato apposta per lei: l’Atelier Versace ha pensato ad ogni dettaglio “testando” sull’incarnato di Cait anche la sfumatura di bianco, passando dal bianco osso al crema. Pare che Donatella Versace in persona abbia seguito il tutto, entusiasta di questa “sfida” e poi del risultato.

caitlyn-dress-02-600x800

Lo stile dell’abito, alle più fashioniste tra voi, avrà evocato un ricordo: stesso stilista e stessa stylist, Angelina aveva sfoggiato un abito simile, con una diversa sfumatura di avorio e un profondo spacco.

rs_634x1024-150716090214-634-angelina-jolie-2caitlyn-jenner-espys-awards.ls

Come segno di sostegno e di volontà di far sì che fosse lei la vera ed unica protagonista della serata, l’intera famiglia Jenner-Kardashian, non solo ha partecipato all’evento, ma ha partecipato vestendosi di nero, in modo da far risaltare la figura di Cait.

2A92477300000578-3163339-Silly_photo_Before_Caitlyn_s_segment_of_the_show_the_Kardashian_-a-27_1437021535716

CJ_ESPYs_2-600x450

Per quanto riguarda i capelli, invece, Cait ha la fortuna di averli naturalmente bellissimi anche a dire della sua stylist. L’ispirazione è, di nuovo, stata presa dalle dive di un tempo. Il fatto, poi, che portare i capelli medio-lunghi di lato sia uno dei grandi trend del momento, ha aiutato a renderla attuale e magnifica. Glamour USA ha individuato (non sappiamo se liberamente o se si tratta di un’informazione ufficiale) le tre star di riferimento, appartenenti a tre diverse decadi: Veronica Lake nel 1940, Rita Hayworth nel 1952 e Ann-Margret nel 1961.

Veronica Lake in 1940

Rita Hayworth in 1952

Ann-Margret in 1961

Per quanto riguarda il make-up, invece, Caitlyn sfoggiava un trucco molto naturale occhi sulle tinte del marrone dell’oro giallo. Con ogni probabillità, l’intento era quello di riprendere la luce dei preziosissimi (e meravigliosi) orecchini vintage Beladora che arricchivano il look.

2A92B2FE00000578-3163339-image-a-13_1437021534797

caitlyn-jenner-2015-espy-awards-getty

3555614_orig

I prodotti di make-up utilizzati su di lei erano firmati Kevyn Aucoin. Se, informandoci abbiamo trovato come assodato il fatto che sia stata usata la matita per sopracciglia (spessissimo usata sulle star) The Precision Brow Pencil nel color Brunette (26$) e la terra per contouring (stiamo comunque parlando di una Jenner 😉 !) Sculping Powder (42€) nella tonalità media, per gli altri prodotti abbiamo solo ipotizzato le colorazioni – ma possiamo dire che, siccome il brand non offre tantissimi colori, potremmo averci preso ;-).

The Sculpting Powder - Medium

12698

 

Sugli occhi è chiaro l’utilizzo di un color oro giallo sulla palpebra mobile, scurito lungo la piega dell’occhio con un marrone matte. La palpebra è poi definita da una matita scura leggermente sfumata e ciglia intense.

bf944e55-7595-4786-bcdb-c6e1522b80ee-1020x612La foto non è di quelle in cui Cait è venuta meglio, ma è perfetta perché le si analizzi il make-up!


thelooseshimmersahdow Citrine - Bright Gold Shimmer

the eye pigment primatif

Ad essere usati come oro sono stati probabilmente i pigmenti nel color Citrine (negli store online che servono l’Italia è disponibile in set da quattro, 114€, in quello USA invece è disponibile singolo per 29$), usati sopra all’ombretto in gel nel color Champagne (48€).

eyeshadow_#106 - Coffee Bean

Il marrone cioccolato presente tra gli ombretti singoli e matte è invece il Coffee Bean (29€).

the starlet

Defining Brown

 

Se sul mascara non possiamo proprio immaginare quale fosse quello effettivamente utilizzato, pensiamo che per definire l’occhio sia stata usata la matita nel color Defining Brown (24€) e le ciglia finte nel modello The Starlet (24$), studiate per essere naturali, nonostante concentrino maggior lunghezza e volume nelle parti esterne.

expert lip color Thelmadora - Rosy Nude

Se per gli occhi è più semplice, per le labbra è più difficile (quasi impossibile) individuare la nuance, basandoci solo dalle foto. Possiamo solo dire che si tratta di un rossetto cremoso dal finish classico, di un bel rosso chiaro, più vicino al nude che allo scarlatto. Tra quelli proposti dal brand, il più papabile ci pare il color Thelmadora (36€ – quando i prezzi sono in dollari è perché, da quanto abbiamo saputo reperire, non sono disponibili in Italia).

La preoccupazione principale di Cait, verso il proprio make-up? La tenuta: sapeva che il rischio di commuoversi durante il discorso sarebbe stato alto e non voleva che tanto lavoro venisse rovinato. Missione compiuta!

150716065031-caitlyn-jenner-espys-super-169

In conclusione una riflessione: la primissima parte del discorso di accettazione del premio, diventato rapidamente virale, tratta proprio del beauty – e di quello che in qualche modo significa per le donne. Caitlyn scherza sul fatto che si sente molto sotto pressione, chiedendo alla “Fashion Police” di essere indulgente con lei, dato che ce la sta mettendo tutta – ad essere sempre perfetta. Ecco il fatto: “scarpe, capelli, make-up – dice Cait – girls, I got it!! (che potremmo tradurre: ragazze…ora ho capito!) … e l’ho trovato estenuante”. Ma nelle sue parole non c’è nessun tono di lamentela, di critica, di senso di prigionia verso tutto ciò. Perché proprio quel make-up, quei capelli, i tacchi, l’abito da diva della vecchia Hollywood, insieme al suo corpo femminile, la fanno sentire esattamente chi lei è: una volta per tutte, Cait. Non è proprio così che funziona, anche per ognuna di noi?

11356437_1501129493512397_1345079090_n

Voi cosa ne pensate? Vi piace Caitlyn Jenner, come persona? E vi è piaciuto il suo look, moderno e retrò insieme? Avete sentito il suo discorso agli ESPYS? La pensate così anche voi (sul beauty e non solo)? Fateci sapere!
Un saluto dal Team!