Ciao a tutte!

I trend in fatto di make-up continuano ad aumentare, evolvere e cambiare, ed ecco che ne è spuntato uno nuovo, il Draping! Un revival di una tecnica utilizzata negli anni ’80 e riportata alla luce da Marc Jacobs, una tecnica per il contouring che ci farà mettere nel cassetto terre in stick, polveri e quant’altro!

E introducendo questa tecnica, lo stilista non poteva non proporre un nuovo prodotto di cui il web sta già parlando tan-tis-si-mo! Vi abbiamo incuriosite almeno un pochino? Allora continuate a leggere per scoprire tutto sul Draping e la nuova collezione Marc Jacobs Beauty! 🙂

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-5Via Instagram @marcbeauty

DRAPING: IL NUOVO METODO PER SCOLPIRE IL VOSTRO VISO

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-15

 

 

In pratica, di cosa si tratta? Ancora una volta si parla di scolpire il viso ma in modo totalmente diverso rispetto a quanto visto fino ad oggi con gli illuminanti o con le terre da contouring. Per questa tecnica si utilizza solamente una tipologia di prodotto – e la conosciamo già bene: il blush!

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-18Credits: beautylish.com

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-7Credits: alchetron.com

Questo revival è un omaggio a Way Bandy, famoso make-up artist di celebrity del calibro di Elizabeth Taylor e Cher, autore di Designing Your Face, “bibbia” beauty del 1984.

Il metodo “drape” segue la struttura naturale delle ossa per creare diversi look. E se la moda è ciclica lo è anche il make-up: i trend continuano a tornare ed evolversi per riapparire ai giorni nostri sotto nuove forme con nuovi prodotti!

Via Instagram @marcbeauty. Non per niente le ispirazioni arrivano direttamente dal passato!

Gilbert Soli, global make-up artist per Marc Jacobs ha dichiarato: “è il nuovo metodo per applicare il blush. Sostanzialmente si cambia la forma del viso attraverso il colore, usandolo a piacimento per scolpire, dare volume o bilanciare i volumi del viso”. È già finita l’era dei taupe e dei marroncini freddi anni ’90?

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-4

Come vi abbiamo accennato all’inizio, questo ritorno di fiamma entra nelle nostre vite con un nuovo prodotto, il Marc Jacobs AirBlush Soft Glow Duo: una novità disponibile in cinque colorazioni, la cui formulazione ha all’interno una polvere giapponese ed è realizzata attraverso un processo chiamato soufflage.

Il prodotto, al suo interno, alterna le due colorazioni grazie ad un pattern che evoca una vita tutta “sesso, droga & rock’n’roll”: la confezione ha infatti le dimensioni precise di un pacchetto di sigarette e lo stesso brand gioca, su Instagram, sul doppio richiamo del design a righe – una delle firme del designer nelle proprie collezioni moda – e sull’idea delle strisce di polvere…ci siamo capite?

All’interno c’è quindi sia un colore chiaro che scuro e i due possono essere utilizzati sia da soli che mixati insieme.

DRAPING: TUTTI I METODI DI APPLICAZIONE

PRIMO METODO DI APPLICAZIONE: LIFITING

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-12Via Instagram @marcbeauty

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-13Via Instagram @marcbeauty

Per ottenere quell’effetto lifting che in tante sognano, direttamente dalla Maison si consiglia di utilizzare la tonalità più scura applicandola appena al di sotto della parte più alta della guancia, sfumando poi verso le tempie.

Con la parte più chiara del blush si sfuma bene ai bordi per amalgamare il tutto al viso. Per look ancora più particolari consigliano di sfumarlo a partire dagli occhi fino ad arrivare alle tempie.

SECONDO METODO DI APPLICAZIONE: SCULPT

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-17Via Instagram @marcbeauty

ClioMakeUp-Draping-blush-contouring-marc-jacobs-16Via Instagram @marcbeauty

Questa tecnica serve per dare dimensione al viso, da sfoggiare soprattutto la sera. Utilizzando la parte scura, in particolare nella tonalità Flesh and Fantasy, si consiglia di applicare il blush appena sotto la zona delle guance, seguendo l’incavo naturale.

Aiutatevi creando la classica faccia “a pesce” 😉 Con la tonalità più scura potete anche definire bene le mascelle e utilizzare poi la parte più chiara sulla parte alta delle guance per sfumare bene il tutto.

Ragazze nella prossima pagina vedrete ancora due tecniche di applicazione e vi presenteremo per bene i nuovi prodotti in uscita di Marc Jacobs, vedendo anche in dettaglio questi nuovi blush utilizzati per il draping… ma non solo! Cosa state aspettando? Girate pagina 😉

45 COMMENTI

  1. Post alquanto misterioso: oltre alla foto di copertina, dal mio cellulare non vedo nessuna immagine in nessuna delle due pagine! (Le immagini degi altri articoli e le pubblicità però vi vedono benissimo). Spero si possa risolvere…

  2. Non ci sono le immagini.. Eppure le pubblicità le vedo benissimo..
    Comunque gli anni 80 sono fra noi, noooo! Non ce ne libereremo facilmente!

  3. Ciao ragazze, mille scuse per il disagio! Stiamo cercando di risolvere il problema, grazie della pazienza.

  4. Ciao a tutte! Anche io purtroppo non vedo le foto.. però avete descritto talmente bene le tecniche che penso di aver capito che quella che mi ispira di più è quella ad effetto lifting! Non conoscevo questa tecnica, quindi grazie per questo post! Un bacione!

  5. Vedere le foto renderebbe tutto più semplice. Comunque già la copertina fa capire che carnevale è tra noi

  6. Quando vedrò le foto vi dirò quale mi piace di più. Veramente in questi anni abbiamo dato molta importanza alle luci e ombre del viso, alle sopracciglia e alle labbra. Il fard l’ho scoperto tardi, ma mi piace tantissimo.

  7. Ora le immagini si vedono!! 🙂 Bah, a me sembrano le tecniche del contouring usando il blush. Non vedo come poter realizzare queste tecniche e uscire di casa senza sembrare Heidi, forse usandone uno moooolto poco pigmentato… Ma, d’altra parte, mi sembra un’altra trovata di marketing per aumentare le vendite dei blush, perché con tutte queste terre da contouring il povero blush era stato accantonato!!

  8. ma io lo uso gia hahaha ma solo sugli zigomi xd la mia è pigrizia e poco disponibilita di soldini ahahh

  9. Il ritorno degli anni ’80! Ricordo in una delle prime puntate dei Robinson che Denise stava uscendo di casa con un bel blush fuxia super carico fino alle tempie!

  10. Sinceramente non ci vedo niente di nuovo, cambiano i nomi ma le tecniche sono sempre le stesse! 😉 Tutti i Mua delle dive degli anni d’oro di Hollywood usavano questi trucchetti, lo sculpting/contouring ante litteram con due blush di due rosa diversi di Grace Kelly ha fatto storia e già negli anni ’90 da Boots a Londra mi hanno insegnato molte di queste cose che ho sempre replicato nella mia base quotidiana.

  11. Confesso che questa “tecnica” la uso anche io e da parecchi anni! Certo non esagero come negli anni ’80 … ( che ho pure vissuto) . Basta tenere la mano leggera e si risparmia anche su un sacco di prodotti. Nulla di nuovo sotto al sole.

  12. Cioè in pratica sono le stesse tecniche di sempre! Io le uso tutte a seconda dal volto che devo truccare… Qua fanno ritornare in auge le vecchie tecniche dondo loro un nuovo nome proprio come col contouring che una volta si chiamava luci ed ombre! Non sanno più che inventarsi…

  13. Io lo uso sempre il blush per dare volume e definizione alle guanciotte… Se continuò ad usare i miei blush senza acquistare questo dire che Marc jacobino nostro si offende?

  14. Io praticamente non ho zigomi! Nonostante questo, non so perché, ultimamente non riesco a usare la terra! Boh non mi piace… Quindi seguirò tantissimo questo trend (cercando di non diventare Heidi) e mi comprerò un sacco di blush… Ma un tocco d’illuminante NON GLITTERATO non vogliamo mettercelo? 😀

  15. Adoro questi blush! Certo è che il prezzo è un tantino alto e questi blush mi pare di aver capito siano tendenti allo shimmer, non penso quindi possano andare bene per la mia pelle… peccato!!!

  16. Come sempre per MJ packaging strepitoso, sicuramente si tratta di ottimi prodotti ma tutta questa novità…….per ora mi sono comprata uno stupendo blush di MJ per la precisione è un blush illuminante tendente ad un arancio delicato, per me che non so usare l’illuminante va benissimo, fa molto “estate”….si chiama Obsessed.

  17. Non so se ho ben afferrato le varie tecniche…io la mattina faccio qualcosa di simile al lifting …con blush lavera lips&cheecks, che è cremoso, o con quello in polvere. Mi piace tantissimo l’illuminante e l’effetto glow ma forse non fa per me perchè ho la pelle mista e perchè sono ciompa. Quindi mi do al blush già da tempo 😉 Il countouring invece non ci perdo neanche tempo!!

  18. Io vedo tutto, foto comprese. Forse perché vedo dico che ci ho capito veramente poco. Sarà il calo di zuccheri perché non ho ancora cenato, sarà sto caldo di

  19. Mi sembra che riprenda la tendenza make-up orientale che prevede blush sfumato fino alle tempie. Ricordo di aver visto un bel video di Lisa eldridge dove faceva il confronto fra il make up orientale e quello occidentale. L’uso del blush era molto simile, ovviamente qui si media fra la “tendenza” e il gusto più occidentale…

  20. Adesso che vedo le foto, voto per l’effetto lifting, che è quello che faccio io, senza tirarlo troppo verso le tempie, perchè mi ricorda molto gli anni ’80.

  21. E cosa c e che non va?? E bellissimo! Anzi adesso lo faccio subito subito questo look sobrio ed elegante visto che devo andare in biblioteca

  22. Ok, sinceramente leggendo il titolo del posto e vedendo la foto in copertina mi sono venuti i brividi. Mi sono immaginata una strisciata di fucsia fino alle tempie e la mia caricatura in testa si è messa le mani nei capelli urlando terrorizzata “SONO TORNATI GLI ANNI 80!!!!!”
    Però vedendo le chart sotto si è calmata… pensavo peggio XD

  23. ma quale marc jacobs, questo metodo l’ho inventato io!!! solo che io sono ancora più avanti, potrei dire che il mio metodo di applicazione del blush racchiude tutti e tre quelli elencati, nel senso che cerco sempre di metterne poco e alla fine tra aggiungere e sfumare copro una zona grande come tutte e tre i metodi messi insieme! huahuahuahahuahu!!! sono AVANTI io!!!

  24. Inorridivo da piccola a vedere mia madre che si scolpiva il viso con il fard. Brrrrrrr per carità..
    Una domanda: Ma con i pattern “a strisce” come si fa a stendere i colori separatamente?

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here