Ciao bellezze!

Eccoci arrivate al nostro appuntamento settimanale con questa nuova rubrica che amate molto! 🙂 Come sempre vi invito a lasciarmi qui sotto o in Chiedi a Clio le vostre curiosità e domande, e magari martedì prossimo  potreste vedere la vostra proprio qui!
Cominciamo!
33071351474524


1)

-In effetti, come mi avete visto fare più volte, i ‘pennelli’ ideali sarebbero proprio le nostre dita! 😀 Ma se non vogliamo sporcarci le manine direi che i pennelli migliori sono innanzitutto quelli con le setole sintetiche, perché quelli a setole naturali non riuscirebbero a prelevare bene il prodotto e a sfumarlo nel migliore dei modi. Meglio poi se è un pennello piatto, tipo lingua di gatto, bello compatto.

2)

-In effetti non sta benissimo a tutte, in particolare a chi ha la palpebra mobile un po’ più nascosta o comunque gli occhi infossati. In questi casi la linea nera renderebbe ancora più cupo e chiuso lo sguardo. In questi casi è meglio usare una matita nera nella rima superiore e non come eyeliner.  Quindi diciamo che in generale sta meglio a chi ha la palpebra più visibile. Per ottenere un effetto che ci soddisfi dobbiamo poi provare più volte per vedere quale ci sta meglio (ad esempio linea più larga, più spessa, più corta, più allungata, codina più all’insù o più dritta!).

3)

– No, qui non esistono marchi italiani, anche se ricordo che qualche anno fa la Pupa si riusciva a trovare. Ma a distanza di anni le cose sono cambiate, perché qui ci sono davvero tanti brand e il mercato è davvero grande e competitivo. Mi è capitato comunque di vedere ragazze che avevano alcuni prodotti italiani, magari presi durante una vacanza lì. Il bello è che li considerano quasi ‘esotici’, e comunque li apprezzano molto! 🙂

4)

– In effetti dopo 6 anni che vivo qui a NY mi sento anche un po’ newyorkese! Ma la maggior parte delle mie amicizie è comunque italiana, quindi in questo senso non mi sono ancora completamente ‘americanizzata’! 😀 Sicuramente comunque ho imparato tanto stando qui, e lavorativamente parlando sono cresciuta molto perché NY è una città davvero competitiva, che però offre anche tante possibilità che magari in Italia non avrei mai avuto. E questo mi ha aiutato molto soprattutto all’inizio!

5)

-Sicuramente dipende dal tipo di pelle e anche un po’ dalla genetica! 😀 A volte vedo ragazze di 20 anni che hanno la pelle più segnata rispetto alle donne di 40 e 50! Negli anni ho avuto modo di confrontarmi con specialisti del settore, visto che io non sono proprio un’esperta del campo, e devo dire che esistono le idee più diverse a riguardo: c’è chi dice di iniziare a 20, chi a 30, chi di non usare creme troppo ‘potenti’ e così via. Di sicuro su una cosa sono tutti d’accordo (e in effetti è anche questo il mio consiglio): è utile usare sempre una crema idratante, perché le rughe non sono altro che il segno di una scarsa elasticità della pelle. Quindi anche solo avere una crema idratante può essere di grande aiuto fin da giovani, soprattutto in questo periodo freddo in cui la nostra pelle soffre di più! 🙂

Anche per oggi questo è tutto ragazze, spero di aver soddisfatto le vostre richieste! Continuate così!Alla prossima un bacioneee! 🙂