Ciao ragazze!

L’anno scorso, le tendenze beauty hanno senza dubbi avuto come protagonisti specialmente colori dalle tonalità nude: da una parte c’è chi le ha sfruttate per scolpire il viso cambiandone otticamente i volumi a proprio piacimento, dall’altra chi, a suon di nude, ha pensato di… eliminare tutto e mostrare il proprio viso così com’è. Avete presente il #nomakeup movement di Alicia Keys, che ha scelto di presentarsi anche alle occasioni mondane con il viso completamente struccato? Quello.

Per quanto riguarda quest’anno però, pare proprio che i colori stiano tornando a farsi sentire: non solo, infatti, il 2017 è l’anno all’insegna di una tonalità vivace ed intensa come Greenery, ma ha anche sdoganato un trend coloratissimo e (yeeey) semplicissimo: l’upside down makeup! Come stanno già facendo trapelare le passerelle e i red carpet, sembra essere proprio una delle tendenze che farà da padrona nel panorama del trucco di questa primavera. Ma di che cosa si tratta? Beh bellezze, continuate a leggere per scoprirlo ;-)!

Cliomakeup-upside-down-makeup-18Credits: refinery29.com

UPSIDE DOWN MAKEUP: DI CHE SI TRATTA, E COME REALIZZARLO?

Con upside down makeup (che, letteralmente, si può tradurre in italiano con “trucco sottosopra”, “al contrario”) si intende un trend che ha, come protagonista, la parte inferiore degli occhi, risultando dunque perfetto per chi vuole dare una nota di colore al proprio look ma non ha eccessiva dimistichezza nel realizzare gli smokey eye o nell’uso dell’eyeliner! 😀

Cliomakeup-upside-down-makeup

La sua realizzazione è molto semplice e, se preceduta da qualche accortezza. La Make-Up Artist Tasha Reiko Brown – che ha contribuito a sdoganare e a diffondere questo trend – ne ha descritte alcune durante un’intervista a Refinery 29 e, tra le altre cose, siamo qui per raccontarvele.

Cliomakeup-upside-down-makeup-11La makeup artist Tasha Reiko Brown

L’upside down makeup, infatti, può essere fatto anche solo usando una matita occhi colorata, oppure mescolandone di diverse: l’importante però, in entrambi i casi, è sfumare il tutto servendosi di un pennellino, per non conferire eccessiva durezza allo sguardo con una linea troppo netta. E per non ricordare troppo gli anni ’80.

Si può, in alternativa, usare degli ombretti colorati, sia da soli che da sfumare sulla matita: in quest’ultimo caso, se ne allungherà anche la tenuta!

Cliomakeup-upside-down-makeup-9Come ha fatto il MUA Patrick Ta con Olivia Munn, grande amante di questo look!

TIPS & TRICKS PER UN UPSIDE DOWN MAKEUP AL TOP

L’upside down makeup, se applicato sulla rima esterna inferiore degli occhi, è ottimo per farli sembrare più grandi e, se realizzato con colori complementari rispetto alle vostre iridi, può farle risaltare moltissimo!

Ad esempio, se avete gli occhi azzurri, realizzare un trucco di questo tipo con toni caldi come quelli dell’oro e del bronzo sarà il top! Mentre, se avete gli occhi marroni, un color cobalto li renderà ancora più profondi. Insomma si può, veramente con poco, fare la differenza!

Cliomakeup-upside-down-makeup-6Bronzo sulla palpebra superiore e color petrolio scuro su quella inferiore: l’accoppiata di Mandy Moore è azzeccatissima! Tranne dove altrimenti specificato, le immagini sono tratte da Pinterest

Inoltre, per questo tipo di look, scegliere matite e ombretti dal finish shimmer è una strategia vincente. Riflettendo la luce, fanno sembrare lo sguardo ancora più aperto; tuttavia, se volete rendere più discreto un colore già di per sé molto vivace, optare per il matte è un buon compromesso!

Cliomakeup-upside-down-makeup-10

Tasha Reiko Brown, inoltre, offre l’utile suggerimento di valorizzare il tutto mantenendo il trucco delle palpebre superiori abbastanza neutro, ma definito. Il risultato è d’impatto, ma ha evitato di sovraccaricare il look.

Cliomakeup-upside-down-makeup-15Credits: get-the-look.ca

Bellezze, mica è finita qui! L’upside down makeup è eccezionale per dare carattere e valorizzare le iridi di ogni colore, e nella pagina successiva vi mostrerò un po’ di spunti da cui trarre ispirazione! Andate a pagina 2 per vedere di che si tratta!