Ognuno di noi si sente al sicuro nella propria comfort zone, ma quanto è stimolante correre dei rischi e cercare di migliorarsi?

Superare i propri limiti, uscire dal guscio e affrontare a testa alta le nuove sfide che la vita ci mette di fronte può incutere timore, ma è prima di tutto una possibilità per accrescere l’autostima e progredire, crescere.

C’è tutto un mondo al di fuori della nostra zona di comfort. Qualcuno dice addirittura che è proprio lì che la vita comincia, nell’esatto punto in cui finisce la nostra comfort zone e ci si aprono dinanzi tantissime porte.

Scopriamo insieme, in modo semplice e pratico, quello che c’è da sapere sul concetto di comfort zone in psicologia, cos’è e come uscire dalla zona di comfort lavorando su noi stesse e sulla nostra autostima. Cominciamo subito!

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-cover-1

Credits: Foto di Pexels | Pixabay

IL SIGNIFICATO DI COMFORT ZONE: COS’È IN PSICOLOGIA E PERCHÉ TUTTI NE PARLANO

Si sente parlare sempre più spesso di comfort zone, ma cos’è e perché questo concetto è diventato così importante da meritare frasi, libri e aforismi a esso dedicati?

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-1

Credits: @8mindsofficial Via Instagram


La definizione di comfort zone arriva dalla psicologia. Il significato in italiano di questo termine è letteralmente zona di comfort e sta a indicare quella particolare condizione mentale in cui ogni individuo agisce in totale assenza di ansia, senza percepire rischi o pericolo.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-2

Credits: Foto di Pexels | Andrea Piacquadio

In sostanza, la comfort zone è la nostra routine, uno spazio fisico – come quello di casa – ma anche, o forse sarebbe meglio dire prima di tutto, mentale. Per esempio, esiste una comfort zone in amore e sul lavoro: tutti i comportamenti che fanno parte delle nostre abitudini definiscono la nostra zona di comfort.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-10

Credits: Foto di Pexels | Daria Shevtsova

Frequentare sempre le stesse persone, non cercare di progredire sul lavoro per paura di fallire, evitare di prendere decisioni importanti che comportino dei cambiamenti (come un trasferimento o l’inizio di una convivenza) sono solo alcuni dei tanti frammenti della nostra vita che delimitano la comfort zone.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-paura

Via Giphy

BASTA PAURE: PERCHÉ USCIRE DALLA COMFORT ZONE FA BENE

Possiamo descrivere la comfort zone come una bolla, una sorta di mondo protetto in cui ci rifugiamo – apparentemente trovando conforto – ma che può trasformarsi in una trappola, rivelandosi un’arma a doppio taglio.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-7

Via Giphy

Attenzione: il concetto di comfort zone non è negativo. In alcuni casi, anzi, stare nella propria comfort zone può essere utile, come per esempio quando dobbiamo ricaricarci e trovare le energie in seguito a un forte stress. L’importante è non farsi sopraffare dai limiti che ci auto-imponiamo e capire quando è il momento di uscire dal guscio.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-12

Credits: Foto di Unsplash | Luca Dugaro

Per questo motivo uscire dalla propria comfort zone è fondamentale. Non porsi nuovi obiettivi e non sfidare mai noi stessi è paradossalmente il rischio maggiore che possiamo correre.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-13

Credits: @maricavignozzi Via Instagram

LA COMFORT ZONE SI RIVELA SPESSO UNA TRAPPOLA

L’immobilità, rimanere ancorati alla nostra comfort zone, è un grandissimo errore. Molto spesso, infatti, ci ritroviamo a riflettere sulla nostra vita e a sentirci insoddisfatti, come se non fossimo arrivati da nessuna parte.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-15

Credits: Foto di Unsplash | Sasha Freemind

La ragione è semplice: alle volte, non si è neppure mai partiti.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-11

Credits: Foto di Unsplash | Fuu J

Uscire dalla comfort zone è importante per conoscere lati di noi stessi che altrimenti non conosceremmo mai. Mettersi davanti a delle sfide tira fuori sfumature inedite del carattere di ognuno di noi ed è tra queste che si cela la nostra vera indole, la nostra attitudine.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-3

Credits: Foto di Pexels | Andrea Piacquadio

Inoltre, inutile dirlo, è praticamente impossibile crescere e imparare se si resta rinchiusi nella propria comfort zone. Gli esperti sostengono che non percepire alcun rischio o ansia – come succede in perenne comfort zone – finisca per appiattirci, azzerando qualsiasi genere di stimolo e smorzando la creatività, impedendoci di andare avanti e migliorare.

cliomakeup-comfort-zone-teamclio-4

Via Giphy

Insomma, se volete sapere come gestire l’ansia, rinchiudervi nella vostra comfort zone non è affatto una soluzione. La routine che sembra rassicurarvi al momento potrebbe in futuro rivelarsi soffocante e demotivante.

Ragazze, non abbiamo ancora finito! Girate pagina e continuate a leggere per scoprire tanti consigli utili e interessanti su come uscire dalla comfort zone e migliorare la propria autostima!