STEREO CON MUSICASSETTE E STELLE FLUO, TRA BARBIE, TROLL E SORPRESE KINDER

Lo stereo solo con le musicassette era un must anni ’80 che è però perdurato fino agli anni Novanta. Quello con due mangiacassette era fantastico e permetteva di… Registrare le hit dalla radio!

cliomakeup-back-to-90-porta-musicassette

Quasi tutte in stanza abbiamo avuto appeso il porta musicassette di legno, vero?
Credits: @amazon.com

L’abbiamo fatto tutte e quante volte non riuscivamo a far partire in tempo la registrazione e avevamo compilation con “Wannabe” delle Spice Girls tronca dell’inizio o anticipata da minuti di chiacchiere degli speaker radiofonici. Momenti traumatici!

cliomakeup-back-to-90-stereo

Credits: @Gumtree


Verso la fine degli anni 90 e i primi anni 2000, nelle stanze delle ragazzine arrivò lo stero con la musicassetta – lettore CD che permetteva di masterizzare i CD su cassetta a chi ancora non aveva il lettore CD portatile e manteneva alto l’orgoglio del walkman.

cliomakeup-nostalgia-anni-novanta-walkman-anni-90

Credits: @siviaggia.it

Forse risentendo ancora della scia anni ’80, nelle camerette delle teen anni ’90 c’era sempre qualcosa di fluo: come per esempio le stelline e la luna attaccate al soffitto e che si illuminavano al buio.

cliomakeup-back-to-90-stelle-fluo

E in tantissime avevamo in camera la casetta di legno per conservare la collezione delle sorprese Kinder. Tartallegre, Happypotami, Panda Party, Coccodritti e tutti gli altri pupazzetti che hanno segnato l’infanzia e l’adolescenza degli anni 90.

cliomakeup-back-to-90-porta-sorprese-kinder

LE CHICCHE BEAUTY: BON BON DI MALIZIA E LIP GLOSS DEL “CIOÈ”

Tutte avevamo almeno un Bon Bons di Malizia! Tenuti in bagno o in camera, erano il nostro must have che ci faceva sentire profumatissime. 😁

cliomakeup-back-to-90-bon-bon-di-malizia

E di caramelle sapevano anche le nostre labbra. Avevamo quei lucidalabbra con il roll on, appiccicosi come colla e dai gusti fruttati e dolcissimi. Per non parlare di quelli al gusto cioccolato che uscivano da riviste come Cioè. 

Ragazze, potremmo andare avanti all’infinito a rivangare gli anni Novanta e dilungarci sulle Fornarina per le teen e le Lelly Kelly per le bimbe, sulle caramelle Push Pop e sui giochi iconici, come Gira La Moda, il Grillo Parlante, il Nintendo 64 e il Tamagotchi. Ma è meglio fermarsi qui, per questa volta…

cliomakeup-back-to-90-push-pop

Siete tanto nostalgiche? Allora leggete anche:

1) IL RITORNO DEGLI ANNI 90: 4 TREND DALL’ARMADIO DI RACHEL GREEN

2) NOSTALGIA ANNI 90: 11 OGGETTI CHE CI RIPORTANO ALLE ELEMENTARI

3) LE IT GIRL DEGLI ANNI 90: COME SONO OGGI?

cliomakeup-back-to-90-trolls

Ragazze, con quali poster avevate tappezzato le vostre stanze? Quali altri pezzi iconici anni 90 avevate nelle vostre stanze? E quante compilation in musicassetta avete fatto? Avevate anche voi la bacheca “Pinterest 1.0”? E anche voi avevate trolls e ciucci attaccati ovunque? Raccontateci tutto nei commenti! Un bacione dal TeamClio!

8 COMMENTI

  1. Poster non troppi ma ciuccetti sparsi nello zaino, nell’astuccio e ovunque si vedessero tanti! Anche se allora non lo sapevo, ero molto molto felice!

  2. Avevo la stanza tappezzata dai posters che trovavo su metalhammer e metalshock,per il resto sono colpevole di lucidalabbra(li compravo di Debby al bubblegum e al cocco)e bon bon di malizia…e ,qui mi sputt…,i deodoranti impulse

  3. Io appendevo il mega poster di Jim Morrison che mia madre regolarmente toglieva, su e giù. Una guerra persa purtroppo 🙁

  4. Alla fine la Smemo pesava 4 kg e bisognava tenerla chiusa con l’elastico da tanto era piena di roba! Addirittura faceva il giro dei compagni di classe cosi potevano scriverci qualche sciocchezza che all’epoca pareva pura filosofia!!

  5. Nostalgica a rapporto!
    Io come poster avevo i due fratelli Inzaghi (ero innamoratissima, specialmente di Pippo)
    Ho ancora il bon bon alla pesca, trovato credo all’OVS qualche anno fa…l’ho comprato più per ricordo ahahah

  6. Nata giusto giusto nel 1990 durante quegli anni ho proprio vissuto la mia infanzia. Ricordo le Lelly Kelly che si illuminavano, il Gira La Moda (uno dei miei giochi preferiti), le caramelle push pop… che erano di un appiccicoso inimmaginabile! Ero innamorata persa di Di Caprio (LE MAGLIETTE COL FACCIONE DI DI CAPRIO, ve le ricordate? XD che la mia era nera e cacciava un caldo…) e di Nick Carter. Amavo le Spice. I Bon Bon di Malizia erano il male in terra, ma piacevano (avevo quello alla pesca), il Cioè e la sezione delle domande alla sessuologa (che anche leggendole ad 11 anni ti chiedevi come la gente potesse essere così scema a credere che una lavanda con la coca cola potesse essere un modo per non rimanere incinta).
    Ma poi c’erano anche i cartoni animati belli, Holly e Benji, Sailor Moon, Creamy, Magica Emy, Ken il Guerriero, Sanpei (questo era tutta colpa di mio zio che non appena c’era lui in casa dei nonni ed era ora della puntata non c’era trippa per gatti – quando io ero piccola lui aveva poco più di una 20ina di anni)
    Purtroppo i poster sono stati una battaglia persa. Mia madre non voleva nulla appeso alle pareti, figurarsi sugli armadi. Da più grande sono riuscita ad appenderli dentro le ante, ma comunque mi rompeva l’anima perché lo scotch lasciava i segni.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here