Il make-up, in un certo senso, è “magico”: ci permette infatti momentaneamente di valorizzare, se non addirittura quasi cambiare, i nostri lineamenti, e di dare al nostro look il carattere che più ci aggrada e che desideriamo. I metodi e i tips per truccarsi, quindi, sono sempre in evoluzione, e propongono novità capaci di adattarsi ad ogni gusto ed esigenza! A questo proposito, oggi vi parlerò di uno degli ultimi trend in fatto di tecniche make-up provenienti dall’Europa dell’est, ovvero la Pencil Technique!

Come suggerisce già il suo nome, questa tecnica si serve delle matite occhi per creare giochi di luci, ombre e colori e per dare l’impressione che lo sguardo sia più aperto, sollevato e felino! Su Instagram è ormai un vero e proprio tormentone e, anche in Italia, stanno cominciando a fare capolino anche dei corsi mirati per riprodurre questo trucco dall’effetto super scenico! Volete saperne di più? Allora non vi resta che continuare a leggere!

cliomakeup-pencil-technique-trucco-occhi-11Via Instagram @olgamakeupart

PENCIL TECHNIQUE TRUCCO OCCHI E…OCCORRENTE!

Le matite occhi sono le protagoniste indiscusse della Pencil Technique e, le migliori per realizzarla, sono sicuramente quelle morbide e facilmente sfumabili. Utilizzare matite dal tratto troppo duro, infatti, richiederebbe una pressione eccessiva sulla pelle, dando non poche difficoltà nella sfumatura!

cliomakeup-pencil-technique-trucco-occhi-12

Il colore della matita dipenderà dal tipo di trucco che vorrete fare

La tonalità della matita da scegliere dipende dal tipo di make-up che intendete creare: via libera a quella nera se volete un risultato elegante e molto da sera, magari come preparazione per un trucco smokey. Optare per una matita marrone, invece, è il top per porre le basi per un make-up elegante e dai toni nude.

cliomakeup-pencil-technique-trucco-occhiVia Instagram @la_giusymua

Vi serviranno poi degli ombretti del colore che preferite, dei pennelli per il trucco occhi e, ovviamente, il mascara, che in questo tipo di make-up non può mai mancare come tocco finale! Avete preso tutto l’occorrente? Allora si comincia!

cliomakeup-pencil-technique-trucco-occhi-14

Via Instagram @olgamakeupart

UNA BASE TOP PER L’OMBRETTO CON LE MATITE

Ci sono molti modi per cominciare a fare un trucco con la Pencil Technique, ed uno di quelli più semplici e pratici suggerisce di cominciare dalla rima esterna inferiore degli occhi! Non tracciatevi una linea continua di matita, ma solo a brevi tratti, limitandovi a tre quarti della rima ciliare.

cliomakeup-pencil-technique-trucco-occhi-6Credits: mtv.com

Poi prendete un pennello piatto abbastanza rigido e sfumate la matita accuratamente verso l’esterno. Successivamente, per iniziare a mettere le basi del vostro trucco ad effetto super grafico, tracciate una linea con la matita lungo l’angolo esterno dell’occhio, facendola partire dalla fine della rima esterna inferiore.

cliomakeup-pencil-technique-trucco-occhi-10Via YouTube @Olgamakeupart

Sfumate bene per creare la base “grafica” su cui mettere l’ombretto

Questa operazione è simile a quella che si fa, ad esempio, quando si disegna la codina dell’eyeliner, ma in questo caso sarà ancora più semplice, poiché sarà sufficiente seguire l’angolo naturale dei vostri occhi. Prendete poi il pennellino e sfumate bene: in questo modo, creerete una base pulita e precisa per applicare poi l’ombretto!

cliomakeup-pencil-technique-trucco-occhi-8Via Youtube @Dyna

Bellezze, non è finita! Pencil Technique trucco occhi definito ed elegante, cut crease e sfumature sono i protagonisti anche della pagina successiva! Seguitemi a pagina 2 per sapere come andare avanti a realizzare questo metodo!

21 COMMENTI

  1. Quanto è brava Olga Makeupart? Ha proprio una tecnica pazzesca. Ho provato a riprodurre alcuni suoi make up ma non erano mai belli come i suoi. Peccato che da un bel po’ di mesi non pubblica più nulla su youtube

  2. Tutto molto bello ma…è fattibile per chi ha occhio incappucciato con palpebra naturalmente cadente? Io non ho proprio l’angolo esterno da seguire ma solo una piega di pelle accartocciata su sè stessa così come non ho letteralmente spazio per un cut crease, è davvero frustrante a volte, il 90% delle tecniche e dei trucchi da Instagram o YouTube ignora sempre questa tipologia (molto più diffusa di quanto si pensi) arrivando a farci sentire “sbagliate”…

  3. Mamma mia quanto vittimismo…anche io ho l’occhio incappucciato, basta scrivere hooded eyes su youtube e appaiono centinaia di tutorial, è ovvio che i make-up artist propongono i tutorial su palpebre grandi proprio come è ovvio che le modelle siano belle donne, purtroppo siamo state sfortunate! Io seguo reginainneverland e alyssa Ashley che hanno gli occhi come i miei e anche loro non portano mai cut crease o eyeliner troppo grafici perché starebbero malissimo.

  4. Ciao! In questo caso la stesura della matita andrebbe concentrata nella parte esterna inferiore dell’occhio, per poi creare delle sfumature morbide con una matita più chiara.

  5. Che belli questi make up! Adoro quelli supersfumati, ah essere capace di riprodurli! Sfumare sfumare sfumare!

  6. Di certo non è una tecnica facile, anche se la matita è naturalmente più precisa dell’ombretto… Ma forse proprio per questo un errore si noterà immediatamente. Però dai, voglio provarci così dò un senso alle mie matite 😀

  7. Io li vedo troppo pesanti, mi chiedo : se sfumi davvero bene la matita e usi dopo gli ombretti sfumandoli non dovrebbe esserci un perfetto gioco di chiari/scuri ? Che rende lo sguardo sexy ma in modo naturale?

  8. le matite di Neve sono favolose! io ne ho almeno una decina e così morbide e scriventi non ne ho mai trovate giuro 🙂

  9. Le immagini proposte sono un po’ troppo “alla instagram” per i miei gusti, ma non è un’idea malvagia. A volte faccio un eyeliner sfumato usando prima la matita e poi l’ombretto e il risultato non è male, anche se è un po’ più laborioso!

  10. Oddio, Reginainneverland ha iniziato a postare tutorial sulla pencil technique credo 7-8 anni fa…stupenda! 🙂

  11. Non è questione di vittimismo ma di praticità 🙂 esistono vari tipi di occhio incappucciato, il mio è droopy hooded con la pelle ripiegata su se stessa che ricopre gran parte delle ciglia, è la tipologia che di solito viene invecchiando (io ce l’ho dalla nascita) e che le star si fanno togliere con la blefaroplastica, per questo molti dei tutorial specifici che avete segnalato su di me non funzionano (Stephanie Lange, Wayne Goss, Pixiwoo, Regina, Alyssa, ecc) fra i pochi davvero utili la Eldridge, ma ne ha fatti solo un paio, e quelli di alcune vlogger straniere di mezza età come SugarPuffAndFluff. Il vero problema non è tanto come truccarsi ma applicare e far durare il trucco, non reggono nemmeno molti primer siliconici e prodotti waterproof professionali, tutto scompare a chiazze, se ne va in giro per il resto del viso o si riduce ad un unica grande riga orrizontale a causa della conformazione della palpebra…sarebbe utile qualcuno che spiegasse l’ABC ma ormai nessuno fa più veri e propri tutorial tecnici, soprattutto in Italia, anche le più brave si limitano a haul, prime impressioni e recensioni ed è un dato di fatto che da quando è esploso il trucco Instagram molte ragazze percepiscono l’incappucciamento come un limite, un “problema” o un “grave difetto”, basta leggere i commenti che ci sono in giro e che fino a un paio di anni fa sarebbero stati impensabili…ma se tu sei così esperta in materia accetto volentieri qualche dritta! 😉

  12. grazie! Ho visto una MUA nei video di Sephora che usava la stessa tecnica, mi sembrava interessante, ma sono rimasta un filo indecisa il risultato finale era un filino punk rock e volevo qualcosa di drammatico ma da sera come avete proposto voi.

LASCIA UNA RISPOSTA