LItalia è uno dei paesi in cui l’uso dello smalto semipermanente è tra i più diffusi e, proprio per questo motivo, sapere come mantenerlo al meglio e farlo durare il più a lungo possibile è fondamentale! Meno impegnativo rispetto al gel e alla ricostruzione, questo tipo di smalto è molto indicato soprattutto per chi porta le unghie corte o di media lunghezza.

Risulta così ideale per chi ha il desiderio di cambiare spesso (ma non troppo) look alle proprie mani. Dunque, come far durare più a lungo lo smalto semipermanente e nel miglior modo? Non vi resta che continuare a leggere per scoprirlo!

Cliomakeup-far-durare-smalto-semipermanente-11

FAR DURARE SMALTO SEMIPERMANENTE: BASTA POCO!

Rispetto al gel, lo smalto semipermanente ha una consistenza più fluida ma, in condizioni ottimali, può averne la stessa durata! La media è di circa tre settimane sulle mani, e addirittura un mese sui piedi.

Cliomakeup-far-durare-smalto-semipermanente-12.jpg

Queste tempistiche, a volte, possono però essere nettamente inferiore e ciò può dipendere, oltre che dalla tipologia di prodotti utilizzati, anche dal modo in cui si trattano le mani! Vediamo allora come aumentare la durata di questo smalto con pochi piccoli accorgimenti che possono fare la differenza!


Cliomakeup-far-durare-smalto-semipermanente-14

I GUANTI, ALLEATI DELLE UNGHIE

Cominciamo con un consiglio in teoria scontato (ma nei fatti non troppo), ovvero adottare qualche precauzione in più durante le faccende o tutti quei lavori che richiedono l’uso delle mani.

Cliomakeup-far-durare-smalto-semipermanente-9

Quando, ad esempio, si devono lavare i piatti, fare le pulizie o dei lavori in giardino, usare i guanti è altamente consigliato non solo per proteggere la pelle delle mani da eventuali taglietti o dai detergenti aggressivi ma anche, ovviamente, per tutelare le unghie!

Cliomakeup-far-durare-smalto-semipermanente-2

Questo attutirà anche eventuali colpi che, durante questo tipo di faccende, possono essere frequenti, evitando che lo smalto si sbecchi.

ATTENZIONE ALL’ACQUA E ALLE CREME

Anche se lo smalto semipermanente promette una migliore resistenza rispetto a quello classico bisognerebbe, per almeno 12 ore dopo averlo messo, evitare contatti prolungati con l’acqua, soprattutto se calda.

Cliomakeup-far-durare-smalto-semipermanente-10

Per far durare di più il semipermanente, è bene evitare contatti prolungati con l’acqua calda nelle 12 ore successive

Lo smalto semipermanente infatti, anche se può sembrare all’apparenza perfettamente asciutto, in questo lasso di tempo può essere danneggiato più facilmente.

Meglio, dunque, rimandare bagni caldi e nuotate al giorno successivo!

Cliomakeup-far-durare-smalto-semipermanente-15

Lo stesso vale anche per creme e oli idratanti, che fanno sicuramente bene alla pelle delle nostre mani ma che andrebbero evitati per almeno 3 ore dopo aver messo il semipermanente.

Cliomakeup-far-durare-smalto-semipermanente-6

Ragazze, non abbiamo ancora terminato! Sapete che anche la forma delle unghie può incidere sulla durata dello smalto semipermanente? E che ruolo rivestono gli ormoni nella sua resistenza? Scoprite questo e altre attenzioni che fanno durare più a lungo questo tipo di smalto a pagina 2!

17 COMMENTI

  1. Non sono certa che applicare i guanti sia d’aiuto! Mettere il guanto cuoce lo smalto, ci si ritroverà sempre con il bordo smangiato. Lavoro di necessità coi guanti e dopo molte prove soni giunta alla vonclusione che smalto semipermanente (o qualsiasi tipo dismalto) e guanti non é una buona accoppiata!

  2. Io d’estate lo faccio sempre ai piedi, trovo che sia comodo, e come avete detto nell’articolo anche a me dura 3 settimane… poi bisogna tagliare le unghie per forza e rifarlo. Però per i piedi, e per me è 1 ottima soluzione. Facendo quello e le maschere goduriose/rinfrescanti/iper profumate/rilassanti di Sephora ho piedi sempre in ordine e non ci devo pensare più 😀
    Altro discorso x quanto riguarda le mani… l’ho provato un paio di volte, e a parte che è stata fastidiosissima la rimozione, e per me è anche un po’ invasiva, anch’io mi sono accorta che dopo qualche giorno avrei voluto togliermelo e cambiare colore. Mi innervosiva non poterlo fare 😀
    Perciò credo che continuerò a ritenerlo ok per i piedi, ma per le mani basta una bella manicure e lo smalto classico che metto anche da me.. e lo tolgo quando mi pare 🙂

  3. È vero, anche io l’ho notato… bisognerebbe mettere un guanto sottile in cotone sotto secondo me!

  4. Io faccio il semipermanente presso le profumerie Limoni da dicembre e mi trovo molto bene. Lo faccio ogni 20 giorni perchè il colore perde leggermente brillantezza ma non si sbecca ne altro, quindi sono molto soddisfatta. Ho sempre le mani curate e in ordine senza doverci pensare !

  5. Io hobilpallino da un po’, ma vorrei farlo da sola. Basta prendere la lampada e gli smalti no? Base, colore e top giusto?

  6. Sì e come sito di consiglio enailstore!perché innanzitutto è italiano, esistono già i kit per le ciompe (con lampada e le prime cose che ti servono), e poi la qualità dei prodotti è buona compresa quella delle cere depilatorie (fantastica alla lavanda!) E il prezzo onesto rispetto ai negozi fisici che ci sono nella mia città 🙂
    Ciò detto prima guardati diversi tutorial su come si fanno e cosa serve 🙂

  7. Costa 20 euro e ti garantisco che lo fanno molto bene. Credo che lo facciano in tutte le profumerie ( la mia non è molto grande ) ti conviene però informarti.

  8. Ciao, io lavoro in cucina e ho spesso anche turni al lavaggio anche di 6 ore per cui volevo fare il gel alle unghie. più che altro per le occasioni particolari, adesempio questo natale avevo il turno al lavaggio e poi dovevo andare a cena con i parentie mi sarebbe piaciuto andarci con le mani curate e in ordine. l’estetista mi sconsigliò il gel dicendo che non potevo farlo una volta ogni tot ma una volta cominciato sarei dovuta andar avanti a fare il gel alle unghie praticamente per sempre. Per cui mi ha indirizzato verso il semipermante dicendo che mi sarebbe durato un paio di settimane minimo. quindi pago questi 25 euri e mi faccio il semipermanente. Risultato? dopo tre giorni si era sbeccato e sono tornata a farlo rimuovere 🙁 ora uso solo smalti normali ogni tanto e se voglio qualcosa che duri un po di più uso la linea della kiko con gli smalti doppi che spendo 8 euro e mi durano comunque 3 giorni.

  9. Io ho le unghie sempre dipinte, e ho provato sia il gel che il semipermanente. Mi era persino venuta voglia di fare l’acrilico, ma poi ho lasciato perdere tutto e sono tornata allo smalto normale, risolvendo i problemi di durata e sbeccature con il Seche Vite.
    Le unghie in gel o semipermanente sono molto belle a vedersi (se fatte bene e senza nail art grezze), ma la manicure di questo tipo è decisamente troppo impegnativa e, almeno nel mio caso, l’unghia naturale ne ha risentito molto.

  10. A me nn dura nè il semipermanente nè il gel e tantomeno lo smalto…. tutto dipende dall’unghia ed avendola sfaldata e molle ….

  11. Ciao Clio! Bisogna fare anche attenzione a utilizzare la lacca e l acetone dato che lo sciolgono…no ai top coat fatti per gli smalti, bisogna sempre utilizzare quelli appositi

  12. E’ un top coat ad asciugatura ultra rapida, il migliore che abbia mai provato. E’ infatti universalmente riconosciuto come il topper n. 1 in assoluto. Il problema è che nei negozi non si trova, io lo acquisto online.

  13. beata te Sara! Io se potessi mi terrei lo stesso smalto pure due mesi, ma dopo tre giorni (al massimo) quello classico si sbecca. Devo dire che col semipermanente dipende molto dalla bravura di chi te lo fa, avevo avuto esperienze deludenti ma a me, che non dura mia, recentemente è durato davvero tre settimane! Ho le unghie fragili e lo smalto mi aiuta a farle crescere un po’ sennò ne ho sempre una più lunga e una più corta, e un’altra di un’altra lunghezza ancora…

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here