Ciao ragazze!

Oggi parleremo di un problema (ahimé) diffusissimo, che colpisce donne e uomini di qualsiasi età: i capelli che si spezzano! Cerchiamo di capire come mai accade questo fenomeno, ma soprattutto che cambiamenti introdurre nelle nostre routine per limitare i danni; se l’argomento vi interessa, leggete oltre!

Schermata 2014-12-11 alle 23.56.14

L’arrivo dell’inverno, del vento, della pioggia e della neve non sono di certo fattori positivi per i nostri poveri capelli; insomma, non bastano i tre mesi all’anno in cui dobbiamo proteggerci dal sole e dall’acqua di mare, ora si prospetta un lungo periodo di stress per la nostra zazzera! Mi è sembrato il momento giusto per raccogliere qualche informazione sull’argomento capelli che si spezzano, visto che interessa quasi tutte le donne; iniziamo subito!

Schermata 2014-12-11 alle 18.54.25

Sotto la doccia: ironia del destino, passiamo la vita a lamentarci dei capelli che si ungono troppo velocemente, quando in realtà sono proprio questi oli prodotti naturalmente a proteggere e fortificare la nostra chioma. I lavaggi frequenti, l’uso di prodotti aggressivi e sgrassanti e la semplice acqua di casa nostra (o della piscina se siete anche voi delle sirenette) sono tutti fattori che contribuiscono a seccare il capello, aumentando le probabilità che si spezzi. Come regolarsi sotto la doccia per mantenere la giusta idratazione? Dobbiamo introdurre subito una distinzione importante: chi ha un cuoio capelluto che tende a ungersi presto deve usare uno shampoo leggero e delicato, pensato appositamente per questo problema, ma non può dimenticarsi di nutrire le lunghezze! Balsami e creme ristrutturanti, se usati nel modo giusto (applicando poco prodotto e risciacquando con cura), non dovrebbero appesantire, ma solo donare morbidezza e disciplina.

Schermata 2014-12-12 alle 00.01.40

Tra gli shampoo che ho provato negli ultimi anni si alternano prodotti purificanti e ristrutturanti, quindi più leggeri o corposi a seconda della formulazione

La spazzola: credeteci o no, ma spazzolare i capelli nel modo corretto non è affatto semplice! Per prima cosa bisogna comprare una spazzola adatta: purtroppo quelle più economiche in plastica sono sconsigliabili se avete una chioma un po’ delicata e in tal caso sarebbe opportuno investire in uno strumento più professionale. Se avete molti nodi, invece, vi consiglio di procurarvi le Tangle Teezer o qualcosa di analogo, conformate appositamente per spezzare meno capelli. Quando passate la spazzola cercate di tenere la ciocca tra le mani circa a metà e lavorate solo sulle punte, evitando così di tirare i capelli alle radici e di romperli.

rapunzel-brushing-hair-gif

Seguite l’esempio di Rapunzel!

tangle-teezer

La famosa Tangle Teezer, in vendita su Asos.it e su altri siti di e-commerce

Hairbrush Images

L’alternativa del brand Michel Mercier, so che si trova alla Upim in Italia

Dopo la doccia: i capelli bagnati sono più fragili, quindi cercate di non spazzolarli appena uscite dalla doccia, quando sono ancora fradici, ma usate un pettine in legno a denti larghi o eliminate i primi nodi passando solo le dita tra la chioma. Tamponate delicatamente con un asciugamano in modo da assorbire l’acqua; so che frizionare con vigore dà molta più soddisfazione, ma è un’azione troppo aggressiva sui capelli, quindi non fatevi prendere dalla fretta e dedicatevi con pazienza a questo passaggio. Mi raccomando, prima di passare all’asciugatura col phon assicuratevi che la capigliatura sia solo umida e non più grondante (per imparare tutti i trucchi sulla messa in piega vi rimando a questo post!)

Schermata 2014-12-11 alle 18.48.08

Sapete che io lascio asciugare i capelli al naturale, ma quando voglio fare la messa in piega mi assicuro che siano asciutti al 70-80% prima di usare il phon!

Styling: a questo punto i capelli sono asciutti, ma non tutte hanno la fortuna di potersi limitare a questo passaggio e devono ricorrere a qualche tipo di styling. Per quanto riguarda i prodotti, se in questo periodo avete i capelli che si spezzano subito cercate di limitare l’uso di mousse, sea salt spray e lacche che rischiano di appiccicarli tra loro e annodarli; come attrezzi, invece, ormai sappiamo tutte che le temperature elevate di ferri e piastre contribuiscono a bruciare e rovinare la capigliatura, quindi se proprio dovute usarli cercate almeno di ricorrere a strumenti di buona qualità (per esempio in ceramica) e di applicare uno spray protettivo.

curling-wands1

 

Cliccate qui per scoprire le altre cause dei capelli che si spezzano!