Ciao ragazze!

In questi giorni, come ben sapete, si sta tenendo il 68esimo festival del Cinema di Cannes, ma quello che a qualcuna può essere sfuggito è che ieri sera si è tenuta una delle cene a scopo benefico più esclusive e chic in assoluto: parliamo dell’amfAR gala, l’evento che, a scopo di raccogliere fondi per la ricerca contro l’AIDS, riunisce il maggior numero di star… e quindi di look da red carpet (o, in questo caso, da white carpet!)! Vediamo insieme i migliori … e i peggiori!!

Photos-Cannes-2015-Eva-Longoria-Karlie-Kloss-Doutzen-Kroes-Les-L-Oreal-Girls-dechainees-a-l-amfAR_portrait_w674

 

Innanzitutto: cos’è. L’amfAR è l’acronimo di American Foundation For Aids Research ed è la più grande fondazione al mondo per il finanziamento della prevenzione e della ricerca medica per sconfiggere l’HIV. Forse anche voi vi chiedete se queste serate glamour servono veramente a qualcosa dal punto di vista della beneficenza: beh, mi sono un po’ informata e…la risposta è . L’anno scorso sono stati raccolti quasi 26 milioni di euro e l’anno prima intorno ai 19 milioni, lasciando presagire un crescendo anche per quest’anno. Insomma, trucco, parrucco, abiti e gioielli da principesse, ma anche le donazioni non mancano e sono tutte per un’ottima causa.

68598-l-amfar-2015-se-deroulera-ce-jeudi-21-1000x0-2
Non si vedono ma gli interni degli eventi, ed avendo trovato questa foto, la volevo condividere con voi. Niente male, non è vero? C’è stata anche una performance musicale firmata Mary J Blidge per intrattenere gli invitati.

Ma, dopo questa dovuta premessa, passiamo al lato frivolo: il red white carpet. Come al solito vi mostrerò qualche look interessante o di cui si è sentito di più parlare e poi passerò in rassegna i miei top e flop: siete pronte?

SIENNA MILLER

jake-gyllenhaal-sienna-miller-amfar-gala-cannes-05

Partiamo dalle cose facili: è tutta la settimana che Sienna dà il meglio di sè sulla croisette e per il gala di ieri sera non è stata da meno. Sempre un pizzico più informale delle altre e insieme sempre un pizzico più raffinata, per la serata ha puntato sul classico. Abito argentato leggermente a sirena, rossetto rosso pieno e semi opaco, smokey leggero sul color caramello, ciglia finte, tanto mascara. Sopracciglia definite e piene, di un biondo cenere freddo e capelli raccolti in modo un po’ casual, con la riga non perfetta e qualche ciocca lasciata ribelle. Stava benissimo, nulla da dire.

jake-gyllenhaal-sienna-miller-amfar-gala-cannes-04

 

Le più attente avranno forse notato che l’abito ricorda molto la creazione di Burberry portata da Sophie Turner, aka Lady Sansa Stark, al MET Gala di quest’anno. Certo, tra turbanti infuocati e strascichi chilometrici non spiccava molto, ma ad un evento più “sobrio” come questo, invece, le paillettes d’argento facevano tutto un altro effetto!

472169612

CHANEL IMAN

Chanel-Iman-opte-pour-le-smoky-eyes_portrait_w674

Solo applausi per il look di Chanel Iman: abito da favola portato divinamente e beauty look ben abbinato. Bello anche il raccolto con chignon spagnoleggiante e la base che ha saputo dare il giusto contouring pur illuminando la parte centrale del viso. Lo smokey che dal nero vira al color terra bruciata è molto bello, ma spegne leggermente lo sguardo (manca forse un punto luce). Le labbra nude e lucide lasciano spazio per i begli orecchini, perfetti per essere portati con l’abito (davvero pazzesco).

Chanel-Iman-1

BARBARA PALVIN

Barbara-Palvin-au-gala-de-l-amfAr-a-Cannes-le-21-mai-2015_portrait_w674

Sembra di vedere una nuova Barbara, rispetto a come la ricordiamo dalle sue (numerosissime) campagne pubblicitarie (che vanno da Replay a Chanel). Ieri il suo look ha saputo finalmente mostrare la ragazza che è (ha solo 21 anni!) pur portando un abito “da donna” e pur evidenziando le curve che la fine dell’adolescenza le hanno regalato. Mi sembra un buon esempio, quello di una super modella che cresce senza snaturare il proprio (splendido) corpo, pur di restare un’acciughina senza forme, non vi pare?

Barbara-Palvin--amfAR-2015--05-662x995

Il look total-matte, è riuscito a non spegnerle l’incarnato (merito anche dell’abito vivace e del castano ramato, probabilmente). Ha portato uno smokey sui toni abbastanza freddi del marrone, su una base luminosa e opaca. Nulla sulle labbra e ciglia in primo piano. Bella.

Barbara-Palvin--amfAR-2015--21-662x995

IRINA SHAYK

650_1200 (1)

Bisogna aver fegato per parlare male di Irina, la quale spende anche sotto questo strano abito che non saprei se definire “da sirenetta” o da “palma tropicale”. Però devo ammettere che, nonostante tutto, la riga in mezzo non mi sembra le doni molto. Si può dire?

KENDALL JENNER

474323498

C’è da dire che Lupita ha davvero lanciato un trend, facendo svolazzare il suo abito verde la prima sera del Festival di Cannes. E ora sembra che tutte vogliano giocare alle “ballerine volanti” con i propri drappi e strascichi. Non ultima Kendall Jenner, che sfoggiava un abito lunghissimo da principessa gitana, costituito quasi da un crop top al quale si legava la lunga e maestosa gonna svolazzante.

4793167_474253884

Il richiamo gipsy lo ritroviamo anche negli orecchini e nel beauty look: i capelli semi raccolti lasciano qualche ciocca sul viso, con una texture disciplinata ma irregolare, quasi le si fossero asciugati al sole, dopo aver fatto qualche tuffo, o come se avesse ballato tutta la notte e nonostante tutto apparissero ancora freschi.

1829009-kendall-jenner-v-ecirc-tue-d-une-robe-950x0-2

cannes-amfar-gala-2015

Dopo la cena, Kendall non è stata l’unica a voler concludere la serata andando al concerto privato di Chris Brown, e ha ben escogitato un modo affinché il suo look potesse facilmente adattarsi alla nuova occasione: slegati un paio di cordini e…voilà! L’abito è diventato un minidress perfetto per il party!

Photos-Cannes-2015-sa-tenue-de-l-AmfAR-transformee-Kendall-Jenner-retrouve-Chris-Brown-!_portrait_w674

Il trucco, infine, puntava completamente sull’incarnato splendente e luminoso, appena baciato dal sole. L’unico focus era sullo sguardo profondo e sensuale nella sua semplicità. Il tutto era reso possibile dalle sopracciglia nerissime e dal contorno occhi sollevato e definito da una linea di eye-liner sia sulla palpebra superiore, che della parte più esterna della rima inferiore. Molto mascara e ciglia finte hanno contribuito a dare profondità. Sulle labbra, un rossetto rosa-corallo, probabilmente di quelli molto trasparenti e idratanti.

kendall-jenner-amfar-gala-2015-look-tenue

GIGI HADID

474333068

Non mi è piaciuta, invece, la giovanissima it-girl Gigi Hadid, che sfoggiava un abito bianco che, per quanto riguarda il décolleté, lasciava molto poco all’immaginazione. Avendo solo 19 anni mi è parso che il look, nonostante tutto, la invecchiasse e non fosse molto adatto a lei. Per quanto riguarda il lato beauty, nulla di speciale: uno smokey dal color taupe a uno più malva, scurito nella parte esterna degli occhi. Un tocco di blush, un leggero rossetto e sopracciglia molto marcate.

38995a5fbb7486c15f7ebf655c00106a

 

Ragazze, ma passiamo a chi mi ha colpito di più... nel bene e nel male!! Nella prossima pagina!!