Ciao ragazze!

L’anno scorso, le tendenze beauty hanno senza dubbi avuto come protagonisti specialmente colori dalle tonalità nude: da una parte c’è chi le ha sfruttate per scolpire il viso cambiandone otticamente i volumi a proprio piacimento, dall’altra chi, a suon di nude, ha pensato di… eliminare tutto e mostrare il proprio viso così com’è. Avete presente il #nomakeup movement di Alicia Keys, che ha scelto di presentarsi anche alle occasioni mondane con il viso completamente struccato? Quello.

Per quanto riguarda quest’anno però, pare proprio che i colori stiano tornando a farsi sentire: non solo, infatti, il 2017 è l’anno all’insegna di una tonalità vivace ed intensa come Greenery, ma ha anche sdoganato un trend coloratissimo e (yeeey) semplicissimo: l’upside down makeup! Come stanno già facendo trapelare le passerelle e i red carpet, sembra essere proprio una delle tendenze che farà da padrona nel panorama del trucco di questa primavera. Ma di che cosa si tratta? Beh bellezze, continuate a leggere per scoprirlo ;-)!

Cliomakeup-upside-down-makeup-18Credits: refinery29.com

UPSIDE DOWN MAKEUP: DI CHE SI TRATTA, E COME REALIZZARLO?

Con upside down makeup (che, letteralmente, si può tradurre in italiano con “trucco sottosopra”, “al contrario”) si intende un trend che ha, come protagonista, la parte inferiore degli occhi, risultando dunque perfetto per chi vuole dare una nota di colore al proprio look ma non ha eccessiva dimistichezza nel realizzare gli smokey eye o nell’uso dell’eyeliner! 😀

Cliomakeup-upside-down-makeup

La sua realizzazione è molto semplice e, se preceduta da qualche accortezza. La Make-Up Artist Tasha Reiko Brown – che ha contribuito a sdoganare e a diffondere questo trend – ne ha descritte alcune durante un’intervista a Refinery 29 e, tra le altre cose, siamo qui per raccontarvele.


Cliomakeup-upside-down-makeup-11La makeup artist Tasha Reiko Brown

L’upside down makeup, infatti, può essere fatto anche solo usando una matita occhi colorata, oppure mescolandone di diverse: l’importante però, in entrambi i casi, è sfumare il tutto servendosi di un pennellino, per non conferire eccessiva durezza allo sguardo con una linea troppo netta. E per non ricordare troppo gli anni ’80.

Si può, in alternativa, usare degli ombretti colorati, sia da soli che da sfumare sulla matita: in quest’ultimo caso, se ne allungherà anche la tenuta!

Cliomakeup-upside-down-makeup-9Come ha fatto il MUA Patrick Ta con Olivia Munn, grande amante di questo look!

TIPS & TRICKS PER UN UPSIDE DOWN MAKEUP AL TOP

L’upside down makeup, se applicato sulla rima esterna inferiore degli occhi, è ottimo per farli sembrare più grandi e, se realizzato con colori complementari rispetto alle vostre iridi, può farle risaltare moltissimo!

Ad esempio, se avete gli occhi azzurri, realizzare un trucco di questo tipo con toni caldi come quelli dell’oro e del bronzo sarà il top! Mentre, se avete gli occhi marroni, un color cobalto li renderà ancora più profondi. Insomma si può, veramente con poco, fare la differenza!

Cliomakeup-upside-down-makeup-6Bronzo sulla palpebra superiore e color petrolio scuro su quella inferiore: l’accoppiata di Mandy Moore è azzeccatissima! Tranne dove altrimenti specificato, le immagini sono tratte da Pinterest

Inoltre, per questo tipo di look, scegliere matite e ombretti dal finish shimmer è una strategia vincente. Riflettendo la luce, fanno sembrare lo sguardo ancora più aperto; tuttavia, se volete rendere più discreto un colore già di per sé molto vivace, optare per il matte è un buon compromesso!

Cliomakeup-upside-down-makeup-10

Tasha Reiko Brown, inoltre, offre l’utile suggerimento di valorizzare il tutto mantenendo il trucco delle palpebre superiori abbastanza neutro, ma definito. Il risultato è d’impatto, ma ha evitato di sovraccaricare il look.

Cliomakeup-upside-down-makeup-15Credits: get-the-look.ca

Bellezze, mica è finita qui! L’upside down makeup è eccezionale per dare carattere e valorizzare le iridi di ogni colore, e nella pagina successiva vi mostrerò un po’ di spunti da cui trarre ispirazione! Andate a pagina 2 per vedere di che si tratta!

57 COMMENTI

  1. Io lo faccio spesso. Magari in maniera più discreta….una riga colorata e, con questo sole fa subito primavera.

  2. Mi piace! A volte lo faccio con le matite viola, azzurre e ambra. Però l’ultimo look per chi è portatrice di occhiaie congenite non si può proprio fare.

  3. Avendo gli occhi verdi sono stata una grande fan di questa tecnica in passato ! Mia mamma mi aveva regalato il mio primo cosmetico di marca : una matita Chanel verde (si chiamava “Bonsai” me lo ricordo ancora !) che adoravo.
    Effettivamente ora è da un bel po’ che non punto più sulla rima inferiore… per diverse ragioni :
    – la prima è che ho paura che mi evidenzi le occhiaie
    – la seconda è che il rischio sbavatura è sempre dietro l’angolo
    – e la terza è che avendo gli occhi in giù con la palpebra un po’ cadente per natura ho paura che facendo così questa caratteristica si accentui
    Chissà, magari dopo questo post ritenterò l’esperienza per rivedermi con quell’effetto !

  4. Bellissimi consigli, avendo occhi piccoli e neri utilizzo quasi sempre questo look…Sopra rimango fedele al mio marrone scuro e sotto cobalto, blu, petrolio, azzurro chiarissimo quando sono abbronzata (in estate fa il trucco da solo)
    In generale per allargare lo sguardo mi fermo a metà della rima inferiore

  5. A me sembra di stare malissimo, anche con una semplice sfumatura mattoncino, mi dà l’impressione di essermi truccata male.

  6. Mi piacciono molto questi tocchi di colore al contrario, peccato però che mi lacrimino tantissimo gli occhi e solo la pece potrebbe resistere 🙁

  7. Per la scelta del colore io mi soffermerei anche sul contorno o le sfumature dell’iride. Tante persone (la maggior parte, in realtà) hanno il contorno dell’iride o sfumature di un colore diverso e trovo bello usare proprio quello per il trucco upside down perchè mette ancora di più in evidenza questa caratteristica. Di giorno, alla luce del sole, dà un effetto incredibile e delicato allo stesso tempo. Avendo gli occhi scuri ho sempre usato il classico blu, poi ho scoperto di avere delle sfumature verdi e gialle e da allora ho provato colori simili. Effetto pazzesco, sia dal vivo che in foto (di giorno, ovviamente).

  8. Beh, ehm… Devo dire che non è affatto male, però deve essere fatto a regola d’arte e i colori devono essere quelli giusti altrimenti viene fuori una pacchianata epica.
    Ho provato di recente con una matita viola metallizzato, e l’effetto non mi è dispiaciuto. In realtà, avendo gli occhi nocciola tendenti al verdino (tipo quelli di Lily Collins, per intenderci) i colori che me li risaltano di più sono quelli borgognosi, come questa matita occhi di Debby color vino
    https://uploads.disquscdn.com/images/dc2505a40baa58b39cccd26d5d736eef77b652fa0cacdd5883c20ab4e2e3e1de.jpg
    A me personalmente piace perché gli occhi mi diventano due biglie, ma l’effetto è un po’ troppo “congiuntivite”… Consigli su altri colori e trucchetti sono sempre i benvenuti.

  9. Nel senso che hai usato proprio verde e giallo o colori complementari (rosso e viola, in questo caso)? te lo chiedo perché mi interessa provare la stessa cosa, anche se io userei meno colori visto che i miei occhi sono scuri e al sole diventano rossi (motivo per cui il verde mi sta bene di ogni colore, anche il più improbabile, mentre col blu devo scegliere la tonalità giusta).

  10. Prova il color rame!! Sugli occhi verdi/marroni/verdi e’ il colore piu’ bello! Te lo dico xche’ l’ ho provato su di me e il risultato e’ bello!

  11. Io lo faccio sempre in estate con l’ombreyto stick di kiko color pavone, sopra riga nera e ombretto champagne/dorato/bronzo! Bellissimo anxhe con rossetto rosso o fucsia!

  12. Ho usato verde e giallo, perchè il blu di giorno mi risultava un po’ pacchiano, mentre di sera sta molto bene perchè gli occhi risultano semplicemente scuri. Con gli occhi marroni /rossi (invidia) mi piace molto anche il rame ma in combinazione col nero nella rima interna per dare ancora più profondità e contrasto allo sguardo.

  13. Bella idea…ma urge tutorial! La mia palpebra inferiore tende a sbavare e nin vorrei che con questo trucco il colore mi arrivasse sul naso…buona domenica!

  14. Stupendo! Ogni primavera/estate lo faccio! È semplice ma d’effetto e mi permette di realizzare trucchi colorati che non faccio spesso durante l’anno e di sfruttare colori più strong nelle palette che altrimenti non userei spesso.

  15. Non è proprio una novità: mia madre mette spesso una matita verde sulla rima inferiore e talvolta anch’io, anche se avendo gli occhi tondi e leggermente sporgenti non è proprio il massimo della vita enfatizzare la rima inferiore così. Infatti di solito, se voglio usare gli ombretti colorati, mi piace fare un cat-eye doppio sulla palpebra superiore: nero-marrone sotto e colorato sopra, anche sfumando due colori. Più laborioso dell’uoside down, ma secondo me alla fine rende meglio!

  16. Solitamente con l’aggiunta di un colore dorato o ramato (una linea sottile, un punto luce, basta poco), si crea quel minimo stacco di colore che evita l’effetto “congiuntivite”.
    Clio aveva fatto un post sui trucchi color pesca, rosa e rame dove spiegava come evitare il problema che descrivi.

    Trucco pesca: https://blog.cliomakeup.com/2016/01/trucco-color-pesca-palette-sweet-peach-too-faced-occhi-viso-labbra/
    Altro trucco pesca (con un videotutorial): https://blog.cliomakeup.com/2017/02/beauty-trend-pesca-2017/
    Smokey eyes colorati: https://blog.cliomakeup.com/2015/11/smokey-eyes-colorati-10-look-da-copiare/
    Ombretto bronzo (ci sono tonalità simili al pesca e gli esempi spiegano bene come evitare l’effetto congiuntivite): https://blog.cliomakeup.com/2015/06/abbiniamo-lombretto-il-bronzo/

  17. Lo facevo spesso alle superiori, soprattutto turchese, blu elettrico e verde acqua, poi ho smesso per paura che mettesse troppo in evidenza le mie occhiaie genetiche scure e infossate; ho ricominciato quest’anno a usare matite colorate nella rima inferiore per potermi sbizzarrire con i colori che non riesco a usare sopra data la palpebra incappucciata e cadente, ora preferisco l’oro, il rame, il prugna caldo e il bronzo.

  18. Ragazze, succede solo a me o pure voi, quando provate a mettere dei link vi ritrovate ad aspettare l’autorizzazione del blog…che non arriva mai, nemmeno dopo un’ora di attesa (ho lasciato il pc per conto suo per vedere se era questione di tempo)? e dire che i link che volevo mettere sono del blog stesso.
    Magari è una qualche impostazione anti-spam, ma almeno codificarla perché si possano linkare le pagine del blog 🙁

  19. Bell’articolo e tecnica. In passato qualche volta l’ho fatto. Per chi volesse fare un investimento segnalo le matite di Marc Jacobs (22 euro da sephora. .semmai si prende scontata) che è allo stesso tempo morbida e duratura! Una tecnologia da 10 e lode

  20. Davvero merita? leggo pareri contrastanti e siccome non la tengono nello store dove vado io dovrei lanciarmi nell’acquisto al buio!

  21. Questo trend mi piace tantissimo, è facile e mi va a fagiolo con la palpebra leggermente cadente. Ho zillioni di matite e ombretti colorati che non uso praticamente mai… grazie!

  22. Io qualche anno fa usavo spesso la matita colorata azzurra nella palpebra inferiore, la adoravo!
    Il problema è che inspiegabilmente si è volatilizzata! 🙁

  23. bellissimoo, mi piace un sacco!! anke l’ idea dei glitter!! lo proverò soprattutto abbinato con un bel rossetto acceso!! 😉

  24. prova il Cream Crush Lasting Colour Eyeshadow, che è + cremoso e non sbava come le matite e lo stendi con il pennello n. 62 o 63. io faccio così perché ho gli okki tondi e voglio evitare l’ effetto “panda” XD

  25. La matita di Marc Jacobs blu ce l’ho, ma è più blu elettrico che blu notte. E’ ottima e la uso tanto.. però è vero che non tutte hanno la stessa resa: ne ho una nera, quella più sottile , che in rima interna scrive poco e tiene ancora meno. La blu mi regge tutto il giorno.
    In alternativa, blu scuro:
    lo stick long lasting n. 17 di Kiko che uso anche in rima interna;
    la MAC Pearlglyde in Petrol Blue.

  26. gli stick kiko gli uso anche io (intendi gli ombretti stick vero?) specie il color ottanio
    ora stavo guardando le UD 24/7, mi pare che tu le usassi o sbaglio?
    grazie mille dei consigli!

  27. Per me non è una novità perchè lo faccio da sempre… uso i toni del marrone o del bordeaux… appena meno il nero, al massimo lo sfumo molto.
    Amo questo trucco, ho l’occhio all’ingiù e così diventa super romantico… non so se mi spiego ma è bellissimo l’effetto

  28. Clio, urge post con le migliori matite colorate, ho cercato il tuo post e risale al 2014 e qui mi sa che ci stiamo tutte per lanciare in acquisti compulsivi 🙂

  29. Ho guardato sul website è la automatic in numero 11 camouflage green. Però ora che guardo bene, il colore non ha glitter come quello della foto, è matte. L’ho comprata con l’ombretto water eyeshadow in olive green che è molto luminoso. Mettendoli assieme dovrebbe avere un effetto molto simile. In realtà li avevo comprati per riprodurre uno smokey in verde militare e oro che aveva proposto Clio … ma la riesumo anche per questo trend.

  30. Guarda. .proprio per le matite ne ho viste di ogni perché sono anche allergica. Non mi lacrimavano gli occhi e durava un’infinità. Ho provato quella blu di mia sorella. Certo, la linea l’ho fatta sottile ma proprio all’esterno dell’occhio. Con lo sconto costa sui 18 euro. Altrimenti in passato mi sono trovata bene anche con Deborah, ma non l’ho trovata in giro ultimamente

  31. Fai bene a leggere però diversi pareri più blasonati del mio..semmai in giro c’è roba più economica. Solo che io a kiko non mi posso avvicinare per es.

  32. Ciao, ho trovato la matita di cui parlavo, mi ricordavo male era di Chanel in pacific green, non proprio economica come quella di Kiko ma è uguale. Non so nemmeno se la fanno ancora era un’edizione limitata

  33. io lo faccio coi matitoni della kiko, quelli che di solito noi tutte conosciamo per la palpebra e che Clio stessa nomina spesso, essendo molto cremosi viene benissimo. Lo applico come fosse una matita, poi sfumo un po’ col pennello piccolo e via 😉

  34. Ho visto solo ora il commento, non mi è arrivato nelle notifiche… Grazie mille Alessia!!! 🙂

  35. La viola uso una matita long lasting di wycon, mi pare le deep purple (ce ne sono due, uso la più scura); per il cobalto uso una matita di Pupa dell’edl dell’estate 2015. Sono entrambe temperabili, non automatiche

  36. Blu notte scurissimo, a lunga tenuta, utilizzabile anche in rima interna ho la matita Pearlglide intense eye-liner di Mac in petrol blue e il matitone long lasting stick di Kiko n. 17 ; un filo più sul blu elettrico, invece la matita in gel di Marc Jacobs in Wave Length.
    Ciao
    Sonia

  37. grazie mille, appena vado da kiko vado a vedere 🙂
    Ora ho ordinato, per la cronaca, 2 glide 24/7 di UD Abyss (azzurro) e violet sister o qualcosa di simile (viola), ti faro sapere!

  38. Anch’io ho sempre fatto questo tipo di trucco, ovviamente col verde smeraldo, ma anche il verde acquamarina, il cobalto, ogni tanto il celeste e il viola e tutti in abbinamento col nero che sfumo. Io mi mantengo sulle cifre piu’ abbordabili di Essence, Rival de Jung, Astor, Maybellyne, P2, Alverde.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here