Ciao a tutte!

Nonostante ormai corra l’anno 2017, purtroppo le mestruazioni appaiono spesso ancora come un tema spinoso da trattare, ma, d’altro canto, sul mercato ormai si possono trovare le soluzioni più disparate per gestire questa naturale parte della vita fisiologica femminile.

Sono poi poche le innovazioni che davvero finiscono per cambiare la nostra regolare esperienza con il ciclo, ultimamente, però, si cerca più del solito di sfornare idee nuove, con l’intento di renderci più libere e sicure, durante quel periodo.

L’ultima, per cui il web si è scatenato, riguarda la comparsa di Mensez, una controversa alternativa ai metodi classici quali assorbenti e coppetta mestruale. Pur promettendo di essere un prodotto capace di rivoluzionare la vita di donne e ragazze, presenta sicuramente un concept… beh, un po’ agghiacciante.

Oggi, dunque, abbiamo cercato di capirne un po’ di più su questo prodotto che, su internet e non solo, viene presentato come una colla vaginale, facendo delle comparazioni con le alternative canoniche per affrontare le mestruazioni e proponendovi le nostre riflessioni a riguardo. Curiose? Continuate allora a leggere per scoprire di che cosa si tratta!

cliomakeup-mensez-colla-vaginale-33

MENSEZ COLLA VAGINALE: DI CHE COSA SI TRATTA?

Mensez è un prodotto ancora in fase di sviluppo che, secondo i messaggi pubblicitari che lo promuovono, si pone come un approccio più naturale rispetto ai classici assorbenti verso le mestruazioni. Contenuto in un applicatore molto simile a quello di un rossetto, Mensez dovrebbe essere basato su una combinazione di amminoacidi ed oli naturali, incolore e inodore. Ma quale dovrebbe essere la sua funzione?

Cliomakeup-mensez-colla-vaginale (2)

Il gioco di parole con “lipstick“, rossetto, e “lipstick“, stick, colla per labbra, è chiaro.

In parole povere, Mensez incollerebbe le piccole labbra tra di loro, creando una “barriera sigillante” forte abbastanza da trattenere i fluidi mestruali, fino al momento in cui si dovrà urinare o ci si dovrà lavare.

Cliomakeup-mensez-colla-vaginale (4)

La presentazione del principio alla base di Mensez, sulla sua pagina Facebook, è stata fatta prendendo ad esempio la sensazione di altri tipi di “labbra incollate”, ovvero quelle della bocca

Il prodotto viene presentato, infatti, come quasi immediatamente solubile a contatto con urina, acqua o detergenti, in modo da rilasciare successivamente tutto direttamente in bagno.

Cliomakeup-mensez-colla-vaginale (17)

BREVETTATA DA GENNAIO

I primi dubbi che sorgono riguardo Mensez sono, innanzitutto, relativi a Dan Dopps, suo ideatore, che non è un ginecologo tanto meno un medico, bensì un chiropatico (la chiropratica è, infatti, tuttora annoverata nella medicina alternativa).

Cliomakeup-mensez-colla-vaginale (3)

La presentazione del prodotto sul profilo Linkedin di Dopps

Dopps, che ha ottenuto il brevetto per la sua invenzione a gennaio, ha dichiarato, in un’intervista su Forbes, che grandi compagnie come Procter & Gamble (gruppo che comprende anche brand di assorbenti come Always e Tampax) hanno già mostrato interesse in Mensez, vantandosi di essere già stato in grado di catalizzare l’attenzione di realtà commerciali importanti.

Cliomakeup-mensez-colla-vaginale (7)

Dan Dopps, ideatore di Mensez. Credits: dopps.com

Tuttavia, Dopps forse dimentica che, prima che Mensez venga messo sul mercato, dovrà trascorrere diverso tempo, poiché dovrà passare i test e l’approvazione dell’ FDA (la Food and drug administration), per non parlare della prova più importante, ovvero la conquista delle consumatrici, operazione che, probabilmente, gli sarà più difficile del solito, considerato il suo approccio con il pubblico femminile.

DAN DOPPS, TRA RISPOSTE MASCHILISTE E MANCANZA DI PROFESSIONALITÀ

Sulla pagina Facebook di Mensez sono apparse alcuni botta-e-risposta a nome Dan Dopps stesso che hanno mostrato un atteggiamento che si può definire solo in due modi: poco professionale e maschilista.

Il chiropratico ha scritto, infatti, in risposta ad un intervento scettico di una commentatrice: “Voi in quanto donne avreste dovuto trovare una soluzione migliore di pannolini e tappi, ma non lo avete fatto. Questa è la ragione per cui le donne sono distratte e focalizzate sul loro ciclo per il 25% del loro tempo, cosa che le rende molto meno produttive di quanto potrebbero essere. Le donne tendono ad essere molto più creative degli uomini, ma le mestruazioni le reprimono, e manipolano la loro mente”.

Cliomakeup-mensez-colla-vaginale (6)

La risposta di Dopps in originale su Facebook

In seguito a questa pessima uscita, la pagina Facebook di Mensez, pochi giorni dopo, è scomparsa, a detta di Dopps poiché “hackerata”. A questo proposito, tuttavia, ci permettiamo di mantenere il beneficio del dubbio!

Cliomakeup-mensez-colla-vaginale (13)Credits: mensez.com

Riflessioni e dubbi riguardo Mensez saranno i punti cardine di pagina 2, dove vi comunicheremo che ne pensiamo riguardo la validità di questo controverso prodotto. Girate pagina per saperne di più!

41 COMMENTI

  1. solo un commento …. MA PER FAVORE! signor colla vaginale torna dentro la caverna dalla quale sei uscito e incolla l’uscio con la tua colla magica … e speriamo che non piova per i prossimi 100 anni!

  2. allora, visto quello che ha scritto il tizio che è stato hackerato… all’inizio pensavo “mah, è ingenuo e non ha pensato all’impatto delle sue parole e non è bravo a farsi capire”. poi ho letto l’altra scusa che ha scritto ed ora penso sia un idiota. la colla vaginale sembra un po’ stupida non per il concetto in sé ma per il fatto che se chiudi le labbra vaginali un buco minuscolo da cui escono i liquidi c’è sempre, o in alto o in basso. poi a me non ricorda l’infibulazione. è un concetto interessante ma andrebbe studiato meglio (se una soffre di qualche infezione temporanea come si può sterilizzare il prodotto dopo l’applicazione? è il caso di applicarlo?). poi P&G non mi va a genio.

  3. Lui è incommentabile.
    La colla la trovo orrenda onestamente.
    Volendo davvero discuterne avrei qualche dubbio: Se la colla si scioglie a contatto con liquidi come fa a non sciogliersi con il sangue e il muco vaginale o con il sudore o con lo sfregamento mentre si cammina? Quante ore di tenuta dovrebbe avere questa magia? E se superi quel momento e ti trovi i vestiti annaffiati magari mentre sei a fare la spesa o in riunione? È a tenuta stagna o qualcosa esce comunque? E le donne che hanno partorito da poco, sono incontinenti, hanno le piccole labbra diverse? E poi è igienico tenersi il sangue dentro cosi tanto tempo?
    No non mi piace per niente. E anche a me ha ricordato quelle pratiche inumane.

  4. Sinceramente l’accostamento all’infibulazione non mi sembra esagerato, è la prima cosa che è venuta in mente anche a me…
    Sorvolando sulla sensibilità ed intelligenza dell’inventore, io non sono mai contraria al progresso se può essere a favore del consumatore, anche se personalmente a livello anatomico mi dà fastidio tutto e resto fedele ai cari antichi assorbenti esterni.

  5. sarò esagerata anke io, ma anke a me l’ infibulazione è la prima cosa ke mi è venuta in mente.. cmq parlando in termini pratici, se non puoi lavarti, andare in bagno o a mare, non penso ke qst prodotto sia molto utile… quindi per ora resto fedele alla mia coppetta mestruale 🙂

  6. Lui è proprio incommentabile.. Ma possiamo oltre e pensiamo alla sua invenzione: quali vantaggi dovrebbero esserci? Perché dovrei preferire “incollarmi” le piccole labbra (che già questo, dal mio punto di vista, è impressionante in senso negativo) al semplice assorbente? Che sia interno o esterno.. È bello che ognuna di noi possa scegliere e cercare la propria comodità, ma vi prego ragazze non fatevi ammaliare da queste assurdità

  7. Costui è pazzo o solo idiota? con un simile sistema noi donne rischieremmo lo shock anafilattico, con il ristagno del sangue mestruale per ore ed ore!
    Ma che stia zitto! è da denuncia!

  8. ho pensato le stesse identiche cose. Ma oltretutto: nell’applicazione stessa, non gli è venuto il dubbio che le labbra sono già umide per conto loro per via delle secrezioni vaginali? Si vede proprio che l’ha pensata un uomo questa “cosa”…

  9. Solo un uomo può ideare, brevettare e pensare di vendere alle donne questo genere di prodotti. Non commento la mancanza di serietà, professionalità di tale individuo.
    Direi che dovrebbe provare a vedere se riesce a trovare altre applicazioni, meglio se da testare personalmente, magari funziona per le polluzioni notturne maschili, che si incolli il prepuzio per vedere se funziona.

  10. È davvero e solo un idiota. Punto. La colla la dovrebbe usare per chiudersi le sue di labbra.

  11. QUESTO POVERO IM…..LE che dice che noi donne non siamo state in grado di trovare soluzioni alle mestruazioni e che siamo distratte e addirittura le mestruazioni manipolano la nostra mente! MA VERAMENTE una azienda come Procter & Gamble dopo questa dichiarazione ha il coraggio di accostarsi a una persona del genere??? Ma che si vergogni!
    Io sono molto fortunata nel senso che il primo e secondo giorno sto malino ma con una pastiglia passa tutto e ok in ovulazione mi viene mal di testa ma non mi faccio rovinare minimamente la giornata o la vita da questa cosa! Meno produttiva?????? MA LO SARA’ LUI MENO PRODUTTIVO CON LE C…..E che spara! No guardate questa cosa mi fa infuriare!
    Per sto C…..O la soluzione è sigillarmi per metà la vagina???? Se lo avessi davanti lo prenderei a ceffoni. Voglio proprio vedere in quante useranno sta cagata micidiale! Ma per favore!!!! Non ho parole… REPRESSE DALLE MESTRUAZIONI????????????????????????????????????? No behhh bisogna combattere contro sto enuco! Se solo lo avessi davanti ma pensa te sto qui cosa pensa… ma è sposato? Ha a che fare con donne perchè non è possibile!
    Gli assorbenti ormai ci sono di tutti i formati, fatti in tutti i modi, lunghezze diverse, esterni, interni… per tutti i gusti! So anche che ci sono donne che purtroppo soffrono moltissimo durante il ciclo e in effetti credo anche che per alcune di loro sia un limite vero e proprio per il dolore che provano MA DA QUI AD AFFERMARE QUELLO CHE HA DETTO!!!! Come si permette! Glielo farei provare io per un anno di fila come ci si sente quando si sta male in quel modo …cosa pensa che sigillandoci le piccole labbra passino i crampi??? Sto impazzendo dal nervoso ci credete? Ancora ci tocca lottare tutti i giorni nel 2017 per dimostrare quello che valiamo e sto cretino se ne esce con una cosa simile!

  12. Avevo letto di una cosa simile non tanto tempo fa su Fb, ma pensavo si trattasse di una boiata detta da qualche idiota… ma a quanto pare è davvero la boiata fatta da qualche idiota!!
    Ma calcoliamo il ristagno del sangue mestruale nel nostro corpo… non credo che sia assolutamente a) igienica b) salutare.
    E prendo per esempio me che se sono in giro la tengo per ore, ok, ma se sono in ufficio la faccio più spesso. Ogni volta che faccio pipì dovrei portarmi dietro quella roba e incollarmi la patata ogni volta? Ma per favore, mi faccia il piacere…
    Rimane assolutamente una boiata bella e buona, sessista, maschilista e totalmente e assolutamente INUTILE.

  13. Ieri ero furibonda, ho inveito e imprecato come un carrettiere. Un collega (un 65enne che si crede ancora un disinvolto giovanotto piacente) ha commentato “Andrete in menopausa prima o poi…” Nella stanza eravamo TUTTE DONNE e io ero la più vecchi (44anni). Non avevo le mestruazioni e il motivo per cui ero arrabbiata era del tutto valido, lui era d’accordo con me e anche tutte le colleghe presenti.
    Ecco, uno così potrebbe pensare che la colla mestruale sia una buona idea.

  14. Hmm io lo trovo interessante, ma come la mettiamo se le labbra si scollano improvvisamente?

  15. Non commento sul prodotto o sui contenuti della risposta. Mi limito ad alzare un sopracciglio critico, invece, per la sua grammatica che è paragonabile a quella di un madrelingua inglese di terza media. Pure gli errori di spelling non sono errori di battitura ma di ignoranza. Da un dottore/imprenditore ci si aspetta di più. Un altro punto a suo sfavore.

  16. Non ne avevo mai sentito parlare e sono sempre interessata a novità o informazioni sul tema (anche la contraccezione, se posso suggerire…), ma ho dei dubbi su come agisca questo mensez. Innanzitutto, il ristagno che sottende al suo uso mi sembra quanto di più deleterio si possa immaginare. Non so come si esprimerà la comunità scientifica, ma a me l’idea non piace molto

  17. sai quante volte i colleghi fanno la battuta “hai il ciclo oggi?” io non commento nemmeno perchè con gli ignoranti non val la pena di discutere … del resto con l’unico neurone che hanno è già tanto se riescono a camminare,respirare,emettere suoni …

  18. Praticamente per me che vado in bagno settordici mila volte al giorno sarebbe inutile.. oltre che, a dirla tutta, è abbastanza inutile già di per se. Ok che parlare di ciclo è e resta ancora un taboo (ammetto che imbarazza molto anche me) ma questo più che essere un aiuto per la donna mi sembra solo qualcosa di tremendamente stupido.. non mi stupisce che venga dalla mente di un uomo (e sopratutto di qualcuno che non abbia minima conoscenza di medicina come da lui stesso confermato)..

  19. Ma siamo sicuri che esista? Mi sembra una buffonata colossale. Intendiamoci, generalmente trovo positivo che si provi sempre ad inventare nuovi metodi per rendere quei giorni del mese più sopportabili ma questa è una grossa presa in giro, non puoi approcciarti in questo modo a un problema femminile e pretendere pure di essere preso sul serio.

  20. Provo ad analizzare punto per punto le perplessità che ho sull’oggetto in sé, tralasciando tutti i dubbi che ho sulla persona.

    – Se lo scopo dell’oggetto è quello di indurre le donne a non doversi preoccupare del proprio ciclo ( immagino che intendesse le classiche preoccupazioni ” Mi sarò sporcata? Si sentirà cattivo odore? Ho preso un assorbente di scorta? Mi si vedrà l’assorbente con questi pantaloni stretti? ” e via dicendo ), allora il punto è fallito perché la paura di una inondazione improvvisa resterebbe eccome, Quindi sì, parte del nostro multitasking giornaliero sarebbe impegnato a preoccuparsi ancora della faccenda.

    – Se la colla si disgrega con i liquidi, ponendo il caso – non so come – che quelli raccolti all’interno riescano a non venire a contatto con la “sutura”, mi basterebbe una bella sudata per iniziare ad avere il terrore dell’inondazione di cui sopra. Io sudo, sì, sudo anche lì. D’estate cambio gli slip 1881716 volte al giorno perché li sento umidi, non parliamo quindi dell’alternativa di fare sport con la magica colla addosso, men che meno sport acquatici.

    – Il punto che mi ha dato più da pensare è lo stesso che spesso mi ha fatto dubitare della coppetta mestruale, fino a che non ho capito che in effetti la soluzione era dietro l’angolo.
    E’ tutto molto bello, molto pulito, molto a portata di mano quando sei nel bagno di casa tua ma la vera, terribile esigenza di noi donne, quando abbiamo il ciclo, sarebbe quella di poter risolvere il tutto SENZA acqua.
    Perchè? Perché nei bagni pubblici, che sia ufficio, stazione, treni, ristoranti, il lavandino NON è mai nella stessa stanza del Wc. Non si sono salviette se non della carta terribile che si disintegra in micropallini totalmente inabili all’asciugatura.
    Ora io immagino il momento in cui vado al wc, ok, tutto molto semplice. Faccio la pipì e si aprono le cataratte del mar rosso.
    Ok attendo.
    Ok attendo ancora un po’.
    Poi mi pulisco con quello che, il più delle volte, mi sono portata da casa, perché già sul trovare la carta ero stata ottimista.
    Poi arriva il momento topico in cui io dovrei prendere quel rossetto CANDIDO come la neve, estrarlo dal tubetto come solo noi fanatiche del make up sappiamo fare e….applicarlo lì.
    Sporca come sono, perché non esiste bidet nei bagni pubblici e anche ci fosse, ti salterebbero addosso le micosi solo a guardarlo, quindi anche no.
    Dicevamo, spalmo quel rossetto meravigliosamente candido e…lo sporco.
    Non ci sono santi che tengono.
    Lo sporco. Come sporco la carta, come sporco la salvietta a casa dopo il Bidet, nei giorni clou

    Ora io ho questo rossetto sporco tra le mani e…niente, lo chiudo e me lo metto in borsa.
    Sporco.
    Mi incollo, da sporca, così ci devo mettere almeno un salvaslip o tantovale che abbiamo fatto tutto questo cinema per ritrovarci macchiate comunque.
    E poi attendo che la colla faccia effetto, con la fila fuori magari, le condizione igieniche terribili dell’interno del bagno. E tu attendi. Probabilmente senza nemmeno poterti rialzare gli slip per qualche secondo
    E mentre attendo, nei giorni di fuoco, io mi risporco.
    E se mi sto sporcando, la colla si scioglie mentre tentata di fare presa.

    E mentre cerco di tenermi la “fagiana” , per farle fare presa, penso a chi me l’ha fatto fare di non usare il solito OB, che si sono decisi finalmente, negli ultimi anni, a mettere anche un applicatore per non doverlo introdurre a mano perchè no, le donne, al 90% delle volte che sono in giro, non hanno l’acqua vicino nemmeno per lavarsi quel dito, e lo devi sfregare e nascondere, catapultandoti fuori dal wc fino al lavandino vicino, per sentirti nuovamente pulita.

    Ovviamente immagino di non poter lavare il rossetto, si scioglie con l’acqua, quindi resterà bianco solo fino al menarca, via, per intenderci.
    Magari si taglia via la punta sporca ogni volta?
    Magari fa in modo che non si veda alcun tipo di macchia < Non si vede ma….il passaggio c'è stato, e poi sta lì a covare nel tubetto chiuso, che ci fa orrore guardare un rossetto appena sfiorato da Sephora, ma ci rimetteremmo quello, UN MESE DOPO averlo usato l'ultima volta.

    No ok.
    Mi è venuta l'ansia solo ad immaginare tutto ciò.
    Solo un uomo poteva pensare una cosa del genere.

    P.s. Per le coppette, e per chi fa tanta vita fuori casa, basta averne due, una va, una viene, quando devi fare il cambio, poi le sterilizzi con comodo a casa.
    Ma quello come lo lavo, con tutto il suo bell'astuccio e la sua consistenza " pomatosa " ?
    Ora che lo brevetteranno, sarò in menopausa probabilmente per cui giovinastre, mi farete sapere voi cosa ci siamo perse, noi della generazione " Disinibite perché abbiamo usato i primi tamponi! "

  21. Sicuramente la colla mestruale per lui è una buona idea e gli servirebbe pure per incollarsi le sue di labbra…

  22. E’ comparsa l’approvazione pre pubblicazione o è l’ennesimo problema del mio profilo -_- ?

  23. ora, non mi addentro in descrizioni della mia vagina, ma non è che le labbra lì sotto sono proprio come quelle della bocca… Per come è fatta la mia io non saprei mica da che parte pigliarla per sigillare tutto… e non tiro in ballo l’analogia come avete già detto con infibulazione, cuciture ecc ecc… mah..chissà che qualcuno abbia un’idea migliore…

  24. Ci ho pensato anche io sai.
    Siamo fatte talmente diversamente che non tutte le piccole labbra sono in grado di venir chiuse e fatte combaciare con così tanta facilità
    Altro a tutti gli altri dubbi, ovviamente

  25. Anche a me sembra una buffonata … non vedo come possa essere utile a meno che non si stia praticamente immobili, immagini fare spinning o gli squat in palestra, inoltre non so voi ma io tendo ad accaldarmi e a sudare di più in quei giorni. Avrei paura anche ad accavallare le gambe, per paura di causare un effetto film dell’orrore, inoltre ho un ciclo abbastanza abbondante almeno per I primi 2 giorni. E poi mi sembra poco igienico, alla fine ti passi il rossetto ma poi rimane sporco no? Come si fa a pulire o a disinfettare se è idrosolubile???
    Lui è a fargli un complimento un idiota con la sensibilità di Jack lo squartatore e la capacità di espressione di un semianalfabeta, se le donne sono meno produttive il 25% del tempo per via del ciclo lui lo è al 100% e non ha nemmeno una scusa…

  26. Concordo con Adriana1980… lo farei provare proprio a lui sulle sue di labbra. Meno male che esise l’FDA.. non deludermi zia!

  27. Ma se il prodotto si scioglie con acqua e/o urina, perché resiste al flusso mestruale? A me sembra una gran bufala!

  28. Se le donne hanno inventato “tappi e pannolini” evidentemente è perché funzionano e gli vanno a genio. Un sacco di donne preferisce l’assorbente esterno a quello interno, per dirne una.
    Ma a parte questo, come molte ragazze hanno notato nei commenti, se gli assorbenti interni e le coppette mestruali sono fatti apposta per tenere il sangue lontano dalle mucose interne, un motivo ci sarà. Non è un caso che la natura ci faccia espellere il sangue il prima possibile. Tralasciando il problema del fare il bagno, praticare sport (io avrei il terrore a fare gli squat, metti che l’effetto ventosa non tiene abbastanza…), eventuali incontinenze, fa fisicamente male svuotarsi in un colpo. Non so se a qualcuna è capitato, ma a me che tengo spesso le gambe incrociate è successo che il sangue rimanesse bloccato all’interno e nel momento in cui tornavo in posizione normale usciva di colpo e non era piacevole per niente.

    Sul tema “si parla poco del ciclo”, non so che dire, nella mia esperienza non è proprio così, abbiamo pubblicità di assorbenti in qualsiasi fascia oraria e ne parliamo usando il loro nome, mestruazioni o ciclo, sono più le adolescenti al primo ciclo che parlano di “quelle cose”, ma suvvia, da adolescenti ci vergogniamo anche della nostra ombra.
    I veri tabù sono in quei paesi dove una donna davvero non ne può parlare perché sarebbe un argomento troppo sconcio.

  29. Esatto, che dolore solo al pensiero! Incollarla?! Siamo pazzi? Quest’uomo si capisce, non conosce l’anatomia femminile e il suo funzionamento. E un’ ”invenzione” (se così può essere definita) di un uomo che appunto non ha idea di cosa sia una mestruazione e delle relative implicazioni, è lontano anni luce dalla realtà femminile. La sua saccenza e supponenza fanno vomitare, non darei un euro a una persona simile. Tra l’altro la pressione del flusso sanguigno e il fatto di tenersi tutto dentro, non contano?
    Ti dico com’è la faccenda secondo me, questo signorino ha solo trovato il modo per far parlare di sè, più che un esperto al massimo può essere un entertainer, nulla di più

  30. Il signor Dopps non ha un concetto di igiene molto spiccato: lo stick sarebbe in covo di germi, inoltre trattenere il sangue mestruale a contatto con le mucose rischia di provocare irritazioni.
    Riguardo alla scarsa produttività delle donne dico solo (come esempio, perché ne potrei fare molti altri) “signor Dropps, ha presente la produttività di un uomo con una temperatura corporea di 37,1?”. Ecco…

  31. Io non voglio nemmeno pensare di poter usare una cosa del genere… io mi trovavo benissimo con i tampax, adesso dopo il parto non mi sento comodissima ma va sempre meglio, al limite sto pensando di usare la coppetta a che se ho paura di schifarmi troppo

  32. Sono dubbi che sono venuti anche a me, poi mi immagino quando si è fuori, vai in bagno, si scolla e poi devi riattaccare quando spesso nei bagni non c’è il sapone, poi per quanto ti pulisci potresti sporcarti con il sangue mentre ti dai all’art attack con la colla

  33. Ottimo post
    Ma questo signore ci ha prese per sceme? Ma da cosa è composto il sangue se non in maggioranza da acqua? E dovrebbe restare lì ferma per ore senza sciogliersi la colla? Bah. Inoltre avviso questo genio che non ho mai saltato ne’ scuola ne’ lavoro per il ciclo, quindi non sparasse a caso sulle donne. E chi non sta . bene non ne ha certo responsabilità comunque

LASCIA UNA RISPOSTA