Ciao ragazze!!

Me l’avete chiesto in tante, e oggi finalmente proverò a fare un po’ di chiarezza su un prodotto in realtà forse poco utilizzato, ma che incuriosisce sempre tanto e al tempo stesso provoca sempre un mucchio di dubbi: il TONICO per la PELLE! Cos’è esattamente e come si usa? Ma soprattutto… è davvero indispensabile per la nostra routine quotidiana di bellezza e quindi per la nostra skincare? Se siete curiose leggete oltre!

tonercover

Devo essere sincera… il tonico è forse uno dei pochissimi prodotti che non uso nella mia skincare routine! Ebbene sì, non ne possiedo di specifici in casa e in generale non mi ha mai suscitato particolare interesse. Ho però letto e sentito in giro, anche da diverse estetiste, che usarlo è in realtà un passaggio fondamentale della pulizia della pelle…

Clearing-Face-Mask-For-All-Skin-Type
Per capirci, è un po’ come se dopo la nostra detersione quotidiana andassimo a ripulire ancora più in profondità la pelle, eliminando con un unico gesto finale gli eventuali residui di impurità (sebo, trucco, cellule morte) oppure particelle di struccante (latte detergente, oli o saponi) nascoste che possono rimanere sul viso.

face

In poche parole sarebbe un gesto in più per ‘perfezionare’ l’azione dello struccante e liberare ancora meglio la pelle, farla respirare e eventualmente (nel caso di alcuni tonici specifici, quelli ‘astringenti’) ‘richiudere’ i pori. Se infatti con la detersione ‘apriamo i pori’ e facciamo in modo di liberare la pelle dallo sporco, con il tonico possiamo riuscire a ‘ricompattarla’… un po’ come il risciacquo di acqua fredda sui capelli dopo lo shampoo, che dovrebbe richiudere le squame del capello!

Woman-Holding-Astringent

Ma per fare più chiarezza, partiamo proprio dall’inizio, e vediamo meglio cos’è questo prodotto, qual è la sua consistenza e quali sono le sue componenti.

Il tonico si trova sotto forma di una lozione, quindi ha una texture molto liquida simile all’acqua, e di solito è a base di sostanze leggermente acide, che non alterano il ph della pelle, anzi, aiutano a mantenere un equilibrio e a restituire l’umidità giusta alla pelle.

Ma bisogna fare una distinzione, perché ci sono vari generi di tonici diversi, ognuno con caratteristiche precise e indicati per esigenge diverse.

– Tonici con formule a base di alcol.
Ve li avevo accennati prima, quando vi parlavo anche dei tonici ‘astringenti’. L’alcol purtroppo è presente ancora in moltissimi tonici di diverso tipo, a prescindere dalla loro funzione. Questi erano i tonici che di solito ero abituata a vedere in giro, ed è forse il motivo per cui mi sono sempre rifiutata di usarli, perché sulla mia pelle secca non facevano che peggiorare la situazione. So che però ci sono in giro diversi tonici (astringenti o con altre funzioni) che sono alcol-free:

0005218_original_original_1

S143670_XLARGE
-Tonici con componenti idratanti o ‘addolcenti’ e estratti vegetali profumati.

Questi tonici se eccessivamente profumati possono essere causa di reazioni allergiche o irritazioni e di solito comunque sono indicati per le pelli normali o miste, perché hanno solo una funzione rinfrescante e idratante:

 

b_128053

0002713_biotherm-biosource-tonico-rinvigorente-200ml

rosewaterrboerts


Tonici con formule sempre a base d’acqua ma carichi di sostanze utili per la riparazione della pelle, antiossidanti e tonificanti, che hanno anche una funzione distensiva o anti-rughe:

loreal-5561-30276-1-detail

Schermata 2015-03-06 alle 13.47.48

Come avrete visto, proprio perché ogni tonico può avere caratteristiche e componenti diverse, è più o meno adatto anche ai diversi tipi di pelle. Per questo, quando lo si sceglie, è importante tener conto delle proprie esigenze, in modo da poterli utilizzare al meglio, trarne più beneficio e naturalmente non avere ‘effetti collaterali’.

Se avete la pelle molto secca, vi sconsiglio ad esempio quelli che contengono alcol (ma in generale li sconsiglio a tutte!), perché anche se possono avere un’azione purificante e ‘addolcente’, l’alcol non vi farà sicuramente bene. Se invece avete una pelle delicata, magari evitate quelli con eccessive profumazioni, e infine se ce l’avete mista o grassa preferite quelli con un’azione astringente e maggiormente purificante.

Ma come si usa e quando si applica? Cliccate qui per la seconda parte del post!